Ad Asti proseguono i lavori di Open Fiber per la rete in fibra ottica

No comments

Ad Asti i lavori di posa dell’infrastruttura in fibra ottica di Open Fiber in modalità FTTH continuano la propria espansione: ben 14mila unità abitative risultano già connesse con la copertura dei quartieri San Pietro, San Lazzaro, San Paolo, San Rocco, Don Bosco e Tanaro.

I quartieri di San Silvestro e Cattedrale sono in fase di copertura mentre in zona Santa Maria Nuova i lavori sono in ultimazione.

La rete, con un totale di circa 45km che collegano case e uffici in modalità FTTH, è frutto della convenzione con il Comune di Asti per raggiungere un totale di 28mila unità immobiliari e supportare la cosiddetta Gigabit Economy che necessita di larghezze di banda rilevanti.

Anche la pandemia ha ovviamente imposto una maggiore attenzione sulla fibra ottica come veicolo per rendere possibile il lavoro agile di migliaia di lavoratori e la fruizione da remoto di una serie risorse indispensabili per consentire il funzionamento dell’economia digitale.

Maggiori informazioni nel comunicato stampa di Open Fiber.

Smart NationAd Asti proseguono i lavori di Open Fiber per la rete in fibra ottica
Vai all'articolo

A Belluno partono i lavori di Open Fiber per la rete in fibra ottica

No comments

A Belluno prendono il via i cantieri di Open Fiber per la posa di una nuova rete in fibra ottica che collegherà cittadini, imprese ed Enti pubblici della città.

Con un piano che prevede la stesura di circa 160 chilometri di fibra ottica Open Fiber punta a connettere entro il 2022 ben 16mila unità immobiliari attraverso un’infrastruttura di rete veloce in modalità FTTH (Fiber To The Home) che porta la connettività locale a raggiungere la notevole velocità di 1Gb/s.

L’investimento, cumulativamente pari a 5 milioni di euro, permette al Comune di Belluno di aumentare il proprio potenziale tecnologico nel pieno rispetto della sostenibilità ambientale: un buon 80% del piano di sviluppo sarà eseguito mediante il riutilizzo di cavidotti e reti sotterranee o aeree già esistenti mentre il restante sarà realizzato tramite modalità di scavo a basso impatto ambientale.

Saranno 30 gli edifici di pubblico interesse interconnessi dalla nuova rete di Open Fiber.

Maggiori informazioni nel comunicato stampa dell’azienda.

Smart NationA Belluno partono i lavori di Open Fiber per la rete in fibra ottica
Vai all'articolo

La Puglia è la prima regione italiana a risolvere il digital divide infrastrutturale

No comments

Non senza sorpresa in relazione alle previsioni è la Puglia ad essere la prima regione d’Italia ad ultimare le attività che consentono di azzerare il digital divide per questioni infrastrutturali.

Si è infatti concluso in questi giorni il piano di copertura in banda ultralarga attraverso la rete FTTx (ovvero con tecnologie FTTC fino a 200 Mbps e FTTH fino a 1 Gigabit/s) da parte di TIM che tocca il 99,4% delle famiglie che utilizzano la rete fissa mentre il restante 0,6% viene coperto attraverso connessioni ultrabroadband FWA o satellitari.

Si tratta di un risultato storico che consente a cittadini e imprese pugliesi di accedere alle tecnologie di ultima generazione nonostante i problemi dettati dalla fase emergenziale legata alla pandemia.

Ad oggi sono stati realizzati interventi infrastrutturali in circa 200 Comuni pugliesi per costruire nuove reti o ammodernare e ampliare quelle esistenti al fine di poter spegnere la rete in rame (RTG) e migrare completamente tutta la connettività su rete a banda larga.

Smart NationLa Puglia è la prima regione italiana a risolvere il digital divide infrastrutturale
Vai all'articolo

A Trapani Open Fiber connette le prime unità immobiliari con la fibra ottica

No comments

A Trapani oltre 12mila unità immobiliari risultano ad oggi connesse alla rete veloce, fino a 1 Gigabit per secondo, di Open Fiber: dopo pochi mesi dall’avvio dei cantieri è stata aperta la prima fase di commercializzazione della fibra ottica FTTH in diverse zone della città.

I lavori a Trapani sono frutto di un investimento di circa 8 milioni di euro e permettono di realizzare un’infrastruttura di circa 126 chilometri di rete grazie al fattivo supporto del Comune di Trapani che ha contribuito a velocizzare la realizzazione dei vari cantieri in città.

Il piano prevede, alla sua conclusione, la copertura di 23mila tra case, negozi e uffici in modalità FTTH.

Grazie ai servizi garantiti dalla connettività di Open Fiber è possibile potenziare lo smart working, la didattica a distanza, i servizi e-health ma anche le opportunità tipiche della smart city.

Maggiori dettagli nel comunicato stampa di Open Fiber.

Smart NationA Trapani Open Fiber connette le prime unità immobiliari con la fibra ottica
Vai all'articolo

Open Fiber interconnette i primi Comuni completamente disconnessi

No comments

Oltre a realizzare l’infrastruttura di rete a banda ultra larga dei Comuni già interconnessi e dei Comuni a fallimento di mercato, le cosiddette aree bianche, Open Fiber ha iniziato ad intervenire anche in circa 200 piccoli Comuni completamente disconnessi e per questo definiti dall’Agcom “bianchissimi”.

Si tratta di cittadine per un totale di 150mila unità immobiliari collegabili tramite l’utilizzo prevalente della tecnologia FWA (Fixed Wireless Access).

Fra questi c’è il Comune di Colletorto in Molise che è il primo a beneficiare di questo sforzo operativo: i cittadini, che fino a qualche settimana fa non potevano contare sulla presenza di connettività fissa e mobile, potranno accedere tramite uno degli operatori convenzionati con Open Fiber.

L’iniziativa è il frutto di un impegno emergenziale dovuto alle conseguenze del primo lockdown che ha bruscamente accelerato le esigenze di connettività di quei comuni che maggiormente soffrivano la mancanza di connettività fissa e/o mobile.

Entro il mese di ottobre 2021 fino a 171 comuni possano attivare una connessione internet con buoni standard di qualità che verrà rimpiazzata, secondo i criteri del Piano BUL, dalla rete FTTH (Fiber To The Home).

Maggiori dettagli nel comunicato stampa di Open Fiber.

Smart NationOpen Fiber interconnette i primi Comuni completamente disconnessi
Vai all'articolo

A Scandicci Open Fiber connette le prime unità immobiliari con la fibra ottica

No comments

Oltre 5 mila unità immobiliari nella città di Scandicci sono collegate alla nuova rete in fibra ottica di Open Fiber: le case, le aziende cittadine e gli Enti del territorio possono beneficiare di un servizio in grado di potenziare sensibilmente il numero di opportunità tecnologiche a cui i cittadini possono ricorrere.

Tramite la navigazione fino a 1 Gbps in modalità FTTH (Fiber To The Home), cioè con la fibra ottica che viene collegata direttamente nelle sedi di utilizzo, la popolazione di Scandicci può accedere a servizi con una qualità operativa prima inimmaginabile: dallo streaming al lavoro a distanza.

Chiunque volesse fruire della connettività offerta da Open Fiber dovrà rivolgersi agli operatori commerciali che hanno sottoscritto l’accordo per la vendibilità dell’infrastruttura di rete.

In seguito all’investimento di Open Fiber ci si aspetta che, al termine dei lavori, verranno raggiunte 17 mila unità immobiliari tra case uffici e negozi.

Maggiori informazioni nel comunicato stampa di Open Fiber.

Smart NationA Scandicci Open Fiber connette le prime unità immobiliari con la fibra ottica
Vai all'articolo

Il Comune di Mazara del Vallo stringe un accordo con Open Fiber per la nuova rete cittadina

No comments

Il Comune di Mazara del Vallo ha raggiunto un accordo con Open Fiber per la realizzazione in città di una rete di telecomunicazioni interamente in fibra ottica che consenta di interconnettere case, imprese ed Enti pubblici alla rete di Open Fiber che raggiunge velocità di connessione fino a 1 Gigabit al secondo e latenza inferiore ai 5 millisecondi.

La convenzione siglata prevede un investimento di 5 milioni di euro per il cablaggio di circa 15mila unità immobiliari che avverrà nel corso dei successivi 18 mesi cercando di limitare il più possibile l’impatto e gli eventuali disagi per la comunità tramite ampio riuso di infrastrutture esistenti.

Gli eventuali scavi saranno comunque effettuati privilegiando metodologie innovative e a basso impatto ambientale come la minitrincea, uno speciale scavo su strada di minime dimensioni riempito contestualmente alla posa dei cavi: complessivamente verranno stesi 9mila chilometri di cavi in fibra ottica che serviranno le esigenze di svariati servizi come quelli inerenti alla telemedicina, al telelavoro, al lavoro agile e all’educazione a distanza nonché a quelli di Industria 4.0 e attinenti alle smart city.

Smart NationIl Comune di Mazara del Vallo stringe un accordo con Open Fiber per la nuova rete cittadina
Vai all'articolo

Peschiera Borromeo, connesse le prime unità immobiliari alla rete in fibra ottica di Open Fiber

No comments

La fibra ultraveloce di Open Fiber è attiva a Peschiera Borromeo e collega le prime unità immobiliari del comune nel milanese: sono 2milla gli immobili che possono beneficiare della nuova connettività grazie al POP (Point Of Presence) del quartiere di Mezzate che servirà tutta la cittadina.

La nuova rete in fibra ottica è pianificata per coprire un totale di 54 km di collegamenti e abilitare così alla velocità fino a 1 Gbps, tramite connettività in modalità FTTH, la navigazione dei residenti, degli uffici privati e pubblici come anche delle scuole del territorio.

Entro il prossimo anno verrà completato il cablaggio delle unità immobiliari mancanti nell’assoluto rispetto dell’ambiente grazie alla solita modalità di scavo non invasiva con riutilizzo, laddove possibile, di cavidotti esistenti.

Per attivare il servizio i cittadini, in presenza della fibra ottica presso il proprio numero civico, devono rivolgersi a uno degli operatori convenzionati con Open Fiber.

Maggiori informazioni nel comunicato stampa di Open Fiber.

Smart NationPeschiera Borromeo, connesse le prime unità immobiliari alla rete in fibra ottica di Open Fiber
Vai all'articolo

Termoli, la fibra ottica di Open Fiber connette le prime unità immobiliari

No comments

La fibra ultraveloce di Open Fiber è operativa a Termoli, le prime case del comune molisano infatti possono beneficiare della nuova connettività che prevede un totale di 86 km di collegamenti in fibra ottica.

Grazie a questa nuova rete i cittadini termolesi potranno navigare fino a 1 Gbps in modalità FTTH, cioè con la fibra ottica portata direttamente nelle case, nelle scuole, nelle aziende e negli uffici pubblici.

Entro il prossimo anno verranno cablate 12.400 unità immobiliari nell’assoluto rispetto di un piano di interconnessione sostenibile e rispettoso dell’ambiente: circa metà degli 86 chilometri della nuova infrastruttura di rete prevede il riutilizzo di cavidotti esistenti scongiurando così invasivi nuovi scavi.

Per attivare il servizio i cittadini, in presenza della fibra ottica presso il proprio numero civico, devono rivolgersi a uno degli operatori convenzionati con Open Fiber.

Maggiori informazioni nel comunicato stampa di Open Fiber.

Smart NationTermoli, la fibra ottica di Open Fiber connette le prime unità immobiliari
Vai all'articolo

Il portale dedicato al Piano BUL propone nuove funzionalità

No comments

Dopo aver pubblicato il nuovo sito alcuni mesi fa, il portale del Piano BUL si arricchisce di nuove funzionalità grazie all’impegno di Infratel Italia che continua l’implementazione di funzioni affinché i cittadini possano accedere in maniera trasparente e veloce ad un numero significativo di informazioni e dati.

Tra le recenti migliorie figura il nuovo motore del bot presente sul sito a cui si affianca l’accesso anche tramite gli altri canali tra cui Facebook Messenger, l’Assistente vocale Google e Alexa e Telegram.

Sempre sul portale viene aggiornata la mappa interattiva per visualizzare lo stato dei lavori per comune interessato dal piano, identificando velocemente le sezioni sub-comunali delle città italiane più grandi, i tracciati e la posizione delle tratte in fibra e le unità immobiliari raggiunte.

Chiaramente è stato implementato anche l’aggiornamento dei dati di copertura del territorio nazionale al settembre 2020 e, tramite una dashboard unica nel suo genere, è stata sviluppata una sintesi grafica che permetta di comprendere velocemente i risultati conseguiti e gli obiettivi di completamento del piano.

Inoltre è stata integrata anche la Dashboard Voucher con aggiornamenti quotidiani sui fondi prenotati, i voucher attivati ed i fondi residui per Regione.

I lavori sono stati eseguiti dal Dipartimento Ingegneria e Data Integration di Infratel Italia in collaborazione con Accurat.

Smart NationIl portale dedicato al Piano BUL propone nuove funzionalità
Vai all'articolo