Il Comune di Bergamo sceglie il digitale per contrastare i furti di biciclette

No comments

I furti di biciclette sono un problema sostanziale specie per i Comuni che incentivano la mobilità sostenibile per contrastare l’inquinamento e le conseguenze che porta un uso indiscriminato di auto e moto non elettriche.

Infatti, con un furto di biciclette ogni trenta secondi stando alle statistiche nazionali, il cittadino perde lo stimolo ad un comportamento funzionale ai bisogno della città e della comunità: è quindi dovere delle Amministrazioni trovare delle risposte per diffondere la volontà di ricorrere all’uso delle biciclette.

In tale direzione si è concretizzata l’azione del Comune di Bergamo che segue i Comuni di Rimini, Cortina d’Ampezzo e Jesolo – di cui abbiamo parlato – scegliendo una soluzione tecnologica per contrastare il fenomeno dei furti di biciclette.

Bikebee, la piattaforma digitale prescelta, permette di certificare la proprietà della propria bici con pochissimi clic: in questo modo la propria bicicletta viene registrata in un apposito registro digitale che ha la comodità di poter consentire il riconoscimento su tutto il territorio, comunale e nazionale qualora venga rubata.

I Comuni aderenti, fra cui appunto quello di Bergamo, sono dotati di un sito responsive e una app per Android e iOS personalizzabili con le proprie informazioni.

Smart NationIl Comune di Bergamo sceglie il digitale per contrastare i furti di biciclette
Vai all'articolo

Il Comune di Jesolo adotta il digitale per certificare la proprietà della biciclette

No comments

Le statistiche sono impietose: si calcola che ad oggi venga effettuato un furto di bicicletta ogni trenta secondi e questo è tanto più grave quanto la società tende ad abbracciare sempre più consapevolmente sistemi di mobilità integrata e alternativa che facciano ampio ricorso alle due ruote ecologiche.

Per questo motivo alcuni Comuni come Rimini e Cortina d’Ampezzo hanno abbracciato soluzioni digitali in grado di aiutare i cittadini a tutelare il proprio mezzo di trasporto tramite un sistema che consente, in pochi clic, di certificare la proprietà della propria bici.

La due ruote entra quindi a far parte di un registro digitale che ha la comodità di poter consentire il riconoscimento su tutto il territorio, comunale e nazionale in relazione all’infausta eventualità che venga sottratta al legittimo proprietario.

Il sistema si chiama Bikebee e i Comuni aderenti possono contare su un sito responsive e una app per Android e iOS che il Comune può personalizzare con le proprie informazioni.

Smart NationIl Comune di Jesolo adotta il digitale per certificare la proprietà della biciclette
Vai all'articolo