L’Università dell’Aquila sperimenta la realtà virtuale e aumentata a vantaggio delle persone autistiche

No comments

L’Università dell’Aquila, in collaborazione con il Centro riferimento regionale autismo dell’Abruzzo e grazie alla promozione di AgID e del Ministero dell’Università e della Ricerca, ha avviato la sperimentazione di soluzioni innovative che impiegano la realtà virtuale e la realtà aumentata in favore delle persone con disturbo dello spettro autistico.

Il progetto denominato “Applicazioni innovative di Realtà virtuale e Aumentata per persone con una condizione dello spettro autistico (Asc)” intende sviluppare applicazioni innovative per agevolare le persone autistiche nel contesto familiare e sociale in cui vivono.

L’iniziativa viene condotta su disegno sperimentale nel territorio del Salento per poi essere estesa all’intero territorio nazionale.

La prima fase viene avviata il 6 e 7 settembre nel Comune di Casarano, in provincia di Lecce, tramite una presentazione aperta al pubblico che vuole coinvolgere anche le associazioni di famiglie sul territorio.

Successivamente, in base alla conduzione del programma, il progetto verrà promosso sul territorio nazionale.

Maggiori dettagli nel comunicato stampa di Univaq.

Smart NationL’Università dell’Aquila sperimenta la realtà virtuale e aumentata a vantaggio delle persone autistiche

Related Posts