Audio 8D, la musica si trasforma grazie al digitale

No comments

Il digitale innova la musica: grazie all’audio 8D infatti è possibile vivere un’esperienza musicale unica che in queste ore sta imperversando soprattutto sui social network.

Questo tipo di audio, per la cui riproduzione sono necessarie cuffie o auricolari, che permette di percepire un’esperienza sonora innovativa.

L’ascoltatore si trova catapultato al centro di un’esperienza sonora che non permette di percepire la reale sorgente: il suono infatti si sposta spazialmente trasmettendo la sensazione che sia tutto intorno all’utente.

Si tratta di un’esperienza davvero immersiva dovuta ad un gioco di editing software basato sul panning, sull’equalizzazione e su altre elaborazioni applicate alle tracce audio da riprodurre.

Chiunque è in grado di utilizzare le applicazioni usate nel settore musicale digitale è in grado di restituire la sensazione che il suono provenga non solo da zone specifiche intorno all’ascoltatore ma anche che si muova in un raggio di 360°.

Il termine 8D è un’iperbole voluta rispetto all’audio 3D: questo tipo di esperienza musicale immersiva è figlia del formato “Ambisonics” nato negli anni ’70 che oggi viene riproposto in contrapposizione con gli effetti surround che devono la loro resa alla dislocazione dei diffusori.

Fra i migliori canali dedicati agli effetti dell’audio 8D c’è il canale musicale su YouTube 8D Tunes.

Smart NationAudio 8D, la musica si trasforma grazie al digitale
Vai all'articolo