Milano ospita il primo distributore automatico cashless

No comments

La rivoluzione digitale avanza inesorabile e i sistemi di pagamento evoluti si diffondono progressivamente anche in quegli ambiti dove il ricorso alle monete sembra essere una strada obbligata: è il caso del mondo della distribuzione automatica, le cosìddette vending machine.

A Milano, sulla pensilina del Passante Ferroviario di Porta Venezia, è stato infatti appena installato il primo distributore automatico interamente digitale e cashless: gli utenti possono acquistare i prodotti distruibiti solo grazie all’uso di carta di credito, carta di debito o con i sistemi di pagamento digitale via smartphone.

Le monete per acquistare bevande e snack sono inutilizzabili.

L’innovazione è frutto di una partnership fra l’azienda italiana Serim, specializzata nell’installazione di vending machine, Nescafé e Satispay.

Il sistema è completamente cashless ma soprattutto è contactless: ogni transazione si effettua in modo velocissimo anche perché i pagamenti solitamente sono inferiori ai 25 euro, soglia per cui non è prevista un’autorizzazione addizionale.

La rimozione dell’uso di contante porta anche alla soluzione di problemi di inceppamento, di mancata erogazione e soprattutto di resto: la transazione avviene solo quando il prodotto è stato effettivamente erogato e la vending machine non deve essere svuotata o rifornita periodicamente di monete. Grazie all’inaugurazione di questo nuovo servizio è inoltre possibile avviare un periodo di studio e sperimentazione destinato a raccogliere i dati di comportamento dei clienti per capire come diffondere l’opportunità delle vending machine cashless negli altri luoghi della città e del territorio italiano.

Smart NationMilano ospita il primo distributore automatico cashless
Vai all'articolo