Il Comune di Taranto e Fastweb insieme per lo sviluppo delle competenze digitali dei cittadini

No comments

Il Comune di Taranto ha raggiunto un accordo con Fastweb per potenziare le competenze digitali della popolazione tramite Fastweb Digital Academy, la scuola nata in collaborazione con Cariplo Factory per promuovere l’alfabetizzazione digitale dei cittadini e dei professionisti.

Accompagnare gli individui verso l’acquisizione delle conoscenze necessarie per affrontare il cambiamento indotto dalla rivoluzione digitale è un passo obbligato per una maggiore inclusione sociale e indurre una crescita personale, ma anche professionale, degli individui e del contesto produttivo tarantino.

La necessità di utilizzare servizi tecnologici è stata ulteriormente esasperata dalla pandemia e quindi è centrale che i cittadini del territorio abbiano modo di fruire dei benefici della digitalizzazione.

Tramite la Fastweb Digital Academy, Fastweb mette a disposizione una serie di corsi gratuiti e fruibili online iscrivendosi semplicemente sul sito della scuola che provvederà a rilasciare i corsi formativi nei mesi di maggio e giugno con la consegna di appositi attestati di frequenza: il primo corso si terrà il 20 maggio e riguarderà le opportunità e rischi dell’uso della tecnologia.

Maggiori dettagli nel comunicato stampa del sito del Comune di Taranto.

Smart NationIl Comune di Taranto e Fastweb insieme per lo sviluppo delle competenze digitali dei cittadini
Vai all'articolo

Fascicolo del cittadino, il Comune di Genova pubblica la propria piattaforma digitale

No comments

Il Comune di Genova, similarmente a quanto fatto dal Comune di Milano, fa propria l’idea di un unico centro di controllo digitale per consentire ai cittadini di fruire, da remoto, dei servizi erogati dall’Amministrazione e lancia il Fascicolo del Cittadino.

In seguito alla sperimentazione iniziata l’anno scorso, il Comune si è reputato soddisfatto dei risultati raggiunti e ha deciso quindi di rendere pubblico il contenitore digitale unico dei servizi comunali: ciascun cittadino di Genova potrà quindi consultare i propri dati e conoscere scadenze e opportunità come per esempio l’accesso, senza spese di notifica, ai verbali delle infrazioni stradali.

I cittadini interessati al servizio, accessibile tramite SPID o CIE, possono consultare il proprio stato anagrafico o quello dei familiari, accedere ai dati catastali della propria residenza, gestire le iscrizioni scolastiche o alla mensa ma anche ottenere informazioni sulla viabilità urbana e accedere ai dati della tessera elettorale.

Nuovi servizi verranno progressivamente rilasciati e aggiunti nel cruscotto digitale che è stato messo a punto dalla Direzione Tecnologie Digitalizzazione e Smart City del Comune di Genova in collaborazione con Liguria Digitale.

Smart NationFascicolo del cittadino, il Comune di Genova pubblica la propria piattaforma digitale
Vai all'articolo

ANPR, online il nuovo portale dell’Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente

No comments

Il portale dell’Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente (ANPR) è online in versione rinnovata e pronto ad erogare nuovi servizi ai cittadini.

Il progetto, gestito dal Ministero dell’Interno e sviluppato da Sogei con il coordinamento operativo del Dipartimento per la trasformazione digitale, raccoglie in un unico luogo le informazioni di circa 8.000 anagrafi comunali sparse sul territorio italiano e si propone non solo come punto di accesso univoco per il cittadino che voglia effettuare operazioni pertinenti con i propri dati anagrafici come la richiesta di certificati o le procedure di cambio di residenza.

ANPR infatti è anche lo strumento che consente la piena interoperabilità fra le anagrafi degli Enti pubblici garantendo una significativa ottimizzazione dei flussi di lavoro e la certezza e l’univocità del dato ma anche fornendo la possibilità di monitorare le attività ed effettuare analisi e statistiche.

Il progetto è costantemente in lavorazione e sul sito è possibile monitorare lo stato di avanzamento oltre ad effettuare le prime operazioni come le visure dei propri dati e scaricare autocertificazioni anagrafiche in sperimentazione per otto comuni (Bari, Barletta, Bergamo, Firenze, Lecco, Milano, Prato e Torino) con la possibilità di richiedere la rettifica di dati anagrafici discordanti.

L’accesso al portale avviene tramite SPID o CIE e consente, ad oggi, di accedere alla visura dei propri dati anagrafici e stampare autocertificazioni personalizzabili.

Ad oggi su ANPR si trovano i dati del 94,4% della popolazione italiana con 7.406 Comuni aderenti e quasi 57 milioni di persone censite.

Maggiori dettagli nel comunicato del Ministero per l’innovazione tecnologica e la transizione digitale.

Smart NationANPR, online il nuovo portale dell’Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente
Vai all'articolo

Il Comune di Empoli porta online il servizio prenotazione

No comments

Il Comune di Empoli inaugura il servizio di prenotazione online per i propri servizi: tramite una piattaforma dedicata che raccoglie i principali servizi erogati dall’Ente, fra cui i demografici, i servizi dell’ufficio tributi, dell’URP e quelli della Segreteria Generale, il cittadino può con semplicità e rapidamente effettuare la prenotazione del proprio posto per svolgere svariate attività.

Semplicemente accedendo dalla pagina principale del sito comunale è sufficiente cliccare sul tasto di prenotazione per accedere alla sezione speciale che consente di scegliere il servizio di cui il cittadino potrebbe necessitare.

La popolazione del Comune di Empoli potrà, dal prossimo 1 marzo, abbandonare il telefono per prenotare i propri appuntamenti: il sistema eredita il successo già raccolto presso la biblioteca comunale Renato Fucini che impiega la medesima tecnologia per consentire la prenotazione di un posto di lettura.

Ogni ufficio servito dal nuovo sistema ha abilitato più di una tipologia di appuntamento prenotabile in base alla durata media prevista in funzione delle attività da svolgere.

smartnationIl Comune di Empoli porta online il servizio prenotazione
Vai all'articolo

Il Comune di Messina prosegue il percorso di transizione digitale

No comments

Il Comune di Messina, tramite il proprio dipartimento delegato ai sistemi informativi e all’innovazione tecnologica, ha effettuato un ulteriore passo in avanti nel processo di transizione digitale che riguarda i propri servizi messi a disposizione della comunità.

In aderenza alle previsioni del Codice dell’Amministrazione Digitale (CAD) e del Piano triennale per l’Informatica nella Pubblica Amministrazione, il Comune ha concluso le procedure che permettono di effettuare l’integrazione dei tre principali sistemi che sono alla base del processo di trasformazione digitale degli Enti locali: si tratta di PagoPA, SPID e dell’app IO.

L’Amministrazione aveva già da tempo aderito alla piattaforma PagoPA per consentire ai cittadini di effettuare online, in modo semplice, veloce e sicuro tutti pagamenti a favore dell’Ente tramite carta di credito, addebito in conto e sistemi di pagamento alternativi aderenti al circuito.

Ora, in linea con le scadenze normative di fine mese, il Comune ha ultimato i passaggi chiave che consentiranno di avviare il passaggio all’utilizzo dello SPID e dell’app IO come unico punto di accesso ai servizi digitali fornendo ai cittadini maggiori opportunità per semplificare il rapporto con l’Ente e migliorare la qualità della propria vita quotidiana accedendo ad un numero sempre maggiore di servizi pubblici, soprattutto in mobilità.

Nei prossimi giorni l’Amministrazione renderà SPID e CIE gli strumenti unici per l’accesso ai servizi online comunali.

Smart NationIl Comune di Messina prosegue il percorso di transizione digitale
Vai all'articolo

Il Fondo per l’Innovazione Tecnologica e la Digitalizzazione diventa strutturale

No comments

Il Fondo per l’Innovazione Tecnologica e la Digitalizzazione, la misura specificatamente creata per supportare le PA locali ad implementare le buone pratiche inerenti la transizione digitali di cui abbiamo già parlato, si stabilizza: l’obiettivo è quello di garantire risorse strutturali per l’adozione delle piattaforme abilitanti relative all’identità digitale SPID, al sistema di pagamenti PagoPA e all’app IO nonché a tutte le soluzioni digitali che consentano una piena transizione digitale.

A tale scopo il Governo ha reso permanente la misura in aiuto ai Comuni: ogni anno ciascuna Amministrazione potrà partecipare all’assegnazione, seguendo i dettami dell’avviso pubblico annuale, degli stanziamenti che tengono conto della densità abitativa di ciascun Ente.

Smart NationIl Fondo per l’Innovazione Tecnologica e la Digitalizzazione diventa strutturale
Vai all'articolo

City Data Platform, il Comune di Roma punta sui big data

No comments

Il Comune di Roma ha presentato Roma Data Platform, un’innovativa piattaforma tecnologica realizzata in collaborazione con TIM, PwC Public Sector e Camera di Commercio di Roma, per integrare in un unico sistema informativo dati provenienti da differenti sorgenti al fine di confrontarli e analizzarli per ispirare scelte strategiche di investimento e sviluppo più efficaci.

Tra i dati confluiti nella Roma Data Platform compaiono, a titolo esemplificativo, il numero delle persone presenti in città, il numero di passaggi dei mezzi pubblici, il numero di turisti presenti, lo stato di occupazione dei parcheggi o la consistenza delle attività economiche.

Le informazioni vengono presentate tramite un cruscotto di facile lettura affinché il decisore possa effettuare scelte data driven: il ricorso ai big data infatti permette decisioni adattate al contesto attuale mentre la facilità di accesso e consultazione consente, tramite numerosi layout grafici disponibili, una rapidissima comprensione della situazione della città.

Maggiori dettagli sul sito istituzionale del Comune di Roma e nella presentazione dell’iniziativa.

smartnationCity Data Platform, il Comune di Roma punta sui big data
Vai all'articolo

Il Comune di Firenze registra un significativo aumento dell’erogazione di certificati online

No comments

I cittadini del Comune di Firenze sono particolarmente inclini ad utilizzare i servizi digitali comunali e in particolare quelli che permettono di ottenere le certificazioni.

Oltre il 60% del totale dei certificati emessi dagli uffici comunali nell’ultimo anno infatti sono stati erogati online: 70mila certificazioni stampate dall’utente senza doversi recare presso lo sportello anagrafe con un tasso di soddisfazione del servizio pari al 88%.

Questo ragguardevole risultato è stato possibile coinvolgendo 150 soggetti tra edicole, tabacchi, sindacati, patronati, ordini professionali e agenzie di assicurazione che hanno svolto il ruolo di intermediari per tutti quei cittadini che non potevano direttamente collegarsi alla piattaforma online del Comune.

Con questi numeri Firenze si proietta ai vertici nazionali per l’emissione di certificazioni online che consentono a cittadini, professionisti ed enti di risparmiare tempo e denaro in, ormai inutili, spostamenti.

Inutile sottolineare come la dematerializzazione del processo di emissione di certificazioni ha positivamente pesato nella gestione delle problematiche derivanti dal periodo emergenziale dovuto alla pandemia da COVID-19.

Si conferma inoltre la bontà dell’intuizione dell’Amministrazione nell’aver individuato, nel 2017, un pacchetto di misure a sostegno delle edicole per la loro trasformazione in punti anagrafici decentrali per il rilascio di un’ampia serie di certificazioni.

smartnationIl Comune di Firenze registra un significativo aumento dell’erogazione di certificati online
Vai all'articolo

UNCEM e MID insieme per la digitalizzazione degli Enti montani

No comments

UNCEM e il MID, il Ministero per l’Innovazione tecnologica e la Digitalizzazione, hanno siglato un importante accordo per velocizzare lo sviluppo del Piano BUL e fornire così agli Enti montani nuovi strumenti e opportunità per diventare tecnologicamente avanzati.

Il protocollo, firmato nel perimetro degli Stati generali della Montagna, porta la digitalizzazione dei Comuni italiani montani fra gli obiettivi governativi a discapito della difficoltà intrinseca di riuscire a coprire questi territori in modo efficiente con infrastrutture di rete veloci in fibra ottica.

Il terreno e la distanza e la relativa dispersione dei Comuni giocano infatti a sfavore del veloce cablaggio di queste realtà: per questo motivo è necessario salvaguardare le opportunità per le comunità in essi ospitati e potenziare l’impegno relativo alla stesura di una connettività veloce che possa così avvicinare persone e realtà produttive che potrebbero beneficiare di tecnologie trasmissive all’avanguardia.

UNCEM, in particolare, si farà promotore presso i Comuni associati nel recepire ogni informazione utile per semplificare il percorso di digitalizzazione secondo i dettami dell’Agenda Digitale.

Questo percorso verrà affiancato da iniziative informative e formative dedicate per consentire la diffusione della cultura digitale.

Smart NationUNCEM e MID insieme per la digitalizzazione degli Enti montani
Vai all'articolo

Il Comune di Città di Castello accelera sui processi di digitalizzazione

No comments

La Giunta di Città di Castello velocizza il processo di transizione digitale del Comune e, in particolare, dei servizi alla cittadinanza erogati dall’Amministrazione comunale tifernate.

Sono stati infatti implementati, sul sito internet comunale, delle apposite scorciatoie che puntano ai servizi online per presentare le domande per gli asili nido e, da questo lunedì, le domande per ottenere i contributi sugli affitti: progressivamente verranno inserite nuove funzioni.

Tra i servizi disponibili è stato attivato il sistema di pagamenti che permette di concludere le operazioni di saldo senza muoversi di casa: la piattaforma utilizzata è quella di PagoPA – Pago Umbria ed è impiegabile per tutti i pagamenti di competenza comunale, compresa la cassa economale.

Per tutti coloro che avessero necessità di un contatto con gli uffici, nel rispetto delle linee guida dettate dalla gestione dell’epidemia di COVID-19, occorrerà sfruttare l’apposito sistema di prenotazione via web integrato con il sistema di tracciamento degli ingressi da parte degli utenti esterni che ha completamente rimpiazzato il registro cartaceo con il quale era stato disposto di raccogliere i dati anagrafici degli utenti e di qualsiasi altro soggetto che a qualche titolo avesse ed ha accesso agli uffici comunali.

Maggiori informazioni nel comunicato stampa del Comune.

Smart NationIl Comune di Città di Castello accelera sui processi di digitalizzazione
Vai all'articolo