L’INPS si prepara a sbarcare sull’app IO

No comments

I servizi della Pubblica Amministrazione sono destinati a passare direttamente negli smartphone degli utenti tramite l’app IO.

IO è l’applicazione, disponibile su App Store e Play Store, che il Governo ha pubblicato, attualmente in versione beta benché pienamente utilizzabile, per concentrare i servizi della PA nei dispositivi mobile degli utenti al fine di rendere più facile e fruibile il rapporto con la PA.

L’applicazione al momento eroga solo alcuni dei servizi che verranno rilasciati dalle varie PA, nazionali e locali: per questo motivo i cittadini non trovano ancora tutti i Comuni e tantomeno tutte le PA nazionali all’interno della lista degli Enti aderenti.

C’è, per esempio, ACI con il suo servizio di notifica e pagamento bollo auto come anche è possibile, sempre tramite l’app IO, riscattare il bonus vacanze.

Il prossimo Ente che si prepara ad essere presente sull’applicazione è l’INPS con parte dei propri servizi: l’obiettivo è uniformare l’esperienza utente garantendo al cittadino

Per gestire i servizi tramite app IO è necessario accedere tramite un’identità digitale SPID, ormai diffusa a più di 8 milioni di cittadini italiani, o attraverso alla CIE 3.0 e applicazione CIEid.

Maggiori dettagli nel commento al DL Semplificazioni sul blog del partito attualmente reggente il Dicastero del Ministero dell’Innovazione Tecnologica e della Digitalizzazione.

Smart NationL’INPS si prepara a sbarcare sull’app IO
Vai all'articolo

Atlante i4.0, il primo portale nazionale dedicato alle strutture per l’innovazione e la digitalizzazione

No comments

Per aiutare gli imprenditori nel percorso di trasformazione digitale utilizzando le tecnologie abilitanti che consentono di avviare i processi di trasferimento tecnologico 4.0 Unioncamere e il Ministero dello Sviluppo Economico hanno lanciato il portale atlantei40.it.

Si tratta di una piattaforma studiata per facilitare l’incontro tra domanda e offerta di figure altamente specializzate nelle tecnologie avanzate.

Il portale infatti contiene una mappatura dei principali soggetti in grado di interagire con le tecnologie innovative: fra questi anche i 104 Istituti Tecnici Superiori (ITS) presenti in Italia, di cui più della metà al Nord, da cui le imprese potrebbero trovare manodopera qualificata.

Le nuove tecnologie e le competenze digitali rivestono infatti un importantissimo tassello nella strategia del rilancio del nostro Paese in quanto le imprese più piccole dimensionalmente sono quelle con più difficoltà nel gestire il cambiamento derivante dal progresso tecnologico.

La piattaforma AtlanteI40 svolge quindi un ruolo indispensabile per orientare gli imprenditori nella scelta degli attori più indicati per la trasformazione digitale.

Maggiori dettagli nel comunicato stampa del MISE.

Smart NationAtlante i4.0, il primo portale nazionale dedicato alle strutture per l’innovazione e la digitalizzazione
Vai all'articolo

Trasformazione digitale, Vodafone Business lancia V-Hub

No comments

Vodafone lancia V-Hub, un nuovo servizio online di Vodafone Business dedicato alla digitalizzazione delle PMI: disponibile da luglio 2020 In Italia, Regno Unito, Germania e Spagna, V-Hub offre guide, suggerimenti e un servizio di consulenza per aiutare le imprese di piccole e medie dimensioni per capire come muoversi in un modo che sta subendo la forte accelerazione dettata dalla trasformazione digitale.

In Italia le PMI generano circa il 70% del valore aggiunto complessivo dell’economia italiana ma, nonostante questo, soffrono la trasformazione digitale perché viene vista spesso come un problema da gestire più che un’opportunità: la difficoltà principale, da parte delle imprese, è rinvenibile nella scarsa formazione che pregiudica la possibilità di dotarsi di una strategia digitale di medio-lungo periodo.

Per questo motivo, grazie a V-Hub, le PMI potranno accedere a contenuti su misura attraverso guide, video e webinar online con, in aggiunta, un supporto dedicato grazie a un servizio di consulenza telefonica o via chat gestito da Vodafone e partner selezionati.

Maggiori dettagli nel comunicato globale (lingua inglese).

Smart NationTrasformazione digitale, Vodafone Business lancia V-Hub
Vai all'articolo

Google avvia il GNI Digital Growth Programme

No comments

Google avvia il GNI Digital Growth Programme, un programma di formazione digitale aziendale gratuito per editori di piccole e medie dimensioni.

Il progetto parte contemporaneamente in Spagna, Regno Unito, Germania, Italia, Polonia e Francia: viene erogato nella lingua locale di ciascun Paese coinvolto con la progressiva aggiunta di altre nazioni.

Si tratta di un’iniziativa che punta ad erogare formazione gratuita tramite seminari sui fondamenti di strategia aziendale, sul coinvolgimento del pubblico e sulle strategie di monetizzazione utili per tutte le attività editoriali che, anche in relazione alla pandemia da COVID-19, sono divenute sempre più centrali nell’attività di circolazione delle informazioni soprattutto nei territori locali.

La partecipazione al programma è gratuita ma i posti sono limitati e disponibili previa registrazione.

Smart NationGoogle avvia il GNI Digital Growth Programme
Vai all'articolo

Microsoft aumenta l’impegno nella diffusione di competenze digitali

No comments

Continua l’impegno di Microsoft nella riqualifcazione di giovani e professionisti tramite la diffusione di competenze digitali: in risposta alla crisi economica globale causata dalla pandemia di COVID-19, Microsoft ha infatti annunciato un ambizioso piano per la formazione di 25 milioni di persone in tutto il mondo entro fine anno.

L’impegno prevede la creazione di una serie di iniziative e strumenti digitali riunendo risorse esistenti e nuove da parte di diverse aree dell’azienda, tra cui LinkedIn e GitHub, per l’uso di tecnologie avanzate come Big Data e Analytics in grado di identificare le competenze e i profili più richiesti per percorsi di carriera ma anche la diffusione di contenuti di formazione gratuiti per aiutare le persone a sviluppare le competenze richieste dal mercato del lavoro nonché la connessione delle competenze alle opportunità di lavoro.

Maggiori informazioni nel comunicato diffuso dalla società.

Smart NationMicrosoft aumenta l’impegno nella diffusione di competenze digitali
Vai all'articolo

Il Comune di Roma lancia Roma Innovation

No comments

Si chiama Roma Innovation ed è il sito del Comune di Roma dedicato alla promozione dei progetti di innovazione creati all’interno di Roma Capitale e legati alla trasformazione digitale.

Il nuovo strumento si pone l’ambizioso compito di fungere da collettore per i servizi evoluti al cittadino e per l’impresa specificatamente ideati nell’ottica di progressiva semplificazione e accessibilità alle opportunità offerte dall’Amministrazione.

Chiunque, sia esso il residente, lo studente fuori sede, l’imprenditore, il pendolare, il turista, ma anche l’appartenente ad una categoria fragile deve poter fruire delle potenzialità che il digitale è in grado di mettere a disposizione: per questo motivo il sito Roma Innovation è organizzato su sei aree progettuali.

La prima, chiamata CRM e Casa Digitale del Cittadino, affronta il tema della citizen journey, ossia l’insieme dei servizi dedicati al cittadino per esprimere il proprio potenziale.

La seconda area, Roma Data Platform, riguarda la piattaforma tecnologica trasversale destinata a raccogliere, custodire e organizzare il patrimonio informativo di dati necessari a orientare il processo decisionale dell’Amministrazione e del sistema delle imprese.

La terza area, denominata Piazze Smart, riguarda i dispositivi tecnologici, come per esempio i totem interattivi, in grado di coniugare il dialogo in presenza e la connessione con smartphone e tablet.

La quarta area, Smart Citizen Wallet, ha l’obiettivo di premiare i comportamenti virtuosi dei cittadini con un sistema a crediti elettronici da spendere nei musei civici, negli esercizi convenzionati o tramite altri servizi pubblici.

La quinta area, Bilancio Partecipativo, punta a coinvolgere attivamente i cittadini nelle decisioni che orientano la spesa.

Infine la sesta area, Economia Comportamentale, che intende semplificare le procedure e migliorare il rapporto tra Amministrazione e cittadini inducendo comportamenti virtuosi.

Maggiori informazioni nel comunicato stampa del Comune.

Smart NationIl Comune di Roma lancia Roma Innovation
Vai all'articolo

Intelligenza artificiale, il MISE presenta il piano d’azione

No comments

L’intelligenza artificiale è un’opportunità rilevante per favorire l’innovazione e la competitività delle imprese, velocizzare il percorso di trasformazione digitale dei processi produttivi e garantire la tutela occupazionale, sociale e ambientale.

Per questo motivo il MISE ha emanato un documento strategico, messo a punto da una task force di esperti, nel quale sono contenute le linee strategiche che il Paese intende seguire e l’adozione di una cabina di regia per coordinare le attività tra le pubbliche amministrazioni e un nuovo “Istituto Italiano AI” per favorire la ricerca, attrarre investimenti europei e collaborare con le eccellenze esistenti.

Il documento contiene 82 azioni per accelerare lo sviluppo di una tecnologia considerata strategica con lo stanziamento di 150-200 milioni l’anno, per il prossimo quinquennio da destinare a sei specifici ambiti in cui l’AI può effettivamente essere dirompente: manifattura e robotica, servizi sanità e finanza, trasporti, agrifood ed energia, aerospazio e difesa, pubblica amministrazione, cultura, creatività e digital humanities.

Il documento completo è rinvenibile qui.

Maggiori dettagli nel comunicato stampa del Ministero.

Smart NationIntelligenza artificiale, il MISE presenta il piano d’azione
Vai all'articolo

Più vicino a chi ami, WindTre e FederAnziani avvicinano gli anziani al mondo digitale

No comments

Wind Tre e Senior Italia FederAnziani rinnovano la propria collaborazione dando origine ad un’interessante iniziativa ideata per aiutare gli anziani ad avvicinarsi al mondo del digitale.

Il progetto riguarda la realizzazione e diffusione di una serie di video tutorial per spiegare il funzionamento di alcuni tra i più diffusi servizi online che possano migliorare la capacità di relazione e semplificare le attività quotidiane.

I video tutorial, realizzati con una voce chiara e un linguaggio semplice, illustrano tutti i passaggi necessari per impiegare le principali app di messaggistica e i social network ma anche gestire la posta elettronica per avere accesso ai servizi digitali.

Ciascun video tutorial affronta un argomento specifico e viene pubblicato secondo una precisa scaletta: il primo contenuto spiega come fare una video chiamata, singola o di gruppo, tramite WhatsApp.

Il secondo invece illustra il processo di creazione e configurazione di un account gratuito di posta elettronica con Gmail.

Il terzo tutorial è invece dedicato alla piattaforma di consegne a domicilio Glovo per ordinare da casa, senza muoversi, i prodotti di cui una persona può necessitare.

Infine il quarto tutorial spiega le azioni necessarie per installare sullo smartphone l’app di Facebook e quella di Facebook Messenger.

Maggiori informazioni nel comunicato stampa di Senior Italia FederAnziani.

Smart NationPiù vicino a chi ami, WindTre e FederAnziani avvicinano gli anziani al mondo digitale
Vai all'articolo

App IO, al via l’erogazione del Bonus vacanze

No comments

Da oggi 1 luglio è possibile accedere al Bonus vacanze, una misura del decreto Rilancio nata con l’intento di dare uno stmolo al turismo nazionale per fare uscire il settore dalla crisi seguita all’emergenza COVID-19.

Il turismo in Italia vale crica il 13% del PIL e il 14% dell’occupazione: una fetta consistente della produzione del sistema Paese che non può essere lasciata al suo destino.

Il provvedimento prevede, per le famiglie con ISEE al di sotto della soglia dei 40 mila euro, di chiedere un bonus da 500 euro se il nucleo è di almeno 3 persone, 300 euro con 2 persone e 150 euro per i single, per pagare strutture ricettive come alberghi, b&b o campeggi.

L’80% della misura si attua in uno sconto immediato mentre la restante parte arriva come detrazione con la dichiarazione reddituale.

Per richiedere il Bonus vacanze è necessario inoltrare la richiesta tramite “Io”, l’app per i servizi pubblici, accessibile tramite SPID o CIE: l’app infatti genera un codice qr da presentare alle strutture che aderiscono all’iniziativa.

Una guida completa è disponibile in un’apposita sezione dell’Agenzia delle Entrate oltre che ovviamente nella sezione dedicata del sito dell’app IO.

Ad oggi la misura è stata accolta con favore dalle famiglie, meno invece dagli esercenti che giudicano l’intervento poco incisivo per come è stato ideato.

Smart NationApp IO, al via l’erogazione del Bonus vacanze
Vai all'articolo

Il Comune di Rimini introduce PagoPA

No comments

Il Comune di Rimini ha predisposto il proprio portale istituzionale ad accogliere i pagamenti da parte dei cittadini tramite il sistema pubblico PagoPA, lo standard della Pubblica Amministrazione in materia di pagamenti evoluti.

Dal 1° luglio 2020 qualsiasi pagamento indirizzato al Comune di Rimini viene gestito dalla nuova piattaforma PagoPA garantendo al cittadino la massima sicurezza ma soprattutto una facilità di utilizzo che punta ad avvicinare la popolazione all’uso dei sistemi evoluti di pagamento.

La piattaforma potrà essere utilizzata per effettuare il pagamento delle sanzioni per violazione del codice della strada, dei diritti di segreteria per le pratiche edilizie, dei canoni e concessioni di fabbricati di proprietà comunale, delle tasse per l’accesso ai concorsi o ancora per la denuncia per inizio attività.

Si potrà inoltre inserire il codice d’avviso contenuto in un avviso di pagamento ed espletare in pochi passaggi le operazioni di pagamento selezionando uno dei tanti prestatori del servizio, come per esempio un istituto di credito o un sistema di moneta elettronica, e procedere con il versamento scegliendo uno dei canali tecnologici a disposizione, un conto web, un bancomat, una carta di credito, una carta prepagata o un dispositivo mobile.

Per utilizzare PagoPA è necessario avere un’identità digitale SPID che può essere richiesta direttamente anche presso il Comune di Rimini, attraverso il proprio Ufficio Relazioni con il Pubblico che effettua il riconoscimento delle identità digitali per conto del provider Lepida.

Maggiori informazioni nel comunicato del sito del Comune di Rimini.

Smart NationIl Comune di Rimini introduce PagoPA
Vai all'articolo