Spesometro, falla nella piattaforma online dell’Agenzia delle Entrate

No comments

Un grosso problema ha afflitto la piattaforma web dell’Agenzia delle Entrate dedicata all’invio delle comunicazioni dei dati riguardanti la fatturazione e la liquidazione IVA.

Il portale dedicato infatti è stato chiuso, ormai da qualche giorno, e la situazione non sembra essere destinata a cambiare a breve.

Il motivo, da quello che è trapelato, dovrebbe essere riconducibile ad una problematica di sicurezza che permetteva, tramite le credenziali Entratel, di digitare il codice fiscale di un contribuente e accedere così a tutti dati del suo spesometro e delle sue liquidazioni Iva.

Se poi il codice fiscale era in qualche modo associato ad un intermediario, era possibile prendere visione anche dei dati relativi agli assistiti.

La falla nel sistema è stata scoperta a pochi giorni dalla scadenza del 28 settembre per il primo invio dello spesometro semestrale relativo al 2017 ed ha interessato il servizio web.

Nessun problema invece per gli altri canali di comunicazione, come quelli agganciati ai software gestionali utilizzati dagli studi professionali e intermediari abilitati: c’è da chiedersi che tipo di conseguenze abbia questo tipo di problema non solo per gli evidenti danni causati ma anche in relazione a quei contribuenti che hanno a disposizione esclusivamente il canale web per onorare i termini dichiarativi dello spesometro.

Un problema per migliaia di contribuenti

Migliaia di contribuenti, in attesa di effettuare gli invii del proprio spesometro, sono quindi in ostaggio di un problema che non è stato ancora risolto né tantomeno ufficializzato: mancano infatti informazioni ufficiali sul ripristino della piattaforma e su un auspicabile rinvio della scadenza del 28 settembre.

Non si sa ancora l’impatto di questo buco e tantomeno quanti o quali dati sensibili dei contribuenti siano stati diffusi erroneamente: si teme però che la fuoriuscita di informazioni fiscali dei contribuenti sia stata davvero significativa dato che il Presidente della commissione di vigilanza sull’anagrafe tributaria si è detto letteralmente furibondo con conseguente attivazione del Garante della Privacy.

Nel mirino l’operato di Sogei, il braccio operativo informatico del Ministero dell’Economia e delle Finanze.

Continueremo a seguire l’evolversi della situazione con giusta preoccupazione

Smart NationSpesometro, falla nella piattaforma online dell’Agenzia delle Entrate

Related Posts