Il Teatro Nuovo di Pisa lancia la propria programmazione digitale

No comments

Il Teatro Nuovo di Pisa ha deciso di affrontare l’epidemia sanitaria da COVID-19 offrendo una programmazione di spettacoli in streaming utilizzando le tecnologie digitali in modo da consentire agli utenti di poter seguire la produzione teatrale da remoto.

Le compagnie e i gruppi musicali infatti, da domani 15 novembre, proporranno delle esibizioni sul palco del Teatro Nuovo che verranno riprese da telecamere collegate direttamente online tramite la piattaforma Zoom.

Il primo spettacolo proposto è Vetriolo di Andrea Magini, disponibile in streaming alle 21 e poi in replica alle 22.30: per la programmazione completa basta consultare l’area prenotazione del sito del Teatro Nuovo.

Smart NationIl Teatro Nuovo di Pisa lancia la propria programmazione digitale
Vai all'articolo

BookCity Milano, al via l’edizione digitale del festival letterario milanese

No comments

Tutto è pronto per la nuova edizione di BookCity, il celebre festival letterario milanese che però quest’anno è costretto a proporsi esclusivamente in digitale.

La manifestazione, dedicata a libri, editoria e lettori, si propone con 500 eventi online abbandonando le piazze e i luoghi fisici e scegliendo la rete come centro dell’incontro con gli appassionati.

Gli eventi sono trasmessi in live streaming sul sito ufficiale della manifestazione e saranno incentrati su due temi principali: l’emergenza ambientale e la parità di genere.

Il programma completo è disponibile nella sezione dedicata di BookCity ed abbraccia diverse sensibilità e contenuti grazie anche all’apporto del lavoro di università e accademie: ben 43 eventi si svolgeranno nell’Università Stata di Milano.

Smart NationBookCity Milano, al via l’edizione digitale del festival letterario milanese
Vai all'articolo

Storie Digitali, il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci di Milano coltiva l’esperienza digitale

No comments

In continuazione dell’esperienza #storieaportechiuse, il format digitale lanciato durante i mesi di chiusura del Museo durante il lockdown dovuto alla pandemia da COVID-19, il Museo Nazionale Scienza e Tecnologia di Milano presenta un nuovo esperimento chiamato Storie Digitali.

L’innovativo progetto nasce per raccogliere le esperienze e le narrazioni inerenti alle collezioni e ai temi affrontanti dal polo museale grazie alle opportunità e ai linguaggi offerti dal digitale.

I contenuti sono pensati per le diverse età dei fruitori del Museo e garantiscono esperienze immersive arricchite da numerose opportunità di interazione comprese la realtà aumentata e la realtà virtuale oltre alla presenza di percorsi di gamification.

Le Storie Digitali possono essere fruite online, da casa e in autonomia, ma anche al Museo con un’ampia gamma di opportunità che dipendono dal tempo a disposizione e delle varie tipologie di pubblico.

Si comincia mercoledì 4 novembre con la pubblicazione online del primo di una serie di contenuti originali che confluiscono in un apposito archivio digitale categorizzato per tipologia di rubrica, di linguaggio utilizzato e di tematica affrontata.

I contenuti verranno inoltre presentati sui canali social Facebook, Instagram, Twitter e Youtube con rubriche regolari e l’hashtag #StorieDigitali.

Smart NationStorie Digitali, il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci di Milano coltiva l’esperienza digitale
Vai all'articolo

Lucca Changes, al via l’edizione digitale del Lucca Comics & Games

No comments

Parte ufficialmente oggi l’edizione 2020 del Lucca Comics & Games: il nome però è nuovo, Lucca Changes, e non è un caso.

La nuova edizione infatti sostituisce l’edizione classica del popolare evento dedicato al fumetto e al mondo dei giochi puntando tutto sulla fruizione online a causa della crisi sanitaria che sta coinvolgendo l’Italia e il mondo.

Fruibile gratuitamente sul sito ufficiale, sui canali social dell’evento, su RaiPlay e sui canali Rai grazie ad un palinsesto completamente rivisto in chiave digitale, la nuova manifestazione, che di fatto è la cinquantaquattresima edizione del festival italiano dedicato al mondo della cultura pop, prevede oltre 200 eventi che interessano il mondo del fumetto, dei giochi da tavolo, dei videogiochi, della narrativa fantasy ma anche dei film e delle serie tv.

Il programma completo è accessibile sul sito ufficiale della manifestazione che aggrega i contenuti e li rende fruibili in live streaming: è possibile vedere il palinsesto anche sul canale YouTube di Lucca Comics & Games e ovviamente su RaiPlay.

Tutti gli eventi trasmessi sul sito e su YouTube vengono registrati e sono resi disponibili on demand sul sito ufficiale di Lucca Changes a partire dalla prossima settimana.

Smart NationLucca Changes, al via l’edizione digitale del Lucca Comics & Games
Vai all'articolo

A Milano nasce MEET, il centro dedicato alla cultura digitale

No comments

Dopo una gestazione di quasi 7 anni, è stato ufficialmente inaugurato oggi MEET, il primo centro internazionale di cultura digitale presente in Italia.

Si tratta di un’ambiziosa iniziativa che sorge sulle ceneri dello Spazio Oberdan, completamente ristrutturato grazie al contributo di Fondazione Cariplo che ha rilevato lo spazio dalla Città Metropolitana di Milano, affidandone la gestione a Maria Grazia Mattei.

Il progetto muove dalla necessità di creare un presidio del digitale in grado di superare i confini e connettere Milano e l’Italia con il mondo: tramite una sede espositiva che però è anche un laboratorio creativo, il MEET è aperto a tutti coloro che vogliano una piattaforma capace di progettare e produrre format digital-first da diffondere ovunque nel mondo.

La sede di 1500 metri quadrati si sviluppa su tre piani e offre un centro espositivo moderno all’altezza delle altre capitali europee, un bistrot, uffici, sale per workshop e un cinema-auditorium con 200 poltroncine arancioni, schermo a tutta parete e la possibilità di proiettare anche su soffitto e muri laterali e una grande Immersive Room dove esporranno artisti digitali.

Il primo appuntamento è con Refik Anadol che ha realizzato l’esposizione “Renaissance Dreams” che consiste in una proiezione continua sulle pareti derivante dall’uso di 15 proiettori coordinati dall’intelligenza artificiale.

MEET apre al pubblico il 31 ottobre e l’ingresso è gratuito solo su prenotazione tramite il sito.

smartnationA Milano nasce MEET, il centro dedicato alla cultura digitale
Vai all'articolo

Il MuBa di Ortona propone nuovi servizi digitali per la didattica

No comments

A Ortona il MuBa, il Museo della Battaglia di Ortona, diventa digitale proponendo visite virtuali e approfondimenti didattici per le scuole.

Tutte le risorse presentate dal MuBa sono organizzate in sezioni tipologiche con la possibilità di prenotare visite guidate in diretta streaming corredate da oltre 10 filmati divulgativi incentrati sulla battaglia e il periodo storico di riferimento, ossia la Seconda Guerra mondiale.

Ogni scuola può inoltre richiedere percorsi di approfondimento didattico fruibili anche tramite didattica a distanza.

Il MuBa presenta anche una quindicina di mostre documentarie in formato grafico visualizzabili da qualsiasi dispositivo e 13 testimonianze di ortonesi in videointervista tratte dalla Banca della Memoria che presentano i luoghi e gli eventi significativi della battaglia di Ortona.

L’elenco delle risorse digitali è scaricabile dal sito del Comune di Ortona con la disponibilità, da parte dello staff museale, a dare assistenza a tutte le scuole che lo chiedessero.

Smart NationIl MuBa di Ortona propone nuovi servizi digitali per la didattica
Vai all'articolo

Al MArTA di Taranto parte la sperimentazione del Li-Fi

No comments

Il Museo archeologico nazionale di Taranto, meglio conosciuto come Marta, avvia, per primo in Italia, la sperimentazione della tecnologia Li-Fi (Light Fidelity) per permettere ai visitatori di ricevere contenuti multimediali interattivi associati alle opere e fruire quindi di un’esperienza di visita museale quanto più coinvolgente possibile.

Tramite la trasmissione dei dati attraverso impulsi luminosi derivanti dalla luce a led e grazie alla geolocalizzazione delle informazioni e degli utenti, la soluzione proposta da Infratel consente l’erogazione dei contenuti direttamente sugli smartphone dei visitatori: il segnale Li-Fi, derivante dalla soluzione tecnologica Li-Fi G1, viene letto dalla fotocamera dello smartphone attraverso un’apposita app realizzata da Infratel Italia e disponibile per Android e iOS.

Inizialmente la nuova tecnologia è stata resa operativa su 25 opere e, con il consolidamento della sperimentazione, verrà portata a interfacciarsi con altre tecnologie come la realtà virtuale e la realtà aumentata per l’erogazione di esperienze immersive come puzzles e giochi che prendono spunto dalle opere e dai reperti presenti nel museo o ispirati dalla tradizione della città di Taranto.

smartnationAl MArTA di Taranto parte la sperimentazione del Li-Fi
Vai all'articolo

Il Comune di Tarquinia presenta online il proprio patrimonio culturale etrusco

No comments

In occasione delle Giornate Europee del Patrimonio, durante il weekend del 26 e 27 settembre, il Comune di Tarquinia ha lanciato un innovativo servizio che sfrutta la realtà virtuale per diffondere le meraviglie etrusche di Tarchna, Corneto e l’odierna Tarquinia.

Grazie ad una mongolfiera virtuale infatti l’utente è in grado di iniziare un viaggio che, nella massima libertà e autonomia, gli consente di esplorare il territorio della cittadina etrusca resa accessibile da ogni parte del mondo e su ogni device.

A tutti gli effetti si tratta di un modo nuovo per avvicinare il pubblico di tutto il mondo al patrimonio Unesco di Tarquinia letteralmente volando sulla storia gratuitamente e senza orari prestabiliti.

Per iniziare la propria esperienza è sufficiente recarsi sul sito dedicato tramite computer, tablet, smartphone o anche la LIM, la lavagna interattiva multimediale presente nelle scuole.

Smart NationIl Comune di Tarquinia presenta online il proprio patrimonio culturale etrusco
Vai all'articolo

Backstage, online la piattaforma digitale del Teatro Stabile del Veneto

No comments

Il Teatro Stabile del Veneto lancia la propria piattaforma digitale per garantire, da remoto agli utenti, una serie di grandi spettacoli teatrali e di intrattenimento sempre a disposizione on-demand per tutti.

Dopo aver ottenuto un grande successo con la propria proposta denominata Una stagione sul sofà che doveva rispondere digitalmente alla domanda teatrale degli utenti durante i mesi di chiusura delle sale, il Teatro Stabile ha deciso di incrementare la propria presenza online con una proposta ad hoc veicolata tramite l’innovativa piattaforma digitale Backstage che raccoglie contenuti teatrali appositamente realizzati per il web.

Gratuita per gli utenti previa registrazione, la nuova piattaforma intende offrire al pubblico non solo l’esperienza dei contenuti ma anche la possibilità di interagire esprimendo il proprio gradimento con like, commenti e creando playlist personalizzate.

Le produzioni pubblicate sono originali e create appositamente per il web: all’iniziale pacchetto che include i video di maggior successo di Una stagione sul sofà, come i racconti sull’Iliade e l’Odissea di Omero, si aggiungeranno gradualmente contenuti sempre nuovi.

Maggiori informazioni nel comunicato del Teatro Stabile del Veneto.

Smart NationBackstage, online la piattaforma digitale del Teatro Stabile del Veneto
Vai all'articolo

Google lancia Fabricius, il primo strumento digitale di decodifica dei geroglifici

No comments

Google lancia un nuovo strumento digitale che arricchisce il proprio sistema di soluzioni innovative: si tratta di Fabricius, una rivoluzionaria invenzione in grado, tramite ampio ricorso al machine learning, di decodificare i geroglifici degli antichi Egizi.

Il tool utilizza la tecnologia AutoML di Google Cloud e AutoML Vision, per creare un modello di machine learning capace di dare un senso a ogni geroglifico: la tecnologia AutoML Vision in particolare garantisce agli sviluppatori di addestrare l’AI in modo da riconoscere tutte le tipologie dell’oggetto da decodificare.

Il sistema, inoltre, in virtù delle proprie caratteristiche intrinseche, permette di comporre e inviare i messaggi utilizzando questa antica forma di scrittura.

Fabricius, disponibile in inglese e arabo, è stato creato da Google in collaborazione con il Centro di Egittologia australiano della Macquarie University, Psycle Interactive, Ubisoft e egittologi di tutto il mondo.

La piattaforma si appoggia a Google Arts & Culture con cui si possono esplorare storie sulle meraviglie dell’antico Egitto, incluso il famoso Re Tutankhamun, la Piramide di Giza e il Libro dei Morti.

Smart NationGoogle lancia Fabricius, il primo strumento digitale di decodifica dei geroglifici
Vai all'articolo