DigiPASS, inizia la formazione per rafforzare le competenze dei facilitatori digitali

No comments

A Villa Umbra parte oggi un ciclo di cinque incontri per rafforzare le competenze dei facilitatori digitali impiegati nei DigiPASS di Regione Umbria.

Il percorso formativo, chiamato #Linkedumbria_DigiPass, punta a incrementare le capacità didattiche e le conoscenze degli operatori impiegati nei DigiPASS, i punti di facilitazione digitale fortemente voluti da Regione Umbria per aiutare i cittadini resistenti alla tecnologia nell’uso dei servizi digitali pubblici.

I DigiPASS sono luoghi pubblici ad accesso libero che erogano formazione ma mostrano anche opportunità derivante dalle nuove tecnologie con approfondimenti tematici, workshop e seminari che si affiancano al tutoraggio.

Le giornate di formazione, finanziate grazie al Fondo sociale europeo 2014-2020 – OT11, sono curate dalla Scuola Umbra di Amministrazione Pubblica e promosse da Regione Umbria per una programmazione che durerà fino al prossimo 14 ottobre.

Il programma prevede l’approfondimento del ruolo del facilitatore digitali e della comunicazione al fine di migliorare le performance nel lavoro interno e nella gestione degli utenti che intendono rivolgersi ai DigiPASS.

Verranno approfonditi inoltre argomenti quali SPID, PagoPA, Fascicolo Sanitario Elettronico, l’app IO, l’ANPR e molto altro.

Maggiori dettagli nel comunicato della Scuola Umbra di Amministrazione Pubblica.

Smart NationDigiPASS, inizia la formazione per rafforzare le competenze dei facilitatori digitali
Vai all'articolo

Il Comune di Firenze organizza incontri gratuiti di facilitazione digitale nelle biblioteche civiche

No comments

Il Comune di Firenze sfrutta la propria rete civica di biblioteche e la mette a disposizione di coloro che hanno necessità di potenziare le proprie competenze digitali di base: in cinque biblioteche comunali vengono infatti organizzati incontri di facilitazione digitale per assistere coloro che sono meno capaci nell’uso della tecnologia.

Oltre all’uso del computer, di smartphone e tablet, all’interno del programma formativo verranno affrontati la navigazione su internet e l’uso dei social network oltre, ovviamente, ai servizi digitali erogati dalla Pubblica Amministrazione.

Gli incontri, del tutto gratuiti per i cittadini, durano un’ora e sono rivolti a tutti i maggiorenni iscritti al sistema bibliotecario comunale e al servizio di navigazione Internet PAAS.

Si possono prenotare un massimo di 5 appuntamenti su alcuni argomenti predefiniti.

Il primo riguarda l’uso degli strumenti digitali della biblioteca che permettono di leggere i quotidiani da casa, scaricare e-book e audiolibri oltre a gestire il profilo della propria iscrizione bibliotecaria da remoto.

Il secondo è relativo alla fotografia digitale tramite smartphone e alla sua gestione.

Il terzo argomento riguarda i servizi digitali erogati dal Comune di Firenze ma anche l’uso dell’identità digitale, delle app utili a Firenze nonché l’accesso alla rete Wi-Fi cittadina.

Il quarto è relativo all’uso della posta elettronica, agli strumenti di videoscrittura e ai social network.

Il quinto invece è relativo alla navigazione online e all’uso dei motori di ricerca.

Infine l’ultimo argomento riguarda i corsi di formazione online della Regione Toscana e il turismo online con particolare interesse verso l’offerta regionale.

Le biblioteche coinvolte nel progetto sono la biblioteca Filippo Buonarroti (Q5), la biblioteCaNova Isolotto, la biblioteca Pietro Thouar, la biblioteca Mario Luzi, la biblioteca delle Oblate.

Maggiori informazioni nella pagina dedicata.

Smart NationIl Comune di Firenze organizza incontri gratuiti di facilitazione digitale nelle biblioteche civiche
Vai all'articolo

Fastweb Digital Academy e Arci Servizio Civile insieme la formazione degli operatori del Servizio Civile Digitale

No comments

Fastweb e Arci Servizio Civile hanno raggiunto un accordo per avviare un percorso formativo degli operatori volontari che parteciperanno all’iniziativa governativa del Servizio Civile Digitale.

Si tratta di un’attività che punta a diffondere le competenze digitali necessarie affinché i giovani possano poi a loro volta trasferirle a coloro che hanno carenze evidenti nell’ambito: Fastweb, a tale proposito, mette in gioco la propria Fastweb Digital Academy, la scuola per le nuove competenze digitali creata insieme a Fondazione Cariplo, nell’ottica di testare le competenze degli operatori coinvolti nel Servizio Civile Digitale e fornire loro le competenze necessarie.

L’obiettivo è ovviamente quello di perseguire la piena inclusione digitale della cittadinanza in linea con lo scopo del Programma quadro di sperimentazione del Servizio Civile Digitale promosso dal Dipartimento per la trasformazione digitale e il Dipartimento per le politiche giovanili e il servizio civile universale della Presidenza del Consiglio dei Ministri denominato Ponti digitali per reti sociali.

Dal canto suo Arci Servizio Civile porterà in dote le competenze acquisite nella programmazione e attuazione dei programmi e progetti di Servizio Civile Universale con il coinvolgimento attivo di 27 enti di accoglienza in 11 Regioni per raggiungere la parte della popolazione più in difficoltà nell’utilizzo degli strumenti digitali occupandosi della rendicontazione dell’impatto degli interventi.

Maggiori dettagli nel comunicato stampa di Fastweb.

Smart NationFastweb Digital Academy e Arci Servizio Civile insieme la formazione degli operatori del Servizio Civile Digitale
Vai all'articolo

Operazione Risorgimento Digitale, TIM entra nella Digital Skills and Jobs Coalition della Commissione Europea

No comments

TIM è entrata formalmente come membro attivo nella Digital Skills and Jobs Coalition, l’iniziativa avviata dalla Commissione Europea per contrastare il deficit delle digital skills in Europa.

L’importante riconoscimento è avvenuto a seguito dell’iniziativa Operazione Risorgimento Digitale e dei risultati raggiunti nel cercare di ridurre il tasso di analfabetismo digitale che interessa il nostro Paese: quello delle competenze digitali di base è un tema molto sentito perché è propedeutico per la digitalizzazione della popolazione e la trasformazione digitale della società.

Del resto la Digital Skills and Jobs Coalition si pone l’obiettivo di facilitare la collaborazione tra Stati membri, aziende, parti sociali, Ong e realtà attive nell’ambito della formazione per sostenere le competenze digitali a tutti i livelli a partire da quello basico per esercitare i propri diritti nell’era digitale fino a quello più elevato tipico degli specialisti nel settore ICT.

Maggiori informazioni nel comunicato stampa di TIM.

Smart NationOperazione Risorgimento Digitale, TIM entra nella Digital Skills and Jobs Coalition della Commissione Europea
Vai all'articolo

Al via il bando per la sperimentazione del Servizio Civile Digitale

No comments

In data odierna è stato pubblicato l’avviso che permette agli Enti iscritti all’Albo del Servizio Civile Universale di predisporre la domanda per presentare i programmi di intervento atti a sviluppare le competenze digitali dei cittadini resistenti alla tecnologia.

L’idea alla base è quella di utilizzare i giovani, adeguatamente formati, per supportare nell’uso del digitale le persone che hanno maggiori difficoltà per fattori anagrafici o culturali.

L’iniziativa viene avviata quest’anno in forma sperimentale ed è una delle azioni del Piano Operativo della Strategia Nazionale per le Competenze Digitali, inclusa nel PNRR: è previsto l’ampliamento, in funzione dell’andamento della fase sperimentale, nel triennio 2021-2023.

La prima fase prevede l’impiego di 1000 operatori volontari con l’incarico di facilitatori digitali e testimonia la collaborazione fra il Dipartimento per le politiche giovanili e il servizio civile universale e il Dipartimento per la trasformazione digitale al fine di sostenere la transizione digitale.

I giovani impiegati otterranno inoltre, al termine del servizio, una specifica certificazione per il percorso svolto.

Maggiori informazioni nel comunicato del Ministro per l’innovazione tecnologica e la transizione digitale.

Smart NationAl via il bando per la sperimentazione del Servizio Civile Digitale
Vai all'articolo

Interland, il libro di Google per promuovere l’uso consapevole della rete

No comments

Interland avventure digitali è il titolo del libro creato da Google con il patrocinio della Polizia di Stato, della Fondazione Mondo Digitale e di Altro Consumo per promuovere l’uso consapevole della rete.

Presentato sul canale Youtube de La Feltrinelli e reso disponibile in 80 scuole italiane con la possibilità di scaricarlo anche online, si tratta di un’opera che aiuta a comprendere meglio l’importanza di internet come strumento di inclusione sociale ma anche come mezzo per formarsi tramite, per esempio, la didattica a distanza e incrementare le proprie informazioni.

Il protagonista del libro è Nonno Agenore che, insieme ai nipoti Davide e Matilde, aiuta bambini e ragazzi, insieme a genitori e docenti, a diventare utenti responsabili della rete.

La collaborazione con la Polizia postale sottolinea l’importanza dell’educazione digitale come aspetto prioritario per la piena realizzazione della cittadinanza digitale evitando rischi e incrementando le competenze per riconoscere le insidie nascoste nei meandri della rete.

L’iniziativa si inserisce all’interno del programma Vivi Internet, al meglio lanciato da Google nel 2018.

Maggiori informazioni nel comunicato stampa di Fondazione Mondo Digitale.

Smart NationInterland, il libro di Google per promuovere l’uso consapevole della rete
Vai all'articolo

Il Comune di Taranto e Fastweb insieme per lo sviluppo delle competenze digitali dei cittadini

No comments

Il Comune di Taranto ha raggiunto un accordo con Fastweb per potenziare le competenze digitali della popolazione tramite Fastweb Digital Academy, la scuola nata in collaborazione con Cariplo Factory per promuovere l’alfabetizzazione digitale dei cittadini e dei professionisti.

Accompagnare gli individui verso l’acquisizione delle conoscenze necessarie per affrontare il cambiamento indotto dalla rivoluzione digitale è un passo obbligato per una maggiore inclusione sociale e indurre una crescita personale, ma anche professionale, degli individui e del contesto produttivo tarantino.

La necessità di utilizzare servizi tecnologici è stata ulteriormente esasperata dalla pandemia e quindi è centrale che i cittadini del territorio abbiano modo di fruire dei benefici della digitalizzazione.

Tramite la Fastweb Digital Academy, Fastweb mette a disposizione una serie di corsi gratuiti e fruibili online iscrivendosi semplicemente sul sito della scuola che provvederà a rilasciare i corsi formativi nei mesi di maggio e giugno con la consegna di appositi attestati di frequenza: il primo corso si terrà il 20 maggio e riguarderà le opportunità e rischi dell’uso della tecnologia.

Maggiori dettagli nel comunicato stampa del sito del Comune di Taranto.

Smart NationIl Comune di Taranto e Fastweb insieme per lo sviluppo delle competenze digitali dei cittadini
Vai all'articolo

Operazione Risorgimento Digitale e RaiPlay insieme per raccontare l’impatto positivo del digitale sulla vita delle persone

No comments

Operazione Risorgimento Digitale e RaiPlay hanno lanciato oggi un contest per selezionare i protagonisti di una nuova docuserie in programmazione per il prossimo ottobre in cui raccontare l’impatto positivo del digitale sulla vita degli italiani.

Tutto è possibile – Storie di Risorgimento Digitale, questo il nome del programma, prospetta un percorso di otto puntate in cui verranno illustrate le storie più significative di chi ha acquisito una maggiore consapevolezza delle opportunità offerte dalla digitalizzazione nella vita quotidiana.

Chiunque, dagli studenti ai docenti passando per i professionisti e gli impiegati pubblici possono testimoniare come l’impatto della transizione digitale abbia generato profondi cambiamenti nella società e prodotto benefici sostanziali.

Per raccontare la propria storia è possibile candidarsi sul sito dell’iniziativa.

Maggiori dettagli nel comunicato stampa di Telecom Italia.

Smart NationOperazione Risorgimento Digitale e RaiPlay insieme per raccontare l’impatto positivo del digitale sulla vita delle persone
Vai all'articolo

pArLA, lo sportello digitale del Comune di Ala

No comments

Si chiama pArLA ed è lo sportello digitale organizzato dal Comune di Ala per aiutare le persone resistenti alla tecnologia ad accedere a tutti i servizi digitali offerti dal Comune di Ala ma non solo.

Lo sportello fa parte del processo di digitalizzazione dei servizi comunali di Ala che si concretizza in una serie di iniziative sinergiche che prevedono non solo il punto fisico creato in piazza San Giovanni, dove i cittadini possono ottenere tutti i servizi che prima venivano erogati da diversi uffici, ma anche la stanza del cittadino, uno spazio virtuale presente sul sito del Comune di Ala, tramite cui finalizzare operazioni che prima si dovevano effettuare recandosi in ufficio come per esempio la richiesta di certificati anagrafici o il cambio di residenza.

Lo sportello pArLA si occupa anche del rilascio immediato dell’identità digitale SPID, ormai necessaria per accedere a diverse procedure, fra cui le iscrizioni dei figli a scuola materna ed elementare.

Per venire ulteriormente incontro ai cittadini, il Comune di Ala si è dotato inoltre di una bicicletta elettrica, affidata a Giacomo, il giovane impiegato tramite il servizio civile che presidia lo sportello digitale, che raggiunge le persone bisognose di assistenza direttamente al loro domicilio.

Ogni volta in cui si introduce una novità tecnologica è infatti necessario disporre un sistema di supporto umano altrimenti la nuova tecnologia rischia di essere rifiutata dalle persone meno elastiche ad adattarsi alla trasformazione digitale.

Maggiori informazioni sulla pagina Facebook del Comune di Ala.

Smart NationpArLA, lo sportello digitale del Comune di Ala
Vai all'articolo

Palestre Digitali, il Comune di Vicenza punta sull’inclusione digitale degli over 65

No comments

Nell’ambito del Progetto Innovation Lab Vicenza parte Palestre Digitali, un progetto dedicato all’alfabetizzazione digitale degli over 65 tramite una serie di webinar online: l’iniziativa è promossa dal Comune di Vicenza in collaborazione con il DIH di Vicenza e l’Anap oltre ai Comuni di Altavilla Vicentina, Creazzo, Torri di Quartesolo e Sovizzo.

L’obiettivo programmatico è quello di estendere la cittadinanza digitale includendo soprattutto quelle fasce della popolazione che solitamente sono distanti dall’utilizzo delle nuove tecnologie in modo da avvicinarle progressivamente, tramite un percorso di inclusione digitale, alla possibilità di esprimersi tramite le opportunità offerte dalle nuove tecnologie.

Fra queste vi è l’accesso ai servizi digitali della Pubblica Amministrazione, come per esempio l’applicazione Sanitàkmzero della Regione Veneto per visualizzare o scaricare i referti medici, gestire le ricette farmaceutiche e specialistiche oppure l’identità digitale SPID.

Si parte dal 11 febbraio alle ore 11 con il primo di una serie di seminari web che potranno essere seguiti comodamente da casa, con il cellulare, il tablet o il computer collegandosi sulla pagina Facebook @dihvicenza e Youtube Confartigianato.

A questi video verranno affiancati anche 10 videotutorial.

Maggiori informazioni nel comunicato stampa del Comune di Vicenza.

Smart NationPalestre Digitali, il Comune di Vicenza punta sull’inclusione digitale degli over 65
Vai all'articolo