Il Parco Nazionale Gran Paradiso ricorre all’intelligenza artificiale per monitorare gli stambecchi

No comments

Per supportare le ricerche sullo stambecco monitorandone il comportamento il Parco Nazionale Gran Paradiso ha deciso di ricorrere all’intelligenza artificiale sperimentando una soluzione realizzata in collaborazione con l’Università di Zurigo.

Si tratta di un progetto che punta a potenziare gli studi a lungo termine sugli animali selvatici basati sul riconoscimento individuale a scopo di conservazione e ricerca scientifica minimizzando il disturbo agli animali.

Per raggiungere lo scopo è stato prototipato un sistema di foto-identificazione automatizzata per il riconoscimento individuale degli stambecchi sfruttando l’intelligenza artificiale: l’obiettivo si ottiene tramite la catalogazione delle corna degli stambecchi che mostrano una cospicua variabilità interindividuale e quindi possono essere utilizzate per l’identificazione dei singoli esemplari.

Tramite il confronto di migliaia di fotografie scattate agli stambecchi marcati presenti nel Parco è stato possibile allenare un sistema di deep learning per riconoscere l’identità degli esemplari ripresi e confrontarli con altri esemplari sconosciuti che potranno essere associati correttamente per sovrapposizione di caratteristiche fisiche.

Maggiori dettagli nel comunicato del Parco Nazionale Gran Paradiso.

Smart NationIl Parco Nazionale Gran Paradiso ricorre all’intelligenza artificiale per monitorare gli stambecchi
Vai all'articolo

Il Comune di Trieste lancia un’app dedicata ai cani e ai gatti domestici

No comments

Si chiama Fido&Micio ed è l’app voluta dal Comune di Trieste per aiutare i padroni degli animali da compagnia a reperire informazioni utili: la platea dei padroni di cani e gatti in città è decisamente elevata con un conteggio che supera i 23mila cani e 6mila gatti dotati di microchip con una stima di oltre 50mila gatti domestici.

L’applicazione, scaricabile gratuitamente dal sito del Comune e tramite i QR code stampati su volantini e manifesti disponibili in città, presenta risposte utili in materia della normativa riguardante l’anagrafe canina e felina, una panoramica dei cani adottabili in città corredata da foto, età e descrizione nonché ulteriori informazioni come le strutture di accoglienza presenti in città, le spiagge accessibili ai cani, la dislocazione e gli orari delle aree verdi dedicate allo sgambamento, i numeri di soccorso da utilizzare in caso di rinvenimento di animali feriti e molto altro.

Per coloro che invece vogliono utilizzare la piattaforma direttamente da pc, è disponibile la versione sul sito web dedicato.

Fido&Micio rappresenta quindi una risposta fattiva per migliorare la condizione degli animali domestici e semplificare le attività da parte di padroni e appassionati: l’app sarà in costante aggiornamento grazie ai contributi che potranno essere inviati, tramite mail, all’URP del Comune.

Maggiori informazioni nel comunicato del Comune di Trieste.

Smart NationIl Comune di Trieste lancia un’app dedicata ai cani e ai gatti domestici
Vai all'articolo