La Reggia di Caserta punta sulla realtà aumentata

No comments

Realtà aumentata e realtà virtuale sono due tecnologie che consentono un nuovo modo di scoprire il patrimonio architettonico e culturale del nostro Paese.

La Reggia di Caserta è uno dei siti turistici italiani più preziosi e, per aumentare ulteriormente la propria appetibilità agli occhi dei visitatori, ha deciso di sfruttare le possibilità offerte dall’innovazione.
Grazie ad una collaborazione con 012Factory, First Social Life e GDGCampania, per tutto il mese di novembre i turisti che visitano la Reggia di Caserta potranno partecipare ad una caccia al tesoro immersiva basata sulla realtà aumentata.

Per provare questa esperienza il turista dovrà scaricare l’app gratuita A caccia di tesori disponibile per Android e iOS oltre ad acquistato il biglietto di ingresso.
Effettuate queste operazioni, il partecipante riceverà un codice per avviare la sessione di gioco che è aperta tanto al singolo partecipante quanto a gruppi qualora più persone si vogliano cimentare insieme in questa nuova esperienza immersiva.

L’applicazione invierà al giocatore l’invito a scansionare appositi codici QR presenti nelle postazioni degli appartamenti reali e nei locali della mostra Terrae Motus secondo uno specifico percorso.
A scansione effettuata, appariranno sul display dello smartphone apposite domande dedicate alla storia locale, ai beni artistici del casertano, all’arte contemporanea e alle iniziative culturali del territorio a cui i partecipanti dovranno rispondere.

In questo modo, oltre a partecipare alla caccia al tesoro, il sistema porta a conoscenza del visitatore di altre possibilità esperienziali anche più tradizionali presenti sul territorio.

L’utente viene poi invitato a continuare la caccia al tesoro fino alle 13 del giorno successivo, spostando la competizione presso il Centro Commerciale Campania di Marcianise dove, alle 14, viene stilata la classifica dei partecipanti con l’assegnazione di premi in buoni spesa.
La singolare modalità di ricompensa dovrebbe, nelle intenzioni degli organizzatori, stimolare la partecipazione tanto dei turisti quanto delle persone abitanti il territorio fungendo da incentivo a riscoprire l’offerta culturale.

Nel suo complesso l’iniziativa innovativa della Reggia di Caserta sfrutta la realtà aumentata per generare effetti positivi su quattro direttrici: cultura, economia, innovazione e territorio.
La creazione di un volano di cultura e innovazione infatti porta alla generazione di effetti moltiplicativi che potranno andare a beneficio di tutto il casertano.

Smart NationLa Reggia di Caserta punta sulla realtà aumentata