Il Comune di Novara lancia un nuovo percorso di formazione e divulgazione digitale

No comments

Il Comune di Novara lancia un nuovo percorso di formazione e divulgazione digitale dedicato a persone over 65 anni e chiamato “Mai troppo tardi”: come suggerisce il nome, si tratta di un’iniziativa per sottolineare l’importanza della comprensione delle nuove tecnologie in modo che la popolazione possa essere sensibilizzata sul tema.

Il percorso formativo prevede un ciclo di incontri in partenza il 31/05 programmati per essere svolti presso lo spazio Nòva durante la mattina: ogni appuntamento prevede un argomento cardine attorno a cui ruoterà una lezione e relativo dibattito.

Il primo incontro è dedicato all’intelligenza artificiale e alla collaborazione tra uomo e macchina nell’ambito artistico e culturale.

La cadenza degli appuntamenti è generalmente settimanale ma il calendario completo è disponibile sulla pagina dedicata.

Per partecipare è necessaria la prenotazione.

Maggiori informazioni nel comunicato del sito del Comune di Novara.

Smart NationIl Comune di Novara lancia un nuovo percorso di formazione e divulgazione digitale
Vai all'articolo

Regione Emilia-Romagna sostiene summer camp gratuiti per l’innovazione

No comments

Sono 20 i summer camp gratuiti che Regione Emilia-Romagna sostiene per l’innovazione nel campo del digitale e della transizione ecologica: l’iniziativa punta a formare e orientare gli studenti delle scuole superiori accompagnandoli nella scelta dei percorsi di formazione post diploma, in particolare universitaria.

Tramite una squadra di esperti composti da imprenditori e docenti verranno organizzate una serie di attività di formazione relative alla transizione ecologica e alle industrie culturali e creative: oltre all’aspetto prettamente didattico è prevista una modalità esperienziale che porterà a sviluppare progetti e prodotti innovativi nell’ambito dei nuovi materiali ecocompatibili, della stampa 3D, della digitalizzazione dei libri antichi, della creazione di videogiochi e degli strumenti avanzati di analisi degli indicatori ambientali.

I percorsi formativi coinvolgeranno le sette città universitarie regionali, ossia Piacenza, Parma, Reggio Emilia, Modena, Bologna, Ferrara e Rimini.

Maggiori informazioni nel comunicato di Regione Emilia-Romagna.

Smart NationRegione Emilia-Romagna sostiene summer camp gratuiti per l’innovazione
Vai all'articolo

Smartcitizenship, la cultura della smart city entra nelle scuole genovesi

No comments

Si chiama Smartcitizenship ed è il progetto dell’Associazione Genova Smart City promosso dal Comune di Genova per diffondere la cultura della smart city nelle scuole genovesi sensibilizzando gli studenti sulle tematiche legate a tecnologia, innovazione, sostenibilità e inclusione.

L’iniziativa vuole insegnare ai giovani genovesi a utilizzare in modo responsabile i dispositivi digitali che hanno la possibilità di contribuire ad affrontare le sfide previste dall’Agenda Onu 2030.

Partito dall’IC Castelletto e rivolto a più di 20 scuole genovesi, Smartcitizenship risponde ai fabbisogni formativi delle scuole relativamente all’educazione civica e tecnologica tramite un approccio focalizzato sulle competenze digitali.

Formare i cittadini del domani ad una cultura improntata all’innovazione e attenta alle questioni ecologiche e sociali rappresenta una scommessa ad alto potenziale in termini di impatto per una città come Genova che si candida ad essere uno dei centri economici e tecnologici più importanti dell’Europa e del Mediterraneo.

Maggiori dettagli nel comunicato del Comune di Genova.

Smart NationSmartcitizenship, la cultura della smart city entra nelle scuole genovesi
Vai all'articolo

CoReCom lancia un percorso di alfabetizzazione digitale in Valle d’Aosta

No comments

Prende il via un nuovo progetto di alfabetizzazione digitale promosso da CoReCom Valle d’Aosta e denominato Informati e formati: si tratta di un’iniziativa articolata in 4 appuntamenti gratuiti per consentire alla popolazione dei comuni valdostani, soprattutto nelle fasce meno avvezze all’uso delle nuove tecnologie, di migliorare il rapporto con i servizi digitali della Pubblica Amministrazione ma anche di imparare a reperire informazioni in rete filtrando le notizie false che alimentano il fenomeno della disinformazione online.

Si tratta di una nuova iniziativa che continua la strada già tracciata da un altro progetto di cui avevamo parlato.

Le lezioni sono gestite da professionisti nei settori dell’educazione e della comunicazione digitale: gli appuntamenti si svolgono ad Aosta presso la biblioteca comunale di viale Europa e nello spazio di co-progettazione di via Croix Noire.

Maggiori dettagli nel comunicato del CoReCom Valle d’Aosta.

Smart NationCoReCom lancia un percorso di alfabetizzazione digitale in Valle d’Aosta
Vai all'articolo

Pillole Digitali, il Comune di Olbia promuove un percorso di alfabetizzazione digitale

No comments

Il Comune di Olbia promuove un percorso formativo dedicato al digitale organizzato dall’Olbia Community Hub e destinato a diffondere ai cittadini le conoscenze fondamentali per destreggiarsi nel mondo digitale.

L’iniziativa è organizzata in cinque lezioni tematiche dedicate a vari argomenti che vanno dalla gestione della posta elettronica all’uso dell’identità digitale (SPID e CIEID) passando per l’utilizzo dei più comuni software ad uso ufficio.

Le lezioni sono pratiche e studiate per essere fortemente interattive con il passaggio di concetti pratici e immediatamente spendibili in contesti reali: la struttura del corso è poi studiata per consentire di seguire le lezioni anche singolarmente senza necessariamente frequentare tutto il programma.

Ogni lezione dura un’ora ed è richiesta la prenotazione.

Maggiori informazioni nel comunicato del Comune di Olbia.

Smart NationPillole Digitali, il Comune di Olbia promuove un percorso di alfabetizzazione digitale
Vai all'articolo

Il Comune di Genova inaugura la Casa delle Tecnologie Emergenti

No comments

Il Comune di Genova ha inaugurato la Casa delle Tecnologie Emergenti, un centro di trasferimento tecnologico che raccoglie le competenze scientifiche di Università e Centri di ricerca del territorio portandole a servizio delle necessità del tessuto imprenditoriale locale.

La Casa delle Tecnologie Emergenti è progetto esteso su scala nazionale con la proliferazione di diversi punti in cui possano nascere e svilupparsi progetti tecnologici che migliorino le prospettive dei territori in cui sono incardinati come per esempio la creazione e l’accelerazione di startup.

Nel Comune di Genova ciò avviene nei locali dell’ex stazione ferroviaria di Genova Prà grazie al sostegno del Ministero delle Imprese e del Made in Italy (MIMIT) con il coinvolgimento di un partenariato di soggetti pubblici e privati fra cui l’Università di Genova, la Fondazione IIT, il CNR, il Consorzio Ge-DIX Genova Data Internet eXchange e molti altri.

L’iniziativa ha come obiettivo soprattutto lo sviluppo e l’implementazione di servizi nel campo dell’industria culturale e creativa per valorizzare l’accessibilità del patrimonio museale ligure nonché l’avvicinamento della tecnologia alle scuole aprendo agli studenti, fin da piccoli, nuove opportunità formative e professionali legate al settore ICT.

Maggiori informazioni nel comunicato del Comune di Genova.

Smart NationIl Comune di Genova inaugura la Casa delle Tecnologie Emergenti
Vai all'articolo

Il Fondo per la Repubblica Digitale pubblica il report delle attività svolte

No comments

Il Fondo per la Repubblica Digitale ha pubblicato il report contenente le linee di indirizzo strategico e le attività finora svolte nella sua attività di diffusione di competenze digitali nei confronti dei cittadini e sostenendo progetti rivolti alla formazione e all’inclusione digitale.

Realizzato da un’unione tra pubblico e privato con particolare riferimento al Terzo Settore, il Fondo per la Repubblica Digitale ha una dotazione economica di 350 milioni di euro indirizzati al sostegno di progetti che possano contribuire alla transizione digitale del Paese impattando positivamente sui corrispondenti indicatori del Digital Economy and Society Index (DESI).

A scandire questo percorso, che durerà inizialmente cinque anni, fino cioè al 2026, vi sono degli obiettivi che vengono monitorati nel corso del tempo e che oggi vengono espressi all’interno di un report pubblicamente ottenibile da tutti coloro che volessero approfondire il tema.

Maggiori informazioni nel comunicato del DTD e sul sito del Fondo per la Repubblica Digitale.

Smart NationIl Fondo per la Repubblica Digitale pubblica il report delle attività svolte
Vai all'articolo

A Palermo nasce il primo campus universitario 5G d’Italia

No comments

A Palermo si è svolta la presentazione del lancio del progetto 5G4ASSAC, finanziato nell’ambito dei programmi infrastrutturali Connecting Europe Facilities (CEF) dell’Unione Europea, che prevede la nascita del primo campus universitario 5G d’Italia grazie alla collaborazione fra l’Università degli Studi di Palermo e Vodafone Italia.

L’iniziativa prevede l’implementazione di una rete mobile (MPN) 5G nel campus universitario di viale delle Scienze fornendo connettività di ultima generazione a docenti e studenti per sostenere nuovi approcci funzionali all’alta formazione universitaria e allo sviluppo di nuovi strumenti in ambito clinico.

Il progetto 5G4ASSAC ha, come scopo ultimo, la promozione della crescita, lavoro e competitività attraverso gli investimenti in infrastrutture a livello europeo con un impatto diretto negli ambiti legati all’e-education e all’e-health.

Nella pratica, la tecnologia 5G renderà fruibili aule ibride frequentate da studenti presenti fisicamente e altri connessi da remoto, aule arricchite con tecnologie immersive di realtà aumentata e infine aule dotate di simulatori e manichini di ultima generazione.

La tecnologia trasmissiva permette inoltre il trasferimento senza ritardi di sequenze di immagini mediche in tempo reale e sicuro a supporto delle decisioni cliniche.

Maggiori dettagli nel comunicato dell’Università degli Studi di Palermo.

Smart NationA Palermo nasce il primo campus universitario 5G d’Italia
Vai all'articolo

Bravo Innovation Hub, a Palermo il nuovo spazio dedicato all’innovazione

No comments

La città di Palermo inaugura un nuovo spazio dedicato all’innovazione che comprende anche un programma di accelerazione di impresa dedicato da una parte alle nuove energie e alle tecnologie pulite mentre dall’altra all’inclusione, all’impatto sociale e alla salute.

L’iniziativa, realizzata grazie ad una cordata di attori sostenuti dal Comune di Palermo e dalla Città Metropolitana di Palermo e da Invitalia, prevede 20 postazioni per startup tecnologiche attive negli ambiti sopra elencati presso gli spazi dei Cantieri Culturali Zisa oltre ad una serie di spazi diffusi e attività formative finalizzare alla nascita e alla crescita di imprese innovative.

L’operazione è stata resa possibile grazie ad un impegno congiunto in attuazione della progettualità Asse VI del Pon Imprese e Competitività 2014-2020-React Eu stimolato dal Ministero delle Imprese e del Made in Italy.

Maggiori informazioni nel comunicato del Comune di Palermo e nella pagina dedicata di Invitalia.

Smart NationBravo Innovation Hub, a Palermo il nuovo spazio dedicato all’innovazione
Vai all'articolo

Ragazze Digitali ER, al via la seconda edizione dell’iniziativa dedicata alla tecnologia

No comments

Al via la seconda edizione di Ragazze Digitali ER, il progetto promosso dalla Regione Emilia-Romagna con la collaborazione di tutte le Università della Regione e di diversi enti di formazione destinato alle studentesse di terza e quarta superiore.

Il percorso formativo è destinato ad avvicinare al mondo digitale e alle tecnologie dell’informazione e della comunicazione le studentesse tramite visite, incontri e laboratori in ambito tecnologico: il programma didattico prevede lo studio delle basi della programmazione e di vari aspetti delle tecnologie evolute come l’intelligenza artificiale e il suo impiego.

Ragazze Digitali ER è un’iniziativa gratuita rivolta a ragazze di terza e quarta superiore residenti nelle Province di Bologna, Cesena, Forlì, Ravenna e Rimini ed è progettata per offrire un’importante occasione di orientamento alle ragazze delle scuole superiori nell’ipotesi che possano avvicinarsi al mondo digitale abbracciando un percorso universitario legato alle nuove tecnologie che storicamente registrano una frequenza maschile.

L’Università di Bologna partecipa a 6 Summer Camp, a Bologna (29 agosto-8 settembre), Imola (28 agosto – 8 settembre), Cesena, Forlì, Ravenna e Rimini (4-14 settembre).

Maggiori informazioni nel comunicato di Regione Emilia-Romagna.

Smart NationRagazze Digitali ER, al via la seconda edizione dell’iniziativa dedicata alla tecnologia
Vai all'articolo