FacilitiaMO, il Comune di Modena lancia un percorso formativo per facilitatori digitali

No comments

Il Comune di Modena ha lanciato ufficialmente FacilitiaMO, un percorso di formazione destinato a facilitatori digitali che, tramite un ciclo di seminari gratuiti, potranno quindi approfondire tematiche legate ai servizi digitali pubblici e quindi premurarsi di diffonderle.

Le competenze acquisite tramite il percorso formativo mirano a semplificare il rapporto con i servizi informatici della Pubblica Amministrazione e in particolare del Comune di Modena: fra gli argomenti affrontanti vi è lo SPID e la sua attivazione, l’utilizzo dell’identità digitale, la registrazione di una PEC e come questa sia utile, l’installazione e l’uso dell’app IO, cos’è e come si utilizza il Fascicolo Sanitario Elettronico, quali sono i servizi digitali erogati dal Comune di Modena e molto altro.

Fra gli argomenti trasversali affrontati vi sono poi i diritti e doveri online e i rischi per la privacy e la propria identità durante l’utilizzo delle risorse disponibili in rete.

Il percorso di rivolge espressamente a coloro che, tramite la propria conoscenza, vogliono aiutare amici, colleghi e chiunque abbia necessità di impiegare i servizi digitali della Pubblica Amministrazione.

Al termine del corso verrà rilasciato un attestato che certifica la capacità divulgativa del partecipante in termini di facilitazione digitale

Maggiori dettagli nel comunicato del Comune di Modena.

Smart NationFacilitiaMO, il Comune di Modena lancia un percorso formativo per facilitatori digitali
Vai all'articolo

Il Comune di Modena promuove l’avvio di nuovi corsi di informatica e facilitazione digitale

No comments

Il Comune di Modena promuove l’avvio di nuovi corsi di informatica e facilitazione digitale realizzati dalla collaborazione fra ANCeSCAO e la rete Net Garage di Modena.

I corsi, in partenza dal 12 Settembre, rientrano nella logica di offrire alla comunità, in particolare quella over 60, una nuova modalità di incontro e aggregazione in cui diffondere la conoscenza delle nuove tecnologie.

L’iniziativa sfrutta le sedi Net Garage dislocate nella città di Modena per avvicinare i meno esperti all’uso del pc, dello smartphone o del tablet.

Grazie al consolidamento della collaborazione con il Comitato Anziani e Orti S. Agnese – S. Damaso la popolazione più anziana iscritta ad ANCeSCAO può trovare in questa nuova opportunità uno strumento importante per coadiuvare la trasformazione digitale del Paese.

I nuovi corsi di informatica assistita, facilitazione digitale e utilizzo base del pc sono in partenza alla sede Le Torri di Via Viterbo.

Maggiori informazioni nel comunicato del sito del Comune di Modena.

Smart NationIl Comune di Modena promuove l’avvio di nuovi corsi di informatica e facilitazione digitale
Vai all'articolo

Il Comune di Santarcangelo di Romagna lancia uno sportello di facilitazione digitale

No comments

Si chiama Help Desk Digitale ed è il nuovo servizio di facilitazione digitale proposto dal Comune di Santarcangelo di Romagna: si tratta di uno sportello fisico di supporto all’uso delle nuove tecnologie attivato su appuntamento presso lo Sportello al Cittadino con lo scopo di mettere i cittadini nella condizione di accedere ai servizi pubblici digitali in modo più agevole e progressivamente autonomo.

L’iniziativa è stata realizzata con le risorse del primo bando di Servizio civile digitale attivato in Italia a cui il Comune ha aderito lo scorso anno, unico Ente a farlo in tutta la provincia di Rimini, tramite il progetto denominato “Sportelli digitali, cittadini connessi”.

Lo sportello è gestito da una volontaria, operativa fino a maggio 2023, che offrirà un servizio di supporto in presenza all’uso dei servizi digitali pubblici dal lunedì al venerdì, dalle 8.30 alle 12.30, previa appuntamento ottenibile contattando il numero 0541 356353 oppure scrivendo a digitale(at)comune.santarcangelo.rn.it.

I temi affrontabili presso lo sportello di facilitazione digitale sono diversi e ruotano attorno all’attivazione dell’identità digitale SPID, l’ottenimento dei certificati digitali relativi all’anagrafe o le domande per le agevolazioni pubbliche.

Maggiori informazioni nel comunicato del Comune di Santarcangelo di Romagna.

Smart NationIl Comune di Santarcangelo di Romagna lancia uno sportello di facilitazione digitale
Vai all'articolo

Nonni Tecnologici, il Comune di Chieti punta sull’alfabetizzazione digitale per over 60

No comments

Il Comune di Chieti ha aderito alla possibilità di avviare un corso gratuito di alfabetizzazione digitale per contribuire a creare pari opportunità di accesso a informazioni.

Nonni Tecnologici, questo il nome del percorso formativo, è stato proposto nell’ambito associazionistico culturale con l’obiettivo di dare ai cittadini da 60 anni in su la possibilità di colmare il divario digitale per competenze possedute che possono ostacolare l’accesso al mondo della tecnologia e alle opportunità che offre.

Il corso è destinato a un massimo di 40 persone e prevede otto lezioni, della durata di un’ora e mezza, attraverso cui i partecipanti possano comprendere il mondo digitale e le sue multiformi evoluzioni acquisendo capacità di utilizzo dei dispositivi attraverso un linguaggio semplice ed esercizi pratici.

Semplicità e praticità sono due aspetti chiave per colmare il divario digitale che separa le generazioni dei cittadini residenti sul territorio teatino e perseguire una necessaria eguaglianza culturale digitale che determina una piena inclusione sociale degli individui con nuove prospettive di contatto e di socializzazione che incidono positivamente sulla qualità della vita e delle relazioni.

In coerenza con questa nuova iniziativa, verrà lanciato a breve anche uno sportello unico digitale per il cittadino tramite cui i residenti potranno interfacciarsi con i servizi erogati dall’Ente.

Maggiori informazioni nel comunicato del Comune di Chieti.

Smart NationNonni Tecnologici, il Comune di Chieti punta sull’alfabetizzazione digitale per over 60
Vai all'articolo

Il Comune di Bitonto attiva due sportelli di facilitazione digitale

No comments

Il Comune di Bitonto ha attivato presso la sede del Palazzo di Città nella sede dell’Ufficio di Piano alcuni sportelli di facilitazione digitale destinati ai cittadini.

Gli sportelli, presidiati dai volontari del Servizio Civile Digitale, sono a disposizione della popolazione per la registrazione delle credenziali SPID, l’identità digitale che permette ai cittadini di interagire con la Pubblica Amministrazione, e per il supporto nell’uso della tecnologia come per esempio l’accesso e l’uso della piattaforma Puglia Salute o ancora dello sportello telematico per i servizi online del Comune di Bitonto.

Fra i servizi erogati vi è il supporto per la compilazione di domande per ottenere contributi comunali in modalità digitale come il buono libro o caregiver ma anche per la procedura di scelta e revoca del medico curante, nonché per la richiesta di certificazioni anagrafiche sul portale dell’ANPR, ossia l’Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente.

Gli sportelli facilitazione digitale sono aperti dal lunedì al venerdì dalle ore 9.30 alle ore 12.30 e il giovedì pomeriggio dalle ore 16 alle ore 18: gli accessi avvengono solo su prenotazione ai numeri 0803716104 per lo sportello Palazzo di Città e 3371050649 per lo sportello all’Ufficio di Piano, quest’ultimo usabile anche tramite WhatsApp.

Contestualmente, nella sede del Servizio Demografico, è stata resa operativa una postazione per effettuare la prenotazione dell’appuntamento per il rilascio della CIE, ossia la carta d’identità elettronica, direttamente sulla piattaforma dedicata del Ministero dell’Interno: la postazione è attiva dalle ore 8.30 alle ore 11.30 dal lunedì al venerdì.

Maggiori dettagli nel comunicato del Comune di Bitonto.

Smart NationIl Comune di Bitonto attiva due sportelli di facilitazione digitale
Vai all'articolo

Regione Toscana punta sui facilitatori digitali per l’alfabetizzazione digitale dei cittadini

No comments

Nell’incontro “Toscana digitale: istruzioni per l’uso”, di cui abbiamo parlato, Regione Toscana traccia la linea strategica e punta sulle soluzioni per abbattere il divario digitale sviluppando le competenze digitali e le capacità di utilizzare al meglio la rete da parte di tutti coloro che vivono e lavorano in Toscana.

Anche grazie alle risorse del PNRR, Regione Toscana ha in programma di sviluppare azioni in favore della digitalizzazione degli anziani e dei soggetti fragili ma anche imprese e commercianti.

Stando alle statistiche rilasciate, circa l’80% dei cittadini della Toscana sono connessi ma solo il 31,7% interagisce online con la Pubblica Amministrazione nonostante solo il 38% della popolazione con più di 14 anni non ha mai utilizzato la rete per l’acquisto di beni e servizi da privati.

Per ovviare a questo dato e per consolidare il processo di trasformazione digitale in atto sul territorio, Regione Toscana punta sulla figura del facilitatore digitale, un nuovo profilo professionale accreditato da corsi di formazioni calendarizzati per novembre con l’obiettivo di creare esperti in grado di procedere all’alfabetizzazione digitale dei cittadini.

I facilitatori sono riuniti in due tipologie: i professionisti, che verranno impiegati negli sportelli aperti al pubblico, e i volontari, agganciati alle associazioni del terzo settore.

I facilitatori presiederanno i punti Paas, i Punti di accesso assistito ai servizi, avviati alcuni anni fa dalla Regione rendendoli centri di facilitazione digitale con l’obiettivo di ridurre le disuguaglianze generazionali esistenti nel rapporto con le piattaforme digitali.

Maggiori informazioni nel comunicato di Regione Toscana.

Smart NationRegione Toscana punta sui facilitatori digitali per l’alfabetizzazione digitale dei cittadini
Vai all'articolo

Regione Emilia-Romagna individua i primi sportelli di prossimità per la facilitazione digitale

No comments

Per facilitare l’uso dei servizi pubblici digitali e supportare le categorie più fragili dal punto di vista digitale Regione Emilia-Romagna ha iniziato il percorso di individuazione e organizzazione di particolari sportelli di prossimità da destinare alla facilitazione digitale.

Si tratta di 154 sedi presso 90 Comuni del territorio regionale in cui, tramite supporto e formazione rese dalle organizzazioni sindacali dei pensionati, possa venire offerta assistenza su SPID e sui temi della transizione digitale alla popolazione over 65 o comunque particolarmente resistente alla tecnologia.

L’attivazione della rete di sportelli ha richiesto la formazione di 303 operatori sindacali affinché fossero in grado di erogare supporto dedicato agli sportelli: l’obiettivo è la semplificazione all’uso di LepidaID, l’identità digitale offerta dall’identity provider di Regione Emilia-Romagna, ma anche dei servizi online.

La formazione resa agli operatori riguarda SPID ma anche il Fascicolo Sanitario Elettronico, l’app ER Salute, la app Io e PagoPA.

Tutte le sedi sindacali sono state rifornite di materiale informativo.

Maggiori dettagli nel comunicato di Regione Emilia-Romagna.

Smart NationRegione Emilia-Romagna individua i primi sportelli di prossimità per la facilitazione digitale
Vai all'articolo

Pane e Internet, il Comune di Pianoro avvia lo sportello digitale

No comments

Il Comune di Pianoro, insieme all’associazionismo locale, avvia uno sportello digitale appartenente alla rete Pane e Internet per favorire lo sviluppo delle competenze digitali e un pieno accesso alla società dell’informazione che è fortemente permeata dalle nuove tecnologie.

Lo sportello proporrà una serie di attività formative in coerenza con quanto effettuato dalla rete dei Comuni e delle Unioni di Comuni che hanno, a loro volta, avviato omologhi sportelli nei rispettivi territori: in ciascuno dei punti Pane e Internet si tengono periodicamente attività di formazione digitale e di facilitazione digitale destinate ai cittadini.

A causa del divario digitale che colpisce soprattutto le fasce più deboli della cittadinanza e quelle che, per ragioni anagrafiche, risultano incapaci di rapportarsi con successo con i servizi digitali, è sempre più importante fornire un supporto continuo nell’uso della tecnologia: anziani, fragili, stranieri e chiunque abbia necessità di ottenere un aiuto per sfruttare le opportunità offerte dal digitale possono prenotare un appuntamento in presenza chiamando il numero 051774654.

Smart NationPane e Internet, il Comune di Pianoro avvia lo sportello digitale
Vai all'articolo

Il Comune di Valdagno promuove il servizio di supporto digitale per i cittadini

No comments

Il Comune di Valdagno promuove il servizio di supporto digitale per i cittadini al fine di diffondere competenze digitali di base a tutti coloro in difficoltà nell’uso della tecnologia

All’interno del perimetro del progetto Avatar – Alto Vicentino Digitale e con la collaborazione della Biblioteca Civica Villa Valle e di Progetto Giovani Valdagno, il Comune è in grado di avviare una serie di attività gratuite sostegno informatico e di alfabetizzazione digitale.

Con la creazione di due punti di facilitazione digitale presso Progetto Giovani Valdagno, sede della Palestra Digitale allestita e attrezzata dal Comune di Valdagno con il progetto Avatar – Alto Vicentino Digitale, e presso la Biblioteca Civica Villa Valle: i punti sono aperti durante la settimana, ad orario variabile a seconda della stagione.

Presso le sedi è possibile richiede il rilascio di SPID, tramite l’Identity Provider Lepida, e imparare ad usare i principali servizi digitali della Pubblica Amministrazione come anche le funzioni basiche per interagire con la rete come la navigazione internet o l’utilizzo della posta elettronica.

A disposizioni dei cittadini ci sono alcune postazioni dotate di computer connessi a internet ed è possibile inoltre ottenere informazioni e aiuto su coding, hardware e software.

Maggiori informazioni nel comunicato del Comune di Valdagno.

Smart NationIl Comune di Valdagno promuove il servizio di supporto digitale per i cittadini
Vai all'articolo

Il Comune di Cagliari riapre lo sportello per supportare l’uso dei servizi digitali

No comments

Il Comune di Cagliari ha riaperto ufficialmente lo sportello per supportare i cittadini nell’utilizzo dei servizi digitali pubblici.

Lo sportello, di cui avevamo già parlato, consente alla cittadinanza del Comune di Cagliari di ottenere un aiuto efficace per imparare ad usare i servizi digitali messi a disposizione della comunità da parte dell’Ente: la difficoltà nell’uso delle nuove tecnologie impatta significativamente sulla loro efficacia in quanto servizi pubblici, pur pienamente funzionanti, sono del tutto inutili se non fruiti dalla popolazione.

L’iniziativa viene gestita direttamente da otto tecnici del personale del cantiere Lavoras distribuiti in tre sportelli cittadini: la formazione dei tecnici prevede la possibilità di supportare i cittadini su diversi argomenti fra cui l’attivazione dell’identità digitale SPID, l’uso della PEC, della CNS e del fascicolo sanitario elettronico oltre ovviamente a tutti i servizi online messi a disposizione dal Comune e delle altre Pubbliche Amministrazioni.

Gli sportelli sono aperti da lunedì a venerdì dalle ore 9 alle ore 12.30: oltre agli sportelli viene messo a disposizione anche un call center dedicato chiamando al numero 0706778000, dal lunedì al venerdì dalle ore 9:00 alle ore 13:00.

Maggiori dettagli nel comunicato del Comune di Cagliari.

smartnationIl Comune di Cagliari riapre lo sportello per supportare l’uso dei servizi digitali
Vai all'articolo