Open Fiber e TIM siglano l’accordo per il riutilizzo delle infrastrutture di rete nelle aree bianche

No comments

Si tratta di un accordo strategico di rilevanza e portata significativa quello raggiunto fra Open Fiber e TIM per il riutilizzo delle infrastrutture di rete nelle aree bianche: nella pratica il contratto consente a Open Fiber di riusare le infrastrutture di rete di Fibercop, la società controllata da TIM per la posa della rete in fibra ottica sul territorio nazionale, nelle aree a fallimento di mercato coinvolte dal piano BUL.

La sinergia fra i due operatori pone al centro l’interesse del Paese e in secondo piano la sfida intercorrente fra le due aziende: lo scopo è un più efficiente utilizzo delle risorse per imprimere un’accelerazione della copertura del Paese con reti VHCN.

TIM metterà a disposizione la fibra VHCN di Open Fiber in modalità FTTH ad almeno 500 mila clienti nelle aree bianche mentre Open Fiber acquisterà da FiberCop il diritto d’uso (IRU) per infrastrutture aeree e collegamenti d’accesso alla casa del cliente per un controvalore di circa 200 milioni di euro.

Ne conseguirà un’accelerazione significativa da parte di Open Fiber nelle fasi di costruzione della rete e di attivazione delle connessioni nelle aree bianche.

Maggiori dettagli nel comunicato stampa di Open Fiber.

Smart NationOpen Fiber e TIM siglano l’accordo per il riutilizzo delle infrastrutture di rete nelle aree bianche
Vai all'articolo

A Vittorio Veneto arriva la fibra ottica di Open Fiber

No comments

La rete in fibra ottica di Open Fiber è disponibile a Vittorio Veneto: l’infrastruttura veloce, che consente la connessione ad internet ad una velocità fino a 10 Gigabit al secondo, connette le prime 1.700 unità immobiliari su un totale di circa 10 mila unità previste dal piano di copertura per cui sono stati stanziati oltre 4 milioni di euro.

La rete di Open Fiber a Vittorio Veneto si svilupperà, a lavori conclusi per un totale di 106 chilometri, pari a 6mila km di fibra da posare: oltre il 60% dell’infrastruttura verrà realizzato riutilizzando cavidotti e reti sotteranee o aeree che esistono già in modo da contenere l’impatto sul territorio.

Per il medesimo motivo, nella realizzazione dei nuovi manufatti dove passano i cavi in fibra ottica viene fatto uso di tecniche di scavo microinvasive.

Attualmente la rete di Open Fiber è presente in Veneto in molte città collegando oltre 400mila unità immobiliari.

L’infrastruttura di Open Fiber permette prestazioni elevate e affidabili che rendono possibile l’uso di una serie di opportunità come la fruizione di servizi evoluti quali, fra gli altri, la telemedicina, lo smart working, l’Internet of Things o la didattica a distanza.

Maggiori informazioni nel comunicato stampa di Open Fiber.

Smart NationA Vittorio Veneto arriva la fibra ottica di Open Fiber
Vai all'articolo

Il Comune di Brugherio sigla l’accordo con Open Fiber per la nuova rete in fibra ottica

No comments

Il Comune di Brugherio firma con Open Fiber l’accordo per estendere in città la rete in fibra ottica in modalità FTTH che permetterà a 11mila unità immobiliari cittadine di collegarsi ad una velocità fino a 10 Gbps.

All’interno del Comune, oltre a stendere la nuova infrastruttura di rete basata su cavi in fibra ottica che verranno posati nel rispetto dell’ambiente tramite procedure mini invasive e il recupero di cavidotti e passaggi esistenti, verrà installato anche il POP, ossia la centrale di rete che permetterà di collegare tutto il tessuto urbano.

L’investimento da parte di Open Fiber è pari a 4 milioni di euro e permetterà di migliorare le significative opportunità per la popolazione residente che l’Amministrazione sta allestendo in ambito digitale come per esempio il servizio di Casa Digitale lanciato dal Comune.

La rete in fibra ottica in modalità FTTH di Open Fiber permette di fruire dei servizi digitali evoluti alla massima velocità come per esempio l’IoT, il cloud computing, lo streaming online ma anche ottenere significativi vantaggi nella didattica a distanza e nello smart working.

Maggiori informazioni nel comunicato di Open Fiber.

smartnationIl Comune di Brugherio sigla l’accordo con Open Fiber per la nuova rete in fibra ottica
Vai all'articolo

A Novi Ligure arriva la fibra ottica di Open Fiber

No comments

La rete in fibra ottica di Open Fiber connette le prime 3.000 unità immobiliari a Novi Ligure su un totale di 11.000 previste fra case, uffici, imprese e strutture pubbliche.

Il programma di cablaggio, realizzato sulla base di un investimento di 4 milioni di euro, porterà la banda ultra larga con velocità di connessione fino a 10 Gigabit al secondo in tutta la città consentendo alla popolazione residente di beneficiare di un gran numero di servizi innovativi che risultano notevolmente migliorati in virtù della maggiore larghezza di banda disponibile: telemedicina, IoT, smart working, didattica a distanza sono solo alcuni dei servizi che potranno beneficiare della nuova connettività.

L’intera infrastruttura di rete in modalità FTTH è pari a circa 70 chilometri con 6mila km di fibra da posare: con l’interconnessione di Novi Ligure si raggiungono in Piemonte 737mila unità immobiliari connesse.

Il cablaggio degli edifici è gratuito, chiunque vorrà passare ai servizi di Open Fiber dovrà richiedere il servizio ai partner commerciali che si occupano di vendere la connettività agli utenti finali.

Maggiori dettagli nel comunicato di Open Fiber.

Smart NationA Novi Ligure arriva la fibra ottica di Open Fiber
Vai all'articolo

A Cernusco sul Naviglio la fibra ottica di Open Fiber collega le prime unità immobiliari

No comments

L’infrastruttura di rete di Open Fiber è disponibile a Cernusco sul Naviglio: l’azienda ha infatti connesso circa 3.300 unità immobiliari su un totale di 11mila previste nel piano di sviluppo cittadino che prevede uno stanziamento di circa 4 milioni di euro.

Le unità connesse possono ora beneficiare di una velocità di connessione fino a 10 Gigabit per secondo grazie alla fibra ottica in modalità FTTH che raggiungerà un’estensione di circa 70 chilometri pari a c6mila chilometri di fibra da posare.

Grazie alla nuova infrastruttura di rete, realizzata con scavi ad altissima sostenibilità ambientale e riutilizzando passaggi e cavidotti esistenti, i cittadini, le imprese e la Pubblica Amministrazione possono contare di nuove opportunità per fruire al meglio di servizi quali la telemedicina, lo streaming online, la gestione dei servizi evoluti per la città come per esempio l’illuminazione intelligente e molto altro.

Maggiori dettagli nel comunicato di Open Fiber.

Smart NationA Cernusco sul Naviglio la fibra ottica di Open Fiber collega le prime unità immobiliari
Vai all'articolo

A Pinerolo la fibra ottica di Open Fiber collega le prime unità immobiliari

No comments

Con un investimento di 5 milioni di euro Open Fiber sta completando il piano di collegamento di 14mila unità immobiliari a Pinerolo partendo da 4mila case, uffici e imprese già connesse.

La nuova infrastruttura di rete, in modalità FTTH, permette ai cittadini di collegarsi ad una velocità di connessione fino a 10 Gigabit al secondo, un traguardo importante per consentire lo sfruttamento dei servizi evoluti quali il telelavoro, la didattica a distanza, lo streaming online ma anche i servizi evoluti di controllo del territorio come la videosorveglianza e la gestione dell’illuminazione pubblica.

La rete in fibra ottica di Open Fiber si estende per circa 90 chilometri pari a circa 8mila chilometri di fibra da posare e sfrutta il riuso di cavidotti e strutture pre-esistente per minimizzare l’impatto ambientale e garantire uno sviluppo sostenibile.

Open Fiber non eroga il servizio al cliente finale ma agli operatori telefonici che intendono commercializzarne la connettività mentre il cablaggio degli edifici è gratuito.

Maggiori informazioni nel comunicato di Open Fiber.

Smart NationA Pinerolo la fibra ottica di Open Fiber collega le prime unità immobiliari
Vai all'articolo

A Crema arriva la fibra ottica di Open Fiber

No comments

Crema si illumina grazie alla fibra ottica di Open Fiber con la connessione delle prime 3.600 unità immobiliari ad una velocità massima di 10 Gigabit per secondo.

La nuova infrastruttura di rete, pari a 80 chilometri e sviluppata con un investimento di circa 4 milioni di euro, punta a collegare un totale di 13mila unità immobiliari della città in modalità FTTH posando circa 7mila km di fibra ottica.

La nuova rete, realizzata rispettando l’ambiente e secondo criteri di sostenibilità, consentirà agli utilizzatori di sfruttare la velocità e la banda a disposizione per fruire di servizi evoluti come l’IoT, la telemedicina, il telelavoro, la didattica a distanza ma permetterà anche agli Enti pubblici di gestire meglio il territorio e i servizi di controllo e monitoraggio come ad esempio la videosorveglianza o l’illuminazione pubblica.

Maggiori informazioni nel comunicato stampa di Open Fiber.

Smart NationA Crema arriva la fibra ottica di Open Fiber
Vai all'articolo

A Biella è disponibile la fibra ottica di Open Fiber

No comments

A Biella l’infrastruttura in fibra ottica in modalità FTTH di Open Fiber è divenuta disponibile alla commercializzazione con le prime 3.500 unità immobiliari che possono navigare alla velocità di connessione di 10 Gigabit per secondo e permettono di arrivare a 750mila unità immobiliare commercializzabili in tutto il Piemonte.

Il lotto attivato è il primo di una serie che porterà a raggiungere 18mila unità immobiliari tra case, negozi e uffici grazie ad un investimento privato di circa 6 milioni di euro.

I lavori che hanno permesso l’interconnessione degli immobili alla rete di Open Fiber sono avvenuti nel pieno rispetto della sostenibilità ambientale, riutilizzando strutture esistenti e, in caso di nuovi scavi, tramite modalità micro invasive.

Grazie alla nuova rete i cittadini possono fruire di tutti i vantaggi dovuti alla larghezza di banda fra cui i servizi di streaming online, il telelavoro e la sanità digitale ma anche i servizi comunali potranno beneficiare della nuova infrastruttura per soluzioni evolute di monitoraggio del traffico e dell’illuminazione pubblica.

Maggiori informazioni nel comunicato di Open Fiber.

Smart NationA Biella è disponibile la fibra ottica di Open Fiber
Vai all'articolo

Nelle Marche si espande la fibra ottica di Open Fiber

No comments

Le case e le aziende di Senigallia e Civitanova Marche sono ora raggiunte dalla fibra ottica di Open Fiber e si aggiungono a quelle di Ancona, Fabriano, Macerata, Ascoli Piceno e Pesaro.

La fibra ottica di Open Fiber collega gli immobili in modalità FTTH, ossia arrivando sino a casa e consentendo quindi una velocità di picco fino a 10 Gigabit al secondo: grazie a questa modalità di connessione tutti i servizi digitali di ultima generazione possono essere fruiti nelle migliori condizioni possibili.

Fra i servizi abilitati dalla nuova tecnologia vi sono lo streaming online, il telelavoro, la telemedicina, i servizi evoluti di gestione della rete elettrica e del traffico e molto altro.

In totale, nelle Marche, sono oltre 100 mila unità immobiliari di cui 5.500 e 3.000 unità immobiliari sono relative alle città di Civitanova e Senigallia con 3 mila.

I cittadini che volessero fruire del servizio di Open Fiber possono contattare una delle aziende che rivendono al dettaglio la connettività.

Maggiori informazioni sono disponibili nel comunicato stampa di Open Fiber.

Smart NationNelle Marche si espande la fibra ottica di Open Fiber
Vai all'articolo

A Senigallia Open Fiber avvia i lavori per la nuova rete in fibra ottica

No comments

I cittadini di Senigallia presto potranno navigare sfruttando una connettività in fibra ottica fino alla velocità di 10 Gbps grazie a Open Fiber che ha siglato una convenzione con il Comune di Senigallia per impostare gli interventi realizzativi della rete della connettività in fibra ottica che si appresta ad essere stesa sul territorio dell’Ente.

Con un investimento di 6 milioni di euro, Open Fiber pianifica di cablare 16 mila unità immobiliari grazie alla nuova infrastruttura di rete FTTH per un totale di 102 chilometri di fibra ottica stesa in nuovi scavi ma soprattutto recuperando passaggi già esistenti nel rispetto della sostenibilità ambientale: circa il 60% dell’intera infrastruttura infatti riutilizzerà strutture esistenti mentre i nuovi scavi verranno realizzati con procedure moderne e non invasive.

I lavori sono iniziati nei pressi di via Raffaello Sanzio e proseguiranno in zona Parco della Pace per poi procedere verso la zona del Lungomare Mameli.

Sarà inclusa anche la copertura di 30 siti indicati dal Comune e selezionati fra quelli di interesse per la cittadinanza.

Inoltre, nelle frazioni di Bettolelle, Filetto, Grottino, Case Romagnoli e Roncitelli Open Fiber installerà con il contributo della Regione Marche, una rete pubblica in FTTH per connettere 700 unità immobiliari, tra case uffici e negozi, appartenenti alle aree bianche, cioè quelle a fallimento di mercato.

Maggiori dettagli nel comunicato stampa di Open Fiber.

Smart NationA Senigallia Open Fiber avvia i lavori per la nuova rete in fibra ottica
Vai all'articolo