FS Italiane apre il primo Innovation Hub

No comments

FS Italiane ha aperto ufficialmente il proprio primo Innovation Hub presso la stazione di Roma Termini.

Il lancio, avvenuto in occasione del settantesimo anniversario della maggiore stazione del Paese ossia quella di Roma Termini appunto, permette a FS Italiane di stabilire fisicamente quella che è a tutti gli effetti concepita per essere la cabina di regia deputata al coordinamento delle attività degli altri hub territoriali che saranno realizzati nei prossimi anni in tutta Italia come per esempio quello presso il Campus di San Giovanni a Teduccio dell’Università di Napoli Federico II.

Lo scopo degli Innovation Hub di FS Italiane è quello di lavorare su programmi di innovazione tematici affinché costituiscano luoghi dove aziende, istituzioni e investitori si incontrano e collaborano con giovani innovatori e startup per intercettare nuove opportunità di business altamente innovative che sfruttino il progresso tecnologico.

Una vera e propria rete fisica di luoghi per la contaminazione e la nascita di idee che, grazie agli strumenti offerti dalla tecnologia e dalla digitalizzazione, possono rappresentare un’enorme possibilità di cambiamento e di sviluppo sostenibile.

L’Innovation Hub di Roma è dedicato ai temi legati alle Smart City mentre quello di Napoli è dedicato ai temi del turismo.

FS Italiane ha in programma, entro i prossimi tre anni, di aprire altri cinque Innovation Hub tematici: Reggio Calabria (Tutela del Territorio), Puglia (Logistica e Merci), Milano (Industria), Torino (Mobilità) e Bologna (Agrifood).

Maggiori informazioni nel comunicato stampa di FS.

Smart NationFS Italiane apre il primo Innovation Hub
Vai all'articolo

Bravo Innovation Hub, nasce l’acceleratore dedicato alle imprese innovative del Mezzogiorno

No comments

Prende il via l’avventura del Bravo Innovation Hub, l’acceleratore dedicato alle imprese innovative del Mezzogiorno finanziato con risorse Pon Imprese e Competitività 2014-2020 e promosso da Invitalia, Infratel Italia e dal Ministero dello Sviluppo Economico in collaborazione con il Comune di Brindisi.

Si tratta di una scommessa che vede l’apertura di un polo unico nel suo genere presso lo storico Palazzo Guerrieri di Brindisi: l’obiettivo è quello di proporre programmi di accelerazione verticali per velocizzare l’ingresso nel mercato delle imprese del Sud tramite la validazione del modello di business e conseguente accesso al mercato.

Le attività supportate coinvolgeranno grandi imprese, università, centri di ricerca e istituzioni locali presenti nelle regioni meridionali e impegnate nello sviluppo del tessuto economico locale.

L’accesso, sia da parte delle imprese che vogliono essere accelerate sia da parte del personale incaricato della progettazione e gestione dei programmi formativi, è regolato da bando pubblico promosso da Invitalia.

Per il 2020 è previsto il lancio del primo programma di accelerazione denominato Bravo Innovation Hub +Turismo+Cultura, accessibile alle startup e microimprese in qualsiasi forma giuridica che appartengano alla filiera turistico-culturale e che abbiano sede operativa in Basilicata, Calabria, Campania, Puglia o Sicilia con l’impegno a mantenerla per tutta la durata del programma di accelerazione.

Le domande di partecipazione devono essere inviate all’indirizzo Pec finanzaimpresa@pec.invitalia.it dalle 12.00 del 1° ottobre 2020 alle 12,00 del 3 novembre 2020: disponibili 10 posti.

Smart NationBravo Innovation Hub, nasce l’acceleratore dedicato alle imprese innovative del Mezzogiorno
Vai all'articolo