Nasce il primo Innovation Lab di Sisal

No comments

Sisal lancia ufficialmente il suo primo Innovation Lab, un centro tecnologico di eccellenza che ha lo scopo di offrire a giovani esperti di digitale strumenti e opportunità per crescere e sviluppare nuove idee contaminate dalla collaborazione.

La sede del laboratorio dedicato all’innovazione è presso la Fondazione Agnelli di Torino e punta a raccogliere persone talentuose per approfondire nuove iniziative nel campo dell’intelligenza artificiale e della trasformazione digitale: tra queste l’implementazione dell’intelligenza artificiale applicata nel Gioco Responsabile che è un caposaldo della strategia di sostenibilità di Sisal.

Nella pratica il nuovo polo provvederà a valorizzare i talenti concentrandosi sulla sperimentazione e sulla ricerca per far progredire Sisal nell’ambito digitale in un gioco di formazione di giovani professionisti e di attrazione di nuove competenze.

Maggiori dettagli nel comunicato stampa di Sisal.

Smart NationNasce il primo Innovation Lab di Sisal
Vai all'articolo

DT4Regions, Regione Emilia-Romagna guida la sperimentazione di intelligenza artificiale e big data nella PA

No comments

Regione Emilia-Romagna vince la call della Commissione Europea per la sperimentazione dell’intelligenza artificiale e dei big data nei processi della PA e guida un pool di dodici territori europei per avviare la trasformazione digitale della Pubblica Amministrazione implementando servizi innovativi a beneficio di cittadini, imprese e territori.

Questo è il risultato di un percorso di collaborazione che prende il via grazie alla candidatura e conseguente vittoria del progetto DT4Regions che vede una collaborazione strategica fra partner europei nei territori di Catalogna e Paesi Baschi (ES), Fiandre (BE), Helsinki-Uusimaa (FI), Nouvelle-Aquitaine (FR), Greater London (GB), South Moravia (CZ) e alcune delle Regioni ed enti locali più competitivi d’Europa.

Ad affiancare Regione Emilia-Romagna alla guida di questa piattaforma ci sono le società Art-ER e Lepida grazie anche alle potenzialità della Data Valley emiliano-romagnola che concentra il 70% delle capacità di calcolo di tutta Italia.

Lo scopo è la realizzazione di un nuovo hub europeo alla ricerca con il Big Data Technopole di Bologna.

Maggiori dettagli nel comunicato stampa di Regione Emilia-Romagna.

Smart NationDT4Regions, Regione Emilia-Romagna guida la sperimentazione di intelligenza artificiale e big data nella PA
Vai all'articolo

Google Maps evolve grazie al contributo dell’intelligenza artificiale

No comments

Oltre 100 novità sono in arrivo su Google Maps, la celebre applicazione di Google ideata per supportare l’utente negli spostamenti e alla scoperta di nuovi luoghi: queste innovazioni sono frutto del largo impiego dell’intelligenza artificiale.

Fra queste vi è la funzione live view che già attualmente permette di impiegare la realtà aumentata per simulare la navigazione delle strade a piedi e che consentirà di ottenere indicazioni anche nei luoghi interni come, per esempio, i centri commerciali e gli aeroporti.

La possibilità di navigare anche negli interni è già operativa negli Stati Uniti in modo da aiutare i visitatori a non perdersi negli enormi magazzini americani: un’estensione è in programma a partire da Tokyo e Zurigo per poi allargarsi ad altre città entro la fine dell’anno.

Inoltre è prevista l’introduzione della navigazione che permetta di selezionare i percorsi green: si tratta di percorsi alternativi, in affiancamento a quelli tradizionali, considerati ecosostenibili e reputati tali in virtù del minore consumo di risorse indotto dalla loro percorrenza.

Il lancio avverrà negli Stati Uniti per poi raggiungere gli altri Paesi.

Google permetterà infine di visualizzare i dati sulla qualità dell’aria ed eventuali avvisi su restrizioni legate al tipo di auto che si sta guidando e sul meteo previsto nelle destinazioni da raggiungere.

Maggiori informazioni nel comunicato presente sul blog ufficiale di Google dedicato a Google Maps.

Smart NationGoogle Maps evolve grazie al contributo dell’intelligenza artificiale
Vai all'articolo

In Italia cresce l’impiego dell’intelligenza artificiale

No comments

Nell’ultimo anno il settore dell’Intelligenza Artificiale (AI) ha conosciuto un forte incremento di interesse e utilizzo da parte delle imprese e degli Enti: questa tecnologia emergente, ormai da tempo considerata un game changer per il prossimo futuro, è fra le tecnologie integranti il piano europeo di ripresa post pandemia.

Rispetto all’anno precedente si registra una crescita di soluzioni basate sull’uso dell’intelligenza artificiale pari a circa il 15% stando alle analisi svolte dall’Osservatorio Artificial Intelligence della School of Management del Politecnico di Milano con un giro d’affari aumentato di 300 milioni di euro.

Più di metà (53%) imprese medio-grandi italiane ha attivato almeno un progetto basato sull’uso dell’intelligenza artificiale nel corso del 2020: la spesa è spinta dagli investimenti sugli algoritmi per analizzare ed estrarre informazioni di dati, chatbot e infine virtual assistant, rispettivamente con quote di investimento del 33%, del +10% e del 28%.

Quasi la totalità degli utenti ha ormai confidenza con il termine di intelligenza artificiale e ne comprende l’utilità soprattutto in relazione all’automazione di specifici compiti (65%), alla guida di veicoli senza l’intervento umano (60%), all’interazione fra uomo e macchina (58%) e al ragionamento logico (40%).

Basti pensare che più di metà dei consumatori finali ha già utilizzato prodotti e servizi che includono funzionalità di intelligenza artificiale, assistenti vocali del telefono o smart speaker per la casa.

Smart NationIn Italia cresce l’impiego dell’intelligenza artificiale
Vai all'articolo

Microsoft lancia AI Hub

No comments

Microsoft Italia lancia AI Hub, un’iniziativa pensata per stimolare la nascita di nuove reti relative all’applicazione di una tecnologia emergente quale l’intelligenza artificiale a supporto del rilancio dell’economia.

Lo scopo è portare le imprese di qualsiasi dimensione a conoscere i principali casi d’uso dell’intelligenza artificiale come fulcro di opportunità di business al fine di ottenere vantaggi competitivi sul mercato.

La crescita a doppia cifra dell’AI a livello europeo infatti disegna uno scenario in cui il nostro Paese, attualmente sotto la soglia del 2% nell’adozione di soluzioni basate sull’intelligenza artificiale, sconta un ritardo che occorre assolutamente colmare.

Per questo motivo Microsoft AI Hub intende offrire utili risorse i termini di formazione e competenze specialistiche per innescare la trasformazione digitale del Paese su sei assi: Made in Italy (retail, moda e design), manifatturiero, servizi finanziari, sanità, energia e infrastrutture.

I primi partner a bordo dell’iniziativa sono oltre venti, tra cui: Accenture, Alterna, Altitudo, beanTech, Capgemini, DataSkills, Factory Software, Hevolus Innovation, Iconsulting, Integris, NTT DATA, Porini, Sopra Steria, 4ward.

Maggiori dettagli nel comunicato stampa di Microsoft Italia.

Smart NationMicrosoft lancia AI Hub
Vai all'articolo

Unlock PA, il Comune di Biella attiva l’assistente digitale

No comments

Il Comune di Biella ha attivato Unlock PA, un assistente digitale che permette tramite una comoda interfaccia via webchat di effettuare domande e ricevere risposte dall’Amministrazione come se fossero erogate da una persona reale.

Tutti i cittadini possono quindi interrogare l’Ente per ottenere velocemente informazioni che spaziano attorno a vari argomenti: nei primi giorni di attività il sistema sarà in grado di rispondere esclusivamente a domande attinenti alla tematica del COVID-19 come per esempio le condizioni di mobilità all’interno della città in relazione alle restrizioni presenti.

Successivamente le risposte verranno implementate anche per domande attinenti all’operatività degli uffici comunali, agli orari e a tutto ciò che viene ritenuto di pubblica utilità.

Unlock PA è un progetto realizzato da CSI Piemonte, all’interno delle sue attività di ricerca e sviluppo, ed è stato messo a disposizione gratuitamente per tutti i comuni italiani: l’iniziativa si basa su tecniche di apprendimento di Intelligenza Artificiale che partono da una dotazione standard che si arricchirà via via imparando dalle richieste stesse della comunità di utenti.

Il Comune di Biella è dotato di un backoffice dedicato che migliorerà la configurazione del chatbot arricchendolo di contenuti e informazioni utili.

Smart NationUnlock PA, il Comune di Biella attiva l’assistente digitale
Vai all'articolo

Elements of AI, online il corso gratuito in italiano sull’intelligenza artificiale

No comments

Grazie alla collaborazione accademica da parte dell Università degli Studi di Roma Tre è online in italiano Elements AI, il corso gratuito dedicato alla diffusione delle competenze base dedicate all’intelligenza artificiale.

Si tratta del porting in italiano del progetto finlandese creato dall’Università di Helsinki in collaborazione con la società Reaktor per aiutare i cittadini a sviluppare competenze relativamente al mondo dell’AI.

Le applicazioni pratiche dell’intelligenza artificiale sono già oggi ovunque, dai semafori intelligenti agli assistenti vocali presenti negli smartphone o nelle altoparlanti intelligenti che vengono usati nelle case: per questo motivo è vitale imparare a conoscere le opportunità offerte da questo mondo.

Sul sito di Elements of AI è possibile utilizzare la piattaforma finlandese imparando la teoria anche grazie ad esercizi pratici che possono essere affrontanti comodamente e completando il proprio percorso in autonomia.

Il corso è diviso in sei aree tematiche che illustrano cosa sia l’intelligenza artificiale e le problematiche che affronta, le implicazioni dell AI’nel mondo reale, le metodologie di apprendimento automatico, il funzionamento delle reti neurali e un’ampia diesamina delle implicazioni dei nuovi sistemi.

Il corso, che ricordiamo essere gratuito, è disponibile in 9 lingue ed ha già oggi avuto più di 500.000 utilizzatori in 170 nazioni.

L’unico requisito è una registrazione e la scelta della modalità di apprendimento che prevede di seguire il percorso guidato di 6 settimane per circa 5 ore settimanali oppure la scelta di libera organizzazione.

Smart NationElements of AI, online il corso gratuito in italiano sull’intelligenza artificiale
Vai all'articolo

Il Policlinico Universitario Campus Bio-Medico usa l’intelligenza artificiale per la gestione delle informazioni relative al Parkinson

No comments

L’intelligenza artificiale è la tecnologia scelta dal Policlinico Universitario Campus Bio-Medico, con il supporto di IBM, per rispondere all’esigenza informativa da parte dei pazienti colpiti dal Parkinson e dei loro parenti.

Infatti, grazie ad un assistente virtuale attivo 24 ore su 24, il polo sanitario è in grado di facilitare la diffusione di affidabili informazioni mediche tra i pazienti e chi se ne prende cura: questa opportunità apre nuove opzioni per lo sviluppo di cure efficaci per la patologia.

La base di conoscenze con cui è stato realizzato l’assistente virtuale risente del lavoro degli specialisti dell’Università Campus Bio-Medico di Roma su temi come la caratterizzazione della malattia, le sue possibili cause, la descrizione dei principali sintomi e le domande più frequenti che i medici hanno registrato durante la loro carriera.

Dal canto suo IBM ha dato fondo alla propria esperienza, sfruttando la tecnologia di IBM Watson Assistant su public cloud IBM, per creare non solo un chatbot istruito sull’argomento ma il primo punto di contatto che permette all’Università Campus Bio-Medico di Roma di fornire risposte efficaci alle esigenze dei pazienti e delle loro famiglie sulla base degli anni di esperienza dello staff dell’Ateneo.

Smart NationIl Policlinico Universitario Campus Bio-Medico usa l’intelligenza artificiale per la gestione delle informazioni relative al Parkinson
Vai all'articolo

Intelligenza artificiale, il MISE presenta il piano d’azione

No comments

L’intelligenza artificiale è un’opportunità rilevante per favorire l’innovazione e la competitività delle imprese, velocizzare il percorso di trasformazione digitale dei processi produttivi e garantire la tutela occupazionale, sociale e ambientale.

Per questo motivo il MISE ha emanato un documento strategico, messo a punto da una task force di esperti, nel quale sono contenute le linee strategiche che il Paese intende seguire e l’adozione di una cabina di regia per coordinare le attività tra le pubbliche amministrazioni e un nuovo “Istituto Italiano AI” per favorire la ricerca, attrarre investimenti europei e collaborare con le eccellenze esistenti.

Il documento contiene 82 azioni per accelerare lo sviluppo di una tecnologia considerata strategica con lo stanziamento di 150-200 milioni l’anno, per il prossimo quinquennio da destinare a sei specifici ambiti in cui l’AI può effettivamente essere dirompente: manifattura e robotica, servizi sanità e finanza, trasporti, agrifood ed energia, aerospazio e difesa, pubblica amministrazione, cultura, creatività e digital humanities.

Il documento completo è rinvenibile qui.

Maggiori dettagli nel comunicato stampa del Ministero.

Smart NationIntelligenza artificiale, il MISE presenta il piano d’azione
Vai all'articolo

IIT e Aeroporto di Genova avviano un progetto per monitorare il distanziamento sociale

No comments

Da una collaborazione fra l’Istituto Italiano di Tecnologia e l’Aeroporto di Genova è stato avviata un’iniziativa che punta a sviluppare un software capace di monitorare automaticamente il rispetto del c.d. Social Distancing, ossia il distanziamento sociale.

In seguito all’epidemia di COVID-19, il rispetto delle distanze è uno dei più semplice metodi per permettere la libera circolazione delle persone scongiurando, al tempo stesso, la possibilità di nuovi focolai epidemici.

A tale proposito la tecnologia può rappresentare una soluzione pratica per garantire il rispetto delle corrette distanze fra individui: tramite l’adozione delle telecamere di sorveglianza che monitorano un ambiente è infatti possibile realizzare una mappatura virtuale dell’ambiente sorvegliato per poi delegare all’intelligenza artificiale il compito di circoscrivere un raggio intorno a tutte le persone presenti e di segnalare quelle che risultano troppo vicine fra loro.

Questo è quanto sta avvenendo, in forma prototipale, all’Aeroporto di Genova per evitare i rischi derivanti dagli assembramenti: nel caso in cui venga riscontrato un pericoloso assembramento, il sistema genera avvisi per il rispetto del distanziamento sociale.

Il progetto è stato sviluppato dal gruppo di ricerca Pavis di IIT nel pieno rispetto della privacy di passeggeri e addetti aeroportuali: tutte le riprese video infatti verranno modificate grazie a un programma che trasforma l’immagine in sagome bidimensionali anonimate.

Smart NationIIT e Aeroporto di Genova avviano un progetto per monitorare il distanziamento sociale
Vai all'articolo