Dalla UE un sistema di allerta contro le fake news

No comments

Il digitale è diventato nel corso del tempo uno dei canali più dirompenti anche in relazione all’assetto democratico dei vari Paesi: è infatti uno strumento potentissimo per catalizzare consenso e per orientare gli elettori al voto.

Ne è ben consapevole la Commissione europea che, in ottica del voto di maggio, sta correndo ai ripari per evitare che le fake news, ossia le informazioni false che possono destabilizzare il clima politico affossando una parte politica rispetto ad un’altra, danneggino la libera formazione della volontà dei cittadini.

Per questo motivo è tutto pronto per il rilascio, domani 18 marzo, di un Sistema di allerta rapido (RAS) che ha lo scopo di potenziare lo scambio di dati sulle campagne di disinformazione per consentire una risposta coordinata a livello europeo.

La piattaforma permette di raccogliere velocemente i dati sulle campagne di disinformazione condotte online tramite particolari algoritmi ma anche la validazione condotta da un gruppo di analisti e dei fact-checkers, studiosi e giornalisti specializzati nell’identificare notizie false confrontandole con i dati reali.

Le analisi condotte permetteranno agli Stati membri, in coordinamento con il Servizio europeo per l’azione esterna (SEAE), di agire contrastando la diffusione della disinformazione tramite il rilascio di apposite reportistiche e l’azione censoria potendo anche contare sul supporto dei colossi digitale tra cui Google, Facebook e Twitter.

Smart NationDalla UE un sistema di allerta contro le fake news

Related Posts