A Chiavari l’educazione stradale incontra il digitale

No comments

L’apprendimento dell’educazione stradale può essere effettuato anche con l’uso di alta tecnologia e, forse, si tratta del metodo più interessante e potenzialmente efficiente per stimolare l’attenzione e la memorizzazione dei destinatari della formazione.

A Chiavari gli studenti delle terze e delle quarte dell’Istituto Caboto hanno iniziato una serie di incontri, assistiti dagli esperti dell’Autoscuola Tigullio, per imparare in modo pratico e facilmente accessibile i pericoli derivanti da una condotta su strada non responsabile, come la guida spericolata o influenzata dall’uso di alcool e droghe.

La tecnologia in aiuto dell’educazione stradale

Grazie all’impiego di speciali visori per la realtà virtuale e relativa applicazione, gli studenti potranno vivere, con una buona approssimazione, esperienze altrimenti esclusivamente raccontabili.

La realtà virtuale infatti permette di elevare l’insegnamento ad un livello superiore, passando da una semplice somministrazione di norme ad un vero e proprio laboratorio formativo esperienziale.

L’esperienza a cui sono sottoposti gli studenti è organizzata in sei lezioni e culmina con un quiz finale.

Smart NationA Chiavari l’educazione stradale incontra il digitale
Vai all'articolo