Chrome forza la navigazione online all’adozione del protocollo HTTPS

No comments

Con l’ultima versione del browser Chrome, la numero 68, avviene il giro di boa: tutti coloro che visiteranno siti web che non adottano il protocollo HTTPS risulteranno segnalati dal browser di Google come non sicuri.

Il protocollo HTTPS nasce per crittografare, e quindi rendere sicuro, il traffico da e per un dato sito internet risultando più sicuro rispetto al vecchio protocollo HTTP.

Il protocollo HTTPS infatti, al contrario della versione HTTP, protegge l’integrità e la riservatezza dei dati scambiati tra i computer e i siti mettendoli al sicuro da potenziali attacchi: non a caso si è affermato con il tempo per tutelare le attività internet sui siti delle banche e per salvaguardare le transazioni sugli e-commerce.

HTTPS, un protocollo per un web più sicuro

La decisione di marcare i siti HTTP come non sicuri risale allo scorso febbraio ed è solo l’ultimo passo di Google verso una navigazione più sicura: a partire da questo autunno, periodo in cui verrà rilasciata la versione 70 del browser Chrome, verrà aggiunto un warn , ossia un avviso di colore rosso, quando si tenterà di interagire con pagine web che ancora non avranno abbracciato lo standard HTTPS.

Smart NationChrome forza la navigazione online all’adozione del protocollo HTTPS
Vai all'articolo