Il CIO ufficializza il carattere sportivo agonistico dei videogiochi competitivi

No comments

I videogiochi possono essere reputati attività sportiva a tutti gli effetti e, in presenza di un elemento competitivo, devono essere elevati a discipline agonistiche vere e proprie.

A sostenerlo, per la prima volta e in modo ufficiale, è il CIO ossia il Comitato Olimpico Internazionale.

L’apertura, improvvisa e inaspettata, si è avuta dopo il recente summit tenutosi a Losanna ed è stata ratificata da un apposito comunicato.

Nello specifico l’attività videoludica oggetto del riconoscimento del CIO è quella identificata nei cosiddetti e-sport, ovvero dei videogiochi che per loro caratteristiche intrinseche e per il modo in cui vengono affrontati si prestano ad essere accostati agli sport tradizionali.

Del resto i videogiocatori si preparano e si allenano con un’intensità che può essere paragonata a quella degli atleti delle discipline tradizionali.

Il fenomeno degli e-sport ha radici piuttosto lontane e deriva principalmente dall’influenza che ha da sempre avuto il settore videoludico in estremo oriente (Corea in primis) e nei paesi nordici (Svezia, Finlandia, Norvegia e Danimarca).

In queste nazioni infatti già dalla fine degli anni ’90 e con la diffusione della modalità multigiocatore è stato possibile permettere il confronto fra più videogiocatori che ha portato alla creazione di eventi spettacolari con premi in denaro per il vincitore e un’elevata celebrità.

Anche in Italia il fenomeno si è diffuso, ma molto più lentamente e con una cassa di risonanza assai più ristretta e solo fra gli addetti ai lavori: i primi eventi di una certa rilevanza si sono osservati solo negli ultimi anni dopo una gestazione di oltre un decennio.

Regole equiparate agli altri sport per il riconoscimento olimpico

Per essere pienamente riconosciuti come sport gli e-sport dovranno rispettare i valori olimpici e dotarsi di strutture per i controlli antidoping e la repressione di fenomeni come le scommesse.

I videogiochi classificati come e-sport saranno inclusi nei Giochi Asiatici del 2018 in Indonesia: sembra che sia la strada buona verso una loro introduzione nelle Olimpiadi.

Smart NationIl CIO ufficializza il carattere sportivo agonistico dei videogiochi competitivi
Vai all'articolo