I Comuni del Trentino sempre più connessi grazie alla fibra ottica e alla tecnologia FWA

No comments

Con Ala, Carzano, Comano Terme, Fiavè, Mori e Porte di Rendena sono arrivati a quota 11 i Comuni del Trentino appartenenti alle aree bianche, quelle così chiamate perché a fallimento di mercato, che sono stati connessi nelle ultime settimane alla rete in fibra ottica FTTH di Open Fiber.

Attualmente sono 57 i Comuni del Trentino complessivamente cablati tramite infrastruttura a banda ultra larga per una copertura totale di 46mila utenti che possono rivolgersi agli operatori convenzionati con Open Fiber per rivendere il servizio.

Si tratta di un notevole risultato per il territorio anche in considerazione della diffusione della connettività FWA (Fixed Wireless Access) basata sulla tecnologia radio per collegare le utenze che, per collocazione in zone decentrate e poco servibili, risultano impossibilitate ad essere collegate tramite fibra ottica.

Fa i Comuni collegati in FWA vi sono Roncegno Terme, Borgo Valsugana, Brentonico, Ronchi Valsugana e Torcegno ma i progetto in corso riguardano 37 Comuni di cui 33 sono già stati conclusi anche grazie al supporto di Trentino Digitale, la società pubblica focalizzata sulla trasformazione digitale del territorio trentino.

Smart NationI Comuni del Trentino sempre più connessi grazie alla fibra ottica e alla tecnologia FWA
Vai all'articolo

Dolomiti, TIM porta in alta quota la connessione via satellite

No comments

Si tratta del primo caso, in Italia, di connessione in alta quota: a quasi 3.000 metri di altitudine è ora possibile beneficiare della connettività veloce tramite collegamento satellitare.

Protagonista dell’iniziativa è TIM che ha portato la banda ultralarga nl Rifugio Boé, un rifugio montano del Comune di Canazei a 2.873 metri di altezza sul versante delle Dolimiti del Trentino Alto-Adige.

La connettività è garantita dal satellite Konnect di Eutelsat che TIM utilizza in esclusiva sul territorio italiano come soluzione per portare la connettività nelle zone più impervie del Paese come testimonia la connessione del rifugio dolomitico.

L’intervento realizzato, reso possibile anche dalla collaborazione con Dolomites Network, è considerato un capolavoro tecnico in relazione al profilo orografico del territorio e la difficile situazione logistica del rifugio che è situato al centro del Gruppo montuoso del Sella.

La connettività è pienamente operativa con capacità di download pari a 50Mb al secondo, un traguardo importante considerando le caratteristiche della zona.

Maggiori informazioni nel comunicato di TIM.

Smart NationDolomiti, TIM porta in alta quota la connessione via satellite
Vai all'articolo

xPoP Backbone, nasce la dorsale ad alte prestazioni di Open Fiber

No comments

Open Fiber ha presentato ufficialmente la sua innovazione in materia di interconnesioni digitali: nasce infatti oggi xPoP Backbone, uno strato di rete di livello superiore che ha il compito di svolgere il ruolo di dorsale della connettività tra tutti i maggiori data center e NAP (Neutral Access Point) presenti nel Paese.

Il xPop Backbone è a tutti gli effetti una speciale autostrada digitale che garantisce il trasferimento dei dati ad elevate prestazioni con una latenza inferiore all’ordinario e soprattutto una maggiore sicurezza: tale interconnessione agisce in modo separato dalla normale rete di accesso e, per questo, comporta notevoli miglioramenti in termini di qualità e performance che garantiscono la business continuity e la massima affidabilità operativa.

La tecnologia di trasporto dei dati è affidata alla fibra ottica con soluzioni che consentono di arrivare ad una capacità trasmissiva fino a 800Gbps su singolo canale ottico.

L’innovazione di Open Fiber è altamente impattante specie considerato il crescente interesse verso il cloud computing e il derivante aumento della trasmissione dei dati DCtoDC (data center to data center).

Maggiori informazioni nel comunicato stampa di Open Fiber.

Smart NationxPoP Backbone, nasce la dorsale ad alte prestazioni di Open Fiber
Vai all'articolo

A Nola è disponibile la fibra ottica di Open Fiber

No comments

Open Fiber collega Nola, in particolare sono cablate le prime tremila unità immobiliari del Comune napoletano ad appena due mesi dall’avvio dei lavori che porteranno ben 11mila immobili fra abitazioni private, negozi, imprese e uffici ad essere collegati in modalità FTTH alla fibra ottica di Open Fiber.

Si tratta di un traguardo molto importante per l’area perché la connessione in fibra ottica con velocità fino a 1 Gigabit per secondo è molto importante per lo sviluppo del territorio in quanto rappresenta un’innovativa rete di telecomunicazione in grado di sostenere servizi tecnologici evoluti che contribuiranno al miglioramento della qualità della vita e del PIL dell’area.

Con un investimento di circa 4 milioni di euro si raggiungeranno i 102 chilometri di rete a banda ultra larga permettendo a Nola di equiparare la qualità della connettività a città come Napoli, Benevento o Caserta.

La velocità di esecuzione è dovuta anche ad una particolare sensibilità dell’Amministrazione comunale.

I servizi abilitati dalla banda ultra larga di Open Fiber sono diversi fra cui la didattica a distanza, l’e-health o l’accesso ai servizi evoluti della Pubblica Amministrazione.

Per maggiori dettagli è disponibile il comunicato stampa sul sito di Open Fiber.

Smart NationA Nola è disponibile la fibra ottica di Open Fiber
Vai all'articolo

Al via la stesura della rete in fibra ottica di Open Fiber a Martina Franca

No comments

Il Comune di Martina Franca, città simbolo del versante meridionale della Murgia pugliese, ha raggiunto l’accordo con Open Fiber, l’azienda che sta provvedendo alla copertura nazionale tramite rete in fibra ottica in modalità FTTH, per il cablaggio della cittadina pugliese.

L’infrastruttura di Open Fiber è dimensionata per restituire velocità di connessione fino a 1 Gigabit al secondo e latenza inferiore ai 5 millisecondi con una prima copertura di 16mila unità immobiliari ed un investimento di circa 6 milioni di euro.

L’avvio dei lavori è imminente in seguito alla firma della convenzione e prevede, come da tradizione di Open Fiber, il rispetto della sostenibilità ambientale nelle fasi di scavo e cablaggio riutilizzando reti e cavidotti esistenti e minimizzando il ricorso a nuove installazioni privilegiando comunque metodologie di intervento innovative e a basso impatto ambientale.

La rete di Martina Franca raggiungerà circa 10mila chilometri di cavi in fibra ottica con la fine dei lavori calendarizzata entro 18 mesi.

La connettività garantita da Open Fiber permette di abilitare servizi che vanno a beneficio della comunità, fra cui il potenziamento della resa dello smart working, della didattica a distanza e della telemedicina: non vanno dimenticati i benefici per i servizi evoluti cittadini come la videosorveglianza o la gestione intelligente dell’illuminazione pubblica.

Maggiori informazioni nel comunicato stampa di Open Fiber.

Smart NationAl via la stesura della rete in fibra ottica di Open Fiber a Martina Franca
Vai all'articolo

Open Fiber porta la connettività a 10 Gbps

No comments

Open Fiber fa un balzo in avanti e propone, per la propria rete, un sostanziale incremento di velocità: da oggi gli operatori commerciali convenzionati possono commercializzare una connettività a ben 10 Gbps, 10 volte il picco di 1 Gbps precedentemente disponibile.

La rete di Open Fiber è disponibile agli utenti privati tramite la rivendita del servizio da parte degli operatori di telecomunicazioni che acquistano a loro volta la connettività da Open Fiber che si occupa semplicemente di posare e gestire l’infrastruttura di telecomunicazioni.

Il nuovo servizio prevede la fornitura di accesso broadband XGS-PON a 10 Gigabit simmetrici sull’infrastruttura di accesso FTTH che consente di portare direttamente a casa e in ufficio una connessione di pari velocità sia in downstream che in upstream.

La sperimentazione del servizio è iniziata oltre due anni e, ad esito positivo, è stato sufficiente predisporre gli aggiornamenti a terminale senza ulteriori interventi invasivi.

Essendo un operatore wholesale-only, Open Fiber mette a disposizione questa innovazione a tutti gli operatori convenzionati che, ad oggi, raggiungono oltre 11 milioni di unità immobiliari sul territorio nazionale.

Maggiori informazioni nel comunicato stampa di Open Fiber.

Smart NationOpen Fiber porta la connettività a 10 Gbps
Vai all'articolo

A Belluno partono i lavori di Open Fiber per la rete in fibra ottica

No comments

A Belluno prendono il via i cantieri di Open Fiber per la posa di una nuova rete in fibra ottica che collegherà cittadini, imprese ed Enti pubblici della città.

Con un piano che prevede la stesura di circa 160 chilometri di fibra ottica Open Fiber punta a connettere entro il 2022 ben 16mila unità immobiliari attraverso un’infrastruttura di rete veloce in modalità FTTH (Fiber To The Home) che porta la connettività locale a raggiungere la notevole velocità di 1Gb/s.

L’investimento, cumulativamente pari a 5 milioni di euro, permette al Comune di Belluno di aumentare il proprio potenziale tecnologico nel pieno rispetto della sostenibilità ambientale: un buon 80% del piano di sviluppo sarà eseguito mediante il riutilizzo di cavidotti e reti sotterranee o aeree già esistenti mentre il restante sarà realizzato tramite modalità di scavo a basso impatto ambientale.

Saranno 30 gli edifici di pubblico interesse interconnessi dalla nuova rete di Open Fiber.

Maggiori informazioni nel comunicato stampa dell’azienda.

Smart NationA Belluno partono i lavori di Open Fiber per la rete in fibra ottica
Vai all'articolo

Continua ad aumentare il numero di Comuni collegati a Piazza WiFi Italia

No comments

Con i Comuni di Gavi, Borgo Velino, Amatrice, Orsara di Puglia, Nizza di Sicilia e Partinico si arricchisce ulteriormente l’elenco delle Amministrazioni che hanno aderito al progetto Piazza Wifi Italia che ha l’obiettivo di creare una rete wireless pubblica e gratuita su tutto il territorio nazionale.

In totale sono 776 i Comuni italiani con hotspot installati e 6220 il numero di hotspot sul territorio nazionale comprensivi delle reti federate: ben 1461 sono i Comuni che hanno firmato le convenzioni con Infratel e 3288 i Comuni che hanno aderito al Progetto Piazza Wifi Italia.

Gli utenti che stanno utilizzando la rete pubblica gratuita sono in crescita con 407.153 utilizzatori dell’app wifi.italia realizzata per collegarsi gratuitamente alla rete di Piazza Wifi Italia.

Si tratta di numeri molto importanti anche in considerazione del fatto che la rete di Piazza Wifi Italia è un supporto significativo per cittadini residenti e turisti che possono così appoggiarsi alla rete pubblica per effettuare le operazioni quotidiane.

Maggiori informazioni nella sezione news all’interno del sito dedicato al Progetto Piazza Wifi Italia.

Smart NationContinua ad aumentare il numero di Comuni collegati a Piazza WiFi Italia
Vai all'articolo

A Scandicci Open Fiber connette le prime unità immobiliari con la fibra ottica

No comments

Oltre 5 mila unità immobiliari nella città di Scandicci sono collegate alla nuova rete in fibra ottica di Open Fiber: le case, le aziende cittadine e gli Enti del territorio possono beneficiare di un servizio in grado di potenziare sensibilmente il numero di opportunità tecnologiche a cui i cittadini possono ricorrere.

Tramite la navigazione fino a 1 Gbps in modalità FTTH (Fiber To The Home), cioè con la fibra ottica che viene collegata direttamente nelle sedi di utilizzo, la popolazione di Scandicci può accedere a servizi con una qualità operativa prima inimmaginabile: dallo streaming al lavoro a distanza.

Chiunque volesse fruire della connettività offerta da Open Fiber dovrà rivolgersi agli operatori commerciali che hanno sottoscritto l’accordo per la vendibilità dell’infrastruttura di rete.

In seguito all’investimento di Open Fiber ci si aspetta che, al termine dei lavori, verranno raggiunte 17 mila unità immobiliari tra case uffici e negozi.

Maggiori informazioni nel comunicato stampa di Open Fiber.

Smart NationA Scandicci Open Fiber connette le prime unità immobiliari con la fibra ottica
Vai all'articolo

Termoli, la fibra ottica di Open Fiber connette le prime unità immobiliari

No comments

La fibra ultraveloce di Open Fiber è operativa a Termoli, le prime case del comune molisano infatti possono beneficiare della nuova connettività che prevede un totale di 86 km di collegamenti in fibra ottica.

Grazie a questa nuova rete i cittadini termolesi potranno navigare fino a 1 Gbps in modalità FTTH, cioè con la fibra ottica portata direttamente nelle case, nelle scuole, nelle aziende e negli uffici pubblici.

Entro il prossimo anno verranno cablate 12.400 unità immobiliari nell’assoluto rispetto di un piano di interconnessione sostenibile e rispettoso dell’ambiente: circa metà degli 86 chilometri della nuova infrastruttura di rete prevede il riutilizzo di cavidotti esistenti scongiurando così invasivi nuovi scavi.

Per attivare il servizio i cittadini, in presenza della fibra ottica presso il proprio numero civico, devono rivolgersi a uno degli operatori convenzionati con Open Fiber.

Maggiori informazioni nel comunicato stampa di Open Fiber.

Smart NationTermoli, la fibra ottica di Open Fiber connette le prime unità immobiliari
Vai all'articolo