JUMP, a Roma arriva il bike sharing elettrico di Uber

No comments

Uber conquista Roma con il bike sharing elettrico: da oggi sono disponibili le nuove biciclette elettriche in condivisione proposte dalla multinazionale americana e prenotabili tramite app.

JUMP, questo il nome del servizio, è stato lanciato da Uber nella Capitale per dare alla città un modello di mobilità alternativa che consenta di migliorare la qualità della vita dei cittadini.

I mezzi di JUMP sono progettati per garantire una guida più responsabile da parte degli utenti e una maggiore sicurezza di parcheggio: il sistema di pedalata assistita aumenta progressivamente la velocità (spinta fino a 25 km/h).

Un aspetto molto importante è la tutela dei mezzi dai possibili atti di vandalismo: è previsto l’implementazione di un sistema GPS per il monitoraggio dei mezzi e un particolare sistema di blocco.

Dal punto di vista della viabilità e dell’uso delle aree di parcheggio, è stato considerato utile prevedere multe per chi parcheggia dove non si può come per esempio sul Lungotevere.

All’atto del lancio sono disponibili 700 biciclette elettriche in condivisione su una flotta complessiva di 2.800 unità che verranno raggiunte in poche settimane per coprire una superficie di circa 57 Km quadrati che vanno dal centro storico alle zone più esterne come EUR, Quartiere Coppede, Monteverde Nuovo e Fleming.

Smart NationJUMP, a Roma arriva il bike sharing elettrico di Uber
Vai all'articolo

FVG Energia, online il portale istituzionale dell’energia in Friuli Venezia Giulia

No comments

La Regione FVG ha inaugurato il Portale Energia, un sito web che aiuta professionisti e cittadini a destreggiarsi fra le spese energetiche potendo compiere scelte informate che vanno dalle autorizzazioni per i pannelli solari, alle scelte d’investimento sostenibili verso le tecnologie più rispettose dell’ambiente.

Il portale è raggiungibile tramite il sito energia.regione.fvg.it e consente di gestire tutte le pratiche relative agli impianti termici e alle caratteristiche energetiche delle abitazioni unificando le operazioni sul territorio regionale: è possibile recuperare l’attestato di prestazione energetica Ape, gli impianti termici, la diagnosi energetica e la certificazione Itaca.

Lo scopo è quello di semplificare le operazioni di valutazione di quali siano le azioni più funzionali alla riduzione delle emissioni e alla sostenibilità del sistema complessivo con scelte responsabili.

Inoltre è possibile migliorare la propria informazione imparando a conoscere il piano energetico regionale e trovando le informazioni sulle autorizzazioni in materia di impianti alimentati a fonte rinnovabile: nella sezione dedicata i dati energetici del territorio si possono inoltre visualizzare statistiche relative ai consumi energetici degli edifici del territorio anche tramite speciali rappresentazioni cartografiche.

Smart NationFVG Energia, online il portale istituzionale dell’energia in Friuli Venezia Giulia
Vai all'articolo

ENEA affianca il Comune di Ravenna per promuovere la transizione digitale e la rigenerazione urbana della darsena

No comments

ENEA, insieme al Comune di Ravenna, è pronta a realizzare una grande piattaforma tecnologica per gestire dati su traffico, inquinamento ambientale e consumi energetici di lampioni, edifici e singole abitazioni dell’area portuale-industriale della città.

L’iniziativa è coerente con le specifiche del progetto DARE per cui è stato ottenuto un importante finanziamento europeo all’interno del bando Urban Innovative Action.

L’area obiettivo è abitata da circa 20mila persone ed è interessata da profondi processi di dismissione: per migliorare l’ambiente verranno eseguiti interventi di rigenerazione ambientale, abitativa e turistica tramite la creazione di un ambiente digitale che servirà a gestire i dati provenienti da una rete capillare di sensori sul territorio e la diffusione di una cultura digitale, sempre più connessa a turismo, lavoro, salute, sicurezza e vivibilità degli spazi locali.

I cittadini verranno coinvolti nel processo tramite vari strumenti, come il portale, le app, i totem informativi, le panchine interattive ma anche eventi e laboratori che consentiranno al cittadino di intervenire nella co-progettazione degli interventi condivisi di rigenerazione urbana. La darsena potrà quindi diventare sempre più attrattiva per residenti, turisti e investitori.

smartnationENEA affianca il Comune di Ravenna per promuovere la transizione digitale e la rigenerazione urbana della darsena
Vai all'articolo

Il Comune di Castiglione della Pescaia adotta la cartografia digitale per il sistema di gestione dei rifiuti

No comments

Il Comune di Castiglione della Pescaia ha stabilito di utilizzare le nuove tecnologie per migliorare il sistema di raccolta e gestione dei rifiuti: per farlo è stato dato mandato all’ufficio ambiente di rendere possibile l’introduzione di una cartografia digitale.

Una cartografia dettagliata è una risposta in grado di consentire la rilevazione degli accessi nel territorio comunale che possono efficientare l’introduzione della tariffazione puntuale sui rifiuti garantendo, in forza della mappatura, l’elaborazione di una situazione aggiornata in tempo reale.

La nuova soluzione permette non solo di fotografare lo stato attuale ma, per questo, garantisce la futura pianificazione e programmazione del Comune tramite dati e informazioni provenienti da banche dati geografiche, integrate e multifunzionali che consentono di incrociare i diversi strati tematici di altri settori che spaziano dalla toponomastica ai tributi passando per l’urbanistica.

Ne deriva un controllo minuzioso del territorio come anche la sua evoluzione e, al contempo, l’identificazione di tutti gli utenti per poter essere inseriti nella fase sperimentale della tariffa puntuale con i cassonetti intelligenti che partirà presumibilmente a fine anno. Tra i vantaggi del ricorso alla tecnologia vi è anche il rilevamento dell’attività del servizio di gestione rifiuti che consente un controllo diretto sull’operato del gestore unico e sul comportamento dell’utenza.

Smart NationIl Comune di Castiglione della Pescaia adotta la cartografia digitale per il sistema di gestione dei rifiuti
Vai all'articolo

Il Comune di Milano sospende provvisoriamente l’uso dei monopattini in sharing

No comments

Il Comune di Milano sospende provvisoriamente l’uso dei monopattini in sharing in città, bloccando l’impiego di quelli elettrici finché non sarà uscito l’apposito bando di concorso.

La decisione è relativa a logiche di sicurezza e prudenza collegate all’uso di questi mezzi di trasporto innovativi che sono accessibili a tutti grazie all’uso del digitale.

Gli utilizzatori infatti sono richiamati alla prudenza e al rispetto del codice della strada con divieto esplicito di muoversi sui marciapiedi o contromano, avendo cura di indossare di sera il giubbotto catarifrangente.

Fino a quando non sarà pubblicato il bando per le società di sharing e non saranno installati i cartelli previsti dalla legge, il divieto per i monopattini elettrici in sharing sarà effettivo per tutta Milano.

Già a fine luglio c’era stata una prima definizione delle norme sull’uso dei monopattini con una limitazione alle aree pedonali: i mezzi devono essere provvisti di luci e limitatori di velocità oltre ad essere utilizzabili da maggiorenni o da maggiori di 16 anni in possesso del patentino come per lo scooter.

Non appena saranno posati tutti i cartelli previsti per legge, i monopattini potranno circolare anche nelle zone 30, su ciclabili e ciclopedonali garantendo quindi una mobilità sostenibile, innovativa e sicura per le città.

Smart NationIl Comune di Milano sospende provvisoriamente l’uso dei monopattini in sharing
Vai all'articolo

+Ricicli +Viaggi, a Roma il riciclo delle bottiglie di plastica garantisce un ecobonus per viaggiare sui mezzi pubblici

No comments

Viaggiare sulla rete urbana risparmiando grazie alla propria sensibilità ecologica e ad una puntuale azione di riciclo: questo è l’obiettivo della nuova iniziativa lanciata dal Comune di Roma tramite ATAC.

+Ricicli +Viaggi, questo il nome del progetto, prevede la possibilità per l’utente delle linee metropolitane capitoline di poter fruire di uno sconto sul trasporto raccogliendo e inserendo in appositi compattatori delle bottiglie di plastica PET per le quali viene erogato il bonus.

Le macchine eco-compattatrici sono presenti nelle stazioni metropolitante di Cipro (Metro A), Piramide (Metro B) e San Giovanni (Metro C).

Ogni bottiglia di plastica PET raccolta e inserita nei compattatori permette, attraverso le app di B+ MyCicero e Tabnet, di ottenere un ecobonus per l’acquisto scontato di titoli di viaggio: BIT100 minuti, 24/48/72 ore e abbonamento mensile personale Roma.

L’entità del bonus è pari a 0,05 Euro per ogni bottiglia in PET di qualunque formato, da 0.25 cl a 2 litri.

Il sistema è semplicissimo: basta aprire una delle app B+ MyCicero o Tabnet e selezionare l’apposito tasto +Ricicli +Viaggi quindi avvicinare lo smartphone al lettore ottico della macchina eco-compattatrice per poi inserire le bottiglie in PET che si intende riciclare.

Il bonus viene erogato immediatamente nell’app e può essere utilizzato per scontare gli acquisiti.

Smart Nation+Ricicli +Viaggi, a Roma il riciclo delle bottiglie di plastica garantisce un ecobonus per viaggiare sui mezzi pubblici
Vai all'articolo

A Casere di Predoi la prima casa a idrogeno a emissioni zero

No comments

Una casa totalmente a emissioni zero grazie ad un avanzatissimo sistema di produzione energetica che permette di illuminare e scaldare l’abitazione grazie ad una piattaforma turbina-idrogeno: questa è l’interessante prototipo inaugurato in Valle Aurina a Casere di Predoi, nell’area dell’Alto Adige.

Si tratta di un progetto di ricerca che è stato inaugurato in un ambiente che ha sicuramente delle difficoltà in termine di posizione climatica, essendo la Valle Aurina una delle più remote della provincia di Bolzano, ma che per questo rappresenta un eccellente test per garantire la replicabilità di un esperimento che consenta di guardare con lungimiranza alla casa del futuro perfettamente autosufficiente sul piano energetico.

Il funzionamento del sistema prevede che l’energia prodotta da una turbina idraulica, collegata ad un flusso di acqua corrente, venga trasformata in idrogeno tramite elettrolisi e l’idrogeno ottenuto venga immagazzinato in polvere di metallo per poi essere eventualmente riconvertito, secondo necessità, in elettricità attraverso una cella a combustione.

Infatti, quando la portata del fiume che normalmente alimenta la turbina cala, la produzione energetica calerebbe se non fosse che, attraverso questa innovazione, lo stoccaggio dell’idrogeno permette di mantenere i livelli elevati.

L’abitazione affonda le sue radici storiche al 1600 ed è costruita in legno di larice e pietra: al tempo ospitava gli uomini che lavoravano nella vicina miniera di rame di Casere.

Smart NationA Casere di Predoi la prima casa a idrogeno a emissioni zero
Vai all'articolo

Borgofuturo, a Ripe San Ginesio sono protagonisti i pagamenti cashless

No comments

Borgofuturo, la manifestazione dedicata alla sostenibilità giunta ormai alla sua sesta edizione, introduce un primato per il Comune che la ospita: Ripe San Genisio infatti diventa il primo borgo di tutta Italia completamente cashless.

Per l’occasione, grazie all’intervento di SumUp, il piccolo Comune di 800 abitanti si trova ad avere completamente automatizzati i sistemi di pagamento di tutti i propri servizi.

Tramite i lettori di carte SumUp Air, i bar, i negozi di artigianato e gli stand enogastronomici di Ripe San Ginesio sono in grado di offrire ai visitatori la possibilità di pagare con carte contactless e chip&pin o direttamente con lo smartphone, tramite Apple Pay o Google Pay.

L’iniziativa, che risponde ad un’espressa vocazione ambientale, si inserisce nel piano di tutela e conservazione dell’ambiente che vede la raccolta differenziata ad una copertura del 75%, la presenza di un impianto fotovoltaico che produce più della metà del fabbisogno di energia elettrica delle utenze comunali, scuola comunale ad alta efficienza energetica e solare termico che produce acqua calda per la palestra e per l’asilo nido.

L’interesse per la tutela dell’ambiente ha fatto si che durante la manifestazione di Borgofuturo vengano sserviti cibi a km 0, utilizzate solo stoviglie biodegradabili e sia attivato un servizio di carpooling.

Gli spettacoli sono a basso impatto ambientale e i giochi per bambini sono stati realizzati con materiale di riciclo e di recupero; in più le transazioni cashless permetteranno di abbattere l’impatto ambientale di ogni transazione che è pari a 4,6 g di Co2 equivalenti (Co2e).

smartnationBorgofuturo, a Ripe San Ginesio sono protagonisti i pagamenti cashless
Vai all'articolo

Sharing Cities, Milano inaugura il primo condominio smart

No comments

Nell’ambito del progetto Sharing Cities all’interno del programma Horizon 2020, il Comune di Milano ha inaugurato il primo condominio smart all’interno di un distretto a energia quasi zero.

Si tratta di un ambizioso progetto in cui la città sta partecipando come partner insieme a Londra e Lisbona attraverso la riqualificazione di un’area presso il quartiere di Porta Romana che ospita lo smart district composto da edifici in grado di abbattere i consumi e garantire un elevato comfort abitativo, a partire dalla temperatura interna degli appartamenti.

In questo contesto è disponibile il primo condominio che tiene conto della mitigazione dei cambiamenti climatici e persegue il miglioramento del benessere degli abitanti attraverso soluzioni tecnologiche sempre più avanzate.

Per garantire il risultato è stata impiegata la tecnologia BIM (Building Information Modeling) con l’acquisizione dei dati di monitoraggio ambientali forniti dal kit ValorizzaMI: a tale proposito il condominio ha aderito al progetto SPICA ideato per offrire ai condomini il controllo dei consumi energetici ed indicare i giusti comportamenti per migliorare le prestazioni energetiche del proprio edificio riqualificato anche insistendo su apposite logiche di gamification e premialità.

Il condominio è sito in via Passeroni.

Smart NationSharing Cities, Milano inaugura il primo condominio smart
Vai all'articolo

Innovation Days, Milano capitale dell’innovazione

No comments

Milano risulta la capitale dell’innovazione, almeno secondo le analisi presentate durante la prima tappa degli Innovation Days, il ciclo di appuntamenti itineranti organizzati dal Sole 24 Ore che vedono riuniti insieme rappresentanti politici e imprenditori per fare il punto circa lo stato dell’innovazione sul territorio italiano.

Il ruolo che emerge di Milano e della Lombardia in generale è quella di locomotiva d’Italia con quasi 200 miliardi di valore aggiunto che pone la Regione al vertice anche per la produttività del lavoro: basti pensare che la metà del valore aggiunto nazionale è realizzata nei sistemi locali del lavoro urbani.

La Lombardia figura inoltre, insieme al Lazio, al primo posto nella produzione di valore aggiunto a controllo estero con il 54% del totale: le multinazionali estere generano quasi il 15% del valore aggiunto nazionale.

Il Comune meneghino risulta il primo in classifica per valore aggiunto e, poiché si distingue per ospitare molte delle attività nei settori più innovativi, di riflesso le strutture burocratiche costano meno a livello pro capite rispetto al resto d’Italia.

Il modello Milano insomma, tra innovazione, rispetto dell’ambiente e liberalismo economico appare vincente ed esportabile nel resto del Paese.

Il prossimo appuntamento con gli Innovation Days è giovedì 4 luglio a Bologna: maggiori informazioni sul sito ufficiale.

Smart NationInnovation Days, Milano capitale dell’innovazione
Vai all'articolo