Colt e Open Fiber siglano un accordo per sostenere la connettività delle aziende italiane

No comments

Open Fiber e Colt Technology Services, multinazionale leader nelle soluzioni di connettività a banda ultra larga per aziende, hanno sottoscritto un accordo che permette a Colt di utilizzare la presenza della rete di Open Fiber per rendere più capillare la propria copertura.

In questo modo Colt potrà supportare meglio e con maggiore efficacia le imprese italiane espandendo così il proprio network che già oggi oltre 29.000 edifici e 900 data center nel mondo.

La nuova collaborazione faciliterà enormemente il collegamento tra sedi e filiali aziendali supportando le strategie di globalizzazione delle aziende italiane.

Maggiori dettagli nel comunicato stampa di Open Fiber.

smartnationColt e Open Fiber siglano un accordo per sostenere la connettività delle aziende italiane
Vai all'articolo

Il Comune di Corciano amplia la rete Wi-Fi pubblica

No comments

Il Comune di Corciano ha attivato la propria rete Wi-Fi gratuita negli spazi pubblici che l’Amministrazione ha localizzato all’interno del territorio comunale: l’intervento è stato possibile grazie al contributo europeo derivante dal progetto WiFi4EU che ha lo scopo di facilitare la diffusione della connettività Wi-Fi pubblica gratuita in tutta l’Unione Europea.

A Corciano è stato possibile, dopo aver partecipato e vinto il relativo bando, incassare il contributo erogato tramite un voucher del valore di 15mila euro che ha permesso di avviare l’installazione di hotspot pubblici in grado di portare la connettività in piazze, biblioteche, parchi ed edifici pubblici.

Il Comune di Corciano aveva in precedenza già attivato degli hotspot comunali nella sede municipale e nella Biblioteca G.Rodari: grazie alle nuove risorse il servizio è stato esteso e potenziato in modo da consentire agli utenti, siano essi cittadini come anche turisti, di navigare su internet gratuitamente.

La rete è accessibile con il medesimo login utilizzato negli altri hotspot europei senza bisogno di nuove registrazioni.

Smart NationIl Comune di Corciano amplia la rete Wi-Fi pubblica
Vai all'articolo

Infratel porta il Wi-Fi nel Parco Nazionale dell’Alta Murgia

No comments

Grazie all’impegno congiunto fra Infratel, il Ministero dello Sviluppo Economico, la Regione Puglia e l’Ente del Parco Nazionale dell’Alta Murgia è stato trovato l’accordo per progettare, realizzare e mantenere una nuova infrastruttura di connettività che preveda nuovi punti di accesso Wi-Fi all’interno delle aree del Parco Nazionale Dell’Alta Murgia.

Cittadini e turisti potranno così connettersi, tramite l’app Wi-Fi Italia, beneficiando della nuova rete e dei servizi accessori che verranno implementati grazie alla connettività: l’intesa infatti punta a porre in essere anche misure sperimentali e buone pratiche di valorizzazione del patrimonio naturale e culturale grazie all’impiego della tecnologia come per esempio la sperimentazione di nuove tecnologie Li-Fi per i servizi pubblici di interesse del Parco.

La nuova infrastruttura di connettività inoltre permette di sviluppare l’ecosistema digitale per garantire le basi del Turismo 4.0, una nuova modalità di fruizione delle bellezze naturali e culturali potenziata dalle molteplici opportunità offerte dal digitale.

Maggiori dettagli nel comunicato stampa di Infratel.

Smart NationInfratel porta il Wi-Fi nel Parco Nazionale dell’Alta Murgia
Vai all'articolo

Approvato il Piano Scuola per potenziare la connettività delle scuole italiane

No comments

Il Comitato nazionale per la Banda Ultralarga ha approvato un piano da oltre 400 milioni di euro per potenziare la connettività delle scuole italiane.

Si tratta di un importante risultato che permette di portare negli istituti la banda ultralarga in tempi quanto più rapidi possibili: l’obiettivo è rendere 32.213 edifici scolastici, pari all’81,4% dei plessi esistenti, serviti da connessioni veloci nell’ordine di 1 Gbit con 100 Mbits di banda garantita.

Il piano presenta una dotazione economica raddoppiata per coprire i costi strutturali degli interventi di adeguamento della connettività e per la copertura dei costi di esercizio per un periodo di 5 anni.

Sono state inoltre approvate, nel medesimo intervento, due tipologie di voucher per le famiglie: il primo prevede un contributo massimo da 200 euro per le connessioni veloci, il secondo un contributo relazionato all’ISEE massimo da 500 euro per connessioni veloci e per l’acquisto di tablet e pc.

Il Piano Scuola è stato siglato grazie al lavoro coordinato e congiunto del Ministero dello Sviluppo Economico, del Ministero per l’Innovazione tecnologica e la Digitalizzazione e ovviamente del Ministero dell’Istruzione.

Maggiori dettagli nel comunicato stampa.

Smart NationApprovato il Piano Scuola per potenziare la connettività delle scuole italiane
Vai all'articolo

A Limbiate è attiva la fibra ottica di Open Fiber

No comments

Limbiate, importante comune della Provincia di Monza e Brianza, può ufficialmente definirsi comune virtuoso in fatto di connettività: grazie all’impegno di Open Fiber, la società partecipata da Enel che ha la missione di creare un’infrastruttura pubblica in fibra ottica sul territorio nazionale, la cittadina brianzola è raggiunta dall’infrastruttura a banda ultra larga che collega le prime unità immobiliari.

Il primo lotto di 4mila case della città può beneficiare dei servizi dei provider che hanno scelto di fruire della nuova infrastruttura di rete a banda ultra larga di Open Fiber: Tiscali e Vodafone sono le prime aziende a commercializzare i propri servizi, conuna velocità di connessione fino a 1 Gigabit al secondo, per cittadini e aziende.

Il completamento del cablaggio avverrà con il raggiungimento, secondo il progetto di espansione, di circa 11mila unità immobiliari e 6mila chilometri di cavi in fibra ottica depositati in nuovi scavi e recuperando le vecchie installazioni. La rete di Open Fiber è uno dei requisiti indispensabili per l’evoluzione tecnologica dei territori urbani assicurando performance non raggiungibili con le attuali reti in rame o miste fibra-rame.

Numerosi infatti sono i servizi evoluti possibili con la nuova infrastruttura in fibra ottica come i servizi digitali e di intrattenimento basati sullo streaming delle informazioni, l’Internet of Things, l’e-health, il cloud computing ma anche i servizi evoluti per la Pubblica Amministrazione come le applicazioni smart city inerenti alla mobilità sostenibile, il controllo elettronico degli accessi, il monitoraggio ambientale, la gestione dell’illuminazione pubblica e la digitalizzazione dei servizi per il turismo.

Smart NationA Limbiate è attiva la fibra ottica di Open Fiber
Vai all'articolo

Il Comune di Giugliano sigla l’accordo con Open Fiber per la nuova rete in fibra ottica

No comments

Nel Comune di Giugliano Open Fiber è pronta ad accelerare la connettività dei cittadini e delle aziende del territorio grazie alla convenzione siglata con l’Amministrazione che porterà ad attivare l’infrastruttura di rete in fibra ottica FTTH in circa 30mila unità immobiliari.

Complessivamente la nuova rete in fibra ottica si estenderà per 190 chilometri in quello che risulta essere il Comune non capoluogo di provincia più popoloso di tutta Italia: l’obiettivo è gettare le basi per rendere Giugliano una vera e propria smart city iniziando dalla struttura di telecontrollo per migliorare la sicurezza urbana.

Entro 18 mesi dall’avvio dei cantieri tutte le aree della città interessate dal progetto saranno cablate: dei 190 chilometri previsti ben 134 saranno realizzati attraverso il riuso di reti già presenti in città privilegiando metodologie innovative di scavo a basso impatto ambientale.

Insieme alla sicurezza urbana la piattaforma di connettività di Open Fiber offrirà nuove opportunità nell’ambito della telemedicina, del telelavoro, dell’educazione a distanza ma anche dell’IoT e per il mondo produttivo in generale.

Maggiori informazioni nel comunicato stampa.

Smart NationIl Comune di Giugliano sigla l’accordo con Open Fiber per la nuova rete in fibra ottica
Vai all'articolo

TIM porta il 5G a Rimini

No comments

In occasione del 40mo Meeting per l’Amicizia fra i Popoli, TIM effettua una dimostrazione della nuova tecnologia di trasmissione grazie ad alcuni esempi applicativi che sfruttano il connubio fra digitale e 5G: a tale proposito è stata attrezzata un’area dedicata alla nuova tecnologia presso la Hall Centrale di Rimini Fiera dove si possono effettuare diverse esperienze.

La prima esperienza è relativa alla possibilità di effettuare visite immersive da remoto tramite la realtà virtuale a musei e luoghi storici di tutta Italia con la possibilità di dialogare virtualmente con una guida turistica collegata in remoto.

La seconda possibilità riguarda la visualizzazione su schermo di dati raccolti tramite sensori connessi alla rete mobile di TIM che simulano la gestione intelligente di una città evoluta: dai sistemi di monitoraggio del traffico al comando dell’illuminazione stradale o al monitoraggio ambientale utilizzando i mezzi pubblici che si trasformano in vere e proprie centraline di controllo della qualità dell’aria. (Bus As a Sensor).

Seguono la possibilità di sperimentare la panchina intelligente, dotata di collegamenti wi-fi e interfacce USB per ricarica cellulare come anche tutto il mondo dell’entertainment digitale relativo ai giochi o alla riproduzione di musica e video ad altissima definizione.

TIM ha già lanciato il 5G a Roma, Torino e Napoli ed entro la fine dell’anno sarà disponibile anche a Milano, Bologna, Verona, Firenze, Matera e Bari con la copertura di 30 destinazioni turistiche, 50 distretti industriali e 30 progetti specifici per le grandi imprese raggiunte a velocità fino a 2 Gigabit al secondo.

Entro il 2021 saranno coperte 120 città.

Smart NationTIM porta il 5G a Rimini
Vai all'articolo

Il Parco archeologico del Colosseo è interamente connesso via Wi-Fi

No comments

Il Parco archeologico del Colosseo è ora dotato di una rete IoT in grado di fornire servizi di connettività sia ai turisti che al personale dell’amministrazione del Parco: questo risultato è reso possibile da quattro hot spot posizionati presso gli accessi dei suoi principali monumenti.

L’infrastruttura basata su una infrastruttura di comunicazione satellitare a bassa latenza con una dorsale wireless a 5Ghz è da oggi ufficialmente operativa grazie al lavoro di Telespazio in collaborazione con Noixa: il servizio consente la copertura web capillare del Parco archeologico del Colosseo e, di conseguenza, la possibilità per gli oltre 7 milioni di turisti di interagire con il patrimonio culturale e i servizi digitali del Parco senza nessun costo.

La tecnologia di connettività infatti migliora le modalità di funzionamento e fruizione della struttura archeologica, incrementando l’accessibilità fisica, cognitiva, economica, culturale e sociale dell’offerta culturale.

Telespazio è un operatore di telecomunicazioni satellitari controllato da Leonardo e Thales: rappresenta un’eccellenza italiana nel mondo delle tecnologie di comunicazione via satellite.

Smart NationIl Parco archeologico del Colosseo è interamente connesso via Wi-Fi
Vai all'articolo

Agcom, crescono gli accessi FTTC e FTTH

No comments

I dati dell’Osservatorio sulle Comunicazioni diffusi dall’Agcom tracciano uno scenario rassicurante per la diffusione degli accessi a banda larga che è in crescita in tutto il Paese.

Questo è dovuto soprattutto all’opera di cablaggio delle città a cura di Open Fiber ma anche per la diffusione delle nuove tecnologie di comunicazione mobile: a riprova della preferenza accordata all’uso di connettività mobile, a fine 2018 gli accessi complessivi alla rete fissa si sono ridotti di 180mila unità rispetto al trimestre precedente.

Basti pensare che sulla rete mobile si registra annualmente un aumento complessivo di circa 3,5 milioni di SIM che comprendono sia quelle M2M (machine to machine) che quelle dedicate alle persone (in modalità traffico solo voce o voce e dati).

Cumulativamente, rispetto a 5 anni fai, il totale degli accessi in rame è sceso al 58% rispetto al quasi 94% del 2014 con un complessivo di 7,5 milioni di linee che sono state rimpiazzate da quasi altrettanti accessi con tecnologie più veloci: si è infatti assistito ad un aumento di connettività FTTC (+5,9 milioni di unità), FTTH (+540 mila) e FWA (+700 mila).

Ormai le linee con velocità inferiore ai 10 Mbit/s sono meno del 25% delle linee a banda larga mentre quelle con velocità pari o maggiore di 30 Mbit/s sono il 45,1%.

Fra gli operatori, TIM guida la classifica con il 43,9% delle attivazioni seguita da Vodafone (15,8%) e poi Fastweb e Wind/Tre con quote di mercato comprese tra il 14 ed il 15%.

La classifica, per quanto riguarda il mercato mobile vede TIM guidare la classifica con il 30,7% del mercato, seguita da Wind Tre e Vodafone con una quota simile pari al 29,2% e infine Iliad con il 2,7%.

Maggiori dettagli sul blog ufficiale.

Smart NationAgcom, crescono gli accessi FTTC e FTTH
Vai all'articolo