Gli scarti vegetali vengono trasformati in microparticelle di bioplastica

No comments

La continua ricerca di una maggiore sostenibilità ambientale nella produzione industriale ha portato, negli ultimi anni, a considerare attivamente le materie di scarto per la nascita di nuove lavorazioni che consentissero una maggiore efficienza nel ciclo produttivo e una riduzione dell’impatto dei rifiuti sull’ambiente.

La lavorazione delle materie plastiche è forse uno degli ambiti più affascinanti dove questa ottimizzazioni ha avuto luogo.

Grazie alla collaborazione fra il Gruppo Boero, fra i leader nell’industria delle vernici, e il team di ricerca Smart Materials dell’Istituto Italiano di Tecnologia ha avuto la luce un’iniziativa che ha portato alla realizzazione di pitture innovative che incorporano microparticelle di bioplastica realizzata a partire da scarti vegetali.

Bioplastiche da scarti vegetali

La realizzazione di queste green paints basa la produzione di microparticelle di bioplastica sulla lavorazione dell’amido di mais e degli scarti di arancia e cacao.

La lavorazione è stata simulata in laboratorio e successivamente replicata in un contesto industriale: tramite questo studio il gruppo Smart Materials di IIT è riuscito a brevettare materiali per recuperare gli scarti di lavorazione di origine vegetale ottenibili dall’industria agroalimentare con lo scopo di creare pigmenti tradizionali utilizzati nella formulazione delle pitture per interni.

Ad esempio le microparticelle di bioplastica da amido di mais, tipicamente di colore bianco, sono utilizzabili come possibile alternativa al tradizionale pigmento bianco ed opacizzante per la realizzazione di pitture base bianco-neutre eventualmente successivamente colorabili.

Allo stesso modo con le microparticelle bioplastiche provenienti da scarti di arancia e cacao si possono ottenere pitture colorate giallo/arancia o marrone/cacao grazie alla colorazione naturale delle microparticelle stesse.

Siamo di fronte ad un perfetto esempio di innovazione che promuove un’economia davvero circolare con il recupero e la rigenerazione dei materiali che oggi rappresentano un rifiuto con un alto costo di smaltimento.

Smart NationGli scarti vegetali vengono trasformati in microparticelle di bioplastica

Related Posts