Smart Nation compie otto anni

No comments

Oggi si celebra l’ottavo anno di Smart Nation, un traguardo importante per un’associazione nata allo scopo di divulgare il digitale e la cultura dell’innovazione sul territorio tramite attività ed eventi che vogliono avvicinare il digitale e le persone resistenti alla tecnologia.

L’attività associativa si è sviluppata soprattutto online, filtrando notizie e informazioni per coloro che fossero interessati a seguire i profondi cambiamenti imposti dalla transizione digitale anche perché, nel corso del tempo, si sono consolidate una serie di esperienze che sono nate nell’alveo associativo per confluire in progetti di inclusione digitale con una dignità perfettamente autonoma.

Si veda per esempio il progetto di Casa Digitale, ormai cresciuto in modo significativo, e le attività di Interazione, un ETS iscritto al RUNTS che sta muovendo i primi passi sul territorio di Monza e Brianza proponendo attività didattiche di inclusione digitale e di sensibilizzazione rispetto alle problematiche circa l’uso distorto della rete.

L’Italia sta muovendo grandi passi per tentare di ridurre la distanza, in termini digitali, rispetto agli altri Paesi ma ancora una volta è il capitale umano ad essere il freno dello sviluppo: il nostro impegno, oggi come ieri, è sempre quello di incentivare le attività in favore di una maggiore coesione sociale che passa inevitabilmente per una maggiore comprensione della tecnologia e dell’impatto che ha sulla nostra società.

Buon compleanno a noi!

Smart NationSmart Nation compie otto anni
Vai all'articolo

Cittadinanza Digitale, il Comune di Cesena promuove un ciclo di incontri dedicati all’alfabetizzazione digitale

No comments

Il Comune di Cesena, per migliorare le competenze digitali dei cittadini, propone il programma formativo Cittadinanza Digitale che consiste in un ciclo di incontri gratuiti organizzati da Casa Bufalini per consentire ai partecipanti una migliore familiarizzazione con gli strumenti e le opportunità digitali di uso quotidiano fra cui, per esempio, l’identità digitale.

I temi trattati durante gli incontri prevedono un approfondimento su SPID, sul Fascicolo Sanitario Elettronico, sull’app Io e sulla piattaforma Pago PA: si tratta di argomenti che rappresentano le competenze necessarie per divenire a pieno titolo cittadini digitali.

Gli incontri, organizzati sottoforma di webinar, si tengono giovedì 4, 11 e 18 aprile, dalle ore 16:30 alle 17:30: la partecipazione è gratuita, previa prenotazione.

Maggiori informazioni nel comunicato del Comune di Cesena.

Smart NationCittadinanza Digitale, il Comune di Cesena promuove un ciclo di incontri dedicati all’alfabetizzazione digitale
Vai all'articolo

Regione Valle d’Aosta apre uno sportello di facilitazione digitale presso il palazzo regionale

No comments

Presso il palazzo regionale ad Aosta apre uno sportello di facilitazione digitale destinato ai cittadini che sono interessati ad acquisire o migliorare le proprie competenze digitali ricevendo supporto per l’uso di servizi e di tecnologie digitali.

Fra le attività previste c’è la possibilità di essere supportati nell’uso di smartphone, tablet, computer ma anche l’identità digitale, SPID e CIEID, come anche il corretto utilizzo della navigazione internet nonché l’accesso ai principali servizi digitali pubblici.

Il punto di facilitazione digitale lanciato da Regione Valle d’Aosta si inserisce nel programma che prevede la costituzione di una rete regionale di punti di facilitazione digitale di cui avevamo già parlato: questo nuovo sportello inizierà la propria attività a partire da aprile ed è sostenuto dai fondi del PNRR.

Il servizio è gratuito e accessibile tramite appuntamento.

Maggiori informazioni nel comunicato della Regione della Valle d’Aosta.

Smart NationRegione Valle d’Aosta apre uno sportello di facilitazione digitale presso il palazzo regionale
Vai all'articolo

Il Fondo per la Repubblica Digitale pubblica il report delle attività svolte

No comments

Il Fondo per la Repubblica Digitale ha pubblicato il report contenente le linee di indirizzo strategico e le attività finora svolte nella sua attività di diffusione di competenze digitali nei confronti dei cittadini e sostenendo progetti rivolti alla formazione e all’inclusione digitale.

Realizzato da un’unione tra pubblico e privato con particolare riferimento al Terzo Settore, il Fondo per la Repubblica Digitale ha una dotazione economica di 350 milioni di euro indirizzati al sostegno di progetti che possano contribuire alla transizione digitale del Paese impattando positivamente sui corrispondenti indicatori del Digital Economy and Society Index (DESI).

A scandire questo percorso, che durerà inizialmente cinque anni, fino cioè al 2026, vi sono degli obiettivi che vengono monitorati nel corso del tempo e che oggi vengono espressi all’interno di un report pubblicamente ottenibile da tutti coloro che volessero approfondire il tema.

Maggiori informazioni nel comunicato del DTD e sul sito del Fondo per la Repubblica Digitale.

Smart NationIl Fondo per la Repubblica Digitale pubblica il report delle attività svolte
Vai all'articolo

ARpensa Digitale, il Comune di Arezzo apre uno sportello dedicato alla facilitazione digitale

No comments

Si chiama ARpensa Digitale ed è l’iniziativa che il Comune di Arezzo ha lanciato oggi per supportare la cittadinanza nell’apprendimento delle competenze digitali di base e nell’uso delle tecnologie, compresi i servizi digitali pubblici.

Il progetto consiste nell’apertura di un punto di facilitazione digitale presso lo Sportello Unico di Piazza Fanfani che impiega dei facilitatori digitali impegnati a supportare la popolazione residente diffondendo competenze digitali di base e assistendo chi ha più difficolta nell’accesso ai servizi digitali pubblici stimolando così l’inclusione digitale che determina ormai l’inclusione sociale.

L’iniziativa è sostenuta dai fondi del PNRR ed è destinata a supportare le fasce della popolazione più esposte ai rischi del digital divide culturale: fra i servizi proposti dal punto di facilitazione digitale vi è il corretto uso dell’identità digitale, le corrette modalità di navigazione in rete, di acquisto online ma anche la formazione per saper riconoscere le fake news o accedere ai principali portali pubblici fra cui il Fascicolo Sanitario Elettronico o l’Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente.

Gli utenti interessati possono prendere appuntamento in orario di ufficio tramite una numerazione e un’agenda dedicata.

Maggiori dettagli nel comunicato stampa del Comune di Arezzo.

Smart NationARpensa Digitale, il Comune di Arezzo apre uno sportello dedicato alla facilitazione digitale
Vai all'articolo

Connettiamoci 3.0, salute mentale e digitale insieme per l’inclusione

No comments

Al via il progetto Connettiamoci 3.0, un’iniziativa che mira all’inclusione digitale dei cittadini resistenti al digitale grazie all’impiego di persone che soffrono di fragilità mentale ma che possono essere portatrici di conoscenza con autonomia decisionale e responsabilità a servizio della comunità.

L’obiettivo dell’iniziativa è l’inclusione attraverso l’alfabetizzazione informatica resa tramite gli utenti del Day Care di Boccaleone: chiunque abbia difficoltà nell’attivare e successivamente utilizzare lo SPID, aprire un indirizzo PEC o ancora capire alcune funzioni del proprio smartphone.

Si ottengono così due vantaggi: da una parte includere digitalmente la popolazione resistente alla tecnologia mentre dall’altro includere socialmente persone la cui salute mentale è sofferente.

Il servizio si svolge con il supporto del Comune di Bergamo presso la sala civica della Biblioteca Ambiveri e aderendo all’alleanza SPID promossa dall’Ente.

Tra le realtà coinvolte vi sono l’APS Day Care di Boccaleone capofila del progetto, l’Associazione Piccoli Passi Per…, il Servizio Politiche Sociali della Provincia di Bergamo, il Comune di Bergamo e l’ASST Papa Giovanni XXIII^.

Maggiori informazioni nel comunicato della Provincia di Bergamo.

Smart NationConnettiamoci 3.0, salute mentale e digitale insieme per l’inclusione
Vai all'articolo

Il Comune di Gioia del Colle attiva un punto di facilitazione digitale

No comments

E’ ufficialmente operativo il punto di facilitazione digitale inaugurato dal Comune di Gioia del Colle nel chiostro di Palazzo san Domenico: si tratta di un presidio di facilitazione digitale volto a sostenere lo sviluppo pratico di competenze digitali nella cittadinanza, soprattutto in quella fascia di popolazione resistente per fattori anagrafici e culturali.

Far conoscere le potenzialità di internet e dei servizi digitali pubblici infatti permette una maggiore inclusione digitale e, in una società connessa come la nostra, anche sociale: per questo l’iniziativa è sostenuta grazie ai fondi del PNRR di cui è risultato beneficiario l’Ufficio di Piano dell’Ambito Territoriale Sociale di Gioia del Colle.

La popolazione potrà quindi rivolgersi ai facilitatori digitali presenti nel chiostro comunale per ricevere supporto e assistenza nella creazione e gestione della propria identità digitale come lo SPID o CIEID ma anche per utilizzare i servizi assicurati dall’ANPR, dal Fascicolo Sanitario Elettronico o dall’App IO.

Maggiori informazioni nel comunicato del Comune di Gioia del Colle.

Smart NationIl Comune di Gioia del Colle attiva un punto di facilitazione digitale
Vai all'articolo

Il Comune di Bari avvia i primi punti di facilitazione digitale

No comments

Sono operativi i primi tre punti di facilitazione digitale attivati presso la sede centrale URP e Informagiovani del Comune di Bari nonché presso gli uffici dei Servizi alla Persona e presso la ripartizione Politiche educative e giovanili.

Si tratta dei luoghi fisici ideati per promuovere l’inclusione e l’alfabetizzazione digitale dei cittadini tramite dei facilitatori digitali, ossia personale qualificato impiegato per supportare individualmente la popolazione residente nell’uso di internet, dei dispositivi digitali e dei servizi digitali pubblici fra cui l’identità digitale e la piattaforma di pagamenti PagoPA.

Gli sportelli offrono inoltre formazione collettiva, in presenza e tramite canali online, che si affianca ad esercitazioni pratiche e un servizio di risoluzione di problemi su temi specifici legati al digitale.

Nei prossimi due mesi verranno attivati altri dieci punti di facilitazione digitale per contribuire fattivamente alla riduzione del digital divide che affligge le fasce di popolazione che hanno meno possibilità di formazione in ambito digitale fra cui, soprattutto, i cittadini over 60.

Maggiori informazioni nel comunicato del Comune di Bari.

Smart NationIl Comune di Bari avvia i primi punti di facilitazione digitale
Vai all'articolo

Salute, in Liguria è attivo uno sportello digitale per supportare le persone sorde

No comments

Liguria Digitale, Regione Liguria e la cooperativa sociale La Cruna, grazie al sostegno del Pio Istituto dei Sordi di Milano, hanno dato il via ad un nuovo sportello sperimentale di assistenza digitale per le persone sorde che necessitano di effettuare la prenotazione di prestazioni sanitarie.

Un operatore dedicato, tramite la piattaforma Prenoto Salute, è a disposizione delle persone affette da sordità fornendo assistenza per eseguire le prenotazioni tanto fisicamente, e quindi interagendo tramite la lingua dei segni, quanto via chat e mail per fornire supporto da remoto.

In Liguria sono oltre 600 le persone affette da sordità mentre quelle che soffrono di problemi uditivi sono circa 9.400: una fetta di popolazione che, altrimenti, potrebbe risultare tagliata fuori dalla possibilità di interagire con il sistema sanitario che, ormai, richiede la padronanza degli strumenti tecnologici.

Il servizio è disponibile settimanalmente secondo gli orari di apertura e previa prenotazione via WhatsApp al numero 380 3606589 oppure via mail disponendo della tessera sanitaria e dell’impegnativa del medico.

Smart NationSalute, in Liguria è attivo uno sportello digitale per supportare le persone sorde
Vai all'articolo

A Milano apre il primo Sky Up Digital Hub italiano

No comments

La collaborazione fra Sky Italia e l’Associazione CAF – Centro di Aiuto ai Minori e alla Famiglia in crisi ha permesso l’apertura oggi a Milano del primo Sky Up Digital Hub italiano.

Si tratta di uno spazio pensato per favorire l’inclusione digitale tra i giovani residenti in zone a basso reddito che li espongono a un maggiore rischio di esclusione digitale.

L’hub, inaugurato in zona Bisceglie presso la sede del Centro Educativo Diurno Teen Lab dell’Associazione CAF, punta a sostenere, tramite il digitale, i ragazzi durante il loro cammino di empowerment, apprendimento e orientamento professionale ideato per contrastare il fenomeno per la dispersione scolastica.

A disposizione dei giovani vi sono una connessione a banda-larga Sky Wifi, dispositivi e strumenti tecnologici forniti da Sky tra cui sistemi di editing video, applicazioni per lo sviluppo di contenuti creativi digitali, software di montaggio e attrezzatura per riprese audiovisive.

La dotazione consente agli utenti di potenziare le proprie competenze digitali sotto alla guida dei dipendenti Sky volontari: i percorsi di tutoring spaziano dal mondo dei social network a quello della protezione dei dati personali.

Maggiori dettagli nella notizia riportata da Sky TG24.

Smart NationA Milano apre il primo Sky Up Digital Hub italiano
Vai all'articolo