Al via il bando per la rete di Poli europei di innovazione digitale

No comments

Ha inizio ufficialmente da oggi, fino al 24 settembre 2020, la procedura di preselezione nazionale per l’istituzione della rete europea di Poli europei di innovazione digitale.

L’iniziativa si muove nel contesto del Programma Europa Digitale che punta a sostenere la trasformazione digitale delle società e delle economie europee tramite la costruzione di una rete di Poli di innovazione digitale (noti come European Digital Innovation Hubs o EDIHs) che dovranno accompagnare la transizione digitale dell’industria, delle PMI e anche della PA tramite l’adozione delle tecnologie abilitanti fra cui l’intelligenza artificiale, il calcolo ad alte prestazioni e la cybersecurity.

Alla preselezione nazionale seguirà una gara ristretta gestita dalla Commissione europea, cui saranno invitati i candidati presentati dagli Stati membri, la cui posta consiste in un co-finanziamento per la copertura dei costi ammissibili anche fino al 100%.

Maggiori informazioni sul comunicato del sito del MISE.

Smart NationAl via il bando per la rete di Poli europei di innovazione digitale
Vai all'articolo

Digital Europe, la Commissione lancia la consultazione sul futuro degli investimenti europei nel digitale

No comments

L’Europa continua il proprio sforzo per la creazione di un mercato unico digitale e la diffusione della cultura digitale al fine di colmare il gap relativo alle competenze digitali degli abitanti dell’Unione: per farlo, dopo i principali provvedimenti normativi come il Regolamento (UE) 2016/679 sulla protezione dei dati personali, la Direttiva (UE) 2016/1148 “NIS” e il Regolamento (UE) 2019/881, la Commissione ha avviato una consultazione sull’orientamento del prossimo programma UE per l’Europa digitale.

Il Digital Europe, questo il nome del programma quinquiennale dal 2021 al 2027, prevede la pianificazione degli investimenti in tecnologie digitali per migliorare la competitività dell’Europa nell’economia digitale globale.

Digital Europe destinerà 9,2 miliardi di Euro per la diffusione di tecnologie digitali innovative in cinque pilastri: supercalcolo, artificiale intelligenza, sicurezza informatica e competenze digitali avanzate.

Per raccogliere input dai principali portatori di interessi, la UE ha avviato una consultazione on line fino al 25 ottobre a cui possono partecipare cittadini, associazioni, ONG, PMI e grandi aziende, pubbliche amministrazioni a tutti i livelli e organizzazioni di ricerca e università.

Le informazioni raccolte permetteranno alla Commissione di orientare la progettazione per l’Europa digitale e in particolare per i primi due anni del programma (2021-2022).

Per partecipare è sufficiente cliccare qui.

Smart NationDigital Europe, la Commissione lancia la consultazione sul futuro degli investimenti europei nel digitale
Vai all'articolo