Il Comune di Desio aderisce al nodo eIDAS italiano

No comments

Il Comune di Desio avvicina i cittadini dell’Unione Europea all’Amministrazione consentendo loro di accedere ai servizi online forniti dallo sportello telematico SpazioCOMUNE tramite le identità digitali erogate dai loro Paesi originari.

SPID è infatti una delle soluzioni che l’Italia ha messo in cantiera per dotare i cittadini italiani di un’identità digitale: fa parte delle eID, ossia delle identità digitali europee, che consentono ai nostri cittadini di potersi identificare anche all’Estero se supportate dai canali dei Paesi in cui si intende effettuare l’identificazione.

Allo stesso modo i cittadini europei, laddove venga effettuata l’apposita procedura di convalida, possono effettuare il riconoscimento anche in Italia con l’identità digitale del loro Paese, omologa rispetto a SPID.

Il Comune di Desio ha quindi finalizzato il percorso che consente di connettersi al nodo eIDAS italiano permettendo quindi ai cittadini europei in possesso di identità digitali nazionali riconosciute in ambito eIDAS di accedere ai servizi delle Pubbliche amministrazioni italiane e, in particolare, a quelli erogati al Comune di Desio.

Tramite il pulsante “Login with eIDAS” i cittadini comunitari possono, per esempio, effettuare iscrizioni ai concorsi o effettuare i pagamenti delle multe e delle tasse universitarie.

Maggiori dettagli nel comunicato del Comune di Desio.

Smart NationIl Comune di Desio aderisce al nodo eIDAS italiano
Vai all'articolo

A Roma la MIC Card diventa digitale

No comments

I fruitori dell’offerta culturale del Sistema Musei di Roma Capitale sono chiamati a confrontarsi con un’innovazione che prende ufficialmente il via da domani: la MIC Card, ossia la carta per accedere al sistema museale capitolino, diventa digitale dopo 4 anni di attività ossia dal 2018, anno del lancio da parte della Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali insieme a Zètema Progetto Cultura.

Tramite il nuovo sito e l’applicazione dedicata, residenti e studenti di Roma e Città Metropolitana potranno acquistare l’accesso alle strutture e gestire online opzioni e sottoscrizioni legate al sistema museale: fra le funzioni previste vi sono la verifica dello storico di utilizzo, il controllo della scadenza oltre a poter consultare i luoghi dove accedere con tutte le informazioni utili quali indirizzo e orari comprensiva della segnalazione in tempo reale dei luoghi di cultura più vicini alla propria posizione.

La MIC Card digitale può essere acquistata direttamente online ma anche presso le biglietterie museali e nei Tourist Infopoint: fra i vantaggi più marcati vi è la possibilità di recarsi direttamente ai varchi di accesso senza dover transitare dalla biglietteria e, chiaramente, evitando le code.

Maggiori dettagli nel comunicato di Roma Capitale.

Smart NationA Roma la MIC Card diventa digitale
Vai all'articolo

Il Comune di Lecce avvia le attività di partecipazione tramite piattaforma digitale

No comments

Tramite una piattaforma digitale creata allo scopo e avviata oggi, il Comune di Lecce ha inaugurato il percorso di partecipazione della cittadinanza per contribuire alle scelte amministrative del territorio.

Grazie alle pagine interattive pubblicate online in data odierna verranno raccolte dall’Amministrazione non solo proposte e osservazioni strutturate, ma anche il racconto dell’esperienza dei cittadini in merito ai luoghi e ai quartieri, corredandola di ogni informazione utile per influenzare positivamente il Piano Urbanistico Generale della città.

Il sito permette di localizzare gli ambiti tematici strategici per la città tramite alcune mappe che permettono di conoscere alcuni dati significativi sul territorio comunale visualizzando immagini e consentendo di reperire informazioni.

Lo scopo finale è chiaramente quello di disegnare il futuro del Comune di Lecce tramite le scelte urbanistiche che verranno portate avanti con il PUG.

Le consultazioni pubbliche ovviamente avranno anche una forma tradizionale, a partire dal 10 dicembre e per i successivi tre mesi, con un calendario di sette incontri pubblici dedicati ai temi strategici che caratterizzano il Piano.

A tutti gli incontri saranno presenti il Sindaco e i rappresentanti dell’Amministrazione insieme ai componenti dell’Ufficio di Piano e ai tecnici che lo supportano.

Maggiori informazioni nel comunicato del Comune di Lecce.

Smart NationIl Comune di Lecce avvia le attività di partecipazione tramite piattaforma digitale
Vai all'articolo

A Bari nasce il Digital Solutions Center di Pirelli

No comments

Pirelli ha presentato oggi a Bari la nascita del proprio Digital Solutions Center (DSC), un centro di sviluppo focalizzato sull’innovazione digitale che intende arricchire le competenze del personale sulle aree più strategiche per l’azienda grazie alla collaborazione con il territorio e il mondo accademico.

Si tratta di un’iniziativa che fa convergere le capacità di pubblico, privato e Università impiegando personale nello sviluppo di software e algoritmi che saranno utilizzati nei più avanzati processi di progettazione, fabbricazione e commercializzazione dei pneumatici del gruppo in tutto il mondo.

Tra i progetti che vengono affrontanti dalla struttura vi è il potenziamento della piattaforma di Big Data per la raccolta e l’analisi dei dati dell’ecosistema aziendale di Pirelli in modo da migliorare lo sviluppo dei prodotti e di aumentare l’efficacia commerciale: in particolare, grazie all’evoluzione tecnologica degli algoritmi, sarà possibile effettuare studi prototipali su repliche virtuali dei prodotti fisici per imbastire modifiche che ne migliorino le performance.

Fra gli attori che collaborano attivamente con il DSC di Pirelli a Bari vi sono l’Università di Bari e il Politecnico di Bari che possono fruire di un’area riservata per lo sviluppo delle tecnologie presenti nel centro di innovazione.

Maggiori informazioni nel comunicato di Regione Puglia.

Smart NationA Bari nasce il Digital Solutions Center di Pirelli
Vai all'articolo

Il Comune di Nerviano lancia lo sportello dedicato ai servizi digitali

No comments

Per ovviare ai problemi che i cittadini possono incontrare nell’utilizzo dei servizi digitali evoluti il Comune di Nerviano ha deciso di avviare un servizio sperimentale di assistenza per i residenti che dovessero avere difficoltà nell’uso della tecnologia.

Si tratta di uno sportello, similarmente a quanto avviene per Casa Digitale, che offre ai cittadini che ne fanno richiesta un supporto tramite operatore che, telefonicamente o in presenza, fornirà un aiuto concreto per permette alle persone meno avvezze con il digitale di iniziare ad utilizzare al meglio i servizi online.

L’uso dell’identità digitale, come per esempio lo SPID, ma anche l’ottenimento dei certificati anagrafici da remoto tramite ANPR, l’Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente, rappresentano ormai non solo una comodità addizionale ma una vera e propria necessità: al risparmio di lunghe code si aggiunge un miglioramento dei rapporti fra cittadino e Pubblica Amministrazione.

In particolare il nuovo servizio permetterà alla comunità di Nerviano di interagire con i servizi online erogati dal Comune.

Lo sportello dedicato ai servizi digitali è attivo dal martedì al sabato dalle 9 alle 12 ed è accessibile in presenza su prenotazione al numero 0331 438990.

Maggiori informazioni nel comunicato del Comune di Nerviano.

Smart NationIl Comune di Nerviano lancia lo sportello dedicato ai servizi digitali
Vai all'articolo

Message Yourself, WhatsApp introduce l’invio dei messaggi a se stessi

No comments

WhatsApp sta progressivamente rilasciando in questi giorni una funzione che consente di inviare messaggi a se stessi: direttamente dal proprio account è quindi possibile inviare un messaggio che rimane accanto alle altre conversazioni effettuate.

Può sembrare un’azione irrituale ma in realtà rappresenta una notevole comodità: in modo immediato si possono inviare a se stessi note, promemoria e qualsiasi altro tipo di contenuto testuale e multimediale da tenere in pronta considerazione.

Nella pratica, mano mano che verrà attivata la funzione, gli utenti troveranno il proprio contatto in cima agli altri: è sufficiente selezionarlo per aprire una schermata di chat in cui pubblicare qualsiasi tipo di informazione, esattamente come se la si stesse inviando a terzi.

Inoltre è possibile inviare i propri messaggi di auto-chat in cima all’elenco delle conversazioni se non si vogliono cercare in mezzo agli altri.

Maggiori informazioni direttamente nell’apposita sezione delle FAQ di WhatsApp.

Smart NationMessage Yourself, WhatsApp introduce l’invio dei messaggi a se stessi
Vai all'articolo

Firenze è ancora la città più digitale d’Italia seguita da Milano

No comments

Aumenta il livello medio di digitalizzazione delle città e si riducono le distanze fra le città al vertice della classifica: questo è lo spaccato di ICity Rank 2022, l’analisi realizzata da FPA sulla digitalizzazione dei Comuni capoluogo presentata in occasione dell’evento ForumPA dedicato alle città.

Firenze e Milano bissano i successi delle precedenti edizioni e si classificano rispettivamente al primo e al secondo posto tallonate da Bergamo, Bologna, Cremona, Modena, Roma Capitale e Trento.

Le posizioni successive sono occupate da Cagliari e Genova, quindi Parma e Torino e poi Brescia, Venezia e Palermo.

Nel complesso c’è un primo gruppo di 26 città digitali, capaci di utilizzare in modo diffuso, organico e continuativo le tecnologie digitali, seguito da un secondo gruppo di 75 città ancora in una fase intermedia nel percorso di crescita digitale e 7 in fase del tutto acerba digitalmente parlando: queste raccolgono Rieti, Avellino, Benevento, Foggia, Agrigento, Enna e, infine, Isernia.

Le distanze rispetto agli anni precedenti, tuttavia, si sono ridotte grazie ad un’accelerazione virtuosa nel percorso di trasformazione digitale soprattutto nei Comuni come Messina, L’Aquila, Cuneo, Imperia e Trapani.

Maggiori informazioni nel comunicato di FPA e nel comunicato del Comune di Firenze.

Smart NationFirenze è ancora la città più digitale d’Italia seguita da Milano
Vai all'articolo

Edicola in Voce, Alexa legge i giornali agli utenti ciechi e ipovedenti

No comments

L’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti e Amazon hanno stretto una collaborazione che ha permesso di creare la skill Edicola in Voce.

Si tratta di un’abilità dell’assistente vocale Alexa in grado di leggere titoli, articoli ed approfondimenti di 25 fra quotidiani e riviste estremamente utili per ciechi e ipovedenti.

La skill viene attivata con un semplice comando vocale: guida gli utenti ciechi e ipovedenti in un menù di navigazione gestibile tramite input vocale che permette di selezionare i testi da consultare lasciando ad Alexa il compito di leggerne il contenuto.

Edicola in Voce è completamente gratuita per gli associati UICI e verrà rilasciata a partire dal 3 dicembre.

Tra le testate coinvolte figurano anche Repubblica, La Stampa e il Resto del Carlino oltre a: Avvenire, Giornale di Brescia, Il Centro, Il Corriere delle Alpi, Il Giorno, Il Mattino di Padova, Il Messaggero Veneto, Il Piccolo, L’eco di Bergamo, La Nazione, La Nuova Venezia, La Provincia di Como, La Provincia di Lecco, La Provincia di Sondrio, La Tribuna di Treviso.

Tra le riviste presenti invece figurano: Corriere Braille, Corriere dei Ciechi, Gennariello, Il Progresso, Kaleidos, Uiciechi.it e Voce Nostra.

smartnationEdicola in Voce, Alexa legge i giornali agli utenti ciechi e ipovedenti
Vai all'articolo

La piattaforma digitale Prenoto Salute di Regione Liguria si allarga agli esami di laboratorio

No comments

La piattaforma digitale Prenoto Salute di Regione Liguria, gestita da Liguria Digitale, si amplia e inserisce anche gli esami di laboratorio: dopo gli esami radiografici e la diagnostica per immagini, oltre alle visite specialistiche, il portale regionale che consente la prenotazione delle prestazioni sanitarie si allarga agli esami di laboratorio, come per esempio le analisi.

I cittadini della Regione Liguria potranno così prenotare anche online queste prestazioni oltre ad utilizzare i canali tradizionali.

In totale la piattaforma permetterà di prenotare oltre 1.300 prestazioni sanitarie tutti i giorni, compresi i festivi, a tutte le ore: proprio la disponibilità del servizio è uno dei fattori di successo del servizio considerando che le prenotazioni al di fuori dell’orario di operatività del CUP sono state circa il 33% del totale.

Dal 29 luglio sono state prenotate circa 21.000 prestazioni su Prenoto Salute: la fascia anagrafica dei cittadini che ha utilizzato maggiormente il servizio è quella che va dai 50 ai 60 anni con 4.584 prenotazioni effettuate.

La nuova opportunità prenderà il via formalmente dalle ore 12 di mercoledì 30 novembre 2022.

Smart NationLa piattaforma digitale Prenoto Salute di Regione Liguria si allarga agli esami di laboratorio
Vai all'articolo

Il supercomputer Leonardo è operativo al Tecnopolo di Bologna

No comments

Al Tecnopolo di Bologna è stato inaugurato Leonardo, il supercomputer quarto al mondo per velocità e potenza di calcolo in grado di eseguire oltre un miliardo di miliardi di operazioni al secondo.

Il supercomputer è stato installato negli scorsi mesi in 155 rack realizzati allo scopo ed è al servizio della ricerca in diversi ambiti in cui la capacità di elaborazione è un fattore prioritario: dalla fisica all’astronomia passando per le scienze della Terra e la meteorologia ma con applicazioni che toccano anche medicina, fonti energetiche rinnovabili e genomica.

Insieme al gemello Lumi, situato in Finlandia, Leonardo rappresenta la punta di diamante per l’Europa che ambisce così a divenire una delle potenze internazionali del calcolo insieme a Stati uniti, con il supercomputer Frontier, e Giappone, con il supercomputer Riken.

Leonardo è gestito dal Cineca ed è finanziato per metà dalla UE e per la restante parte dal Ministero per l’Università e la Ricerca, dall’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (Infn) e dalla Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati (Sissa): un contributo significativo viene anche dalla Regione Emilia-Romagna che ha permesso, tramite idonei investimenti, di attrezzare il Tecnopolo al fine di farlo diventare un centro nazionale di supercalcolo.

Maggiori informazioni nella pagina dedicata di Cineca e nel comunicato del Comune di Bologna.

Smart NationIl supercomputer Leonardo è operativo al Tecnopolo di Bologna
Vai all'articolo