A Napoli nasce a l’Healthtech Innovation Hub

No comments

Dalla collaborazione tra Università Federico II di Napoli e Medtronic Italia è nato l’Healthtech Innovation Hub (HI), un luogo dove promuovere l’innovazione e la crescita nel settore healthcare con l’obiettivo di migliorare la salute dei cittadini e creare opportunità per i giovani e le imprese.

Sito presso il Centro servizi metrologici e tecnologici avanzati (CeSMA) del Complesso universitario San Giovanni a Teduccio a Napoli, il nuovo hub sottolinea la centralità della cura e dell’assistenza come temi chiave per lo sviluppo del Paese tramite un ecosistema di conoscenza aperta e condivisa.

Nella pratica il nuovo centro offrirà una serie di servizi per la formazione e di supporto alle imprese di ogni forma e dimensione oltre ad uno spazio fisico dedicato allo scambio di esperienze e competenze tra imprese, campane e non, operanti nell’ambito del medtech.

Tra le iniziative programmate nell’hub c’è il master Medtronic Advanced Knowledge Experience (MAKE), un percorso formativo incentrato sullo studio e la pratica delle tecnologie per la salute e finalizzato a sviluppare le competenze per affrontare le nuove sfide della medicina dopo la pandemia da COVID-19.

Maggiori informazioni nel comunicato ufficiale.

Smart NationA Napoli nasce a l’Healthtech Innovation Hub
Vai all'articolo

Nasce a Genova il Liguria Innovation Exchange

No comments

A Genova nasce il Liguria Innovation Exchange, un centro dedicato all’innovazione digitale al servizio di cittadini, aziende e della Pubblica Amministrazione.

Regione Liguria, la promotrice dell’iniziativa, ha voluto imprimere una decisiva spinta all’inarrestabile processo di sviluppo tecnologico di tutto il territorio tramite un polo frutto della sinergia tra Liguria Digitale e Cisco.

Il Liguria Innovation Exchange è un laboratorio dell’innovazione in cui creare progetti destinati ad accrescere l’inclusione digitale tramite un hub da 2mila metri quadrati presso il parco tecnologico degli Erzelli.

L’area ospiterà uffici, aule e laboratori per formazione anche in modalità remota: le attività interessano l’adozione e l’approfondimento di varie tecnologie che verranno sviluppate in collaborazione con una rete di aziende locali e l’Università degli studi di Genova.

Fra i progetti di primario interesse per il nuovo polo vi è la cybersecurity e le tecnologie innovative impiegabili per i trasporti e per la logistica.

Maggiori dettagli nel comunicato stampa di Regione Liguria.

Smart NationNasce a Genova il Liguria Innovation Exchange
Vai all'articolo

Liguria, continua l’espansione dei laboratori territoriali dedicati all’innovazione

No comments

All’interno dell’istituto Ferraris Pancaldo di Savona è operativo uno spazio dedicato alle nuove tecnologie accessibile a studenti e cittadini che possono cimentarsi con l’apprendimento delle opportunità offerte dalla stampa 3D, dalla realtà virtuale, dai droni e da tutte quelle innovazioni che caratterizzano gli ultimi tempi.

Si tratta del laboratorio territoriale, il quarto operativo in Regione Liguria, appartenente ai progetti digitalizzazione diffusa del sistema pubblico regionale finanziato dal POR FESR 2014 – 2020 e da Scuola Digitale Liguria, finanziato dal POR FSE 2014 – 2020 con la conduzione operativa di Liguria Digitale.

La rete dei laboratori territoriali punta a creare una dorsale di laboratori innovativi accessibili con ampia distribuzione oraria, facilità nell’accesso e adeguato presidio di personale opportunamente formato.

All’interno dei laboratori sono disponibili strumenti digitali per molteplici attività dedicate alla sperimentazione e alla realizzazione di pratiche innovative per attività didattiche e per la realizzazione della cittadinanza digitale: fra questi ovviamente tablet e pc ma anche stampanti 3D, videocamere, componenti robotici e visori tridimensionali per la realtà aumentata.

Quello di Savona è il quarto laboratorio inaugurato sul territorio, dopo l’apertura presso i Comuni di Lavagna, La Spezia e Imperia: la mappa completa è disponibile sul sito ufficiale dell’iniziativa.

I laboratori sono accessibili a cittadini e studenti anche se attualmente quelli situati negli istituti scolastici liguri potrebbero restare in parte chiusi ai non studenti in attesa che vengano comunicate le modalità di utilizzo e gli orari, senza i quali gli studenti degli altri plessi scolastici, i cittadini e le associazioni del territorio non potranno accedere ai servizi erogati.

Smart NationLiguria, continua l’espansione dei laboratori territoriali dedicati all’innovazione
Vai all'articolo

A Matera apre l’hub dedicato alla tecnologia e all’innovazione

No comments

Da oggi Matera ha ufficialmente il proprio nuovo hub dedicato alla tecnologia e all’innovazione: presso l’ex complesso monastico di San Rocco, in prossimità dei celebri Sassi, è stato restaurato una nuova area dedicata alle tecnologie del futuro e pronta ad accogliere professionisti e imprese.

Ne avevamo parlato qui, quando i lavori erano in corso.

Lo scopo è quello di fare di Matera una città all’avanguardia per l’innovazione tecnologica sfruttando la concentrazione di interessi che hanno visto il Comune al centro della sperimentazione di tecnologie evolute come il 5G.

Il nuovo hub rappresenta un punto di incontro tra partner pubblici e privati per condividere iniziative progettuali e permettere la valorizzazione di giovani ricercatori e innovatori.

Il polo tecnologico può contare sul supporto del Consiglio Nazionale delle Ricerche che metterà a disposizione di Matera competenze, strumentazione e tecnologie di cui soprattutto quelle emergenti come IoT, 5G, blockchain, robotica e intelligenza artificiale.

L’hub ospiterà 13 imprese oltre a ricercatori e professionisti interessati a sviluppare le proprie idee innovative.

Smart NationA Matera apre l’hub dedicato alla tecnologia e all’innovazione
Vai all'articolo

Leonardo presenta AeroTech Campus

No comments

Leonardo, in collaborazione con l’Università Federico II di Napoli, ha presentato oggi AeroTech Campus, un nuovo hub per l’innovazione tecnologia nel settore avionico e delle aerostrutture.

Si tratta a tutti gli effetti di un nuovo incubatore in un ambito dove la capacità di progettazione e di ricerca italiane possono sicuramente rappresentare un valore aggiunto: il progetto viene inoltre avviato presso lo stabilimento di Leonardo a Pomigliano d’Arco, un messaggio di rilancio del settore aeronautico del Mezzogiorno d’Italia.

L’iniziativa prevede, oltre alla creazione del polo di ricerca e incubazione, anche la reingegnerizzazione dei processi produttivi del sito di Pomigliano d’Arco.

AeroTech Campus, il rilancio per l’avionica nel Sud Italia

Nella sua complessità, l’operazione punta a garantire la creazione di un ecosistema dedicato all’avionica dove ricercatori, sviluppatori e nuovi team imprenditoriali possono sviluppare tecnologie di frontiera che possano anche aiutare Leonardo a consolidare l’attuale posizione di leadership di mercato.

Nel mondo del futuro infatti Leonardo si candida a giocare un ruolo cruciale per il rilancio competitivo del sistema Italia con un programma coerente di investimenti che portino a scoprire ed esaltare i talenti impegnati nella progettazione e realizzazione di aerostrutture innovative.

Smart NationLeonardo presenta AeroTech Campus
Vai all'articolo