Facebook introduce Messenger Rooms

No comments

Un nuovo servizio di videochiamate di gruppo multipiattaforma: è questa la descrizione di Messenger Rooms, il nuovo servizio di casa Facebook che consente all’utente di creare una stanza in cui entrare da Facebook, Messenger e, nei prossimi giorni, anche dalle altre applicazioni dell’ecosistema della multinazionale americanta come WhatsApp o Instagram.

Messenger Rooms è disponibile da subito in Italia e la scelta non è stata casuale: le applicazioni di messaggistica e videoconferenza catturano un sostanziale interesse a causa dell’epidemia di COVID-19.

Il nuovo servizio permette di effettuare videochat tra 16 persone che, nel prossimo futuro, saliranno a 50.

L’utilizzo di Rooms è disponibile sia per attività ricreative personali, come per esempio chiacchierare con gli amici, sia per attività formative e professionali in genere: la presenza di apposite funzioni, come per esempio la possibilità di personalizzare la location e utilizzare particolari filtri ottici, permette di adeguare l’applicazione alle finalità per cui la si intende utilizzare.

Smart NationFacebook introduce Messenger Rooms
Vai all'articolo

WhatsApp rilascia nuove funzioni per iOS e Android

No comments

L’ultimo aggiornamento di WhatsApp per iOS e Android contiene interessanti funzionalità che mancavano nelle rispettive versioni della celebre applicazione di messaggistica.

Il client ufficiale di Android ha infatti acquisito lo sblocco e blocco con l’impronta digitale che era già presente nella versione iOS ma era mancante in quella Android: gli utenti potranno quindi nascondere le chat impedendone la visione a terzi che dovessero avere in uso lo smartphone.

Il blocco con le impronte digitali non si estende alle chiamate ma nasconde i messaggi ed altri registri: tramite le impostazioni è comunque possibile configurare un timer di blocco automatico su schermate indesiderate a maggior tutela della privacy.

Ovviamente la configurazione si trova nel menù impostazioni dell’app, sotto il pannello account e quindi privacy.

Per il momento non è previsto il supporto al riconoscimento facciale.

Il client iOS invece introduce l’eliminazione delle notifiche sull’icona dell’app per tutte le conversazioni contraddistinte dalla modalità silenziosa: gli utenti quindi non saranno più indotti dall’aprire l’app in concomitanza con la ricezione di uno o più messaggi su chat silenziate esponendo quindi la propria privacy.

Prim dell’aggiornamento era possibile esclusivamente disabilitare il suono e la vibrazione della notifica ma il relativo numero era presente. Inoltre l’ultimo update rende disponibili nuove guide pensate per facilitare il posizionamento di sticker, emoji e altri contenuti durante la modifica di un file multimediale.

Maggiori informazioni sul blog di WhatsApp.

Smart NationWhatsApp rilascia nuove funzioni per iOS e Android
Vai all'articolo

Telegram estende la cancellazione dei messaggi

No comments

Telegram estende la funzione di cancellazione dei messaggi a tutta la conversazione senza più limiti di tempo ma soprattutto su tutto quello che è stato scritto, anche dal proprio interlocutore.

Tramite l’ultimo aggiornamento dell’app, anche i messaggi inviati da un’altra persona diventano eliminabili scomparendo così completamente dalla conversazione senza lasciar traccia per nessuno dei partecipanti.

Si tratta di una funzione molto interessante soprattutto per chi vuole avere un pieno controllo dei contenuti delle conversazione, motivo per cui Telegram è forse fra i sistemi di messaggistica più popolari, insieme a Signal, per coloro che risultano molto sensibili alla privacy.

Insieme all’ultimo aggiornamento cade anche il precedente limite di 48 ore che era stato imposto per la cancellazione dei propri contenuti: ora è possibile eliminare qualsiasi messaggio senza restrizioni di tempo legato all’invio.

Telegram, disponibile su iOS e Android, sembra molto attento alle richieste dei propri utenti e anticipa WhatsApp che, al momento, permette la cancellazione esclusivamente dei messaggi scritti dal relativo autore.

Smart NationTelegram estende la cancellazione dei messaggi
Vai all'articolo

Scuola, il Comune di Ravenna pubblica un vademecum per un uso corretto dei gruppi di messaggistica istantanea

No comments

Il Comune di Ravenna ha deciso di intervenire per dare delle linee guida ai genitori degli studenti delle scuole per l’infanzia che spesso si trovano a condividere informazioni, opinioni e discussioni all’interno dei gruppi creati attraverso le applicazioni di messaggistica istantanea.

L’utilizzo però è, a volte, inopportuno con i genitori che sfruttano questi gruppi per scambiare giudizi, critiche o polemizzare fra loro e con gli insegnanti.

Dato che il buonsenso non è sufficiente e l’impatto a livello educativo relativamente ad un uso distorto della tecnologia, specie in contesti scolastici, può essere significativamente problematico, il Comune ha scelto la strada dell’educazione digitale puntando su un decalogo.

A Ravenna il vademecum serve all’educazione digitale

Lo strumento definito dall’Amministrazione di Ravenna è stato un elenco di buone pratiche da presentare durante le assemblee delle scuole dell’infanzia comunali ai genitori dei bambini.

Si tratta di un vademecum voluto dagli assessorati alla Smart city e all’Istruzione e infanzia per stimolare la collaborazione tra genitori grazie allo scambio di informazioni e aiuti per risolvere episodi di conflitto, incomprensioni o perdite di tempo.

Tra le buone prassi viene suggerita anche l’individuazione di moderatori per i gruppi di discussione.

Smart NationScuola, il Comune di Ravenna pubblica un vademecum per un uso corretto dei gruppi di messaggistica istantanea
Vai all'articolo

WhatsApp annuncia backup illimitati

No comments

WhatsApp annuncia una grande novità per tutti gli utenti che scambiano elevate quantità di immagini e di altri allegati durante l’uso della propria piattaforma di messaggistica.

Ormai infatti su WhatsApp, come anche su altri software similari quali Telegram o Facebook Messenger, non transitano più solo messaggi testuali ma moltissimi file audio (i famosi vocali) oltre ovviamente ad immagini, documenti in pdf e video.

Il volume di dati delle conversazioni è aumentato esponenzialmente nel tempo e, di conseguenza, anche la dimensione dei backup automatici è sempre più rilevante incoraggiando gli utenti ad acquistare spazio sulle piattaforme cloud dedicate al salvataggio di dati come iCloud o Google Drive.

Attualmente, tramite Google Drive è possibile destinare gratuitamente fino a 15Gb di dati per i backup di WhatsApp.

Tramite Google Drive i backup di WhatsApp diventano illimitati

Da oggi però, grazie ad un aggiornamento incluso direttamente nelle proprie faq WhatsApp ha annuncianto che a partire dal 12 novembre prossimo introdurrà l’archivazione illimitata attraverso Google Drive in forza di un accordo con Google.

Gli utenti però dovranno prestare attenzione ai backup esistenti: quelli non aggiornati per oltre un anno saranno cancellati in automatico.
Pertanto, se non si vogliono perdere i propri dati, è suggerito di procedere ad un backup manuale prima di tale data.

Smart NationWhatsApp annuncia backup illimitati
Vai all'articolo

WhatsApp attiva le chiamate di gruppo

No comments

Dopo qualche mese di attesa dal primo annuncio WhatsApp introduce le videochiamate di gruppo: nel corso dei prossimi giorni si avrà una progressiva implementazione della nuova funzionalità con allargamento a tutti gli account del sistema di messaggistica istantanea attraverso le applicazioni per dispositivi iOS e Android.

Non sono previsti limiti di piattaforma o restrizioni geografiche, per effettuare una videochiamata di gruppo occorre iniziare una chiamata tradizionale inoltrata ad un singolo contatto e poi aggiungere le persone restanti.

Per farlo occorre selezionare il bottone presente in alto a destra (se le chiamate di gruppo sono già state attivate) e scegliere il nuovo partecipante da aggiungere tra i contatti.

L’operazione va quindi ripetuta fino ad un massimo di 4 partecipanti in contemporanea: si può abilitare, o meno, la trasmissione video.

Crittografia end-to-end e connettività stabile per le chiamate di gruppo di WhatsApp

Tutte le chiamate sono protette dalla solita crittografia end-to-end con la particolarità di essere state studiate espressamente per poter funzionare in qualsiasi parte del mondo e con praticamente quasi ogni situazione di connettività anche in presenza di differenze sostanziali di qualità di segnale da parte dei partecipanti.

Nelle scorse settimane inoltre WhatsApp aveva già introdotto la possibilità da parte degli utenti di chiedere a Siri di inviare messaggi ad un gruppo di contatti: tale automazione è stata più volte richiesta al team di sviluppo che pare quindi essere fortemente interessato a richiedere

Smart NationWhatsApp attiva le chiamate di gruppo
Vai all'articolo