Open Fiber accelera l’espansione della rete in fibra ottica nei Comuni valdostani

No comments

Open Fiber, azienda impegnata nella stesura di una nuova rete in fibra ottica ad altre prestazioni, sta continuando la sua attività di cablaggio dell’Italia: tra i territori raggiunti, grazie alla collaborazione con Regione Valle d’Aosta, l’azienda è stata in grado di coprire con la propria rete in fibra ottica FTTH ad altissima velocità buona parte della regione alpina portando avanti il piano BUL (Banda Ultra Larga).

La nuova rete è di proprietà pubblica mentre Open Fiber ne cura la stesura, la gestione e la manutenzione per 20 anni.

Ad oggi i comuni valdostani a progetto BUL sono 68 per un totale di circa 570 km di infrastruttura in fibra ottica da realizzare: di questi 51 sono i comuni già in vendibilità con oltre 32.000 case, uffici e sedi della Pubblica Amministrazione già connesse.

Tra i servizi garantiti dalla nuova connettività vi sono la videosorveglianza, il Digital Signage tramite particolari totem interattivi multimediali per assistenza turistica e alla mobilità, il monitoraggio ambientale e l’irrigazione intelligente in ambito agricolo.

Il piano di cablaggio procede veloce e la conclusione dei lavori è prevista entro il 2025.

Maggiori informazioni nel comunicato di Open Fiber.

Smart NationOpen Fiber accelera l’espansione della rete in fibra ottica nei Comuni valdostani
Vai all'articolo

Nella Provincia di Vercelli si espande la rete in fibra ottica di Open Fiber

No comments

Sale a quota 57 il numero dei Comuni della Provincia di Vercelli raggiunti dalla rete in fibra ottica di Open Fiber: un totale di 35.400 edifici tra case, uffici e sedi della pubblica amministrazione sono ormai collegati, in modalità Fiber To The Home (FTTH), da oltre 670 chilometri di cavi in fibra ottica.

Oltre a questo importante risultato che spinge la Provincia di Vercelli fra le zone di Italia a connettività veloce, va registrato un numero di ulteriori 16.500 unità abitative raggiunte in modalità FWA (Fixed Wireless Access), ossia dalla rete senza fili che garantisce prestazioni similari a quelle raggiungibili dalla fibra ottica e che, in particolare modo, risulta la scelta più efficace per connettere quei territori particolarmente impervi e remoti che risulterebbero difficilmente collegabili alla rete cablata.

La rete FWA ha infatti l’obiettivo di ridurre il digital divide nei territori meno servibili dalla fibra ottica via cavo garantendo ai cittadini la possibilità di usufruire di tutti i servizi che il digitale è in grado di offrire.

Tramite il sito internet di Open Fiber è possibile verificare la copertura del proprio numero civico scegliendo l’operatore commerciale con cui attivare l’abbonamento e poter quindi navigare a piena velocità.

Maggiori informazioni nell’area stampa del sito di Open Fiber.

Smart NationNella Provincia di Vercelli si espande la rete in fibra ottica di Open Fiber
Vai all'articolo

A Crotone arriva la fibra ottica di Open Fiber

No comments

Sono iniziati i lavori da parte di Open Fiber per cablare il Comune di Crotone con la nuova rete interamente realizzata in fibra ottica che, in modalità FTTH, collegherà case, imprese ed edifici pubblici: si tratta di circa 10mila km di cavi in fibra che comporranno un anello di connettività lungo 110km.

L’intervento nella città calabrese, che renderà disponibile una connessione fino a 10Gbps grazie ad un investimento di circa 6 milioni di euro, fa parte delle azioni che Open Fiber sta svolgendo in 270 città italiane: in totale il progetto prevede il collegamento di circa 18mila unità immobiliari tra abitazioni, attività commerciali e uffici.

L’avvio dei lavori è avvenuto nell’area dell’ospedale “San Giovanni di Dio”, il Parco Pignera e proseguiranno a breve nella zona compresa tra il Tribunale e il Municipio per poi raggiungere gli altri quartieri.

Grazie alla rete di Open Fiber sarà possibile migliorare la fruizione dei servizi negli ambiti dello smart working, della telemedicina, delle applicazioni digitali collegate al mondo delle smart city, dello streaming online ma anche l’accesso ai servizi avanzati della Pubblica Amministrazione.

Maggiori dettagli nel comunicato di Open Fiber.

Smart NationA Crotone arriva la fibra ottica di Open Fiber
Vai all'articolo

Il Comune di Lissone sigla l’accordo con Open Fiber per la nuova rete in fibra ottica

No comments

Il Comune di Lissone ha raggiunto un accordo con Open Fiber per ricevere la copertura da parte della rete in fibra ottica del noto operatore: tramite la convenzione siglata con il Comune verrà effettuato un investimento di 4 milioni di euro che permetterà di collegare circa 16ma unità immobiliari nella città brianzola.

La rete in fibra ottica in modalità FTTH porterà la connettività veloce direttamente presso le singole case, uffici e sedi della Pubblica Amministrazione secondo un cronoprogramma che partirà da Via Giotto e dal quartiere Rutunda.

Tutti i lavori di scavo verranno eseguiti in modalità sostenibile con estrema attenzione per l’ambiente riutilizzando, ove possibile, strutture già esistenti come il riuso di cavidotti e reti sotteranee.

La rete in fibra ottica progettata per Lissone si svilupperà per un totale di circa 300 chilometri di nuova fibra posata.

Una volta realizzata la rete, Open Fiber non venderà direttamente agli utenti finali ma all’ingrosso ai propri partner commerciali che si occuperanno della rivendita: in ogni momento è possibile monitorare la copertura del proprio indirizzo sul sito di Open Fiber.

Maggiori dettagli nel comunicato della società.

Smart NationIl Comune di Lissone sigla l’accordo con Open Fiber per la nuova rete in fibra ottica
Vai all'articolo

Ad Arzignano arriva la fibra ottica di Open Fiber

No comments

La fibra ottica di Open Fiber arriva ad Arzignano, in provincia di Vicenza: si tratta di un’importante conquista della città che vedrà progressivamente estendersi fino a collegare circa 9mila unità immobiliari con una velocità di connessione fino a 10 Gigabit per secondo grazie alla rete in modalità FTTH.

L’infrastruttura sarà resa possibile da un investimento di circa 4 milioni di euro e si svilupperà per oltre 125 chilometri pari a circa 5mila km di fibra ottica da posare: gli interventi di cablaggio, disciplinati dalla convenzione siglata tra il Comune di Arzignano e Open Fiber, riutilizzeranno per quanto possibile reti e strutture esistenti mentre, ove sia necessario effettuare scavi, saranno privilegiate modalità a basso impatto ambientale come il ricorso alla minitrincea.

La nuova rete in modalità FTTH darà ai cittadini di Arzignano maggiori opportunità di accedere ai servizi digitali disponibili online migliorando la possibilità di lavorare e studiare da casa ma anche offrendo maggiori opportunità di ampliare i servizi avanzati offerti dalla Pubblica Amministrazione e quelli di cui le imprese del territorio potrebbero avere bisogno.

Open Fiber non venderà direttamente i servizi in fibra ottica direttamente al cliente finale ma ad una rete di operatori che, a loro volta, si occuperanno di commercializzarli al dettaglio.

Maggiori informazioni nel comunicato di Open Fiber.

Smart NationAd Arzignano arriva la fibra ottica di Open Fiber
Vai all'articolo

TIM porta la fibra ottica a Gorizia

No comments

La fibra ottica in modalità FTTH di TIM, tramite la controllata FiberCop, arriva a Gorizia.

Con un investimento di poco superiore ai 5 milioni di euro, grazie alla collaborazione con il Comune di Gorizia, gli edifici pubblici e privati del territorio cittadino potranno fruire del collegamento veloce fino a 1 Gbps: gli interventi sono già iniziati in diverse zone cittadine per attivare progressivamente la nuova infrastruttura di rete fino a collegare tutte le 13.600 unità immobiliari una volta concluso il piano.

I lavori di posa terranno conto delle infrastrutture esistenti adottando tecniche innovative a basso impatto ambientale con scavi in minitrincea e riuso di cavidotti esistenti.

Il piano di cablaggio prevede un progressivo completamento nei prossimi mesi per sostituire la rete con tecnologia mista fibra ottica e rame in modalità FTTC che già copre 16.900 unità immobiliari, pari al 97% delle linee del comune.

La nuova rete permetterà a cittadini, imprese ed Enti di fruire delle opportunità tecnologiche rese maggiormente accessibili dalla velocità di rete.

Maggiori informazioni nel comunicato di TIM.

Smart NationTIM porta la fibra ottica a Gorizia
Vai all'articolo

TIM e Open Fiber disponibili all’unificazione della rete in fibra ottica

No comments

TIM e Open Fiber, insieme a KKR, Macquarie e a Cassa Depositi e Prestiti, hanno firmato un importante protocollo di intesa non vincolante, ossia un Memorandum of Understanding, finalizzato al percorso di integrazione tra le rispettive reti in fibra ottica.

Si tratta di un processo che punta alla creazione di un unico operatore delle reti di telecomunicazioni, non verticalmente integrato, controllato da Cassa Depositi e Prestiti con la partecipazione dei due fondi di investimento allo scopo di accelerare la diffusione della fibra ottica e delle infrastrutture VHCN in Italia.

L’obiettivo, inutile a dirsi, è un miglioramento dell’accesso ai servizi di connettività per il sistema Paese, sia per la popolazione che per gli Enti pubblici e le imprese.

L’operazione, da svilupparsi tramite un assetto societario da definire, prevede la separazione delle attività infrastrutturali di rete fissa di TIM da quelle commerciali per poi effettuare l’unificazione della parte di rete con quella a disposizione di Open Fiber.

La sottoscrizione del protocollo prevede una tempistica di 5 mesi, con scadenza al 31 ottobre 2022, per finalizzare lo schema dell’operazione che giungerà poi alla firma dei rispettivi organi deliberanti aziendali.

Si tratta di un importantissimo passo verso la riduzione del digital divide del Paese e, come tale, vedrà la massima attenzione da parte del Governo che gioca un ruolo dirimente nell’iniziativa.

Maggiori dettagli nel comunicato stampa di Open Fiber.

Smart NationTIM e Open Fiber disponibili all’unificazione della rete in fibra ottica
Vai all'articolo

Open Fiber e TIM siglano l’accordo per il riutilizzo delle infrastrutture di rete nelle aree bianche

No comments

Si tratta di un accordo strategico di rilevanza e portata significativa quello raggiunto fra Open Fiber e TIM per il riutilizzo delle infrastrutture di rete nelle aree bianche: nella pratica il contratto consente a Open Fiber di riusare le infrastrutture di rete di Fibercop, la società controllata da TIM per la posa della rete in fibra ottica sul territorio nazionale, nelle aree a fallimento di mercato coinvolte dal piano BUL.

La sinergia fra i due operatori pone al centro l’interesse del Paese e in secondo piano la sfida intercorrente fra le due aziende: lo scopo è un più efficiente utilizzo delle risorse per imprimere un’accelerazione della copertura del Paese con reti VHCN.

TIM metterà a disposizione la fibra VHCN di Open Fiber in modalità FTTH ad almeno 500 mila clienti nelle aree bianche mentre Open Fiber acquisterà da FiberCop il diritto d’uso (IRU) per infrastrutture aeree e collegamenti d’accesso alla casa del cliente per un controvalore di circa 200 milioni di euro.

Ne conseguirà un’accelerazione significativa da parte di Open Fiber nelle fasi di costruzione della rete e di attivazione delle connessioni nelle aree bianche.

Maggiori dettagli nel comunicato stampa di Open Fiber.

Smart NationOpen Fiber e TIM siglano l’accordo per il riutilizzo delle infrastrutture di rete nelle aree bianche
Vai all'articolo

A Vittorio Veneto arriva la fibra ottica di Open Fiber

No comments

La rete in fibra ottica di Open Fiber è disponibile a Vittorio Veneto: l’infrastruttura veloce, che consente la connessione ad internet ad una velocità fino a 10 Gigabit al secondo, connette le prime 1.700 unità immobiliari su un totale di circa 10 mila unità previste dal piano di copertura per cui sono stati stanziati oltre 4 milioni di euro.

La rete di Open Fiber a Vittorio Veneto si svilupperà, a lavori conclusi per un totale di 106 chilometri, pari a 6mila km di fibra da posare: oltre il 60% dell’infrastruttura verrà realizzato riutilizzando cavidotti e reti sotteranee o aeree che esistono già in modo da contenere l’impatto sul territorio.

Per il medesimo motivo, nella realizzazione dei nuovi manufatti dove passano i cavi in fibra ottica viene fatto uso di tecniche di scavo microinvasive.

Attualmente la rete di Open Fiber è presente in Veneto in molte città collegando oltre 400mila unità immobiliari.

L’infrastruttura di Open Fiber permette prestazioni elevate e affidabili che rendono possibile l’uso di una serie di opportunità come la fruizione di servizi evoluti quali, fra gli altri, la telemedicina, lo smart working, l’Internet of Things o la didattica a distanza.

Maggiori informazioni nel comunicato stampa di Open Fiber.

Smart NationA Vittorio Veneto arriva la fibra ottica di Open Fiber
Vai all'articolo

Il Comune di Brugherio sigla l’accordo con Open Fiber per la nuova rete in fibra ottica

No comments

Il Comune di Brugherio firma con Open Fiber l’accordo per estendere in città la rete in fibra ottica in modalità FTTH che permetterà a 11mila unità immobiliari cittadine di collegarsi ad una velocità fino a 10 Gbps.

All’interno del Comune, oltre a stendere la nuova infrastruttura di rete basata su cavi in fibra ottica che verranno posati nel rispetto dell’ambiente tramite procedure mini invasive e il recupero di cavidotti e passaggi esistenti, verrà installato anche il POP, ossia la centrale di rete che permetterà di collegare tutto il tessuto urbano.

L’investimento da parte di Open Fiber è pari a 4 milioni di euro e permetterà di migliorare le significative opportunità per la popolazione residente che l’Amministrazione sta allestendo in ambito digitale come per esempio il servizio di Casa Digitale lanciato dal Comune.

La rete in fibra ottica in modalità FTTH di Open Fiber permette di fruire dei servizi digitali evoluti alla massima velocità come per esempio l’IoT, il cloud computing, lo streaming online ma anche ottenere significativi vantaggi nella didattica a distanza e nello smart working.

Maggiori informazioni nel comunicato di Open Fiber.

smartnationIl Comune di Brugherio sigla l’accordo con Open Fiber per la nuova rete in fibra ottica
Vai all'articolo