Google avvia il GNI Digital Growth Programme

No comments

Google avvia il GNI Digital Growth Programme, un programma di formazione digitale aziendale gratuito per editori di piccole e medie dimensioni.

Il progetto parte contemporaneamente in Spagna, Regno Unito, Germania, Italia, Polonia e Francia: viene erogato nella lingua locale di ciascun Paese coinvolto con la progressiva aggiunta di altre nazioni.

Si tratta di un’iniziativa che punta ad erogare formazione gratuita tramite seminari sui fondamenti di strategia aziendale, sul coinvolgimento del pubblico e sulle strategie di monetizzazione utili per tutte le attività editoriali che, anche in relazione alla pandemia da COVID-19, sono divenute sempre più centrali nell’attività di circolazione delle informazioni soprattutto nei territori locali.

La partecipazione al programma è gratuita ma i posti sono limitati e disponibili previa registrazione.

Smart NationGoogle avvia il GNI Digital Growth Programme
Vai all'articolo

Microsoft aumenta l’impegno nella diffusione di competenze digitali

No comments

Continua l’impegno di Microsoft nella riqualifcazione di giovani e professionisti tramite la diffusione di competenze digitali: in risposta alla crisi economica globale causata dalla pandemia di COVID-19, Microsoft ha infatti annunciato un ambizioso piano per la formazione di 25 milioni di persone in tutto il mondo entro fine anno.

L’impegno prevede la creazione di una serie di iniziative e strumenti digitali riunendo risorse esistenti e nuove da parte di diverse aree dell’azienda, tra cui LinkedIn e GitHub, per l’uso di tecnologie avanzate come Big Data e Analytics in grado di identificare le competenze e i profili più richiesti per percorsi di carriera ma anche la diffusione di contenuti di formazione gratuiti per aiutare le persone a sviluppare le competenze richieste dal mercato del lavoro nonché la connessione delle competenze alle opportunità di lavoro.

Maggiori informazioni nel comunicato diffuso dalla società.

Smart NationMicrosoft aumenta l’impegno nella diffusione di competenze digitali
Vai all'articolo

A Steem for Steel, il progetto formativo diventa digitale

No comments

A Steem for Steel, l’iniziativa lanciata da Fondazione Marcegaglia e Federacciai che promuove l’industria dell’acciaio alle nuove generazioni per avvicinarle a percorsi finalizzati all’ingresso nell’industria manifatturiera, evolve e diventa digitale.

Lanciato a gennaio di quest’anno, il progetto punta ad affrontare il tema dell’appetibilità di una carriera nel settore dell’acciaio per i giovani diffondendo il know-how necessario sull’industria ed evidenziando le numerose opportunità disponibili per coloro che volessero iniziare a lavorare in questo mercato.

A causa dell’emergenza sanitaria dettata dal COVID-19, il progetto formativo non si ferma e vira al digitale proponendo nuove modalità di interazione e collaborazione tra studenti, insegnanti e aziende grazie agli strumenti offerti dalle nuove tecnologie.

La campagna che annuncia il nuovo corso sfrutta l’hashtag #VulnerabiliMaResilienti che introduce ufficialmente la nuova fase del progetto: nonostante le difficoltà, è stato riproposto con un format completamente digitale sfruttando la tecnologia attualmente a disposizione dei ragazzi e la loro capacità di condividere idee tramite la collaborazione da remoto.

Attraverso una serie di Innovation Camp, dei contest di gruppo di una giornata svolti completamente online in cui elaborare delle soluzioni a degli scenari legati alla sostenibilità, all’economia circolare e all’innovazione nel mondo dell’acciaio, i partecipanti vengono messi in competizione per selezionare, tramite passaggi successivi, il progetto vincente.

Smart NationA Steem for Steel, il progetto formativo diventa digitale
Vai all'articolo

Fattore J, online l’iniziativa per lo sviluppo nei giovani dell’empatia verso le persone affette da malattie

No comments

Per sostenere le persone affette da malattie è partita una nuova iniziativa di Fondazione Mondo Digitale in collaborazione con Janssen Italia, divisione farmaceutica del gruppo Johnson & Johnson.

Si chiama Fattore J e consiste in una campagna di sensibilizzazione online tramite video pillole educative ed eventi di formazione nelle scuole di alcune regioni italianeLazio, Lombardia, Piemonte, Sicilia, Emilia Romagna e Veneto.

L’iniziativa punta a coinvolgere circa 100.000 studenti delle scuole superiori che verranno guidati ad una corretta comprensione scientifica dei modi per prevenire e affrontare alcune patologie da parte di esperti che prepareranno i ragazzi non solo sui risvolti delle malattie relative a differenti aree terapeutiche ma anche alla dimensione umana nell’affrontare tali contesti sviluppando intelligenza emotiva e maggiore consapevolezza.

Il primo appuntamento è calendarizzato per il 23 aprile con un ciclo di webinar animati da Progetto Itaca onlus, una fondazione che promuove programmi di supporto a persone affette da disturbi della salute mentale e ai loro familiari.

I giovani, in collegamento tramite una classe virtuale diffusa nelle regioni coinvolte, potranno partecipare a distanza agli appuntamenti formativi.

Tra gli aderenti al progetto vi sono: l’Associazione Italiana contro Leucemie, Linfomi e Mieloma (Ail), l’Associazione Ipertensione Polmonare Italiana Onlus (Aipi), l’Associazione Malati Reumatici del Piemonte (Amar), l’Associazione Nazionale per le Malattie Infiammatorie Croniche dell’Intestino (Amici Onlus), l’Associazione Nazionale Amici per la Pelle (Anap Onlus), l’Associazione Psoriasici Italiani Amici della Fondazione Corazza (Apiafco), il Network Persone Sieropositive (Nps Italia Onlus) e ovviamente Progetto Itaca Onlus.

Smart NationFattore J, online l’iniziativa per lo sviluppo nei giovani dell’empatia verso le persone affette da malattie
Vai all'articolo

Insegna da casa, la nuova piattaforma di Google per la didattica a distanza

No comments

Google, in collaborazione con l’Istituto per le Tecnologie dell’Informazione nell’Educazione dell’UNESCO, ha lanciato Insegna da casa, un nuovo progetto nell’ambito della didattica a distanza.

Si tratta di un portale contenente informazioni, consigli e tutorial per supportare attivamente gli insegnanti nell’organizzare ed erogare lezioni a distanza: l’emergenza sanitaria dettata dalla diffusione del COVID-19 ha costretto alla chiusura le scuole e le università ma l’attività didattica non si è arrestata.

Seppure con molta difficoltà, gli studenti stanno cercando di proseguire nella formazione grazie all’impegno dei docenti che organizzano le lezioni attraverso diverse soluzioni che consentano di potersi rivolgere alla propria classe da remoto.

Google ha quindi capitalizzato la propria esperienza con la piattaforma Classroom e, grazie ai suggerimenti dell’Istituto per le Tecnologie dell’Informazione nell’Educazione dell’UNESCO e degli altri partner del settore educativo, ha predisposto il nuovo portale Insegna da casa interamente in italiano suggerendo le strategie più indicate per realizzare video-lezioni o percorsi didattici alternativi come quiz per testare le competenze o stimolare l’interazione con gli altri studenti e ovviamente gli stessi docenti.

Il nuovo portale permette inoltre l’utilizzo della digitazione vocale e l’inserimento di sottotitoli ai video delle video-lezioni.

Smart NationInsegna da casa, la nuova piattaforma di Google per la didattica a distanza
Vai all'articolo

Regione Emilia-Romagna avvia un palinsesto digitale a carattere formativo

No comments

Regione Emilia-Romagna, tramite Lepida, ha avviato su YouTube un palinsesto digitale a carattere formativo che raccoglie, online e sul digitale terrestre un insieme di contenuti e risorse pensati per diffondere, tra le altre, competenze digitali relative all’uso delle nuove tecnologie per finalità di business.

Fra queste vi sono pillole informative sull’impiego degli strumenti digitali per comunicare a distanza con i propri parenti e conoscenti ma anche effettuare acquisti online o ancora come interagire con la PA a distanza.

Tali risorse sono specificatamente ideate per affrontare il difficile periodo della crisi sanitaria che coinvolge l’Italia in quanto lo sfruttamento, da remoto, dei servizi esistenti può aiutare moltissime persone che non sono in grado di effettuare operazioni tramite smartphone o tablet.

L’iniziativa si intitola “Insieme Connessi. Competenze e contenuti digitali per connettere le persone che vogliono apprendere, scoprire e socializzare anche #restandoacasa” e nasce nell’ambito delle attività promosse con l’Agenda Digitale Regionale (ADER).

I contenuti sono reperibili sul sito dell’Agenda Digitale di Regione Emilia-Romagna ma anche sul sito www.lepida.tv e sui canali YouTube di Lepida e sul 118 del digitale terrestre: le trasmissioni in diretta saranno disponibili anche sul profilo Facebook di ADER.

Maggiori dettagli nel comunicato ufficiale di Regione Emilia-Romagna.

Smart NationRegione Emilia-Romagna avvia un palinsesto digitale a carattere formativo
Vai all'articolo

Operazione Risorgimento Digitale, l’iniziativa di TIM dedicata all’alfabetizzazione digitale arriva in Calabria

No comments

L’Operazione Risorgimento Digitale, l’ambizioso progetto di TIM che propone una scuola itinerante che tocchi 107 province italiane per divulgare competenze digitali di base alle persone escluse dalle opportunità offerte dalla tecnologia, arriva ufficialmente in Calabria.

Partita ormai un paio di mesi fa dalla Sicilia, e in particolare da Marsala, l’Operazione Risorgimento Digitale punta ora a contribuire all’accelerazione del processo di trasformazione digitale della Calabria tramite l’insegnamento di buone pratiche e strumenti concreti che possano coinvolgere un bacino di popolazione sempre più alto.

L’iniziativa è stata presentata oggi al Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria e prevede, a partire dal 3 febbraio, di raggiungere cinque province calabresi per dare a tutti la possibilità di ampliare le proprie competenze digitali.

Il primo appuntamento è a Gioia Tauro (RC) il prossimo 3 febbraio per proseguire poi con Vibo Valentia il 10, Soverato (CZ) il 17, Cotronei (KR) il 24 febbraio e infine Rende (CS): nelle piazze di queste città il camion mobile di TIM porterà i propri formatori a contatto con i cittadini per poi proseguire anche attraverso corsi successivi organizzati in apposite sedi territoriali.

I cittadini possono iscriversi ai corsi e chiedere ulteriori informazioni sia attraverso il Numero Verde dedicato 800 860 860 sia online sulla pagina web www.operazionerisorgimentodigitale.it.

Maggiori informazioni nel comunicato stampa dell’iniziativa.

Smart NationOperazione Risorgimento Digitale, l’iniziativa di TIM dedicata all’alfabetizzazione digitale arriva in Calabria
Vai all'articolo

Regione Veneto sperimenta il nuovo sistema di digitalizzazione dei titoli di studio

No comments

Regione Veneto è all’avanguardia per diverse iniziative sul fronte dell’innovazione applicata al territorio, alla sanità e anche all’istruzione: in particolare, tramite l’assessorato regionale all’Istruzione, formazione e lavoro, Regione Veneto ha intrapreso una sperimentazione in cui il digitale diventa parte integrante del percorso di studi.

Si tratta dell’applicazione nel territorio regionale delle specifiche del progetto Europass Digitally-Signed Credentials Framework promosso dalla Commissione Europea e volto alla sperimentazione di un nuovo sistema di digitalizzazione dei titoli di studio.

In questo modo i nuovi attestati di qualifica della Regione Veneto saranno completamente dematerializzati esattamente come avviene negli altri Paesi partecipanti alla sperimentazione quali Croazia, Estonia, Germania, Grecia, Lussemburgo, Olanda, Portogallo, Repubblica Ceca, Slovacchia e Slovenia.

Il progetto fa parte dal Piano di Azione sull’Educazione Digitale adottato nel 2018 dalla Commissione Europea e viene presentato domani 24 gennaio presso il Palazzo Grandi Stazioni.

Smart NationRegione Veneto sperimenta il nuovo sistema di digitalizzazione dei titoli di studio
Vai all'articolo

A Pomigliano d’Arco nasce l’Aerotech Academy

No comments

Presso il sito di Leonardo a Pomigliano d’Arco chiamato Aerotech Campus nasce l’Aerotech Academy: si tratta di un percorso innovativo di formazione frutto della collaborazione fra Leonardo e l’Università degli Studi di Napoli Federico II per l’alta formazione su tematiche di frontiera dell’ingegneria.

Possono partecipare all’innovativo percorso formativo per acquisire competenze e capacità operative immediatamente spendibili in settori industriali a tecnologia avanzata tutti gli studenti selezionati con un apposito bando e con un titolo pari almeno alla laurea triennale in ingegneria o altre discipline scientifiche.

La didattica si svolgerà da marzo a dicembre 2020 nel centro di innovazione sui materiali e i processi produttivi di Leonardo a Pomigliano d’Arco che è facente parte del network dei Leonardo Labs, i laboratori di ricerca e innovazione concepiti per rafforzare lo sviluppo tecnologico e la crescita competitiva dell’azienda.

Il programma formativo orbita attorno a tre filoni: le tecnologie fondamentali delle aerostrutture, l’industria 4.0 e la digitalizzazione con un occhio alla costruzione dei velivoli di nuova generazione.

Grazie alla collaborazione con l’Università Federico II di Napoli l’apprendimento è intriso di metodologie di insegnamento e di apprendimento innovative svolte in lingua inglese da un team di docenti misto che comprende professori universitari ed esperti di Leonardo: la didattica prevede un impegno complessivo di nove mesi, a tempo pieno, di cui sei in aula sulla ricerca e la formazione superiore nel settore aerospaziale e tre di project work.

Smart NationA Pomigliano d’Arco nasce l’Aerotech Academy
Vai all'articolo

Pane e Internet, al via i nuovi corsi di formazione digitale

No comments

Tutto è pronto per l’avvio della nuova stagione di corsi presso i punti Pane e Internet, il progetto di Regione Emilia-Romagna che ha già formato oltre 40mila cittadini in un arco di 10 anni.

Da questo mese al prossimo febbraio 2020 sono stati calendarizzati oltre 38 nuovi corsi di alfabetizzazione digitale a cui si aggiungono più di 60 iniziative di formazione promossi dalla Regione nelle province di Bologna, Ferrara, Forlì-Cesena, Modena, Parma, Piacenza, Reggio Emilia e Rimini.

L’accesso è gratuito e libero con particolare interesse per le persone a rischio di esclusione digitale come pensionati o disoccupati e migranti: lo scopo è l’inclusione digitale, ovvero l’aiuto ad accedere a informazioni e servizi online come l’identità digitale (SPID) o il Fascicolo Sanitario Elettronico diffondendo al tempo stesso le funzionalità dei punti Pane e Internet presenti sul territorio.

In particolare l’iniziativa prevede 26 corsi di alfabetizzazione digitale di primo livello per le persone con scarsa o nessuna dimestichezza nell’uso di strumenti informatici e navigazione in rete con Pc o smartphone oltre a 12 corsi di secondo livello per coloro che vogliono approfondire l’uso dei social network, dei motori di ricerca e di altre applicazioni.

Per verificare il calendario degli appuntamenti e l’evoluzione dell’iniziativa è disponibile il sito ufficiale e il numero verde gratuito 800 590595.

I punti Pane e Internet attivi sul territorio dell’Emilia-Romagna sono 22, gestiti dagli enti locali con il supporto della Regione e la collaborazione di scuole, biblioteche, enti di formazione, associazioni di volontariato: solo nel 2019 ne sono stati aperti 12.

Per maggiori informazioni basta leggere il comunicato di Regione Emilia-Romagna.

Smart NationPane e Internet, al via i nuovi corsi di formazione digitale
Vai all'articolo