Trasformazione digitale, il Documento Unico di Circolazione è operativo

No comments

Dopo un lungo percorso è finalmente attivo il Documento Unico di Circolazione e al suo interno è disponibile un significativo numero di pratiche automobilistiche.

Si tratta di una significativa innovazione che rappresenta forse il più importante passo nella trasformazione digitale del mondo dei servizi per la circolazione fisica e giuridica dei veicoli: ne avevamo parlato tempo fa quando il nuovo documento era in fase di progettazione.

La genesi del DUC in formato digitale è stata piuttosto travagliata, con date di rilascio che sono state via via rinviate spezzettando il numero di pratiche incluse nel nuovo fascicolo digitale.

Nel Documento Unico di Circolazione sono presenti i dati tecnici e di intestazione del veicolo, i provvedimenti amministrativi giudiziari che insistono sulla proprietà e la disponibilità del mezzo ma anche eventuali ipoteche o fermi amministrativi che gravano sullo stesso.

Il nuovo DUC riduce i costi di emissione con 2 bolli contro i 4 previsti per certificato di proprietà e libretto di circolazione oltre ad una compressione dei costi per la trascrizione all’ACI (Automobile Club d’Italia).

Il DUC permette di gestire una serie di pratiche fra cui le mini-volture, cioè i passaggi di proprietà a favore dei concessionari e dei commercianti di veicoli, che acquistano o prendono in permuta mezzi usati, le radiazioni, ossia le cessazioni dalla circolazione per rottamazione e per definitiva esportazione all’estero, e infine su richiesta le immatricolazioni, re-immatricolazioni e trasferimenti di proprietà.

Smart NationTrasformazione digitale, il Documento Unico di Circolazione è operativo

Related Posts