ViralVeneto, l’assistente virtuale di Regione Veneto per le richieste di aiuto di carattere sanitario

No comments

Regione Veneto punta sulla tecnologia e lancia ViralVeneto, un chatbot su Facebook in grado di rispondere alle richieste informative dei cittadini relativamente a questioni di carattere sanitario o amministrativo: l’assistente virtuale è soprattutto utile per fornire notizie e informazioni legate al Coronavirus e alla pandemia da COVID-19 che sta scuotendo, ancora una volta, l’Italia.

Tutti coloro che sono interessati possono collegarsi alla pagina Facebook di ViralVeneto e cliccare sul pulsante “invia un messaggio” per aprire una chat a cui risponde, o prova a farlo, un software automatizzato che è in grado di replicare alle domande degli utenti che abbiano una pertinenza con tematiche sanitarie.

ViralVeneto è quindi in grado di fornire risposte in merito alle modalità e luoghi per effettuare un tampone ma anche informare gli utenti circa le limitazioni esistenti sul territorio o ancora quali procedure adottare in caso di contatto stretto con un positivo.

Smart NationViralVeneto, l’assistente virtuale di Regione Veneto per le richieste di aiuto di carattere sanitario
Vai all'articolo

Disponibile in Italia Amazon Echo Auto

No comments

Amazon Echo Auto è il nuovo dispositivo di Amazon all’interno dell’ecosistema del celebre assistente vocale Alexa: si tratta di un’innovazione legata al mondo automobilistico perché è la prima versione che si integra direttamente nell’automobile.

Il dispositivo ha un formato simile a quello di una vecchia audiocassetta e si collega all’alimentazione da 12V o tramite la porta USB presente nel veicolo: la connessione all’impianto stereo è garantita tramite Bluetooth oppure tramite un cavetto di collegamento.

Grazie ai propri 8 microfoni, indispensabili per consentire un corretto riconoscimento delle istruzioni vocali in un contesto rumoroso come quello automobilistico, Amazon Echo Auto è in grado, tramite le funzioni di Alexa, di mettere a disposizione dell’utente un patrimonio informativo che consente l’accesso a musica, telefonate a mani libere, lettura di notizie e intrattenimento senza distogliere l’attenzione del guidatore.

Il dispositivo rappresenta un’ulteriore evoluzione dell’impegno di Amazon nel rendere superiore la qualità della vita degli utenti ed è in vendita, su amazon.it, a 59,99€.

Smart NationDisponibile in Italia Amazon Echo Auto
Vai all'articolo

Il Comune di Milano lancia il proprio chatbot tramite WhatsApp

No comments

Il Comune di Milano lancia il servizio chatbot 020202 in collaborazione con Facebook tramite la piattaforma di WhatsApp: si tratta di un sistema automatizzato che permette ai cittadini di ottenere, 24 ore su 24, risposte alle domande più frequenti che interessano la vita nella città ma anche in relazione all’emergenza sanitaria.

Tramite il servizio è possibile ottenere notizie aggiornate sulla città di Milano e informazioni accurate sulle attività commerciali aperte ma anche i servizi pubblici disponibili e la viabilità, compresi gli spostamenti consentiti.

Milano diventa quindi la prima città in Europa ad utilizzare WhatsApp per comunicare e dare indicazioni ai cittadini: per utilizzare il servizio è sufficiente salvare il numero 020202 nella propria rubrica e iniziare una conversazione tramite un semplice “ciao” via messaggio.

L’assistente virtuale proporrà una serie di opzioni tra cui scegliere per ottenere una risposta immediata fra cui: Servizi di supporto alla cittadinanza; Ripresa della attività economiche; Servizi pubblici e luoghi di culto; Spostamenti consentiti; Viabilità e parcheggi; Persone con disabilità; Aiutare la città di Milano; Informazioni sanitarie; Decreti, ordinanze e circolari.

Il servizio è stato sviluppato gratuitamente da Facebook e Infobip sfruttando le WhatsApp Business API aderendo al bando “Alleanza per #milanodigitale” ideato per le realtà che vogliano donare all’Amministrazione comunale progetti tecnologici e digitali per migliorare i servizi rivolti alla cittadinanza.

Smart NationIl Comune di Milano lancia il proprio chatbot tramite WhatsApp
Vai all'articolo

Online Edi, il chatbot che fornisce informazioni sul cancro al seno

No comments

Da Europa Donna Italia arriva EDI, il chatbot sviluppato per fornire alle persone un’informazione mirata e precisa sul cancro al seno tramite risposte autorevoli via internet 24 ore su 24.

In Italia una donna su otto si ammala di tumore al seno nel corso della propria vita ma l’informazione in merito alla patologia e ai protocolli terapeutici è ancora poco diffusa o, spesso, di difficile comprensione per una persona senza competenze mediche: l’accesso alle informazioni non controllate rappresenta poi un ulteriore fonte di problematiche per chi è colpito dalla malattia e per i parenti più prossimi.

EDI nasce per porre un freno alle erronee informazioni e per rendere più consapevoli coloro che decideranno di interrogare l’assistente digitale per ottenere risposte alle domande più frequenti su questo tipo di tumore: dalla diagnosi alle terapie, dalla riabilitazione agli effetti collaterali delle cure fino alla possibilità di individuare il centro di senologia e l’associazione di sostegno più comodi rispetto alla propria posizione.

EDI è quindi un esempio di come l’uso intelligente della tecnologia possa valorizzare il rapporto umano in medicina: l’assistente digitale è disponibile direttamente sul sito europadonnaitalia.it ed è il frutto della collaborazione di 150 associazioni pazienti impegnate nell’assistenza di donne colpite dalla patologia e quindi in grado di riflettere le loro reali esigenze dal punto di vista informativo.

Le risposte a quesiti posti al chatbot avvengono ovviamente in tempo reale: se una domanda fosse particolarmente complessa il sistema verrà coadiuvato da un gruppo di medici ed esperti che elaborerà una risposta e la per email entro 24 ore.

Smart NationOnline Edi, il chatbot che fornisce informazioni sul cancro al seno
Vai all'articolo

Il Comune di Siena presenta il proprio assistente virtuale

No comments

Il Comune di Siena ha oggi presentato ufficialmente Caterina, il proprio assistente virtuale che opermette ai cittadini di essere assistiti in tempo reale per le procedure da effettuare presso gli uffici comunali.

L’Amministrazione si apre quindi a duna rivoluzione che porta gli sportelli ad essere aperti 24/7 potendo quindi erogare servizi anche al di fuori della normale fascia lavorativa diurna.

Il sistema è basato sull’intelligenza artificiale ed è in grado di interpretare le necessità dei cittadini per concludere le pratiche richieste tramite il portale semplificando così l’accesso ai servizi pubblici dall’erogazione di certificazioni dell’Ufficio Anagrafe fino all’invio in digitale del documento richiesto.

Caterina è il primo progetto in Italia di intelligenza artificiale applicato ad un ente pubblico: l’entrata effettiva in servizio della piattaforma è prevista per il 1 novembre con un rilascio a fasi graduali.

La prima fase prevede che gli utenti ricevano dall’applicazione esclusivamente informazioni sulla base delle proprie domande: questo permetterà al sistema di apprendere per poi, grazie all’algoritmo di deep learning, essere funzionale alla fase successiva nella quale diventerà operativo anche il supporto al rilascio dei certificati.

Grande attenzione è stata posta al rispetto della normativa in materia di privacy grazie anche al benestare del Ministero dell’Interno al progetto.

Caterina è disponibile in due lingue, italiano e inglese, oltre ad essere accessibile anche a non udenti e non vedenti da smartphone, tablet e pc.

smartnationIl Comune di Siena presenta il proprio assistente virtuale
Vai all'articolo

Giulia, il chatbot di Banca IFIS per assistere gli utenti

No comments

Banca IFIS, da sempre attenta all’innovazione, ha lanciato oggi Giulia, un assistente virtuale per supportare i proprio clienti 24/7.

Il servizio, frutto della collaborazione con Yolo, presidia Rendimax Assicurazioni, il canale assicurativo di Banca IFIS.

Giulia consente agli utenti, tramite il ricorso all’intelligenza artificiale, di ottenere risposte alle domande ed essere guidati verso ricerche e soluzioni di quesiti che riguardano il portale assicurativo della banca.

L’esperienza digitale dell’utente è quindi elevata a standard sempre più significativi in coerenza con la strategia di dematerializzazione dei processi, compreso quello di customer care.

Giulia, un chatbot intelligente per tutti gli utenti

Una volta collegato alla piattaforma Rendimax Assicurazioni, l’utente avrà a disposizione, in basso a destra nello schermo, una chat che potrà essere avviata in qualsiasi momento della navigazione.

Il chatbot interverrà quindi nel reperire le informazioni su prodotti, modalità di pagamento e dettagli per rendere edotto l’utente fino al supporto nelle fasi di check out del carrello di acquisto dei prodotti assicurativi erogati tramite l’e-commerce.

Qualora il sistema intelligente non fosse in grado di aiutare l’utente che ne ha fatto richiesta, il chatbot è progettato per allertare il servizio clienti con operatore che interverebbe a sostegno.

Smart NationGiulia, il chatbot di Banca IFIS per assistere gli utenti
Vai all'articolo

Dal MiPAAF uno strumento per rispondere in tempo reale ai cittadini

No comments

Rispondere alle richieste dei cittadini è un obbligo da parte di qualsiasi Pubblica Amministrazione che si voglia professare virtuosa.

Per assolvere a questo compito il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali ha deciso di scommettere sulla tecnologia e ha lanciato il servizio Mipaaf Social.

Il Mipaaf punta sulla tecnologia chatbot per i rapporti con i clienti

Si tratta di un nuovo servizio chatbot allestito dal Mipaaf attraverso Facebook Messenger per rispondere in tempo reale, 24 ore su 24, alle domande degli utenti su notizie e indicazioni pratiche.

Recandosi sulla pagina Facebook del Ministero infatti, è sufficiente cliccare su “Invia un messaggio” per attivare la chat presidiata dal software automatico.

L’utente può quindi interrogare il chatbot in relazione all’argomento desiderato e ottenere tutti i dettagli del caso: dagli ultimi comunicati stampa alle misure adottate in favore dei giovani, dai fondi e strategie della Politica agricola comune al settore della pesca, alle norme e ai decreti in vigore.

Qualora l’utente non trovi subito ciò che cerca, potrà inviare comunque un messaggio diretto a cui risponderà l’URP del Ministero.

Tramite il servizio chatbot si semplifica ulteriormente l’accesso alle informazioni per il cittadino e si accorciano ancora di più le distanze tra i cittadini e la Pubblica Amministrazione.

Smart NationDal MiPAAF uno strumento per rispondere in tempo reale ai cittadini
Vai all'articolo

Enel presenta il chatbot Elen

No comments

Enel, l’azienda energetica italiana è tra le prime aziende al mondo a investire sull’intelligenza artificiale e, nello specifico, nei chatbot.

I chatbot sono dei programmi che simulano una conversazione tra un robot e un essere umano: è quindi possibile dialogare liberamente aspettandosi che il chatbot risponda in un modo simile a quello che farebbe un individuo.

Nel caso di Enel, Elen, il cui nome è un evidente anagramma, servirà a potenziare la comunicazione corporate del gruppo: il chatbot è in grado di esprimersi correttamente in italiano, inglese e spagnolo.

Elen, il chatbot di Enel accessibile con un clic

Elen, accessibile tramite Facebook Messenger con un click sull’icona messaggio dalla Pagina Facebook di Enel Group, può rispondere a domande collegate all’organizzazione e dare informazioni nell’ottica di semplificare e digitalizzare la relazione con clienti, dipendenti e media.

Bastano poche keyword per fornire i contenuti richiesti, il nostro invito è quello di provare subito la nuova tecnologia.

Smart NationEnel presenta il chatbot Elen
Vai all'articolo