A Pisa parte la nuova edizione di Internet Festival

No comments

Al via la nuova edizione di Internet Festival, la manifestazione dedicata al digitale e all’innovazione nelle sue varie sfaccettature che giunge al suo nono anno ospitata, come sempre, nella città di Pisa.

Si tratta di un evento ricco di appuntamenti, ben 280, suddivisi tra incontri, workshop, conferenze e spettacoli che porteranno appassionati e professionisti a confrontarsi su tematiche quali partecipazione e democrazia digitale, futuro, innovazione ma soprattutto di come Internet debba preservare la propria giocosità intesa come propellente per innescare cambiamenti tecnologici e culturali che impattino positivamente sulla società.

Pisa, grazie a Internet Festival, diventa a buon diritto la capitale digitale d’Italia durante questa tre giorni che esalta la vocazione di città della scienza: non a caso quest’anno cade il 50mo anniversario dell’avvio in città del primo cclo di studi in informatica in Italia che verrà celebrato grazie ad una mostra intitolata Hello World dedicata ai tre secoli di storia degli strumenti di calcolo.

Durante la manifestazione saranno esposte anche alcuni megaritratti di Steve Jobs, Samantha Cristoforetti e Adriano Olivetti donati alla città di Pisa dall’artista di tape art No Curves.

Tra le tematiche affrontate dai workshop si annoverano l’impatto delle nuove leggi sui diritti nel mondo digitale, il rapporto tra sport e strumenti tecnologici pensati per ridurre l’errore umano, la relazione tra uomo e natura alla luce della tecnologia, la cybersecurity, impresa 4.0, economia circolare e molto altro.

La manifestazione è promossa da Regione Toscana, Comune di Pisa, Registro.it e Istituto di Informatica e Telematica del Cnr, Università di Pisa, Scuola Superiore Sant’Anna, Scuola Normale Superiore insieme a Camera di Commercio di Pisa, Provincia di Pisa e Associazione Festival della Scienza.

Smart NationA Pisa parte la nuova edizione di Internet Festival
Vai all'articolo

Storia Persone Futuro, la mostra fotografica su CSI Piemonte

No comments

CSI Piemonte è il Consorzio nato il 1° marzo 1977 con l’atto firmato da Regione Piemonte, Università e Politecnico di Torino

Fondato formalmente con il nome di Consorzio piemontese per il trattamento automatico dell’informazione il CSI Piemonte è cresciuto in fretta arrivando, dopo poco più di un anno, a contare 40 persone e 2 miliardi di lire di bilancio.

Oggi il consorzio è formato da 128 consorziati e oltre 1.000 dipendenti con quattro sedi operative nazionali e una in Albania.

Storia Persone Futuro: quarant’anni di storia informatica di Torino e del Piemonte

Per festeggiare i 40 anni di attività al fianco della Pubblica Amministrazione, il CSI Piemonte lancia la mostra fotografica CSI 40° – Storia Persone Futuro: 80 immagini storiche per quarant’anni di storia informatica di Torino e del Piemonte: dai primi microcomputer ai grandi calcolatori e ai nastri magnetici degli anni ’80, fino al super calcolatore CRAY che ha reso Torino uno dei pochi centri di supercalcolo in Italia.

All’interno del percorso espositivo, un ampio spazio è riservato al racconto dell’innovazione degli Enti piemontesi tramite la sezione L’informatica innova la PA: qui si può scoprire un’immagine del 1990 relativa alle prime paline elettroniche per il trasporto pubblico.

Tra i vari progetti affrontanti dal CSI, sicuramente il progetto Nuvola, una piattaforma open source che semplifica l’utilizzo dei servizi cloud da parte della Pubblica Amministrazione, mettendo a disposizione potenza di calcolo, storage, rete e database.

O ancora Yucca, la smart data platform per aiutare le imprese e i centri di ricerca e privati a realizzare soluzioni applicative basate su Internet of Things e Big Data.

Coloro che sono interessati a visitare la mostra, possono recarsi all’ultimo piano della sede di corso Unione Sovietica 216, fino al 28 febbraio o, in alternativa, visitarla virtualmente sul sito dedicato 40.csi.it.

Smart NationStoria Persone Futuro, la mostra fotografica su CSI Piemonte
Vai all'articolo

Al via l’Ora del Codice durante la Settimana di Educazione all’Informatica

No comments

Durante la Settimana di Educazione all’Informatica che si tiene dai 4 al 10 dicembre torna l’appuntamento con l’Ora del Codice.

L’Ora del Codice è un format diffuso globalmente per l’avvio al pensiero computazionale tramite iniziative volte all’apprendimento dei rudimenti informatici.

Si tratta di un progetto educativo che prevede solitamente un’ora di attività organizzata dai partner aderenti.

In Italia il progetto è stato recepito dal MIUR-CINI e prevede il supporto da parte di diversi organizzatori sul territorio per la realizzazione degli eventi formativi.

In Italia Microsoft, Fondazione Mondo Digitale e Apple propongono i rispettivi percorsi formativi

Microsoft, in collaborazione con Fondazione Mondo Digitale, ha organizzato corsi di coding a Milano, Roma, Napoli, Asti, Pordenone e Bari interessando oltre 2600 studenti di 20 scuole italiane con un’età compresa fra i 6 e i 19 anni.

Anche Apple aderisce all’iniziativa e in tutti gli Apple Store italiani dal 4 al 10 dicembre saranno disponibili quotidianamente due tipologie di lezioni gratuite: una rivolta ai bambini per imparare le basi del codice attraverso una speciale sessione denominata ora dei ragazzi e l’altra invece rivolta agli aspiranti programmatori dai 12 anni in su per familiarizzare con i concetti di Swift, il linguaggio di programmazione sviluppato da Apple per il proprio ecosistema di applicazioni.

Per partecipare è sufficiente registrarsi sul sito Apple.

Per vedere l’elenco degli eventi disponibili più vicini, è sufficiente recarsi sul sito ufficiale.

Smart NationAl via l’Ora del Codice durante la Settimana di Educazione all’Informatica
Vai all'articolo