Il Comune di Fano promuove un programma di alfabetizzazione digitale dedicato agli over 65

No comments

Per aiutare gli over 65 nell’uso della tecnologia e dei servizi digitali pubblici, il Comune di Fano ha deciso di incardinare all’interno del progetto Old But gold, destinato a potenziare le conoscenze e le opportunità per le persone meno giovani, un programma di alfabetizzazione digitale caratterizzato dalla presenza di studenti come formatori.

Grazie al coordinamento dei servizi sociali dell’ATS di Fano e con la collaborazione della Pro loco Fanum Fortunae, dei circoli ricreativi per anziani e del Liceo Scientifico Torelli di Fano-Pergola, è stato possibile concepire un corso della durata complessiva di 34 ore che vedrà la partecipazione di 36 studenti delle classi terze della sede di Fano dell’istituto Torelli in qualità di tutor di una quarantina di over 65 distribuiti nei quattro circoli ricreativi dislocati in una posizione facilmente accessibile dalla comunità.

Ogni incontro è della durata di 2 ore e ha l’obiettivo di far acquisire ai partecipanti una maggiore dimestichezza con l’uso dei dispositivi digitali: secondariamente, ma non per questo meno importante, l’attività formativa consente agli studenti la possibilità di acquisire esperienza professionale e competenze utili, soprattutto dal punto di vista comunicativo, per un inserimento nel mondo del lavoro.

Maggiori dettagli nel comunicato del Comune di Fano.

Smart NationIl Comune di Fano promuove un programma di alfabetizzazione digitale dedicato agli over 65
Vai all'articolo

Il Comune di Asolo attiva uno sportello di facilitazione digitale

No comments

Per aiutare i cittadini residenti nel Comune di Asolo, l’Amministrazione ha deciso di avviare uno sportello di facilitazione digitale presidiato da un operatore in grado di offrire le idonee competenze a tutti coloro che si trovano in difficoltà nell’uso dei servizi digitali pubblici.

Grazie alle risorse del PNRR lo sportello per il supporto digitale è stato ufficialmente lanciato presso l’Ufficio Informatica del Municipio: è sufficiente telefonare al numero 0423 524605 per richiedere informazioni e ottenere supporto tutti i giorni secondo l’orario di attività dello sportello.

L’iniziativa intende promuovere le competenze digitali di base: in Italia sono circa 24 milioni le persone fra i 16 e i 74 anni sprovviste di idonee capacità nell’uso della tecnologia e quindi tagliare fuori dalla possibilità di fruire dei servizi digitali pubblici.

Maggiori dettagli nel comunicato del Comune di Asolo.

Smart NationIl Comune di Asolo attiva uno sportello di facilitazione digitale
Vai all'articolo

Oplà, il Politecnico di Bari avvia uno spazio di co-learning

No comments

A Bari, grazie ad una collaborazione fra il Politecnico di Bari e Talent Garden, prende il via Oplà, uno spazio di co-learning con didattica in presenza.

La nuova struttura, supportata dall’esperienza dell’incubatore accademico Boosting Innovation in Poliba, nasce per coniugare innovatori, imprese, startup del territorio e studenti del Politecnico e consentire loro di accedere a programmi formativi studiati per acquisire competenze e conoscenze in ambito di trasformazione digitale, deep tech e open innovation.

Il percorso formativo è ideato per promuovere la trasformazione digitale anche all’interno delle aziende più tradizionali e conservatrici in modo da ampliarne gli orizzonti.

Maggiori informazioni sul sito del Politecnico di Bari.

Smart NationOplà, il Politecnico di Bari avvia uno spazio di co-learning
Vai all'articolo

A Roma nasce il primo liceo digitale d’Italia

No comments

Da una proposta di Fondazione Leonardo-Civiltà delle Macchine in sinergia con il Ministero dell’Istruzione è nato a Roma il primo liceo digitale d’Italia: si tratta di un nuovo indirizzo scolastico che sviluppi in modo integrato le competenze digitali con i curricula disciplinari e che favorisce l’interoperabilità fra materie scientifiche, tecniche e umanistiche.

Il liceo, ospitato dall’Istituto Matteucci di Roma, parte con una prima classe sperimentale con 30 studenti con lo scopo di formare una nuova leva di esperti nel settore digitale che possano, sino dalle superiori, accumulare il sapere del domani.

Non a caso è stata scelta un’azienda come Leonardo che fa della convergenza tra manifattura e digitale il suo punto focale: nel solo 2021 infatti Leonardo ha attivato 776 percorsi formativi tra stage, programmi di apprendistato, tirocini e alternanza scuola-lavoro con oltre 1.400 ore di docenza da parte dei dipendenti dell’azienda prestate in 4 Istituti tecnici superiori italiani.

Nel nuovo liceo digitale verranno calendarizzate attività didattiche ed uno stage nella celebre azienda italiana che avranno come filo conduttore l’intelligenza artificiale e il linguaggio matematico con l’arricchimento di materie umanistiche: i giovani verranno così avvicinati alle discipline STEM e alle opportunità più rilevanti che questa formazione consente di offrire.

Maggiori informazioni nel comunicato di Fondazione Leonardo-Civiltà delle Macchine.

Smart NationA Roma nasce il primo liceo digitale d’Italia
Vai all'articolo

CampBus, parte da Bari il nuovo tour dedicato alla didattica digitale

No comments

La digitalizzazione della scuola è uno degli aspetti cardine e una delle sfide di più ampio impatto che la scuola italiana si appresta ad affrontare: del resto con la diffusione verticale di Google Classroom e Google Workspace, due soluzioni particolarmente diffuse fra gli studenti nel nostro Paese, l’importanza del digitale sta manifestandosi con sempre maggior vigore.

Con la recente approvazione del Piano scuola 4.0 nel prossimo periodo verranno calendarizzati una serie di interventi strutturali trasformare 100.000 classi tradizionali in ambienti innovativi di apprendimento finalizzati alla formazione degli studenti per le professioni del futuro.

Ed è proprio sulla scuola di domani che si concentra l’iniziativa del Corriere denominata CampBus: un autobus itinerante che intende portare spunti di didattica digitale nelle varie scuole italiane.

La prima tappa parte da Bari presso il liceo scientifico Fermi: qui una serie di formatori e professionisti delle aziende incontrano il mondo della scuola e i ragazzi per trasmettere la curiosità e le opportunità che si celano dietro alle tematiche perno dell’innovazione didattica come le discipline STEM, gli strumenti evoluti di didattica digitale, la didattica laboratoriale avanzata e molto altro.

Gli incontri del CampBus sono in presenza per agevolare le relazioni e il lavoro collaborativo: tutte le occasioni di contaminazione offerte dal CampBus mostrano le potenzialità della didattica tecnologica e la spinta verso sistemi di condivisione e collaborativi per veicolare la conoscenza.

Tra i temi affrontati vi è la necessità di ridurre il digital divide per ritardi infrastrutturali ma anche per competenze digitali ancora insufficienti che delineano la presenza di divari nella popolazione studentesca ma anche all’interno del corpo docente.

Non manca un approfondimento sul tema della sicurezza in termini di protezione di reti e dispositivi da attacchi esterni oltre che la necessità di diffondere una maggiore responsabilità sulla veicolazione dei contenuti.

Maggiori dettagli sul sito del Corriere dedicato all’iniziativa.

Smart NationCampBus, parte da Bari il nuovo tour dedicato alla didattica digitale
Vai all'articolo

Il Comune di Modena promuove un laboratorio didattico per ragazzi dedicato alla robotica

No comments

Il Comune di Modena promuove un laboratorio gratuito dedicato a ragazzi da 12 a 18 anni dedicato alla robotica: l’iniziativa prevede un ciclo di otto lezioni sulla piattaforma Arduino calendarizzate a partire da mercoledì 5 ottobre.

Le lezioni vertono sul mondo della robotica affrontando i suoi rudimenti e le basi della programmazione necessarie per poter interagire con questo argomento: inoltre le lezioni affrontano le progettualità STEM insegnando come elaborare e realizzare nuove iniziative.

Ogni lezione è composta di una parte teorica e una pratica e viene tenuta durante la fascia pomeridiana, dalle 17 alle 19, presso il punto di lettura della polisportiva Modena Est.

Per partecipare al laboratorio, proposto dall’associazione di promozione sociale Civibox in collaborazione col Quartiere 2 del Comune di Modena presso la polisportiva Modena Est, è necessario iscriversi tramite mail o WhatsApp.

Maggiori informazioni nel comunicato del Comune di Modena o sul sito dell’associazione Civibox.

Smart NationIl Comune di Modena promuove un laboratorio didattico per ragazzi dedicato alla robotica
Vai all'articolo

FacilitiaMO, il Comune di Modena lancia un percorso formativo per facilitatori digitali

No comments

Il Comune di Modena ha lanciato ufficialmente FacilitiaMO, un percorso di formazione destinato a facilitatori digitali che, tramite un ciclo di seminari gratuiti, potranno quindi approfondire tematiche legate ai servizi digitali pubblici e quindi premurarsi di diffonderle.

Le competenze acquisite tramite il percorso formativo mirano a semplificare il rapporto con i servizi informatici della Pubblica Amministrazione e in particolare del Comune di Modena: fra gli argomenti affrontanti vi è lo SPID e la sua attivazione, l’utilizzo dell’identità digitale, la registrazione di una PEC e come questa sia utile, l’installazione e l’uso dell’app IO, cos’è e come si utilizza il Fascicolo Sanitario Elettronico, quali sono i servizi digitali erogati dal Comune di Modena e molto altro.

Fra gli argomenti trasversali affrontati vi sono poi i diritti e doveri online e i rischi per la privacy e la propria identità durante l’utilizzo delle risorse disponibili in rete.

Il percorso di rivolge espressamente a coloro che, tramite la propria conoscenza, vogliono aiutare amici, colleghi e chiunque abbia necessità di impiegare i servizi digitali della Pubblica Amministrazione.

Al termine del corso verrà rilasciato un attestato che certifica la capacità divulgativa del partecipante in termini di facilitazione digitale

Maggiori dettagli nel comunicato del Comune di Modena.

Smart NationFacilitiaMO, il Comune di Modena lancia un percorso formativo per facilitatori digitali
Vai all'articolo

Al via le iscrizioni del percorso formativo frutto della collaborazione fra Regione Abruzzo e Amazon

No comments

L’intesa fra Regione Abruzzo e Amazon che riguarda il supporto alle PMI del territorio nello sviluppo delle attività grazie al digitale, di cui avevamo già parlato, entra nel vivo con l’avvio delle iscrizioni al bootcamp Accelera con Amazon: si tratta di un percorso di formazione online incentrato sull’avvio e sviluppo delle vendite online.

Il corso di formazione, realizzato in collaborazione con il Politecnico di Milano, è il primo tassello di un programma che prevede il progressivo incremento delle conoscenze digitali da parte delle piccole e medie imprese attive in Regione Abruzzo affinché abbiano un più facile accesso all’e-commerce e alle altre attività di natura digitale.

Le aziende che decideranno di partecipare all’iniziativa potranno apprendere le modalità di creazione di un marchio online e delle strategie di vendita per poter utilizzare correttamente gli strumenti digitali: il percorso prevede due ore di lezione al giorno, per un totale di tre giorni, in videoconferenza con docenti esperti del mondo digitale nonché un forum in cui le aziende potranno interagire fra loro e con i formatori.

Inoltre saranno rese disponibili una serie di risorse legate a come vendere su Amazon per quelle aziende interessate ad aderire al canale di vendita dedicato al Made In Italy.

Maggiori informazioni nel comunicato di Regione Abruzzo.

Smart NationAl via le iscrizioni del percorso formativo frutto della collaborazione fra Regione Abruzzo e Amazon
Vai all'articolo

Fondazione ITS Prodigi avvia nuovi percorsi di istruzione legati al digitale

No comments

Fondazione ITS Prodigi, Ente costituito da diversi realtà fra cui il Comune di San Miniato, rappresenta un’istituzione importante per la formazione e l’inserimento dei giovani nel mondo del lavoro grazie alla capacità di fornire percorsi di specializzazione legati al digitale.

La Fondazione infatti è un Ente di formazione che si concentra sulla filiera dell’informatica e, a partire da quest’anno, gestirà in convenzione con Regione Toscana tre nuovi percorsi di durata biennale per la formazione della figura di Tecnico Superiore della Progettazione, Sviluppo, Testing del Software.

I corsi prenderanno avvio a partire dal 30 ottobre 2022 in ogni sede della Fondazione: Pisa per la Toscana Nord, Empoli per la Toscana Centro ed Arezzo per la Toscana Sud.

Ogni percorso formativo è caratterizzato da singole specificità che emergono da ciascun territorio.

I corsi proposti da Fondazione ITS Prodigi sono dedicati ciascuno a 25 giovani di età compresa tra i 18 ed i 30 anni non compiuti in possesso del Diploma di Istruzione Secondaria di II grado e contano un totale di 2.000 ore di attività formativa di cui quasi la metà in stage.

Maggiori informazioni sul sito di Fondazione ITS Prodigi e presso gli Open Day organizzati come indicato nel comunicato del Comune di San Miniato.

Smart NationFondazione ITS Prodigi avvia nuovi percorsi di istruzione legati al digitale
Vai all'articolo

Nonni Tecnologici, il Comune di Chieti punta sull’alfabetizzazione digitale per over 60

No comments

Il Comune di Chieti ha aderito alla possibilità di avviare un corso gratuito di alfabetizzazione digitale per contribuire a creare pari opportunità di accesso a informazioni.

Nonni Tecnologici, questo il nome del percorso formativo, è stato proposto nell’ambito associazionistico culturale con l’obiettivo di dare ai cittadini da 60 anni in su la possibilità di colmare il divario digitale per competenze possedute che possono ostacolare l’accesso al mondo della tecnologia e alle opportunità che offre.

Il corso è destinato a un massimo di 40 persone e prevede otto lezioni, della durata di un’ora e mezza, attraverso cui i partecipanti possano comprendere il mondo digitale e le sue multiformi evoluzioni acquisendo capacità di utilizzo dei dispositivi attraverso un linguaggio semplice ed esercizi pratici.

Semplicità e praticità sono due aspetti chiave per colmare il divario digitale che separa le generazioni dei cittadini residenti sul territorio teatino e perseguire una necessaria eguaglianza culturale digitale che determina una piena inclusione sociale degli individui con nuove prospettive di contatto e di socializzazione che incidono positivamente sulla qualità della vita e delle relazioni.

In coerenza con questa nuova iniziativa, verrà lanciato a breve anche uno sportello unico digitale per il cittadino tramite cui i residenti potranno interfacciarsi con i servizi erogati dall’Ente.

Maggiori informazioni nel comunicato del Comune di Chieti.

Smart NationNonni Tecnologici, il Comune di Chieti punta sull’alfabetizzazione digitale per over 60
Vai all'articolo