TalkBack, la tastiera virtuale di Google per gli ipovedenti

No comments

Google migliora le opportunità a disposizione degli ipovedenti che vogliono utilizzare le potenzialità dello smartphone: gli utenti Android con disabilità visive infatti ora possono sfruttare una tastiera virtuale braille che consente di scrivere senza bisogno di usare una tastiera fisica dedicata.

L’innovazione risponde al nome di TalkBack ed è stata messa a punto da Google insieme a sviluppatori braille e a utenti perché risulti particolarmente intuitiva per chi ha già digitato usando il braille.

Grazie a questa nuova tastiera gli ipovedenti possono scrivere sul telefono senza alcun hardware aggiuntivo e quindi sfruttare tutte le potenzialità delle nuove tecnologie come pubblicare sui social media, rispondere a un messaggio o scrivere una breve e-mail.

TalkBack dispone di un layout standard a 6 tasti che, tramite digitazione contemporanea o singola, permettono una serie di combinazioni utili a rappresentare tutte le lettere dell’alfabeto.

Ad ora la rivoluzionaria tastiera è disponibile solo in inglese ed è corredata da un tutorial per fare pratica oltre ad una sezione online dedicata.

Smart NationTalkBack, la tastiera virtuale di Google per gli ipovedenti
Vai all'articolo

Google Maps introduce i percorsi accessibili per i disabili

No comments

Google Maps diventa sempre più un alleato prezioso per tutti coloro che hanno difficoltà motorie o sono affetti da disabilità.

Avevamo già segnalato la possibilità di trovare facilmente i luoghi accessibili sull’applicazione di Google.

Con l’annuncio appena effettuato sul blog ufficiale però, Google Maps raddoppia e integra ora la possibilità di mostrare anche i percorsi più agevoli per coloro che hanno difficoltà a muoversi a causa, per esempio, della presenza di barriere architettoniche.

Google Maps aiuta tutti coloro che sono costretti alla sedia a rotelle

La nuova funzionalità risolve il problema di tutti coloro che non riescono facilmente a trovare percorsi che siano davvero accessibili come per chi è costretto all’uso di una sedia a rotelle.

E’ sufficiente cliccare sulle indicazioni che consentono di generare un percorso, quindi scegliere il trasporto pubblico e trovare nelle opzioni sotto alla scelta dei percorsi la modalità per coloro che devono utilizzare una sedia a rotelle.

Effettuata la scelta, Google Maps mostrerà tutti i percorsi idonei alle persone affette da difficoltà motorie.

La nuova funzione è disponibile per diversi centri metropolitani del mondo: le prime città coperte sono Londra, New York, Tokyo, Città del Messico, Boston e Sydney ma verranno progressivamente aumentate anche in funzione della collaborazione degli utenti.

Per contribuire all’espansione del servizio, si può agevolare la crescita del database inserendo informazioni relativamente all’accessibilità dei luoghi.

Per accedere alla funzione

Smart NationGoogle Maps introduce i percorsi accessibili per i disabili
Vai all'articolo