Olli, il minibus elettrico a guida autonoma si muove a Torino

No comments

Un breve filmato ha testimoniato l’utilizzo a Torino di Olli, il mini bus a guida autonoma prodotto dalla Local Motors e testato nel capoluogo piemontese presso la sede Ilo – Bit di Torino.

Dopo un paio di anni di lavoro e molti problemi da risolvere, primi fra tutti quelli legati alla burocrazia connessa alla sperimentazione delle soluzioni di mobilità a guida autonoma, la città di Torino è fra le prime a poter testimoniare di essere riuscita a vedere su strada un mini bus senza conducente.

Olli effettua un breve percorso che sfrutta la mappatura del luogo in cui è stato testato ma la sperimentazione è già in essere in altre aree della città.

Con una capacità di carico di dodici persone, il minibus è dotato di oltre trenta sensori che permettono di combinare i dati ottenuti durante il tragitto con quelli raccolti da IBM Watson che consentono al veicolo di muoversi in tutta sicurezza per l’incolumità di passeggeri e delle eventuali persone o cose presenti sul suo percorso.

La dotazione tecnologica dell’innovativa soluzione di mobilità permette poi di interagire con i passeggeri che possono richiedere il servizio di trasporto tramite un’app sullo smartphone esattamente come avviene per altre applicazioni destinate alla richiesta di taxi e NCC.

Smart NationOlli, il minibus elettrico a guida autonoma si muove a Torino
Vai all'articolo

Il digitale potenzia l’attività della Polizia Municipale di Bolzano

No comments

La Polizia Municipale di Bolzano si dota ufficialmente di una nuova piattaforma digitale nata per supportare in maniera efficace l’attività svolta dal personale in pattuglia a piedi e sui mezzi: dopo un periodo di sperimentazione l’applicativo, installato sugli smartphone in dotazione agli agenti, permette di razionalizzare l’attività svolta sul territorio con la possibilità di organizzarla e tenerne traccia per rendere disponibili successivamente le informazioni raccolte ed effettuare successive analisi in merito all’efficacia del servizio svolto.

Grazie al digitale è quindi possibile garantire agli operatori un’interfaccia completa come se avessero una centrale operativa mobile a portata di mano: le attività svolte vengono scambiate digitalmente e soprattutto viene meno l’us della carta nel rispetto dei principi di dematerializzazione che la PA sta inseguendo da tempo.

Tutti i dati operativi vengono infatti memorizzati in formato digitale, scaricati a fine servizio sul server centrale del Comando e richiamabili in qualsiasi momento anche dopo diverse settimane.

D’altra parte il Comando, tramite la propria centrale operativa, ha la possibilità di interagire direttamente e costantemente con l’operatore fornendogli indicazioni inclusive di foto, documenti di vario genere e visure al terminale.

Anche l’operatore può autonomamente caricare un intervento di propria iniziativa ma anche effettuare direttamente in strada visure circa revisione veicolare, la copertura assicurativa, effettuare segnalazioni da inviare poi agli uffici comunali di competenza e ovviamente redigere rapporti di servizio.

Smart NationIl digitale potenzia l’attività della Polizia Municipale di Bolzano
Vai all'articolo

L’Italia possiede un nuovo ambizioso Piano Nazionale Innovazione

No comments

Il neo costituito Ministero per l’Innovazione Tecnologica e la Digitalizzazione, dicastero che ha assunto l’acronimo di MID, ha presentato il Piano Nazionale Innovazione che accompagnerà l’Italia al traguardo del 2025.

Si tratta di un passaggio importantissimo per la pianificazione della roadmap per i prossimi 5 anni in cui l’Italia è chiamata ad effettuare un salto epocale: la scelta della corretta strategia per supportare il cambiamento del Paese passa infatti attraverso una corretta comprensione del panorama tecnologico e la decisione delle tecnologie più lungimiranti su cui imbastire i servizi digitali del Paese.

Lo Stato infatti deve promuovere la democrazia, l’uguaglianza, l’etica, la giustizia e lo sviluppo incentrato sul rispetto dell’essere umano e della sua realizzazione.

Il Piano Nazionale Innovazione si muove su tre grandi macro direttrici: la digitalizzazione della società e dei cittadini, l’innovazione tecnologica strutturale della PA e delle imprese e infine lo sviluppo tecnologico etico e sostenibile.

Tali direttrici passano attraverso 9 obiettivi e 20 azioni specifiche da effettuarsi nei prossimi 5 anni anche se sarà possibile per i cittadini partecipare, tramite la piattaforma tecnologica Partecipa, ad eventuali variazioni del percorso tramite la proposta di specifiche idee che saranno valutate dal personale del Ministero.

Fra gli obiettivi più ambiziosi del nuovo programma vi sono la necessità di dotare tutti i cittadini di un’identità digitale e la possibilità per gli stessi di fruire dei servizi della PA, compresa la possibilità di effettuare pagamenti e ottenere rimborsi, direttamente tramite smartphone.

Il primo ambizioso traguardo passa attraverso alla revisione della progettazione di SPID, riportando nelle mani dello Stato la gestione dell’intero processo: non più la necessità di passare attraverso a vari Identity Provider ma sarà la PA nazionale a fornire al cittadino la propria identità digitale esattamente come per l’attribuzione del codice fiscale.

Il secondo progetto di importanza strategica invece si avrà con il rilascio, previsto per marzo, dell’app IO: abbiamo già parlato in passato di questa attesa innovazione che punta a rendere l’Italia un grande unico Comune grazie alla possibilità di effettuare qualsiasi pratica direttamente con pochi clic sul proprio telefono.

Massima attenzione sarà data anche alle imprese e alle startup con la possibilità di coinvolgere sempre di più le aziende innovative nella filiera dei fornitori del pubblico garantendo, tramite percorsi collaborativi, la realizzazione della tanto promossa open innovation.

Maggiori informazioni sul sito ufficiale del Ministero, nella sezione dedicata alla presentazione del Piano Nazionale Innovazione che può essere scaricato qui.

Smart NationL’Italia possiede un nuovo ambizioso Piano Nazionale Innovazione
Vai all'articolo

Google estende agli smartphone l’interprete in tempo reale

No comments

Fino ad ora solo gli smart speaker di Google erano in grado di fornire assistenza in tempo reale all’utente nella comprensione di idiomi sconosciuti ma adesso questa eccezionale funzionalità è stata estesa da Google anche agli smartphone con sistema operativo Android e iOS.

Ad inizio dell’anno Google aveva introdotto per gli altoparlanti intelligenti della serie Home e Nest la funzione di traduzione in tempo reale delle conversazioni fra persone di lingue differenti: dal momento del lancio però era apparso chiaro che l’utilizzo certamente più efficace sarebbe stato correlato all’impiego tramite smartphone.

La funzione interprete è quindi ora disponibile anche su tutti i telefoni Android in modo nativo e iOS tramite l’app Google da installare: la capacità del sistema è quella di tradurre una conversazione audio in 44 lingue diverse.

Per attivare la funzione è necessario aggiornare il sistema operativo o l’applicazione Google e richiamare l’assistente vocale chiedendogli un aiuto nel parlare una data lingua oppure richiedendo all’assistente di essere l’interprete per una data lingua.

L’elenco completo dei comandi vocali utilizzabili è presente sulla pagina dedicata alla piattaforma anche perché non tutti i comandi vocali disponibili sembrano avere la medesima efficacia.

Smart NationGoogle estende agli smartphone l’interprete in tempo reale
Vai all'articolo

Gmail introduce la possibilità di inviare le email come allegati

No comments

Google introduce una nuova funzione per la propria celebre piattaforma di messaggistica: è infatti ora possibile inviare le vecchie email come allegati ad un nuovo messaggio di posta elettronica che si intende comporre.

La novità introdotta serve ad offrire gli utenti un’alternativa a inoltri e download: disponibile sulla versione desktop di Gmail, la funzione è chiamata “inoltra come allegato” e serve ad allegare una o più email ricevute a una nuova email.

Si può anche trascinare le vecchie email all’interno del nuovo messaggio per evitare di dover scaricare i contenuti che si vogliono inoltrare: la nuova funzionalità è ideata per l’invio di molteplici email, situazione che renderebbe piuttosto scomodo il ricorso all’inoltro dei singoli messaggi di posta.

Il caso più tipico è quando una persona debba essere ragguagliata di un precedente carteggio elettronico.

Maggiori dettagli sul blog ufficiale di Gmail.

Smart NationGmail introduce la possibilità di inviare le email come allegati
Vai all'articolo

A Sulmona arrivano le Invasioni Digitali

No comments

Sulmona è pronta all’invasione, pacifica, di decine di ragazzi delle scuole superiori organizzati dal Centro di Servizio per il Volontariato della Provincia dell’Aquila insieme al Servizio Civile Nazionale e all’Associazione AquilArtes: si tratta della prima delle Invasioni Digitali in Abruzzo, un formato innovativo che ha come obiettivo quello di catturare e condividere, tramite le opportunità offerte dal digitale attraverso smartphone e fotocamere, il patrimonio storico artistico della provincia dell’Aquila.

Le Invasioni Digitali sono pianificate per interessare inizialmente tre località:il Convento di San Giuliano a L’Aquila, il centro storico di Sulmona e Palazzo de Petra a Castel di Sangro.

Qui i ragazzi, in seguito a un percorso di formazione svolto nei giorni scorsi, insieme a tutti coloro che vorranno unirsi potranno sperimentare un modo nuovo e coinvolgente di visita e di essere parte attiva nella creazione e nella valorizzazione della cultura tramite la produzione di contenuti digitali.

La prima invasione si terrà domani 10 dicembre dalle ore 10 alle ore 13 nel centro storico Sulmona interessando i numerosi monumenti presenti come Santa Maria della Tomba, l’acquedotto svevo e il Complesso dell’Annunziata.

Il giorno 14 dicembre si replica, sempre dalle 10 alle 13.30, a Castel di Sangro mentre la terza invasione è pianificata il medesimo giorno al Convento di San Giuliano dalle 11 alle 16.

Maggiori informazioni sull’evento pubblicato su Facebook.

Smart NationA Sulmona arrivano le Invasioni Digitali
Vai all'articolo

Google Foto punta sulla condivisione

No comments

Google Foto, l’applicazione di punta che Google ha introdotto per consentire agli utenti di gestire al meglio le proprie foto e i propri ricordi, si arricchisce di funzioni legate alla condivisione.

L’interesse di Google è quello rendere sempre più indispensabile l’uso dell’app nella vita di tutti i giorni: da tempo infatti è già iniziata, sui dispositivi Android, un’implicita sostituzione dell’app standard che gestisce le foto sugli smartphone che usano il sistema operativo del robottino verde.

Per potenziare questo percorso, Google Foto dispone ora della possibilità di condividere gli album live, le librerie di foto ma anche i momenti.

Se precedentemente era possibile creare un album per una singola foto e condividere il link, ora è invece immediatamente possibile aggiungere le foto attraverso una conversazione privata interna all’app con altri utilizzatori del servizio.

In questo modo è possibile condividere immediatamente uno scatto, ma anche pubblicare un like, un commento o aggiungere la foto o il video condiviso nella propria gallery.

La nuova funzionalità è disponibile su tutte le piattaforme, Android, iOS e internet, senza che questo comporti alcuna perdita di qualità delle immagini.

Maggiori informazioni sul blog di Google relativo al prodotto Google Foto.

Smart NationGoogle Foto punta sulla condivisione
Vai all'articolo

My Storytime, la piattaforma di Google che avvicina i genitori lontani ai figli

No comments

Google viene incontro alle difficoltà dei genitori che vorrebbero essere più vicini ai propri figli piccoli anche quando sono chiamati ad essere lontani, ad esempio, per esigenze lavorative: uno dei riti che spesso la lontananza rende impossibile è quello della buonanotte.

Proprio in tal senso si sono mossi gli sforzi di Big G che ha creato la piattaforma tecnologica My Storytime che consente di registrare un racconto per permettere la sua riproduzione successiva ai bambini direttamente utilizzando uno smart speaker.

Progettata insieme alla società americana Instrument, My Storytime è integrata nella piattaforma Google Nest Home: il genitore lontano da casa può semplicemente registrare il racconto della buonanotte che poi può essere riprodotto a piacere tramite un apposito comando vocale.

L’inspirazione al progetto è stata data da un militare in servizio in Afghanistan che, per stare più vicino alle proprie figlie, ha registrato la propria voce mentre leggeva dei racconti: dal 2001 più di 2 milioni di bambini americani hanno avuto un genitore militare in missione all’estero ed è chiaro quale opportunità abbiano perso.

Ovviamente il progetto è accessibile a chiunque si trovi nella condizione di essere lontano da casa: i racconti conservabili nella piattaforma sono multipli e ordinabili anche tramite una capitolazione.

Smart NationMy Storytime, la piattaforma di Google che avvicina i genitori lontani ai figli
Vai all'articolo

Google Stadia arriva in Italia

No comments

Finalmente anche in Italia è disponibile Google Stadia, la celebre piattaforma gaming di nuova generazione che Big G ha realizzato con l’intento di innovare il modo in cui si gioca ai titoli videoludici del momento.

Basata interamente su tecnologia cloud, Google Stadia riflette quello che è stato Netflix per il mondo dell’intrattenimento legato ai film: il sistema infatti permette di usare giochi in HD su schermi senza effettuare alcun download o aggiornamento preventivo interamente in streaming.

Per utilizzare la piattaforma occorre unicamente essere dotati di joypad e di una connessione Wi-Fi oltre ovviamente al dispositivo per la riproduzione che può essere un computer desktop, mobile, un tablet, uno smartphone o anche una smart tv che supporti l’app o il browser Chrome.

Una volta entrati, tramite il menù è possibile usufruire di un catalogo che verrà progressivamente ampliato e che, ad oggi, conta 22 giochi come Borderlands 3, Ghost Recon: Breakpoint, Dragon Ball: Xenoverse e Darksiders Genesis.

Entro i primi mesi del 2020 sono già stati annunciati Doom: Eternal, WatchDogs: Legion, Gods & Monsters e Cyberpunk 2077.

Tutti i giocatori che intendono provare l’esperienza di Stadia possono sottoscrivere un abbonamento a Stadia Pro che include anche Destiny 2: The Collection e Samurai Shodown.

Smart NationGoogle Stadia arriva in Italia
Vai all'articolo

A Torino TIM presenta le proprie soluzioni digitali dedicate alla sicurezza e alla circolazione stradale

No comments

Torino è per TIM un vero e proprio laboratorio dove presentare soluzioni digitali innovative per migliorare la qualità della vita delle persone: questo è possibile anche grazie alla massiccia sperimentazione della tecnologia 5G che vede in Torino una delle città protagoniste in Italia.

Approfittando della manifestazione organizzata dalla 5G Automotive Association, l’associazione internazionale che riunisce l’industria automobilistica e quella delle telecomunicazioni per promuovere soluzioni innovative di mobilità connessa, TIM ha presentato la propria 5G Digital Business Platform in grado di garantire una maggiore sicurezza stradale, soprattutto per ciclisti e pedoni, ma anche di ottimizzare i tempi degli spostamenti e quindi un minore impatto ambientale del traffico.

La dimostrazione è stata resa possibile grazie alla collaborazione del Comune di Torino insieme ad altri partner che fanno parte del progetto Smart Roads che prevede l’uso di telecamere e sensori su strisce pedonali collegati alla rete 5G per comunicare ai veicoli circostanti la presenza di un pedone in attraversamento come anche unità di bordo poste su una bicicletta ed un veicolo in grado di avvisare sulla posizione reciproca per evitare collisoni.

Inoltre, TIM ha illustrato, in condizioni di traffico reale, il servizio Urban Georeferenced Alert sviluppato in collaborazione con il Comune di Torino, FCA, Links Foundation, Politecnico di Torino, SWARCO e 5T.

La presentazione è stata effettuata sulla pista del Lingotto di Torino.

Smart NationA Torino TIM presenta le proprie soluzioni digitali dedicate alla sicurezza e alla circolazione stradale
Vai all'articolo