Il Comune di Monza aderisce a Cyber Secure City

No comments

Il Comune di Monza aderisce a Cyber Secure City, un progetto nato su impulso del Comune di Milano e Milano Smart City Alliance con svariate imprese fra cui a2a Smart City, Accenture, Cisco, Ecole, Fastweb, IBM e TIM che vuole promuovere la formazione nell’ambito della sicurezza informatica e la diffusione dell’alfabetizzazione digitale.

Cyber Secure City si concretizza in un portale che offre corsi e contenuti in 15 lingue, con erogazione di crediti formativi e certificazioni circa le competenze apprese, alla PA e ai cittadini.

L’iniziativa, originata dalla firma di un protocollo con Assolombarda nell’ambito della Milano Smart City Alliance, intende incrementare la sicurezza informatica e l’alfabetizzazione digitale del Comune verso l’affermazione di modelli innovativi e collaborazioni con gli attori del territorio per arrivare al raggiungimento delle caratteristiche che rendano Monza, a tutti gli effetti, una smart city.

Maggiori informazioni nel sul sito di Milano Smart City Alliance.

Smart NationIl Comune di Monza aderisce a Cyber Secure City
Vai all'articolo

Microsoft Defense Report, aumentano gli attacchi cyber

No comments

Con la pubblicazione del Microsoft Defense Report, l’analisi annuale relativa all’andamento degli attacchi cyber a livello globale, emerge chiaramente l’aumento delle intrusioni informatiche che hanno interessato 120 Paesi e sono stati caratterizzate dallo spionaggio sponsorizzato dai governi.

Stando ai dati raccolti da Microsoft, in Europa i Paesi più attaccati sono stati Ucraina (33%), Regno Unito (11%), Francia e Polonia (5%), Italia (4%) e Germania (3%) con la motivazione predominante delle intrusioni legata all’acquisizione non autorizzata di informazioni e al monitoraggio segreto di comunicazioni ma anche alla manipolazione delle informazioni su cui le persone basano le proprie conoscenze.

Non più quindi solo attacchi finalizzati ad acquisire un guadagno finanziario indebito ma più frequentemente campagne finalizzate alla disinformazione e alla destabilizzazione dei governi.

Tra i Paesi di origine di questi attacchi vi sono Russia, Cina, Iran e Corea del Nord.

Come difesa l’analisi di Microsoft propone nuove opportunità legate all’utilizzo dell’intelligenza artificiale grazie alla capacità di automatizzare e velocizzare aspetti della cybersecurity quali il rilevamento delle minacce, la risposta, l’analisi e la previsione.

Maggiori informazioni nel comunicato di Microsoft.

Smart NationMicrosoft Defense Report, aumentano gli attacchi cyber
Vai all'articolo

ReadyForIT+, al via il progetto dedicato alla formazione digitale dei NEET

No comments

Fondazione Italiana Accenture ETS e Fondazione Vodafone Italia hanno annunciato l’avvio del progetto di ReadyForIT+, un’iniziativa di formazione digitale sostenuta tramite il bando Onlife promosso dal Fondo per la Repubblica Digitale.

Grazie a questo progetto i giovani che non studiano e non lavorano, ossia i NEET, possono accedere gratuitamente a percorsi formativi brevi sviluppare competenze digitali utili per l’inserimento nel mondo del lavoro.

In Italia i NEET rappresentano oltre il 25% della popolazione fra i 15 e i 34 anni: un importante fetta di popolazione che potrebbe, una volta formata, contribuire a soddisfare il crescente bisogno a parte delle imprese di figure professionali con competenze in ambito IT.

I corsi di formazione proposti dal progetto ReadyForIT+, tenuti da remoto, si articolano per un periodo di tre o sei mesi con un livello di complessità crescente e consentono di acquisire competenze soprattutto in ambiti quali la cybersicurezza e lo sviluppo software.

Il percorso, inoltre, prevede il rilascio di certificazioni Cisco oltre a un servizio di coaching specifico sulle soft e life skill.

Per avvicinarsi al percorso formativo gradualmente partendo dalle basi è stato inoltre reso possibile l’accesso al learning game LV8 sviluppato da Fondazione Vodafone Italia per consolidare le competenze digitali di base tramite l’esperienza videoludica.

Maggiori informazioni nel comunicato di Fondazione Accenture ETS.

Smart NationReadyForIT+, al via il progetto dedicato alla formazione digitale dei NEET
Vai all'articolo

Cyber Security Lab, inaugurato a Genova un laboratorio condiviso per contrastare i reati informatici

No comments

La Polizia Postale e Liguria Digitale hanno inaugurato a Genova il Cyber Security Lab, un laboratorio condiviso per contrastare i reati informatici: si tratta di una sezione ricavata nella sede di Liguria Digitale al Great Campus Parco Scientifico Tecnologico di Genova e finalizzata ad accrescere la sicurezza digitale dei cittadini liguri.

L’iniziativa rappresenta il primo caso in Italia di un centro di questa tipologia installato stabilmente e in collaborazione con la Polizia Postale che ha notevoli vantaggi in quanto rafforza la sua capacità di penetrazione informativa ed investigativa sul territorio.

Del resto la cybersecurity è un aspetto sempre più rilevante all’interno della vita dei cittadini, della Pubblica Amministrazione e delle imprese: per questo Regione Liguria, puntando in modo deciso su tecnologia e digitalizzazione come strumenti di crescita e sviluppo, ha ritenuto fondamentale, tramite Liguria Digitale, impegnarsi maggiormente nella la protezione dei dati e nella sicurezza informatica.

Basti pensare che le infrastrutture di gran parte della sanità regionale, di molti comuni e del porto di Genova sono dentro il perimetro in cui è sorto il nuovo Cyber Security Lab.

Maggiori informazioni nel comunicato della Polizia di Stato e nell’articolo dedicato.

Smart NationCyber Security Lab, inaugurato a Genova un laboratorio condiviso per contrastare i reati informatici
Vai all'articolo

Ambizione Italia, Vodafone e Microsoft insieme per accelerare la trasformazione digitale

No comments

Vodafone è la prima compagnia di telecomunicazioni ad entrare nell’ecosistema di partner di Microsoft facente parte di Ambizione Italia in vista del lancio della prossima Microsoft Cloud Region Italiana.

Si tratta di una partnership strategica ideata per aiutare la crescita digitale delle imprese italiane ponendo al centro cloud e connettività come fattori abilitanti lo sviluppo sostenibile: nella pratica le due aziende prevederanno investimenti strategici congiunti in formazione, marketing e sviluppo con soluzioni integrate basate sui servizi cloud Microsoft Azure e di connettività avanzata.

Inoltre verranno sviluppate congiuntamente offerte in ambito voce e cybersecurity favorendo la diffusione di una cultura digitale improntata alla sicurezza e protezione dei dati.

Maggiori informazioni nel comunicato di Microsoft Italia.

Smart NationAmbizione Italia, Vodafone e Microsoft insieme per accelerare la trasformazione digitale
Vai all'articolo

Cybersicurezza, operativo il Centro di valutazione e certificazione nazionale

No comments

Da oggi è operativo il Centro di valutazione e certificazione nazionale (Cvcn), l’organismo istituito presso l’Agenzia per la cybersicurezza nazionale con lo scopo di valutare la sicurezza di beni, sistemi e servizi ICT destinati ad essere usati nel perimetro di sicurezza nazionale cibernetica.

Il Cvcn ha il compito di effettuare valutazioni hardware e software sui componenti della fornitura coordinando i centri di valutazione presso i Ministeri della Difesa e dell’Interno e impiegando la rete di supporto di laboratori accreditati di prova.

Il ruolo del Cvcn è centrale anche nell’esercizio poteri speciali, quali quelli della c.d. Golden Power, in ambito 5G allo scopo di monitoraggio e acquisizione di informazioni.

Il personale del Cvcn è composto da esperti fra cui certificatori, ispettori, tecnici hardware e software ma anche esperti in crittografia: l’organico è in fase di perfezionamento.

Smart NationCybersicurezza, operativo il Centro di valutazione e certificazione nazionale
Vai all'articolo

World Password Day, la sicurezza digitale passa dalla corretta gestione delle password

No comments

Oggi è il World Password Day, la giornata mondiale dedicata alla sensibilizzazione sulla sicurezza digitale e, in particolare, sulla corretta gestione delle password.

L’iniziativa, nata nel 2013, ha l’obiettivo di contribuire alla diffusione di una sostanziale consapevolezza nell’uso sicuro delle nuove tecnologie e, ovviamente, nelle modalità più convenienti per impostare e mantenere le proprie password: si tratta, anche in questi anni, di un tema fondamentale e che spesso viene sottovalutato.

Occorre considerare infatti che ben 23 milioni di utenti in tutto il mondo utilizzano, ancora oggi, la sequenza 123456 come password principale: questo dato allarmante proviene dal Centro Nazionale per la Cybersecurity del Regno Unito.

Una gestione sbagliata delle password può esporre gli utenti ad attacchi da parte di cybercriminali comportando una potenziale sottrazione delle informazioni.

Non si tratta però dell’unico comportamento scorretto ma diffuso: ulteriori sondaggi hanno dimostrato che oltre un terzo degli utenti tende ad utilizzare password basate su dati individuabili facilmente conoscendo le abitudini sociali dell’utilizzatore come per esempio la data di nascita o il nome dell’animale domestico.

Smart NationWorld Password Day, la sicurezza digitale passa dalla corretta gestione delle password
Vai all'articolo

Liguria Digitale e il Compartimento Polizia Postale e delle Comunicazioni per la Liguria insieme per contrastare i crimini informatici

No comments

In relazione all’aumento progressivo delle criticità relative alla cybersecurity dovute anche all’aumento esponenziale dell’utilizzo di internet e delle nuove tecnologie, Liguria Digitale e il Compartimento Polizia Postale e delle Comunicazioni per la Liguria, organo periferico del Dipartimento della Pubblica Sicurezza dedicato alla prevenzione e alla repressione dei reati informatici, hanno siglato un accordo per contrastare i crimini informatici.

L’intento è quello di prevenire gli  attacchi informatici e, nel contempo, sensibilizzare i rischi in capo ai cittadini, a partire dai più giovani: per questo motivo le iniziative di comunicazione che verranno progressivamente presentate e diffuse sui temi della sicurezza sull’uso delle tecnologie, riguarderanno anche il mondo della scuola interessando gli istituti scolastici del territorio regionale.

La prevenzione è infatti un aspetto importantissimo per disinnescare minacce che possono ledere i servizi di pubblica utilità anche grazie allo scambio di dati, informazioni e competenze per realizzare soluzioni tecnologiche e servizi avanzati atti a tutelare i cittadini.

Maggiori dettagli nel comunicato della Questura di Genova.

Smart NationLiguria Digitale e il Compartimento Polizia Postale e delle Comunicazioni per la Liguria insieme per contrastare i crimini informatici
Vai all'articolo

Cybersicurezza, in aumento gli attacchi ransomware ai danni dell’Italia

No comments

Durante l’ultimo anno in Italia sono fortemente aumentato gli attacchi ransomware ai danni del nostro Paese: si calcola che l’incremento sia prossimo all’81%.

Di più, da un recente rilevamento di Kaspersky e Trend Micro Research, l’Italia è terza al mondo, nel solo mese di ottobre, per numero di attacchi ransomware e quarta per numero di attacchi malware.

I ransomware sono attacchi informatici che consistono nell’impossessarsi dei dati degli utenti crittografandoli e rendendoli indisponibili alla vittima dell’attacco a meno di non pagare un riscatto, solitamente da corrispondere tramite criptovalute, per il rilascio delle informazioni.

I settori più colpiti sono stati quello governativo e quello industriale che raggruppano oltre il 50% dei casi rilevati: altri bersagli sono stati il settore IT e le istituzioni finanziarie.

Ci si ricorderà, per esempio, il grandissimo problema che ha interessato la Regione Lazio nei mesi passati e che è stato proprio frutto di un attacco ransomware.

Maggior informazioni nell’articolo di Trend Micro in lingua originale.

Smart NationCybersicurezza, in aumento gli attacchi ransomware ai danni dell’Italia
Vai all'articolo

Cybersecurity Made in Europe Label, operativa l’etichetta europea per la cybersecurity

No comments

Da una collaborazione fra il Consiglio Nazionale delle Ricerche (Cnr) tramite l’Istituto di informatica e telematica (Cnr-Iit) del Cnr di Pisa, il Consorzio interuniversitario nazionale per l’informatica (Cini) e il Consorzio nazionale interuniversitario per le telecomunicazioni (Cnit) viene erogata l’etichetta europea per la cybersecurity.

Cybersecurity Made in Europe Label, questo il nome della certificazione, è un riconoscimento ideato per promuovere la sicurezza informatica nell’Unione sostenendo le imprese del settore ICT che offrono servizi di cybersecurity all’interno del mercato europeo e in Gran Bretagna.

Il progetto appartiene alla European Cyber Security Organisation (Ecso), l’organizzazione non profit che collabora strettamente con la Commissione Europea per le politiche sulla sicurezza informatica, e intende certificare qualitativamente la provenienza delle aziende più virtuose dal punto di vista della cybersicurezza aumentandone la visibilità e inserendole in un elenco di fornitori di alta qualità per facilitarne l’espansione internazionale.

Il bollino inoltre comporta un rafforzamento dei confini cibernetici europei in grado di offrire alle aziende l’opportunità di confrontarsi al di fuori del mercato nazionale innescando sinergie per costruire un sistema Europa solido e performante.

Maggiori informazioni nel comunicato del CNR.

Smart NationCybersecurity Made in Europe Label, operativa l’etichetta europea per la cybersecurity
Vai all'articolo