E-health, al via a Novara un progetto di telemedicina in ambito riabilitativo supportato da Google

No comments

Ha preso il via, presso l’Ospedale Maggiore di Novara, un progetto di telemedicina in ambito riabilitativo nel perimetro delle attività del Dipartimento di scienze della salute dell’Università del Piemonte Orientale.

La particolarità del progetto, al netto dell’innovazione intrinseca che ha l’approccio adottato anche in relazione alle difficoltà dovute al COVID-19 nell’erogazione delle prestazioni sanitarie, risiede nel coinvolgimento di Google come partner dell’iniziativa.

Il progetto ha notevoli potenzialità non solo legate alle televisite o al teleconsulto ma anche ai possibili sviluppi nella parte di formazione, raccolta dati e armonizzazione delle procedure con il conseguente snellimento dei percorsi sanitari e una migliore e più completa interazione tra medico e paziente.

L’intervento di Google riguarda soprattutto l’impiego della sua sezione dedicata all’e-health che consente un supporto tecnologicamente avanzatissimo che potrà impattare positivamente anche altre attività in ambito ospedaliero.

Tra le caratteristiche imprescindibili dell’iniziativa c’è la massima attenzione alla tutela della privacy del paziente.

Smart NationE-health, al via a Novara un progetto di telemedicina in ambito riabilitativo supportato da Google
Vai all'articolo

A Limbiate è attiva la fibra ottica di Open Fiber

No comments

Limbiate, importante comune della Provincia di Monza e Brianza, può ufficialmente definirsi comune virtuoso in fatto di connettività: grazie all’impegno di Open Fiber, la società partecipata da Enel che ha la missione di creare un’infrastruttura pubblica in fibra ottica sul territorio nazionale, la cittadina brianzola è raggiunta dall’infrastruttura a banda ultra larga che collega le prime unità immobiliari.

Il primo lotto di 4mila case della città può beneficiare dei servizi dei provider che hanno scelto di fruire della nuova infrastruttura di rete a banda ultra larga di Open Fiber: Tiscali e Vodafone sono le prime aziende a commercializzare i propri servizi, conuna velocità di connessione fino a 1 Gigabit al secondo, per cittadini e aziende.

Il completamento del cablaggio avverrà con il raggiungimento, secondo il progetto di espansione, di circa 11mila unità immobiliari e 6mila chilometri di cavi in fibra ottica depositati in nuovi scavi e recuperando le vecchie installazioni. La rete di Open Fiber è uno dei requisiti indispensabili per l’evoluzione tecnologica dei territori urbani assicurando performance non raggiungibili con le attuali reti in rame o miste fibra-rame.

Numerosi infatti sono i servizi evoluti possibili con la nuova infrastruttura in fibra ottica come i servizi digitali e di intrattenimento basati sullo streaming delle informazioni, l’Internet of Things, l’e-health, il cloud computing ma anche i servizi evoluti per la Pubblica Amministrazione come le applicazioni smart city inerenti alla mobilità sostenibile, il controllo elettronico degli accessi, il monitoraggio ambientale, la gestione dell’illuminazione pubblica e la digitalizzazione dei servizi per il turismo.

Smart NationA Limbiate è attiva la fibra ottica di Open Fiber
Vai all'articolo

Progetto Gemma, in Umbria parte un innovativo programma di alfabetizzazione digitale

No comments

In Umbria prende il via il Progetto Gemma, un’iniziativa nata nell’ambito del programma #OpenUmbria e finalizzata all’alfabetizzazione digitale della popolazione grazie alla collaborazione di diverse realtà raccolte in un partenariato di enti pubblici e privati.

Lanciata con la tagline “#Gemma, il sapere è prezioso”, l’iniziativa nasce dalle esperienze e dalle migliori pratiche sviluppate in 11 anni di corsi gratuiti di informatica e di lingue straniere organizzate all’interno del Comune di Perugia che hanno permesso di consolidare questa nuova esperienza consistente nell’erogazione di pillole di sapere digitale e attività di animazione del tutto gratuite ed in grado di migliore la vita dei cittadini.

L’attività viene svolta in otto sedi del progetto che coincidono con la rete degli sportelli DigiPASS realizzati da Regione Umbria nell’ambito dell’Agenda Digitale regionale per contribuire all’alfabetizzazione digitale della popolazione: al loro interno è stato organizzato un servizio di assistenza digitale gratuita con la realizzazione di oltre 60 laboratori di animazione alla scoperta del mondo digitale.

L’iniziativa è programmata per durare nei prossimi 18 mesi con la calendarizzazione di oltre 350 incontri, della durata di 4 ore ciascuno, che ruotano attorno all’accrescimento delle competenze digitali di base e ai servizi della Pubblica Amministrazione come per esempio i servizi anagrafici online o i servizi di e-health.

Il programma completo è disponibile nell’apposita sezione del sito dell’iniziativa.

Per partecipare è sufficiente iscriversi attraverso il sito ufficiale di Progetto Gemma o presentarsi agli incontri inaugurali.

L’iniziativa è finanziata con le risorse del POR-FSE 2014-2020 e raccoglie il Comune di Montone (soggetto capofila), Anci Umbria, Comune di Spello, Comune di Giano dell’Umbria, Fondazione Golinelli, Ic Togiano-Bettona, Liceo Properzio Assisi e Giove In Formatica Srl.

I Comuni coinvolti, rappresentativi di sei zone sociali, a partire da Montone (zona 1). Gli altri territori coinvolti sono Umbertide (1) Torgiano (2), Assisi(3), Deruta (4), Spello (8), Spoleto e Giano dell’Umbria (9).

Smart NationProgetto Gemma, in Umbria parte un innovativo programma di alfabetizzazione digitale
Vai all'articolo