GreenAction, il digitale è protagonista nella riqualificazione del Parco del Cormor

No comments

Il Parco del Cormor di Udine affronta un progetto green di riqualificazione che ricorre al digitale e alla tecnologia per innovare l’esperienza offerta dal polmone verde.

Con GreenAction, questo il nome dell’iniziativa, il Parco del Cormor presenta una serie di innovazioni: dai piatti in foglia di palma alla criptovaluta green passando per le bici elettriche e l’uso del menu digitale dell’area ristoro.

Ogni singola azione coinvolge, a vario titolo, diverse realtà territoriali per innescare sinergie utili che portino allo sviluppo dell’area e del territorio in cui è inserita con la massima attenzione all’ambiente e alla sostenibilità.

In primo luogo sono stati sostituiti i principali piatti di portata con soluzioni ecosostenibili derivanti dalla lavorazione artigianale delle foglie di palma cadute in modo naturale dalle piante.

Per i pagamenti è stata introdotta invece una criptovaluta green da usare per sostenere cause ambientali in tutto il territorio nazionale tramite un marketplace di eccellenze italiane.

La mobilità è invece garantita dall’installazione, nel perimetro di Rete Bike FVG, di un punto per la promozione delle e-bike sul parco del Cormor che rappresenta un tassello nello sviluppo del cicloturismo in Friuli Venezia Giulia anche grazie alla posizione privilegiata all’interno della ciclovia che collega l’Austria al Mare Adriatico.

E ancora l’impiego del digitale per escludere la carta nel menù della ristorazione tramite una web app per dispositivi mobili per consultare eventi, listino di bar e ristorante e menu delle serate a tema.

Maggiori dettagli nel comunicato stampa.

Smart NationGreenAction, il digitale è protagonista nella riqualificazione del Parco del Cormor
Vai all'articolo

PayPal abbandona il progetto Libra

No comments

Dopo le prime dure prese di posizione, soprattutto dalle banche centrali, verso quello che potrebbe essere un progetto dirompente a livello di economia mondiale, un’altra tegola si abbatte su Libra.

Libra è il progetto della criptovaluta, proposta da Facebook facile da usare e disponibile in tutto il mondo, basata sulla blockchain e gestita dall’associazione indipendente Libra: si tratta di una vera e propria infrastruttura monetaria e finanziaria globale ideata per garantire un accesso facile, sicuro ed economico ai servizi a quelli che attualmente ne sono esclusi.

Alle forti critiche sono seguiti i primi atti ufficiali: PayPal, una delle società leader al mondo per i pagamenti digitali, ha infatti dichiarato di voler uscire dalla Libra Association adducendo, come motivazione, l’interesse a volersi concentrare esclusivamente sul proprio core business.

La Libra Association, dal canto suo, ha ammortizzato il duro colpo ribadendo l’interesse a proseguire e manifestando pubblicamente la consapevolezza della difficoltà intrinseca nel tentativo di riconfigurare il sistema finanziario planetario.

A tale riguardo è preferibile che la volontà di aderire effettivamente o meno al progetto venga ora e non dopo: la roadmap del progetto rimane inalterata e il lancio della criptovaluta digitale Libra avverrà nel giugno del 2020.

Smart NationPayPal abbandona il progetto Libra
Vai all'articolo

Il Santarcangelo Festival introduce la propria valuta digitale

No comments

Quest’anno il Santarcangelo Festival propone un’interessante novità agli spettatori che interverranno alla manifestazione.

Grazie alla collaborazione con MACAO, centro per le arti, la cultura e la ricerca di Milano, e al supporto del progetto europeo Commonfare è stata infatti introdotta nel Festival una particolare criptomoneta, i Santacoin.

I Santacoin, basati sul protocollo Freecoin, rappresentano la valuta digitale del Festival e possono essere utilizzati dai visitatori per acquistare tutti i servizi offerti durante la manifestazione con particolari scontistiche.

Per esempio il pubblico, impiegando la criptomoneta, potrà avere uno sconto del 10% sul merchandising, la riduzione dei biglietti per alcuni spettacoli e accedere a speciali prestazioni per la cura del corpo e della mente, i Crypto Rituals, riservate ai possessori della valuta digitale del Festival.

I Santacoin caricabili su un wallet fisico munito di QR Code

I Santacoin possono essere caricati, con un cambio 1:1 rispetto agli euro, su appositi badge dalla forma di un talismano dotati di QR Code che possono essere ritirati presso un apposito infopoint in mezzo alla piazza del Festival.

Maggiori informazioni sul sito ufficiale del Santarcangelo Festival o sul sito del Comune.

Smart NationIl Santarcangelo Festival introduce la propria valuta digitale
Vai all'articolo