Bussola Digitale, Regione Marche amplia l’offerta dei corsi di alfabetizzazione digitale

No comments

Regione Marche, nel perimetro del progetto di alfabetizzazione digitale denominato Bussola Digitale, amplia l’offerta dei percorsi formativi introducendo nuovi argomenti fra cui il domicilio digitale, l’identità digitale (SPID e CIEID), il portale dell’automobilista e PagoPA.

In aggiunta è stato introdotta un’ulteriore offerta formativa per sensibilizzare le persone sulla sicurezza informatica e sulla protezione dei minori.

Bussola Digitale è un’iniziativa regionale creata per rafforzare le competenze digitali dei cittadini marchigiani tramite corsi gratuiti rivolti ai cittadini che abbiano la necessità di acquisire o migliorare le proprie competenze digitali.

Tutte le lezioni saranno tenute da personale dedicato ed esperto nell’utilizzo delle tecnologie e dei servizi online presso i centri di facilitazione digitale presenti sul territorio e incardinati presso gli Enti locali.

Maggiori informazioni nel comunicato di Regione Marche.

Smart NationBussola Digitale, Regione Marche amplia l’offerta dei corsi di alfabetizzazione digitale
Vai all'articolo

La Provincia di Biella lancia due servizi innovativi dedicati alla transizione digitale

No comments

La Provincia di Biella, per aiutare i cittadini del territorio, ha deciso di lanciare due servizi innovativi dedicati alla transizione digitale: si tratta di SPIDinProvincia e Punto di ascolto e informazioni digitali.

Il primo, realizzato in convenzione con Camera di Commercio Monte Rosa, Laghi, Alto Piemonte, sede di Biella, mette a disposizione della popolazione un punto fisico per il rilascio dell’identità digitale SPID di Infocamere in modo gratuito e tramite supporto di personale specializzato.

Il servizio è accessibile previa prenotazione ed è destinato a tutti i cittadini in possesso di un documento di riconoscimento italiano valido e di una tessera sanitaria o del tesserino del codice fiscale.

Il secondo, ossia il Punto di ascolto e informazioni digitali, è uno spazio fisico istituito presso il palazzo provinciale dove ricevere aiuto per accrescere le competenze digitali di base e reperire supporto con la tecnologia.

Fra le attività previste vi è la possibilità di prenotare una consulenza su vari argomenti legati al digitale e, in particolare, ai servizi digitali pubblici quali l’identità digitale, SPID o CIEID, il Fascicolo Sanitario Elettronico, l’uso del portale dell’INPS o del sito del Comune di residenza della Provincia di Biella e molto altro.

I due servizi appartengono al progetto di transizione digitale della Provincia di Biella.

Maggiori dettagli nel comunicato della Provincia di Biella.

Smart NationLa Provincia di Biella lancia due servizi innovativi dedicati alla transizione digitale
Vai all'articolo

Smartcitizenship, la cultura della smart city entra nelle scuole genovesi

No comments

Si chiama Smartcitizenship ed è il progetto dell’Associazione Genova Smart City promosso dal Comune di Genova per diffondere la cultura della smart city nelle scuole genovesi sensibilizzando gli studenti sulle tematiche legate a tecnologia, innovazione, sostenibilità e inclusione.

L’iniziativa vuole insegnare ai giovani genovesi a utilizzare in modo responsabile i dispositivi digitali che hanno la possibilità di contribuire ad affrontare le sfide previste dall’Agenda Onu 2030.

Partito dall’IC Castelletto e rivolto a più di 20 scuole genovesi, Smartcitizenship risponde ai fabbisogni formativi delle scuole relativamente all’educazione civica e tecnologica tramite un approccio focalizzato sulle competenze digitali.

Formare i cittadini del domani ad una cultura improntata all’innovazione e attenta alle questioni ecologiche e sociali rappresenta una scommessa ad alto potenziale in termini di impatto per una città come Genova che si candida ad essere uno dei centri economici e tecnologici più importanti dell’Europa e del Mediterraneo.

Maggiori dettagli nel comunicato del Comune di Genova.

Smart NationSmartcitizenship, la cultura della smart city entra nelle scuole genovesi
Vai all'articolo

Casalinghe Digitali, il Comune di Ancona promuove la diffusione di competenze digitali

No comments

Per agevolare l’acquisizione di competenze digitali da parte di poco meno di 10.000 fra casalinghe e casalinghi il Comune di Ancona ha deciso di supportare il progetto Casalinghe Digitali il cui obiettivo è la formazione finalizzata all’inserimento lavorativo e alla valorizzazione delle attività di cura.

Il progetto prevede 8 corsi di formazione webinar da 42 ore ciascuno con 150 partecipanti previsti per classe: il ciclo di lezioni verrà realizzato in un arco di dodici mesi grazie alla collaborazione di una rete di soggetti pubblici, privati e del terzo settore che si sono uniti per ottenere il finanziamento da parte del bando del Dipartimento Pari opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Gli argomenti trattati vanno dalla ricerca delle informazioni sul web alla creazione di contenuti passando per la gestione delle più comuni piattaforme di comunicazione ma anche alla conoscenza dei servizi digitali al cittadino offerti dalla pubblica amministrazione con particolare interesse verso l’identità digitale (SPID e CIEID) ma anche all’app IO e al Fascicolo Sanitario Elettronico.

Maggiori informazioni nel comunicato del Comune di Ancona.

Smart NationCasalinghe Digitali, il Comune di Ancona promuove la diffusione di competenze digitali
Vai all'articolo

Ragazze Digitali, Regione Emilia-Romagna organizza la nuova edizione

No comments

Per il 2024 torna Ragazze Digitali, l’iniziativa di Regione Emilia-Romagna che prevede 26 campi estivi dedicati alle studentesse che vogliono mettere alla prova e accrescere le proprie competenze digitali.

Gli incontri, finanziati dalla Regione Emilia-Romagna con oltre 280mila euro provenienti dal Fondo sociale europeo Plus, sono superiori all’annualità precedente con 10 campi addizionali per coprire soprattutto le aree montane e interne dell’Emilia-Romagna.

Fra gli obiettivi dell’iniziativa vi è sicuramente il superamento del divario di genere nel digitale sostenendo l’inserimento delle ragazze nella scelta di un percorso formativo universitario di tipo tecnico-scientifico: le partecipanti infatti sono selezionate fra le studentesse del terzo e quarto anno delle scuole superiori.

Dei 26 campi, 14 saranno organizzati nelle 10 città capoluogo con il supporto dei rispettivi atenei mentre altri 12 campi sono invece previsti nei comuni non sede universitaria.

Maggiori dettagli nel comunicato di Regione Emilia-Romagna.

Smart NationRagazze Digitali, Regione Emilia-Romagna organizza la nuova edizione
Vai all'articolo

Educazione digitale, il Comune di Milano avvia il nuovo ciclo di lezioni

No comments

Il Comune di Milano ha avviato un nuovo ciclo di lezioni del percorso di educazione digitale attivato gratuitamente in collaborazione con Fastweb e dedicato ai cittadini di Milano nell’ambito del progetto Divulgatori Digitali del Patto per il Lavoro di Milano.

Si tratta di un’iniziativa che vuole offrire ai partecipanti i mezzi per imparare a realizzare un documento con PowerPoint, costruire una tabella su Excel o ancora scrivere utilizzando Word.

Alle cinque edizioni già realizzate nel 2023 con oltre un centinaio di iscritti si affianca la nuova sessione che, come in precedenza, utilizzerà in qualità di formatori alcuni dipendenti di Fastweb: in tutti i cicli di lezioni il livello di soddisfazione è risultato alto con il riconoscimento da parte degli utenti di una sostanziale utilità del percorso soprattutto per coloro che si stanno formando in attesa di un nuovo lavoro o sono pensionate e intendono incrementare le proprie competenze digitali.

I corsi vengono erogati da remoto con cadenza bisettimanale, sono gratuiti e aperti a cittadini maggiorenni della Città Metropolitana di Milano

Maggiori informazioni nel comunicato del Comune di Milano.

Smart NationEducazione digitale, il Comune di Milano avvia il nuovo ciclo di lezioni
Vai all'articolo

Il Fondo per la Repubblica Digitale pubblica il report delle attività svolte

No comments

Il Fondo per la Repubblica Digitale ha pubblicato il report contenente le linee di indirizzo strategico e le attività finora svolte nella sua attività di diffusione di competenze digitali nei confronti dei cittadini e sostenendo progetti rivolti alla formazione e all’inclusione digitale.

Realizzato da un’unione tra pubblico e privato con particolare riferimento al Terzo Settore, il Fondo per la Repubblica Digitale ha una dotazione economica di 350 milioni di euro indirizzati al sostegno di progetti che possano contribuire alla transizione digitale del Paese impattando positivamente sui corrispondenti indicatori del Digital Economy and Society Index (DESI).

A scandire questo percorso, che durerà inizialmente cinque anni, fino cioè al 2026, vi sono degli obiettivi che vengono monitorati nel corso del tempo e che oggi vengono espressi all’interno di un report pubblicamente ottenibile da tutti coloro che volessero approfondire il tema.

Maggiori informazioni nel comunicato del DTD e sul sito del Fondo per la Repubblica Digitale.

Smart NationIl Fondo per la Repubblica Digitale pubblica il report delle attività svolte
Vai all'articolo

In Piemonte crescono i punti di facilitazione digitale

No comments

Sono attivi in Piemonte 22 nuovi punti di facilitazione digitale ideati per supportare la cittadinanza e favorire la conoscenza delle nuove tecnologie e l’utilizzo dei servizi digitali pubblici.

I punti sono attivi nel territorio del Consorzio Ovest Solidale, Ente pubblico che si occupa della gestione del servizio Socio Assistenziale destinato ai cittadini dei comuni di Collegno, Grugliasco, Rivoli, Rosta e Villarbasse.

Il servizio, coordinato dalla Regione Piemonte e finanziato con fondi del PNRR, è rivolto alle persone con più difficoltà nell’uso della tecnologia e punta a diffondere competenze digitali di base per favorire una maggiore inclusione digitale della popolazione.

Nei nuovi punti è possibile ottenere formazione e assistenza personalizzata individuale, tramite prenotazione, ma anche formazione collettiva attraverso micro-corsi e formazione online.

All’interno dei punti di facilitazione digitale sono disponibili dei facilitatori digitali, ossia degli operatori preparati per erogare formazione e assistenza.

Maggiori informazioni nel comunicato del Consorzio Ovest Solidale.

Smart NationIn Piemonte crescono i punti di facilitazione digitale
Vai all'articolo

Il Comune di Monza aderisce a Cyber Secure City

No comments

Il Comune di Monza aderisce a Cyber Secure City, un progetto nato su impulso del Comune di Milano e Milano Smart City Alliance con svariate imprese fra cui a2a Smart City, Accenture, Cisco, Ecole, Fastweb, IBM e TIM che vuole promuovere la formazione nell’ambito della sicurezza informatica e la diffusione dell’alfabetizzazione digitale.

Cyber Secure City si concretizza in un portale che offre corsi e contenuti in 15 lingue, con erogazione di crediti formativi e certificazioni circa le competenze apprese, alla PA e ai cittadini.

L’iniziativa, originata dalla firma di un protocollo con Assolombarda nell’ambito della Milano Smart City Alliance, intende incrementare la sicurezza informatica e l’alfabetizzazione digitale del Comune verso l’affermazione di modelli innovativi e collaborazioni con gli attori del territorio per arrivare al raggiungimento delle caratteristiche che rendano Monza, a tutti gli effetti, una smart city.

Maggiori informazioni nel sul sito di Milano Smart City Alliance.

Smart NationIl Comune di Monza aderisce a Cyber Secure City
Vai all'articolo

Il Comune di Volterra avvia un punto di facilitazione digitale

No comments

Il Comune di Volterra ha il proprio punto di facilitazione digitale: appartenente alla rete Punto Digitale Facile, la rete dei punti di facilitazione digitale sostenuta dal PNRR, l’iniziativa consente ai cittadini meno avvezzi con la tecnologia di ottenere supporto per fruire di nuove competenze che consentano di diventare progressivamente autonomi nel rapporto con la tecnologia.

Il Punto Digitale Facile di Volterra è il novantunesimo inaugurato in Toscana su un totale di 169 previsti a livello provinciale.

La sede dello sportello di facilitazione digitale è presso la Biblioteca Guarnacci ed è aperto al pubblico dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e ogni martedì e giovedì anche dalle 15 alle 18.

I cittadini, oltre a fruire di assistenza da parte di un operatore, hanno la possibilità di sfruttare le opportunità di una postazione informatica dedicata.

Oltre ad ottenere competenze digitali di base è possibile attivare i servizi connessi alla Carta d’Identità Elettronica, accedere ai servizi digitali sanitari tramite il Fascicolo Sanitario Elettronico e il centro unico di prenotazioni per esami e prestazioni richiedibili da remoto ma anche l’iscrizione ai servizi scolastici in forma digitale.

Maggiori informazioni nel comunicato del Comune di Volterra.

Smart NationIl Comune di Volterra avvia un punto di facilitazione digitale
Vai all'articolo