Il Comune di Cesena lancia la formazione online dedicata ai propri servizi digitali

No comments

Il Comune di Cesena ha deciso di organizzare una sessione formativa online dedicata ai propri servizi digitali e rivolta alla cittadinanza.

Lunedì 14 settembre alle ore 11 infatti sarà possibile seguire un workshop intitolato “Le modalità di accesso ai servizi online del Comune di Cesena” aperto ai cittadini che intendono utilizzare autonomamente i servizi online.

Gli argomenti trattati, oltre ai servizi digitali comunali, riguarderanno anche l’identità digitale SPID e CIE tramite l’app CIEid.

Per partecipare è sufficiente prenotarsi sull’apposito sito: sono previsti al massimo 50 posti.

L’iniziativa si incardina nel percorso di realizzazione dello Sportello Facile Digitale del Comune ideato per promuovere l’accesso ai servizi online offerti dalle PA: come nel caso di Casa Digitale, il servizio consiste in un punto fisico e virtuale di contatto ai cittadini per garantirne un’adeguata alfabetizzazione digitale istituito presso lo Sportello Facile (Piazzetta dei cesenati del 1377, 1).

smartnationIl Comune di Cesena lancia la formazione online dedicata ai propri servizi digitali
Vai all'articolo

Competenze digitali, la scuola come veicolo per la diffusione

No comments

Fra gli effetti della pandemia c’è sicuramente una ritrovata attenzione verso il digitale e l’innovazione: la necessità di mantenere le distanze ha infatti dato nuova linfa a tutti quei progetti che ruotano attorno alle nuove tecnologie per sopperire all’impossibilità di ripristinare quella che era vista come la normalità.

Questo vale nel lavoro come nella scuola ma anche nella vita quotidiana domestica: la centralità del digitale ha però sottolineato anche pesanti problematiche legate ad una mancanza di cultura digitale in varie fasce della popolazione.

In riferimento ai più giovani, l’assenza di opportune competenze digitali si traduce in una debolezza strutturale del panorama formativo in chiave futura: i giovani studenti saranno presto lavoratori e dovranno essere all’altezza delle sfide che la competizione globale pone loro.

Per questo motivo, in una lettera aperta il Ministro per l’Innovazione Tecnologica e la Digitalizzazione Paola Pisano ha caldeggiato l’introduzione delle competenze digitali nella didattica con opportune declinazioni a seconda della ciclo di studi.

Non basta certo saper usare uno smartphone per poter comprendere realmente quali siano le dinamiche della rete, le regole e soprattutto le opportunità professionali che vi sono: si pensi al mondo del machine learning, dei big data, degli open data ma anche delle nuove tecnologie abilitanti come l’IoT e il 5G.

L’introduzione di una disciplina organizzata in modo strutturale per garantire agli studenti un apprendimento sistematico di competenze digitali utili sia per il lavoro sia nella vita quotidiana potrebbe garantire nuove assunzioni ma soprattutto la formazione di generazioni davvero al passo con i tempi e pronte per le carriere del futuro.

E’ in corso una riflessione fra i Ministeri interessati: il Ministero per l’Innovazione tecnologica e la digitalizzazione, Ministero dell’Istruzione e Ministero dell’Università e della Ricerca.

Smart NationCompetenze digitali, la scuola come veicolo per la diffusione
Vai all'articolo

Learn ON in Italy, Huawei lancia un nuovo programma gratuito di formazione digitale

No comments

Huawei lancia in Italia l’iniziativa Learn ON in Italy, un programma di corsi online gratuiti in grado di offrire a possibilità di acquisire competenze digitali su varie tematiche come intelligenza artificiale, 5G, cloud computing, IoT e Big Data.

Il programma formativo prevede una serie di sessioni formative al termine delle quali verrà rilasciata la certificazione HCIA (Huawei Certified ICT Associate) riconosciuta a livello globale a testimonianza della bontà della formazione erogata e della serietà con cui la multinazionale cinese sta cercando di diffondere skill digitali nel nostro Paese.

Per una maggiore efficienza del percorso, il programma di Huawei si inserisce nel perimetro di collaborazioni con 15 università al mondo mettendo in campo programmi di training come Seeds for the Future e Huawei ICT Academy.

L’iniziativa Learn ON in Italy è stata annunciata su quattro grandi fasi successive: corsi online di auto apprendimento, live Webinar per la preparazione all’esame, test preliminari per ottenere il voucher di ammissione all’esame finale ed esame online per conseguire la Certificazione HCIA.

Maggiori informazioni a proposito di Learn ON in Italy sono consultabili sul sito ufficiale messo online da Huawei per l’iniziativa.

smartnationLearn ON in Italy, Huawei lancia un nuovo programma gratuito di formazione digitale
Vai all'articolo

Italia in Digitale, Google investe nella digitalizzazione del Paese

No comments

Google investe nell’Italia e in particolare in un piano quinquennale per la digitalizzazione del Paese.

Con la partenza del nuovo programma Italia in Digitale infatti, la multinazionale americana supporta la ripartenza dell’Italia e del tessuto delle Piccole e Medie Imprese: lo stanziamento previsto è di novecento milioni in 5 anni con l’apertura di due Google Cloud Region in partnership con TIM per consentire di accedere ai servizi di Google nonché un milione di euro di pubblicità gratuita alle aziende di Unioncamere.

Il programma Italia in Digitale punta ad avviare percorsi di formazione per le PMI, dotarle di strumenti e metterle in contatto con personale in cerca di opportunità lavorative che abbia le adeguate competenze tecnologiche.

Google sta già cooperando, a vari livelli, con il Governo per le problematiche legate all’epidemia da COVID-19 e per mettere a punto strumenti utili per agevolare la ripartenza: il nuovo progetto nasce dall’esperienza e dal successo di precedenti iniziative come Crescere in Digitale e Google Digital Training che negli ultimi anni ha formato oltre 500.000 persone diffondendo competenze digitali utili utili a trovare un lavoro o far crescere un’attività.

Smart NationItalia in Digitale, Google investe nella digitalizzazione del Paese
Vai all'articolo

Google avvia il GNI Digital Growth Programme

No comments

Google avvia il GNI Digital Growth Programme, un programma di formazione digitale aziendale gratuito per editori di piccole e medie dimensioni.

Il progetto parte contemporaneamente in Spagna, Regno Unito, Germania, Italia, Polonia e Francia: viene erogato nella lingua locale di ciascun Paese coinvolto con la progressiva aggiunta di altre nazioni.

Si tratta di un’iniziativa che punta ad erogare formazione gratuita tramite seminari sui fondamenti di strategia aziendale, sul coinvolgimento del pubblico e sulle strategie di monetizzazione utili per tutte le attività editoriali che, anche in relazione alla pandemia da COVID-19, sono divenute sempre più centrali nell’attività di circolazione delle informazioni soprattutto nei territori locali.

La partecipazione al programma è gratuita ma i posti sono limitati e disponibili previa registrazione.

Smart NationGoogle avvia il GNI Digital Growth Programme
Vai all'articolo

Microsoft aumenta l’impegno nella diffusione di competenze digitali

No comments

Continua l’impegno di Microsoft nella riqualifcazione di giovani e professionisti tramite la diffusione di competenze digitali: in risposta alla crisi economica globale causata dalla pandemia di COVID-19, Microsoft ha infatti annunciato un ambizioso piano per la formazione di 25 milioni di persone in tutto il mondo entro fine anno.

L’impegno prevede la creazione di una serie di iniziative e strumenti digitali riunendo risorse esistenti e nuove da parte di diverse aree dell’azienda, tra cui LinkedIn e GitHub, per l’uso di tecnologie avanzate come Big Data e Analytics in grado di identificare le competenze e i profili più richiesti per percorsi di carriera ma anche la diffusione di contenuti di formazione gratuiti per aiutare le persone a sviluppare le competenze richieste dal mercato del lavoro nonché la connessione delle competenze alle opportunità di lavoro.

Maggiori informazioni nel comunicato diffuso dalla società.

Smart NationMicrosoft aumenta l’impegno nella diffusione di competenze digitali
Vai all'articolo

A Steem for Steel, il progetto formativo diventa digitale

No comments

A Steem for Steel, l’iniziativa lanciata da Fondazione Marcegaglia e Federacciai che promuove l’industria dell’acciaio alle nuove generazioni per avvicinarle a percorsi finalizzati all’ingresso nell’industria manifatturiera, evolve e diventa digitale.

Lanciato a gennaio di quest’anno, il progetto punta ad affrontare il tema dell’appetibilità di una carriera nel settore dell’acciaio per i giovani diffondendo il know-how necessario sull’industria ed evidenziando le numerose opportunità disponibili per coloro che volessero iniziare a lavorare in questo mercato.

A causa dell’emergenza sanitaria dettata dal COVID-19, il progetto formativo non si ferma e vira al digitale proponendo nuove modalità di interazione e collaborazione tra studenti, insegnanti e aziende grazie agli strumenti offerti dalle nuove tecnologie.

La campagna che annuncia il nuovo corso sfrutta l’hashtag #VulnerabiliMaResilienti che introduce ufficialmente la nuova fase del progetto: nonostante le difficoltà, è stato riproposto con un format completamente digitale sfruttando la tecnologia attualmente a disposizione dei ragazzi e la loro capacità di condividere idee tramite la collaborazione da remoto.

Attraverso una serie di Innovation Camp, dei contest di gruppo di una giornata svolti completamente online in cui elaborare delle soluzioni a degli scenari legati alla sostenibilità, all’economia circolare e all’innovazione nel mondo dell’acciaio, i partecipanti vengono messi in competizione per selezionare, tramite passaggi successivi, il progetto vincente.

Smart NationA Steem for Steel, il progetto formativo diventa digitale
Vai all'articolo

Fattore J, online l’iniziativa per lo sviluppo nei giovani dell’empatia verso le persone affette da malattie

No comments

Per sostenere le persone affette da malattie è partita una nuova iniziativa di Fondazione Mondo Digitale in collaborazione con Janssen Italia, divisione farmaceutica del gruppo Johnson & Johnson.

Si chiama Fattore J e consiste in una campagna di sensibilizzazione online tramite video pillole educative ed eventi di formazione nelle scuole di alcune regioni italianeLazio, Lombardia, Piemonte, Sicilia, Emilia Romagna e Veneto.

L’iniziativa punta a coinvolgere circa 100.000 studenti delle scuole superiori che verranno guidati ad una corretta comprensione scientifica dei modi per prevenire e affrontare alcune patologie da parte di esperti che prepareranno i ragazzi non solo sui risvolti delle malattie relative a differenti aree terapeutiche ma anche alla dimensione umana nell’affrontare tali contesti sviluppando intelligenza emotiva e maggiore consapevolezza.

Il primo appuntamento è calendarizzato per il 23 aprile con un ciclo di webinar animati da Progetto Itaca onlus, una fondazione che promuove programmi di supporto a persone affette da disturbi della salute mentale e ai loro familiari.

I giovani, in collegamento tramite una classe virtuale diffusa nelle regioni coinvolte, potranno partecipare a distanza agli appuntamenti formativi.

Tra gli aderenti al progetto vi sono: l’Associazione Italiana contro Leucemie, Linfomi e Mieloma (Ail), l’Associazione Ipertensione Polmonare Italiana Onlus (Aipi), l’Associazione Malati Reumatici del Piemonte (Amar), l’Associazione Nazionale per le Malattie Infiammatorie Croniche dell’Intestino (Amici Onlus), l’Associazione Nazionale Amici per la Pelle (Anap Onlus), l’Associazione Psoriasici Italiani Amici della Fondazione Corazza (Apiafco), il Network Persone Sieropositive (Nps Italia Onlus) e ovviamente Progetto Itaca Onlus.

Smart NationFattore J, online l’iniziativa per lo sviluppo nei giovani dell’empatia verso le persone affette da malattie
Vai all'articolo

Insegna da casa, la nuova piattaforma di Google per la didattica a distanza

No comments

Google, in collaborazione con l’Istituto per le Tecnologie dell’Informazione nell’Educazione dell’UNESCO, ha lanciato Insegna da casa, un nuovo progetto nell’ambito della didattica a distanza.

Si tratta di un portale contenente informazioni, consigli e tutorial per supportare attivamente gli insegnanti nell’organizzare ed erogare lezioni a distanza: l’emergenza sanitaria dettata dalla diffusione del COVID-19 ha costretto alla chiusura le scuole e le università ma l’attività didattica non si è arrestata.

Seppure con molta difficoltà, gli studenti stanno cercando di proseguire nella formazione grazie all’impegno dei docenti che organizzano le lezioni attraverso diverse soluzioni che consentano di potersi rivolgere alla propria classe da remoto.

Google ha quindi capitalizzato la propria esperienza con la piattaforma Classroom e, grazie ai suggerimenti dell’Istituto per le Tecnologie dell’Informazione nell’Educazione dell’UNESCO e degli altri partner del settore educativo, ha predisposto il nuovo portale Insegna da casa interamente in italiano suggerendo le strategie più indicate per realizzare video-lezioni o percorsi didattici alternativi come quiz per testare le competenze o stimolare l’interazione con gli altri studenti e ovviamente gli stessi docenti.

Il nuovo portale permette inoltre l’utilizzo della digitazione vocale e l’inserimento di sottotitoli ai video delle video-lezioni.

Smart NationInsegna da casa, la nuova piattaforma di Google per la didattica a distanza
Vai all'articolo

Regione Emilia-Romagna avvia un palinsesto digitale a carattere formativo

No comments

Regione Emilia-Romagna, tramite Lepida, ha avviato su YouTube un palinsesto digitale a carattere formativo che raccoglie, online e sul digitale terrestre un insieme di contenuti e risorse pensati per diffondere, tra le altre, competenze digitali relative all’uso delle nuove tecnologie per finalità di business.

Fra queste vi sono pillole informative sull’impiego degli strumenti digitali per comunicare a distanza con i propri parenti e conoscenti ma anche effettuare acquisti online o ancora come interagire con la PA a distanza.

Tali risorse sono specificatamente ideate per affrontare il difficile periodo della crisi sanitaria che coinvolge l’Italia in quanto lo sfruttamento, da remoto, dei servizi esistenti può aiutare moltissime persone che non sono in grado di effettuare operazioni tramite smartphone o tablet.

L’iniziativa si intitola “Insieme Connessi. Competenze e contenuti digitali per connettere le persone che vogliono apprendere, scoprire e socializzare anche #restandoacasa” e nasce nell’ambito delle attività promosse con l’Agenda Digitale Regionale (ADER).

I contenuti sono reperibili sul sito dell’Agenda Digitale di Regione Emilia-Romagna ma anche sul sito www.lepida.tv e sui canali YouTube di Lepida e sul 118 del digitale terrestre: le trasmissioni in diretta saranno disponibili anche sul profilo Facebook di ADER.

Maggiori dettagli nel comunicato ufficiale di Regione Emilia-Romagna.

Smart NationRegione Emilia-Romagna avvia un palinsesto digitale a carattere formativo
Vai all'articolo