A Scuola di Digitale con TIM: riparte il progetto per avvicinare i docenti al digitale

No comments

La formazione dei docenti al digitale è uno degli aspetti più importanti su cui insistere per avere una scuola innovativa: il corpo docente è chiamato infatti a stimolare l’interesse degli studenti alle opportunità offerte dal digitale.

Per portare in modo massivo l’innovazione tecnologica direttamente nelle aule italiane, TIM ha lanciato nel 2016 un progetto itinerante dedicato.

A Scuola di Digitale con TIM, questo il nome dell’iniziativa, è un progetto avviato lo scorso anno in collaborazione con il MIUR per favorire il percorso di digitalizzazione della scuola.

Il progetto ha coinvolto oltre 3500 docenti in 135 eventi per un totale di oltre 400 ore di lezione erogate con oltre l’80% dei partecipanti soddisfatto dell’efficacia delle attività formative.

A Scuola di Digitale con TIM: Nove regioni coinvolte, si parte dal Veneto

Quest’anno i docenti saranno chiamati nuovamente nelle aule delle scuole di ogni ordine e grado presenti in Veneto, Basilicata, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Molise, Sicilia, Sardegna , Toscana e Umbria.

L’obiettivo è quello di permettere agli studenti di avvicinarsi alle applicazioni tecnologiche che aggiungono valore e nuove opportunità alla didattica digitale.

A Scuola di Digitale con TIM riparte oggi dal Veneto e il programma prevede due distinti momenti: una prima fase, svolta direttamente in aula, in cui vengono illustrate ai docenti le potenzialità del web, delle reti sociali e degli strumenti di condivisione digitale in coerenza con le necessità della didattica.

Vengono poi introdotte le basi del coding per avvicinare gli insegnanti al pensiero computazionale e al linguaggio informatico.

La seconda fase invece è di approfondimento: i docenti possono espandere i contenuti trattati nella prima fase anche attraverso contenuti video, infografiche e tutorial presenti nel portale scuoladigitale.tim.it.

Smart NationA Scuola di Digitale con TIM: riparte il progetto per avvicinare i docenti al digitale

Related Posts