Forum PA, cresce la digitalizzazione dei Comuni italiani

No comments

Nell’ultimo anno è cresciuta la digitalizzazione dei Comuni italiani: in particolare sono 49 i Comuni capoluogo digitalmente maturi che superano il tetto dei 35 individuati nel 2020, un balzo in avanti di 14 città in più.

Il risultato, presente nell’indagine denominata Indagine sulla maturità digitale dei Comuni capoluogo e realizzata da FPA in occasione dell’evento ForumPA 2021, delinea un quadro più rassicurante in termini di trasformazione digitale degli Enti locali anche se il quadro delle città italiane digitalmente più mature si concentrano specialmente nelle regioni del Nord Italia quasi a testimoniare un doppio passo di marcia nel percorso di digitalizzazione che interessa il Paese.

I miglioramenti più significativi riguardano l’offerta di servizi digitali e la comunicazione coi cittadini attraverso i canali social mentre risulta da migliorare l’uso degli open data e l’integrazione con le piattaforme abilitanti.

Su 110 Comuni italiani capoluogo analizzati, le 49 città mature digitalmente si dividono in fasce a seconda dei risultati raggiunti.

Nella prima fascia compaiono 7 Comuni che hanno registrato performance ottimali nei tre indici parametrici considerati: Bologna, Firenze, Milano, Roma, Modena, Pisa e Cesena.

Nella seconda fascia ci sono 39 Comuni che hanno segnato performance almeno sufficienti nei tre indici analizzati e alte in almeno uno di questi ossia: Aosta, Arezzo, Bari, Bergamo, Bolzano, Brescia, Cagliari, Campobasso, Catania, Cremona, Cuneo, Ferrara, Forlì, Genova, La Spezia, Lecce, Lecco, Livorno, Lodi, Lucca, Matera, Monza, Napoli, Padova, Palermo, Parma, Pavia, Prato, Ravenna, Reggio Emilia, Rimini, Siena, Torino, Trento, Treviso, Venezia, Vercelli, Verona, Vicenza.

Nella terza fascia compaiono 3 città che hanno registrato performance basse in un indice e alte nei restanti due e sono: Asti, Caltanissetta e Piacenza.

Maggiori dettagli nel comunicato di ForumPA.

Smart NationForum PA, cresce la digitalizzazione dei Comuni italiani
Vai all'articolo

SPID, il Comune di Lissone eroga l’identità digitale ai cittadini

No comments

Il Comune di Lissone da oggi ufficialmente fornisce la possibilità a tutti i propri cittadini maggiorenni di richiedere su appuntamento il rilascio delle credenziali SPID, l’identità digitale ormai indispensabile per accedere agevolmente ai servizi digitali erogati dalla Pubblica Amministrazione centrale e locale.

Tramite uno sportello dedicato appartenente ai servizi demografici, Lissone è il primo Comune in Brianza a rendere operativa una procedura che molti residenti troveranno sicuramente molto comoda: il Comune del resto è da sempre il luogo principe per ottenere certificazioni e documenti d’identità, almeno fintanto che non verrà compiuta la piena dematerializzazione.

Il rilascio delle credenziali SPID, che avviene gratuitamente, garantisce la fruibilità dei servizi online che non saranno più accessibili con le vecchie credenziali assegnate dal Comune in precedenza.

L’attenzione verso i servizi digitali da parte del Comune di Lissone è massima: nell’ultimo anno è quadruplicato il numero di certificati erogati in formato digitale e sono stati attivati nuovi servizi fra cui l’implementazione del circuito PagoPA e la sincronizzazione di alcuni servizi digitali comunali con l’app IO.

Maggiori dettagli nella pagina dedicata del Comune.

Smart NationSPID, il Comune di Lissone eroga l’identità digitale ai cittadini
Vai all'articolo

Amazon Prime Day, è l’ora delle offerte speciali di Amazon

No comments

Torna il consueto appuntamento estivo con le offerte speciali che Amazon lancia in occasione del proprio Amazon Prime Day, la giornata dedicata alle scontistiche su un ampio ventaglio di prodotti.

Il Prime Day in realtà dura due giorni: oggi e domani infatti è possibile acquistare moltissimi prodotti su Amazon a prezzi particolarmente convenienti.

Ogni anno, durante il periodo estivo, clienti del servizio Amazon Prime di Amazon possono beneficiare di varie promozioni con sconti veramente significativi, anche superiori al 50%.

In tutti i settori merceologici che Amazon copre con il proprio catalogo è possibile attingere a svariate offerte che si concentrano, prevalentemente, in tre grandi categorie: le offerte del giorno, i Best Deals e le offerte lampo.

Fruire di queste promozioni è semplice, basta tenere sotto controllo i prodotti visitando la pagina dedicata alle offerte di Amazon Prime Day oppure automaticamente tramite tool come Amazon Assistant che è in grado di inviare notifiche direttamente sul proprio browser.

Anche l’app di Amazon consente di monitorare la situazione e ricevere notifiche in tempo reale sullo stato delle offerte.

Smart NationAmazon Prime Day, è l’ora delle offerte speciali di Amazon
Vai all'articolo

Roma, in progettazione un nuovo hub dedicato all’innovazione e alla tecnologia

No comments

La Giunta Regionale del Lazio ha approvato un provvedimento che avvia la verifica di fattibilità per la realizzazione di un hub dedicato all’innovazione e alla tecnologia accanto alla Stazione Termini, all’interno dei locali di Palazzo Clementino.

L’hub, che nelle intenzioni dovrebbe misurare una superficie di 2.500mq, ha come obiettivo il consolidamento delle attività di sviluppo delle PMI del territorio tramite erogazione di servizi innovativi per le imprese da parte del sistema degli Spazi Attivi regionali.

L’immobile, di proprietà dell’Azienda Pubblica di Servizi alla Persona (Asp) Istituto San Michele, è stato scelto per la sua collocazione strategica ma anche per la sua idoneità al recupero e riuso dei locali che verranno studiati e riconfigurati grazie alla collaborazione con Lazio Innova incaricata di gestire l’hub e l’offerta dei servizi al territorio.

L’obiettivo è ovviamente quello di rendere Roma e il suo territorio un polo sempre più attrattivo di talenti e nuova imprenditoria.

Maggiori dettagli nel comunicato stampa della Giunta Regionale del Lazio.

Smart NationRoma, in progettazione un nuovo hub dedicato all’innovazione e alla tecnologia
Vai all'articolo

Open Library, la piattaforma digitale di Enit dedicata alle fotografie dell’Italia

No comments

Enit ha lanciato Open Library un progetto che nasce per ospitare il più ampio numero possibile di fotografie che raccontano l’Italia e renderle gratuitamente accessibili a tutti: un vero e proprio archivio fotografico che intende classificare le bellezze d’Italia ma anche coinvolgere gli utenti.

Il progetto muove i suoi passi da una precedente esperienza realizzata da Apt Servizi Emilia Romagna a valle del suo database fotografico, che ha riscosso un buon successo liberando sul web il capitale naturale, storico e architettonico per immagini dell’Emilia Romagna: sono state infatti caricate oltre 23.000 immagini.

Il materiale è stato raccolto grazie a numerose edizioni di Wiki Loves Monuments, edizione italiana del celebre contest fotografico mondiale dedicato ai monumenti che coinvolge i cittadini nel realizzate fotografie distribuite con licenza Creative Commons per documentare i luoghi più belli del territorio nazionale.

Omologamente a questa esperienza, Enit ha deciso di replicarne il successo su scala nazionale.

I contenuti del portale di Enit, incentivati anche dalla collaborazione con le Regioni italiane, sono liberamente scaricabili e anche parzialmente manipolabili in modo semplice e veloce: le foto sono geotaggabili, in modo da poterle contestualizzare con la località a cui corrispondono, e ovviamente sono ricercabili non solo per località ma anche per i parametri fondamentali come titolo, autore, classificazione ed eventuali altri metadati che possono essere inclusi. Le foto presenti su Enit sono distribuite sotto la licenza Creative Commons che definisce precise condizioni di utilizzo scelte dall’autore del contenuto.

Smart NationOpen Library, la piattaforma digitale di Enit dedicata alle fotografie dell’Italia
Vai all'articolo

e-Leo, la Biblioteca Leonardiana lancia la nuova piattaforma digitale dedicata a Leonardo da Vinci

No comments

Il Comune di Vinci e la Biblioteca Leonardiana hanno presentato la nuova versione di e-Leo, la piattaforma digitale che permette di vedere online il patrimonio di manoscritti e disegni di Leonardo.

Accessibile da pc, tablet o smartphone, questo archivio digitale rappresenta il più grande contenitore sulle opere di Leonardo da Vinci raccolto dal centro di ricerca e documentazione per gli studi leonardiani gestito dal Comune.

e-Leo è un progetto che affonda le sue radici nel lontano 2004, quando è nato, ed è stato portato faticosamente online nel 2007: da allora è l’unico archivio online quasi integrale del lascito leonardiano che è stato progressivamente arricchito di nuove opere a disposizione degli utenti di tutto il mondo.

La Biblioteca Leonardiana infatti raccoglie il corpus di tutte le opere di Leonardo da Vinci a partire dalla prima edizione del Trattato della pittura del 1651: in totale si parla di circa 4.100 fogli, 22 codici manoscritti e tre raccolte quali il Codice Atlantico alla Biblioteca Ambrosiana di Milano, i circa 600 disegni della Royal Library di Windsor e il Codice Arundel alla British Library.

Smart Natione-Leo, la Biblioteca Leonardiana lancia la nuova piattaforma digitale dedicata a Leonardo da Vinci
Vai all'articolo

Green Pass, via libera alla piattaforma online

No comments

Tutto è pronto per consentire ai cittadini italiani di ottenere il Green Pass, il certificato digitale che attesterà l’avvenuta vaccinazione, la guarigione oppure il risultato negativo a un test per il COVID-19: oggi è stato infatti firmato il Decreto che ne disciplina il funzionamento.

Il Green Pass è previsto sia in forma elettronica che in forma cartacea ma verrà emesso dalla piattaforma nazionale del Ministero della Salute sottoforma di QR Code che permette agli operatori accreditati di verificarne l’autenticità.

Il Green Pass è impiegabile effettivamente dal prossimo primo luglio per viaggiare in tutta l’Unione Europea senza restrizioni come la quarantena.

Per ottenere il Green Pass è sufficiente autenticarsi sul sito dedicato del Governo tramite un’identità digitale, quindi tramite SPID o la CIE: in alternativa si possono usare la tessera sanitaria o un documento di identità seguendo le istruzioni.

Sulla base della condizione dell’individuo, se quindi è vaccinato, guarito o semplicemente in possesso dell’esito di un tampone molecolare o antigenico, è possibile ricevere il rilascio della certificazione: chiaramente coloro che sono vaccinati avranno in automatico accesso al Green Pass senza dover inserire alcun dato.

In alternativa è possibile recuperare il Green Pass attraverso il Fascicolo Sanitario Elettronico messo a disposizione dalle diverse regioni o tramite le app governative IO oppure Immuni che sono già state predisposte allo scopo.

Per tutti coloro che non dispongono degli strumenti digitali sarà possibile inoltrare la richiesta al proprio medico di medicina generale o al farmacista: in questo caso il Green Pass sarà rilasciato in cartaceo.

Smart NationGreen Pass, via libera alla piattaforma online
Vai all'articolo

Nasce il primo Innovation Lab di Sisal

No comments

Sisal lancia ufficialmente il suo primo Innovation Lab, un centro tecnologico di eccellenza che ha lo scopo di offrire a giovani esperti di digitale strumenti e opportunità per crescere e sviluppare nuove idee contaminate dalla collaborazione.

La sede del laboratorio dedicato all’innovazione è presso la Fondazione Agnelli di Torino e punta a raccogliere persone talentuose per approfondire nuove iniziative nel campo dell’intelligenza artificiale e della trasformazione digitale: tra queste l’implementazione dell’intelligenza artificiale applicata nel Gioco Responsabile che è un caposaldo della strategia di sostenibilità di Sisal.

Nella pratica il nuovo polo provvederà a valorizzare i talenti concentrandosi sulla sperimentazione e sulla ricerca per far progredire Sisal nell’ambito digitale in un gioco di formazione di giovani professionisti e di attrazione di nuove competenze.

Maggiori dettagli nel comunicato stampa di Sisal.

Smart NationNasce il primo Innovation Lab di Sisal
Vai all'articolo

TIM sigla con Cisco un accordo per lo sviluppo delle attività cloud desintate a imprese e PA

No comments

Cisco e TIM, tramite la controllata Noovle che si occupa delle attività cloud del gruppo, hanno raggiunto un accordo per dare il via ad un percorso condiviso che porti alla realizzazione di infrastrutture cloud avanzate in grado di contribuire alla trasformazione digitale delle imprese e della PA.

La collaborazione porterà in dote, da parte di ciascun afferente, le rispettive tecnologie e capacità in materia come per esempio l’accesso alle risorse messe a disposizione da Cisco con il suo Co-Innovation Center di Milano dedicato alla Cyber Security e alla Data Privacy.

Il primo traguardo dell’alleanza mira ad elaborare soluzioni per la cloud security di ultima generazione e per il perseguimento della sovranità dei dati, ossia la digital sovereignty, così come previsto dalle politiche sui dati del progetto di infrastruttura europea Gaia-X.

Maggiori informazioni nel comunicato stampa di TIM.

Smart NationTIM sigla con Cisco un accordo per lo sviluppo delle attività cloud desintate a imprese e PA
Vai all'articolo

LV8, l’app di Fondazione Vodafone dedicata ai NEET per sviluppare competenze digitali

No comments

Si chiama LV8, acronimo per Level8, ed è la nuova applicazione che Fondazione Vodafone Italia ha lanciato per incentivare la formazione digitale dei NEET, ossia i giovani che non studiano e non lavorano.

Il termine NEET, Not in Education, Employment or Training, è ormai molto conosciuto in una società che ha un tasso di disoccupazione giovanile e di abbandono dei percorsi formativi drammaticamente alto: l’Italia, fra l’altro, è il primo Paese in Europa per incidenza di questo fenomeno che, solo nel 2020, ha interessato oltre 2 milioni di ragazzi.

Per questo motivo Fondazione Vodafone ha deciso di puntare su un learning game che permette, attraverso l’esperienza videoludica, di sviluppare competenze digitali: 8 crescenti livelli di difficoltà permette al giovane utilizzatore di confrontarsi con percorsi formativi che riguardano nuove tecnologie, come per esempio la blockchain, e arricchire così il proprio bagaglio culturale utile per la propria carriera formativa e lavorativa.

L’app LV8 si inserisce in un filone di applicazioni lanciate da Fondazione Vodafone Italia per supportare diversi temi e ambiti di interesse sociale: precedentemente infatti era stata creata l’applicazione Dreamlab, per la ricerca contro il COVID-19 e il cancro, e Bright Sky per contrastare la violenza contro le donne.

Maggiori dettagli nel sito dedicato dell’applicazione.

Smart NationLV8, l’app di Fondazione Vodafone dedicata ai NEET per sviluppare competenze digitali
Vai all'articolo