Il Teatro Verde di Venezia si apre al digitale e all’intelligenza artificiale

No comments

La Maschera del Tempo è l’opera digitale che debutta oggi al Teatro Verde di Venezia edificato sull’isola di San Giorgio Maggiore all’interno della Fondazione Cini: la struttura, che dispone di 1.500 posti ed è immersa nel verde, fa da scenario all’opera che coniuga i materiali d’archivio conservati all’Istituto per il Teatro e il Melodramma della Fondazione Giorgio Cini con l’intelligenza artificiale, il sound design e le nuove frontiere dell’animazione 3D.

Grazie a queste tecnologie l’architettura della struttura e la sua storia rivivono tra scenografie reali e ambientazioni oniriche: il racconto ripercorre le vicende dei teatri di verzura, l’epoca d’oro dell’anfiteatro e la natura che è l’elemento caratteristico che la contraddistingue.

Maggiori informazioni nel sito di Fondazione Cini.

Smart NationIl Teatro Verde di Venezia si apre al digitale e all’intelligenza artificiale
Vai all'articolo