A Pomigliano d’Arco nasce l’Aerotech Academy

No comments

Presso il sito di Leonardo a Pomigliano d’Arco chiamato Aerotech Campus nasce l’Aerotech Academy: si tratta di un percorso innovativo di formazione frutto della collaborazione fra Leonardo e l’Università degli Studi di Napoli Federico II per l’alta formazione su tematiche di frontiera dell’ingegneria.

Possono partecipare all’innovativo percorso formativo per acquisire competenze e capacità operative immediatamente spendibili in settori industriali a tecnologia avanzata tutti gli studenti selezionati con un apposito bando e con un titolo pari almeno alla laurea triennale in ingegneria o altre discipline scientifiche.

La didattica si svolgerà da marzo a dicembre 2020 nel centro di innovazione sui materiali e i processi produttivi di Leonardo a Pomigliano d’Arco che è facente parte del network dei Leonardo Labs, i laboratori di ricerca e innovazione concepiti per rafforzare lo sviluppo tecnologico e la crescita competitiva dell’azienda.

Il programma formativo orbita attorno a tre filoni: le tecnologie fondamentali delle aerostrutture, l’industria 4.0 e la digitalizzazione con un occhio alla costruzione dei velivoli di nuova generazione.

Grazie alla collaborazione con l’Università Federico II di Napoli l’apprendimento è intriso di metodologie di insegnamento e di apprendimento innovative svolte in lingua inglese da un team di docenti misto che comprende professori universitari ed esperti di Leonardo: la didattica prevede un impegno complessivo di nove mesi, a tempo pieno, di cui sei in aula sulla ricerca e la formazione superiore nel settore aerospaziale e tre di project work.

Smart NationA Pomigliano d’Arco nasce l’Aerotech Academy
Vai all'articolo

Ambizione Italia, Microsoft apre all’inclusione e all’accessibilità

No comments

Microsoft lancia il proprio impegno per l’inclusione e l’accessibilità tramite il programma Ambizione Italia: lo scopo è quello di creare un ecosistema dedicato alla promozione dei valori della diversità attraverso il digitale, e in particolare tramite tecnologie quali l’intelligenza artificiale e il cloud computing, affinché nessuno venga lasciato indietro.

L’iniziativa prevede l’erogazione di sessioni formative, hackathon, incontri e condivisioni di best practice per favorire lo sviluppo di progetti per l’inclusione e per la riduzione delle barriere in alcuni ambiti specifici fra cui la disabilità.

Tramite il digitale è infatti possibile aiutare le persone a compiere comuni operazioni quotidiane ed esprimere al meglio il proprio potenziale, anche nella vita professionale, evitando l’emarginazione.

L’iniziativa si inquadra nel progetto di formazione Ambizione Italia, avviato nel 2018, che punta alla riqualificazione delle competenze in chiave digitale con l’obiettivo di coinvolgere 2 milioni di persone di cui 500.000 già formate.

Il programma è frutto dell’accordo fra diverse aziende come: A2A, Ability Garden, Amplifon, ANSA, Barilla, EY, Fondazione Accenture, Fondazione Adecco, Fondazione Vodafone, Fondazione Mondo Digitale, Gruppo Generali, Jointly, Kulta-Cervelli Ribelli, LinkedIn, UniCredit, Techsoup, Valore D e Wunderman Thompson.

Maggiori informazioni nel comunicato stampa e sul sito del progetto.

Smart NationAmbizione Italia, Microsoft apre all’inclusione e all’accessibilità
Vai all'articolo

Pane e Internet, al via i nuovi corsi di formazione digitale

No comments

Tutto è pronto per l’avvio della nuova stagione di corsi presso i punti Pane e Internet, il progetto di Regione Emilia-Romagna che ha già formato oltre 40mila cittadini in un arco di 10 anni.

Da questo mese al prossimo febbraio 2020 sono stati calendarizzati oltre 38 nuovi corsi di alfabetizzazione digitale a cui si aggiungono più di 60 iniziative di formazione promossi dalla Regione nelle province di Bologna, Ferrara, Forlì-Cesena, Modena, Parma, Piacenza, Reggio Emilia e Rimini.

L’accesso è gratuito e libero con particolare interesse per le persone a rischio di esclusione digitale come pensionati o disoccupati e migranti: lo scopo è l’inclusione digitale, ovvero l’aiuto ad accedere a informazioni e servizi online come l’identità digitale (SPID) o il Fascicolo Sanitario Elettronico diffondendo al tempo stesso le funzionalità dei punti Pane e Internet presenti sul territorio.

In particolare l’iniziativa prevede 26 corsi di alfabetizzazione digitale di primo livello per le persone con scarsa o nessuna dimestichezza nell’uso di strumenti informatici e navigazione in rete con Pc o smartphone oltre a 12 corsi di secondo livello per coloro che vogliono approfondire l’uso dei social network, dei motori di ricerca e di altre applicazioni.

Per verificare il calendario degli appuntamenti e l’evoluzione dell’iniziativa è disponibile il sito ufficiale e il numero verde gratuito 800 590595.

I punti Pane e Internet attivi sul territorio dell’Emilia-Romagna sono 22, gestiti dagli enti locali con il supporto della Regione e la collaborazione di scuole, biblioteche, enti di formazione, associazioni di volontariato: solo nel 2019 ne sono stati aperti 12.

Per maggiori informazioni basta leggere il comunicato di Regione Emilia-Romagna.

Smart NationPane e Internet, al via i nuovi corsi di formazione digitale
Vai all'articolo

Boost with Facebook, parte il programma gratuito di formazione dedicato alle PMI italiane

No comments

L’uso dei media digitali per promuovere e migliorare la propria attività imprenditoriale sul mercato è l’obiettivo del programma itinerante Boost with Facebook che parte oggi da Roma.

Il progetto, promosso da Facebook e da Edi Confcommercio, è dedicato alle piccole e medie imprese italiane per affiancarle nel processo di trasformazione digitale con specifico interesse verso l’export.

Non a caso si parla di esportazione, infatti oltre 194 milioni di persone al mondo sono connesse alle imprese italiane tramite Facebook e ben il 44% di queste ha evidenziato un impatto positivo nella vendita dei propri prodotti in altri Paesi.

Per questo motivo l’idea di coinvolgere le oltre 700mila imprese associate a Confcommercio su tutto il territorio nazionale porterebbe a incrementare le competenze digitali e la consapevolezza del tessuto imprenditoriale del Paese. L’iniziativa è stata presentata a Roma al Binario F di Facebook, struttura nata ad ottobre 2018 e dedicata alla formazione: contestualmente è stato lanciato anche Made by Italy, Loved by the world, un sito accessibile a tutti gratuitamente per aiutare le piccole e medie imprese ad espandere il proprio audience in un contesto globale.

Smart NationBoost with Facebook, parte il programma gratuito di formazione dedicato alle PMI italiane
Vai all'articolo

Crescere in Digitale, la Basilicata riparte dalla formazione digitale

No comments

Crescere in Digitale, il programma promosso dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali all’interno del perimetro di Garanzia Giovani, fa il suo ritorno in Basilicata.

La ripartenza del progetto a livello nazionale era stata già annunciata nel dicembre scorso, ma ora ufficialmente la Basilicata conferma l’adesione al programma che punta a favorire l’incrocio tra i giovani in cerca di occupazione e le aziende che necessitano di profili digitali.

Tramite la realizzazione di specifici tirocini basati su un programma formativo dedicato ai temi di Impresa 4.0 (già Industria 4.0).

Le imprese della Basilicata infatti sentono l’esigenza di investire in tecnologie relative alla cybersicurezza, all’intelligenza artificiale, al cloud e all’IoT per rimanere competitive nello scenario globale.

Crescere in Digitale rappresenta un’opportunità per formare i giovani che attraverso il digitale potranno aumentare le loro percentuali di occupabilità con una preparazione in grado di aiutare anche le imprese in una sorta di ponte intergenerazionale.

Per gli imprenditori e i giovani interessati, questi ultimi iscritti a Garanzia Giovani, la piattaforma di riferimento è crescereindigitale.it che offre 60 ore di formazione gratuita online con un esame finale e la possibilità di sfruttare laboratori di gruppo e colloqui di matching con le imprese, realizzati dalla Camere di Commercio della Basilicata.

Smart NationCrescere in Digitale, la Basilicata riparte dalla formazione digitale
Vai all'articolo

Riparte Crescere in Digitale, il progetto per favorire l’occupazione dei giovani

No comments

Crescere in Digitale, il progetto promosso all’interno di Garanzia Giovani dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, riparte con una nuova edizione.

L’iniziativa è finalizzata all’inserimento dei giovani nel mondo lavorativo grazie alla diffusione di competenze digitali che possano renderli maggiormente competitivi e appetibili per le aziende.

Il progetto è attuato da Anpal in collaborazione con Unioncamere e Google e prevede la disponibilità di 5.000 tirocini retribuiti entro i prossimi tre anni.

Crescere in Digitale, formazione online e laboratori di gruppo

Crescere in Digitale ha il suo centro operativo in una piattaforma proprietaria, realizzata da Google, che permette di fruire di 50 ore di formazione gratuita online con un esame finale.

La formazione prevede l’approfondimento di tematiche legate all’uso del digitale in azienda come per esempio le modalità di creazione di siti web, utilizzo di mappe digitali ma anche social network e metodologie per costruire campagne pubblicitarie online.

Effettuata la formazione, i partecipanti possono seguire laboratori di gruppo per poi essere avviati a colloqui di matching con le imprese organizzati dalle Camere di commercio.

Smart NationRiparte Crescere in Digitale, il progetto per favorire l’occupazione dei giovani
Vai all'articolo

A Napoli Cisco collabora con Apple e inaugura una nuova Networking Academy

No comments

Nell’ambito del programma Digitaliani, l’iniziativa strategica di Cisco per accelerare la digitalizzazione dell’Italia e determinarne la svolta economica e produttiva, è stato annunciato un nuovo tassello che incrementerà l’efficacia dell’azione del programma.

A Napoli infatti è stata lanciata l’apertura di una nuova Cisco Networking Academy e di un centro per la co-innovazione in collaborazione con l’Università Federico II.

Nella nuova Networking Academy saranno avviati numerosi percorsi formativi in ambito digitale e altre tecnologie chiave per la digitalizzazione.

I destinatari saranno gli studenti dell’Università Federico II: l’approccio è identico a quello stabilito da Apple per la propria Apple Academy.

Non a caso Cisco e Apple, con l’occasione, avviano un’importante collaborazione che, di fatto, è una prima assoluta per il settore nell’ambito dell’education e della formazione.

Fra le materie più importanti e richieste dal mondo del lavoro vi sono l’IoT, la cybersecurity e il networking.

Un circuito dedicato alla formazione digitale

Le Cisco Networking Academy sono la base del programma Digitaliani e in Italia attualmente sono più di 300 con oltre un migliaio di istruttori e circa 80mila studenti coinvolti: di questi, oltre 10mila hanno già ultimato i percorsi dedicati alla cybersecurity e all’enterpreneurship (imprenditoria digitale) mentre più di 20mila hanno portato a termine i percorsi dedicati alle competenze digitali di base, al cyberbullismo e al networking.

Smart NationA Napoli Cisco collabora con Apple e inaugura una nuova Networking Academy
Vai all'articolo