Smog, Torino punta sulla tecnologia per purificare l’aria

No comments

I problemi legati all’inquinamento atmosferico sono molteplici specie nelle aree metropolitane che devono far convivere le esigenze legate, ad esempio, alla circolazione delle macchine con l’aspettativa dei cittadini di poter respirare aria pulita.
Una possibile soluzione è in fase di sperimentazione a Torino in questi giorni: si tratta del progetto Pure Air Zone promosso dal Torino Living Lab e consiste nella realizzazione di una zona d’aria pulita nel centro urbano in una zona verde.
L’area prescelta si trova a Torino, tra Corso Svizzera e Via De Medici, e verrà purificata completamente dallo smog e da altri agenti inquinanti grazie alla tecnologia sviluppata dall’azienda biotech U-earth.
Il risultato è un particolare tipo di depuratore, chiamato AIRcel, che attrae i contaminanti tramite una carica elettrica molecolare e quindi li distrugge attraverso microrganismi innocui che si nutrono di inquinamento senza produrre rifiuti nocivi.

Il laboratorio ha l’obiettivo di portare nelle aree urbane aria pulita il cui grado di purezza verrà rilevato grazie ad appositi sistemi di monitoraggio, gli U-monitor, installati nell’unità di purificazione stessa.
Ogni cinque minuti vengono rilevati diversi parametri di qualità dell’aria (COV, Odorous gas, CO, NO2, PM1, PM2.5, T, H,) che poi vengono trasferiti tramite la tecnologia Microsoft Azure in rete per essere analizzati ed elaborati nel tempo.

I depuratori AIRcel sono alimentati tramite energia solare che ne consente il funzionamento senza incidere minimamente sull’inquinamento.

Smart NationSmog, Torino punta sulla tecnologia per purificare l’aria

Related Posts