Google Maps integra bici e auto in sharing

No comments

Per rendere più semplice l’utilizzo di bici e auto in sharing Google Maps ha annunciato l’integrazione di questi servizi all’interno della propria applicazione.

L’idea alla base dell’inserimento della nuova funzione è quella di aiutare i cittadini a poter rendere i trasporti più efficienti incentivando l’uso della mobilità alternativa al ricorso dell’autovettura di proprietà.

L’applicazione infatti è diventata progressivamente un vero e proprio centro di controllo per effettuare spostamenti anche con servizi quali Uber o Lift la cui prenotazione può essere inviata direttamente all’interno di Google Maps.

L’integrazione dei servizi di bici e auto in condivisione è prevista sia su Android che su iOS gradualmente nel corso delle prossime settimane: nel momento in cui la funzionalità verrà rilasciata, basterà consultare i dettagli sul tragitto per accedervi.

Smart NationGoogle Maps integra bici e auto in sharing
Vai all'articolo

Mov-e, il car sharing aziendale a zero emissioni

No comments

Grazie ad una partnership fra Nissan Italia, ITT (Istituto Italiano di Tecnologia) e Enel Energia è nato a Genova un progetto pilota nell’ambito della mobilità sostenibile.

Si chiama Mov-e ed è un servizio di car sharing offerto da Nissan Italia nell’ambito di una mobilità di car sharing aziendale intelligente a basso impatto ambientale (zero emissioni).

Per sei mesi due auto elettriche Leaf di Nissan Italia saranno a disposizione dei ricercatori dell’IIT e potranno essere prenotate ed impiegate attraverso la piattaforma Glide sviluppata da Nissan, di cui è disponibile anche un’applicazione mobile.

Colonnine V2G: l’innovazione per una mobilità tecnologica e sostenibile

Verranno inoltre utilizzate, per la prima volta in Italia, le colonnine di ricarica V2G (vehicle to grid), installate da Enel Energia, che presentano un’interessante innovazione: permettono infatti di accumulare e rimettere in rete energia non utilizzata dalle auto elettriche grazie alla gestione bidirezionale della carica.

La funzionalità, lanciata assieme ad Enel per la prima volta in Danimarca e introdotta anche nel Regno Unito, trasforma sostanzialmente l’auto in una batteria mobile.

Affinché però questo vantaggio produca i propri effetti, è indispensabile una revisione del quadro normativo vigente: fino ad allora il funzionamento sarà unidirezionale.

Smart NationMov-e, il car sharing aziendale a zero emissioni
Vai all'articolo