Il Comune di Milano introduce la mappa georeferenziata delle sedi anagrafiche

No comments

Il Comune di Milano introduce una nuova mappa georeferenziata che permette ai cittadini di visualizzare le tredici sedi anagrafiche comunali e gli operatori convenzionati periferici come per esempio le edicole, i tabaccai e i cartolibrai dislocati nei nove Municipi di Milano.

In totale, ad oggi, si contano 83 edicole, 56 tabaccai e 21 cartolibrai che sono abilitati a rilasciare certificati e fornire servizi anagrafici: nell’ultimo anno sono transitati oltre 65.000 cittadini per tali sedi periferiche.

La mappa, oltre alla dislocazione, permette di ottenere informazioni sugli orari di apertura delle sedi ma anche le indicazioni stradali che consentono di raggiungerle evidenziando le linee metropolitane e del passante ferroviario più vicini.

La mappa è accessibile direttamente sul sito del Comune di Milano nella pagina dedicata ai Certificati anagrafici cliccando nella sezione della Mappa Sportelli di Quartiere.

Maggiori informazioni nel comunicato presente sul sito del Comune di Milano.

Smart NationIl Comune di Milano introduce la mappa georeferenziata delle sedi anagrafiche
Vai all'articolo

Il Comune di Biella accentra i servizi nello Sportello Unico Digitale

No comments

Il Comune di Biella ha riorganizzato lo Sportello Unico per l’Edilizia e lo Sportello Unico per le Attività Produttive integrandoli e dando vita allo Sportello Unico Digitale.

Si tratta di un unico punto di accesso ideato per la presentazione di istanze, comunicazioni e documenti relativi ai precedenti sportelli al fine di efficientare il rapporto con i cittadini.

Tutte le pratiche di competenza saranno gestite in modalità telematica pertanto gli utenti privati e i professionisti saranno chiamati ad utilizzare questo nuovo canale che sarà operativo a partire dal 3 gennaio.

Tutte le pratiche presentate prima di questa data potranno essere ultimate utilizzando le vecchie procedure per permettere che i procedimenti si concludano.

Smart NationIl Comune di Biella accentra i servizi nello Sportello Unico Digitale
Vai all'articolo

Il Comune di Castellanza digitalizza lo Sportello Unico per l’Edilizia

No comments

Lo Sportello Unico per l’Edilizia del Comune di Castellanza si appresta a essere raggiungibile digitalmente per tutti i cittadini.

L’Amministrazione ha infatti predisposto il passaggio alla gestione informatica dello sportello comunale rendendolo raggiungibile online da tutti i cittadini interessati che potranno, in pochi passi, fruire del servizio senza code e con maggiore flessibilità.

L’attivazione del servizio è prevista nei prossimi giorni: da quel momento i cittadini potranno presentare e gestire le istanze edilizie telematicamente.

Tutti gli interventi edilizi e urbanistici saranno quindi più accessibili sia per i tecnici che per i semplici cittadini interessati a relazionarsi in modo diretto e immediato con il Comune.

Fra i servizi garantiti dal SUE digitale vi è la possibilità di presentare pratiche edilizie, richieste per l’installazione di impianti pubblicitari, richieste di autorizzazione all’abbattimento alberi, richieste di certificati di destinazione urbanistica e anche l’accesso agli atti per pratiche edilizie o per verificare lo stato di avanzamento istruttorie nonché le autorizzazioni rilasciate.

Inoltre, con l’avvio del fascicolo unico edilizio, i dati del SUE contribuiranno a raccogliere dati sul territorio in modo da avere una mappatura più precisa anche in chiave di sviluppo futuro.

Smart NationIl Comune di Castellanza digitalizza lo Sportello Unico per l’Edilizia
Vai all'articolo

Il Comune di Subbiano lancia il Municipio Virtuale

No comments

Si chiama Municipio Virtuale ed è la nuova piattaforma digitale del Comune di Subbiano per avvicinare i propri cittadini ai servizi erogati dall’ente accessibili da remoto: si tratta di un sistema che consente al cittadino residente o iscritto all’AIRE di richiedere alcuni certificati di anagrafe per se stesso o per i propri familiari direttamente da smartphone, tablet o pc desktop.

Non sarà quindi più necessario recarsi presso gli uffici comunali per ottenere alcune certificazioni: è sufficiente autenticarsi con un’identità digitale, SPID o CIE, per connettersi alla nuova piattaforma integrata nel sito comunale e fruirne le funzionalità che verranno gradualmente espanse nel corso dei mesi a venire.

Il Municipio Virtuale si presta infatti ad essere il cruscotto operativo per la gestione dei servizi online del Comune di Subbiano che non si limiteranno ai soli certificati anagrafici che peraltro saranno resi disponibili anche attraverso l’ANPR del Ministero dell’Interno.

Maggiori informazioni nella pagina dedicata del Comune di Subbiano.

Smart NationIl Comune di Subbiano lancia il Municipio Virtuale
Vai all'articolo

Il Comune di Bibbiena attiva uno sportello per il rilascio dello SPID

No comments

Fra i pochi Comuni che, fino a questo momento, hanno deciso di velocizzare il processo di transizione digitale semplificando l’accesso dei cittadini all’acquisizione dell’identità digitale vi è il Comune di Bibbiena.

L’Amministrazione ha infatti lanciato uno sportello, presso l’anagrafe del comune, dedicato all’erogazione delle credenziali SPID, il Sistema Pubblico di Identità Digitale, ormai obbligatorio per consentire ai cittadini di accedere ai servizi online della Pubblica Amministrazione.

L’ufficio anagrafe del Comune di Bibbiena fornisce l’assistenza a tutti residenti che non avessero ancora l’identità digitale con due modalità di attivazione.

La prima prevede una preregistrazione da parte del cittadino attraverso il portale dedicato dell’identity provider convenzionato, ossia LEPIDA, per poi recarsi all’ufficio anagrafe per completare la pratica con il riconoscimento.

La seconda invece prevede l’inizio e la conclusione della pratica direttamente in anagrafe tramite operatore che aiuterà il richiedente in tutte le fasi, comprensiva quella dell’identificazione.

A prescindere dalla modalità preferita, il cittadino dovrà avere il proprio cellulare, un indirizzo e-mail, un documento di riconoscimento in corso di validità e il codice fiscale.

L’accesso al servizio è gratuito e richiede una prenotazione telefonica al numero 0575 530614.

Maggiori informazioni sul sito del Comune di Bibbiena nella pagina dedicata.

Smart NationIl Comune di Bibbiena attiva uno sportello per il rilascio dello SPID
Vai all'articolo

Il Comune di Selargius attiva gratuitamente la PEC ai residenti dell’agro

No comments

Il Comune di Selargius continua il proprio percorso di trasformazione digitale e propone un’innovazione utile a tutti i cittadini residenti.

Dopo l’ingresso del Comune in ANPR, l’Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente, l’Amministrazione ha voluto promuovere un nuovo servizio grazie alla convenzione fra Aruba Pec e Anutel, l’associazione nazionale degli uffici tributi degli enti locali: tutti i residenti potranno infatti richiedere gratuitamente l’attivazione gratuita di una casella di posta elettronica certificata.

La casella PEC è infatti una componente essenziale per poter concludere da remoto diverse pratiche online che richiedano una notifica certa da recapitare al domicilio del cittadino che, grazie alla casella di posta elettronica certificata, può essere eletto digitalmente indicando proprio la PEC: in questo modo si persegue la totale dematerializzazione e digitalizzazione dei procedimenti.

Il Comune ha a disposizione circa un migliaio di caselle di posta elettronica certificata pronte ad essere attivate e destinate primariamente agli abitanti delle campagne selargine: in futuro il Comune intende estendere il servizio anche al centro abitato.

Le caselle PEC attivate rimarranno attive, in modo del tutto gratuito per il cittadino, finché il titolare sarà residente nel territorio comunale o resterà contribuente, salvo sua disdetta.

Maggiori informazioni nel comunicato del Comune di Selargius.

Smart NationIl Comune di Selargius attiva gratuitamente la PEC ai residenti dell’agro
Vai all'articolo

Il Comune di Castelfiorentino attiva i servizi anagrafici online

No comments

Il Comune di Castelfiorentino ha attivato i servizi anagrafici online in modo da consentire alla cittadinanza di ottenere certificati anagrafici in tempo reale senza dover sostenere code.

Da oggi è infatti possibile collegarsi al portale dedicato tramite le credenziali di accesso SPID, il Sistema Pubblico di Identità Digitale, anche se a breve sarà possibile collegarsi anche tramite la CIE in osservanza delle previsioni normative vigenti.

I certificati ottenibili sono diversi a partire dallo stato di famiglia passando per quelli di residenza, nascita, morte e matrimonio: sono esclusi i certificati da utilizzare all’Estero che richiedono la firma del funzionario in originale.

Tutti i certificati possono essere scaricati o inoltrati elettronicamente e sono corredati da un QRCode per verificarne l’autenticità tramite il portale dell’ANPR, l’Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente.

Non devono corrispondersi i diritti di segreteria ma è prevista l’imposta di bollo salvo per le esenzioni previste per legge che quindi tendenzialmente richiede il possesso di una marca da bollo e relativo identificativo da apporre sul certificato almeno fintanto che anche l’imposta di bollo non sarà rimossa da parte del Ministero dell’Interno.

Tramite il nuovo portale il cittadino può inoltre presentare la dichiarazione di residenza online, la richiesta di cambio indirizzo e il monitoraggio dell’andamento delle pratiche.

Per i servizi non erogati dal portale è invece necessario rivolgersi all’ufficio anagrafe prenotando un appuntamento al numero 0571.686360 o tramite mail.

Maggiori dettagli nel comunicato del Comune di Castelfiorentino.

Smart NationIl Comune di Castelfiorentino attiva i servizi anagrafici online
Vai all'articolo

Il Comune di Padova digitalizza l’archivio delle pratiche edilizie

No comments

Oltre 2.500 metri lineari di documenti dell’archivio edilizio del Comune di Padova si apprestano a diventare completamente digitali: la deadline è fissata per la primavera 2022 con i lavori appena iniziati per un progetto che ha un controvalore di quasi 3 milioni di euro.

L’archivio delle pratiche edilizie del Comune di Padova è la memoria storica cartacea di quanto accade e soprattutto è accaduto agli edifici cittadini: un importante tassello per professionisti e cittadini la cui consultazione ha sempre richiesto un accesso agli atti fisico di non immediata esecuzione.

Con la scelta di portare innovazione in questo ambito, il Comune di Padova vuole permettere a chiunque abbia la necessità di consultare le informazioni dell’archivio edilizio la possibilità di farlo da remoto anche in considerazione della crescita esponenziale delle richieste dovute ai vari bonus edilizi garantiti dal Governo.

Circa 1.000 richieste al mese nell’ultimo periodo significano movimentare 3.000 faldoni che comportano degli evidenti rallentamenti: per questo motivo l’Amministrazione ha voluto puntare sulla transizione digitale azzerando così ogni rallentamento e ritardo nell’esecuzione della consegna delle informazioni che, a quel punto, diventerebbero istantanee.

La storia di ogni edificio sarà catalogata digitalmente con all’interno tutti i documenti che ne hanno autorizzato la costruzione oltre alle varie modifiche avvenute nel tempo inclusi eventuali condoni edilizi.

Si tratta di una vera e propria rivoluzione digitale che si concluderà in una finestra temporale di circa 6 mesi.

Smart NationIl Comune di Padova digitalizza l’archivio delle pratiche edilizie
Vai all'articolo

Il Comune di Cervia potenzia i servizi digitali online

No comments

L’innovazione nei servizi digitali erogati dal Comune di Cervia fa un passo in avanti: tramite lo sportello telematico polifunzionale attivato all’inizio di quest’anno infatti è ora possibile per il cittadino richiedere da remoto alcuni certificati anagrafici con la possibilità di effettuare la stampa direttamente da casa.

La piattaforma digitale del Comune di Cervia consente, previa autenticazione tramite identità digitale, l’emissione di certificati da parte del richiedente ma anche per la propria famiglia.

Fra i certificati ottenibili vi sono quello anagrafico di nascita, di residenza, di residenza estera, dello stato di famiglia nazionale o estero, dello stato libero e di quello civile.

Il rilascio elettronico avviene in carta semplice o in bollo a seconda della destinazione d’uso: nel secondo caso è richiesta l’apposizione di una marca da bollo tramite digitazione del codice che ne consente l’utilizzo elettronico.

Contestualmente l’Amministrazione ha pubblicato un avviso pubblico a soggetti privati come edicole, tabaccai e CAF come intermediari per la stampa dei certificati online in modo da distribuire il servizio sul territorio soprattutto per chi ha poca dimestichezza con il digitale.

Maggiori dettagli nel comunicato stampa del Comune di Cervia.

Smart NationIl Comune di Cervia potenzia i servizi digitali online
Vai all'articolo

Il Comune di Modena potenzia la piattaforma dedicata agli open data

No comments

Il Comune di Modena ha avviato l’iter per migliorare l’infrastruttura digitale destinata alla gestione dei dati pubblici comunali rilasciati in formato aperto affinché siano a disposizione della comunità tramite la pubblicazione sul sito dell’Ente.

Gli open data, che vanno dall’evoluzione demografica alla qualità dell’aria passando per tutta una serie di dataset aperti altamente appetibili per il territorio, saranno meglio organizzati e verrà garantita una maggiore sicurezza nell’intero processo di trattamento delle informazioni.

La piattaforma raccoglierà e catalogherà al meglio anche parte dei dati già disponibili sul portale regionale Open Data dell’Emilia-Romagna a cui si aggiungeranno nuove collezioni che verranno ospitate in cloud.

La nuova infrastruttura vedrà ottimizzati i processi per l’acquisizione e la mappatura con conseguente normalizzazione dei dati e delle regole di aggregazione, riorganizzando i flussi informazioni provenienti dai diversi database presente in Comune.

I cittadini potranno navigare all’interno degli open data tramite un’interfaccia online raggiungibile dal sito web istituzionale dell’Ente nell’apposita sezione.

Smart NationIl Comune di Modena potenzia la piattaforma dedicata agli open data
Vai all'articolo