#IF2018, a Pisa parte l’Internet Festival

No comments

Al via l’ottava edizione dell’Internet Festival, manifestazione dedicata all’innovazione che torna a Pisa dall’11 al 14 ottobre.

In questi quattro giorni si indagherà su quale direzione seguono i trend del mondo digitale, dalla blockchain all’intelligenza artificiale passando per l’uso strategico dei dati (Big e Open Data).

In particolare l’evento del 2018 pone al centro del dibattito l’intelligenza nelle sue molteplici declinazioni per ricercare soluzioni e creare gli strumenti idonei per affrontare gli scenari che verranno.

IF2018, una serie di manifestazioni dedicate all’intelligenza

Per farlo, durante l’Internet Festival si alterneranno diverse manifestazioni focalizzate sull’approfondimento di tematiche quali l’Intelligenza Artificiale e nuovi diritti, la blockchain, la datacrazia, i libri e gli e-book.

Per maggiori informazioni è sufficiente verificare il programma completo della manifestazione.

A supportare Internet Festival c’è un lungo partenariato di rilievo che coinvolge Regione Toscana, Comune di Pisa, Provincia di Pisa, CNR, Università di Pisa, Scuola Superiore Sant’Anna, Scuola Normale Superiore, Camera di Commercio di Pisa, Festival della Scienza e Fondazione Sistema Toscana.

Smart Nation#IF2018, a Pisa parte l’Internet Festival
Vai all'articolo

L’Assistente Google diventa bilingue

No comments

Tutti coloro che sono abituati ad utilizzare l’Assistente Google in uno spazio in cui si parla più di una lingua potranno beneficiare di un’interessante funzionalità appena rilasciata da Google.

Big G infatti comunica sul proprio blog di aver aggiornato il proprio Assistente Google introducendo la possibilità di sostenere più di una conversazione, in contemporanea, con lingue differenti fino ad un massimo di due lingue: il software di Google è in grado di riconoscere e comunicare nello stesso momento utilizzando due idiomi qualunque tra inglese, tedesco, francese, italiano, spagnolo e giapponese.

L’Assistente Google diventa bilingue

Se da tempo l’Assistente Google era in grado di comunicare in lingue diverse dalla quella impostata, non era ancora possibile per il software riuscire a passare dinamicamente dalla comprensione di una lingua ad un’altra senza modificare le impostazioni del dispositivo su cui l’applicativo risultava installato.

Ora invece è possibile introdurre nella comunicazione idiomi differenti, opportunità che rende particolarmente utile i dispositivi (smartphone, tablet e altoparlanti smart) quando occorre effettuare ricerche che coinvolgono nomi e informazioni provenienti da una lingua diversa da quella impostata di default o qualora più persone di ceppi linguistici differenti interroghino il medesimo dispositivo.

L’aggiornamento è in corso di diffusione.

Smart NationL’Assistente Google diventa bilingue
Vai all'articolo

A Castelfranco Veneto al via un progetto innovativo per migliorare la qualità della vita degli anziani

No comments

Presso il centro residenziale per anziani Sartor di Castelfranco Veneto è stato avviato un progetto che punta a migliorare la qualità della vita dei propri ospiti.

Il centro Sartor, grazie alla collaborazione fra Regione Veneto, tre università del Veneto e 22 aziende partner, ha dato il via infatti ad un’iniziativa basata sul massiccio uso di intelligenza artificiale, IoT, domotica e automazione.

Il progetto Sistema domotico IoT integrato ad elevata sicurezza informatica per smart building è sostenuto dalla Regione Veneto nell’ambito del bando POR-FESR per la ricerca a sostegno dei Distretti e Reti Innovative Regionali; tale progetto viene sperimentato in appositi trial center di cui il centro Sartor fa parte.

Al Centro Sartor un ambiente intelligente per una qualità della vita migliore

Lo scopo è il miglioramento degli ambienti di vita rendendoli intelligenti e a misura degli utenti che interagiscono con essi.

L’iniziativa prevede uno sviluppo a fasi: la prima di ricerca industriale include lo studio dell’utente e della sua interazione con gli ambienti come anche della tecnologia IoT necessaria per rendere intelligenti oggetti e spazi.

Le successive fasi invece si occuperanno di prototipazione e test sul campo dei sistemi così ideati.

I prototipi riguarderanno la possibilità di far indossare agli ospiti della struttura appositi dispositivi per la detenzione e il controllo dei movimenti per monitorare eventuali cadute o problematiche inerenti alla capacità di muoversi autonomamente come anche la possibilità di introdurre sistemi di videomonitoraggio intelligente in grado di reperire parametri vitali e analizzare i comportamenti dei soggetti.

L’analisi del comportamento può infatti far emergere l’insorgenza di segnali indicatori di potenziali problematiche che possono essere affrontate per tempo se conosciute tempestivamente.

Altre automazioni domestiche riguarderanno luci, porte, climatizzazione e altre strutture a disposizione degli ospiti del centro.

Smart NationA Castelfranco Veneto al via un progetto innovativo per migliorare la qualità della vita degli anziani
Vai all'articolo

Vodafone e Microsoft insieme per l’uso dell’intelligenza artificiale nell’assistenza clienti

No comments

Vodafone ratifica un accordo con Microsoft per lo sviluppo dell’intelligenza artificiale in soluzioni adatte a migliorare l’efficacia e l’efficienza dei servizi di customer care.

L’intesa consente di estendere ulteriormente le funzionalità del progetto TOBi, l’assistente digitale che Vodafone ha creato per migliorare l’esperienza utente del proprio sistema di customer care.

TOBi infatti da circa un anno aiuta i clienti Vodafone erogando un’assistenza rapida ed efficace 24/7: il sistema evoluto riconosce e interpreta i bisogni dell’utente, imparando dai propri errori e adeguando l’interazione sulla base dell’evoluzione della conversazione.

Qualora non dovesse essere in grado di fornire adeguata assistenza, TOBi è inoltre in grado di mettere direttamente il cliente in contatto con un consulente specializzato.

Microsoft mette a disposizione gli strumenti di analytics e business intelligence

L’intervento di Microsoft è legato al miglioramento della rete neurale alla base di TOBi grazie all’impiego di soluzioni proprietarie di analytics e business intelligence messe a disposizione della Neural Network Training Unit, un team dedicato di Vodafone a cui è stata fornita una specifica formazione su Machine Learning e Natural Language Processing.

Grazie al supporto di Microsoft sarà possibile arrivare a circa 10 milioni di contatti con i clienti al mese entro la fine dell’anno estendendo i servizi di TOBi a tutti i canali di contatto messi a disposizione da Vodafone per i clienti.

Smart NationVodafone e Microsoft insieme per l’uso dell’intelligenza artificiale nell’assistenza clienti
Vai all'articolo

Nasce il Laboratorio Nazionale di Intelligenza Artificiale e Sistemi Intelligenti

No comments

L’intelligenza artificiale è strategica per lo sviluppo della tecnologia e della società: per questo motivo il Consorzio Interuniversitario Nazionale per l’Informatica ha deciso di raccogliere 43 università italiane e una rete di oltre 600 ricercatori ed entri di ricerca per dare vita al Laboratorio Nazionale di Intelligenza Artificiale e Sistemi Intelligenti.

Il Laboratorio Nazionale di Intelligenza Artificiale e Sistemi Intelligenti come anello di congiunzione fra industria e ricerca

Il Laboratorio, che ha sede a Roma, ha lo scopo di fungere da anello di congiunzione fra il mondo della ricerca e l’industria nei settori dove l’intelligenza artificiale può rappresentare il motore di sviluppo di soluzioni prima inimmaginabili come la medicina, anche preventiva, la moda, la sicurezza informatica, l’industria automobilistica e la digitalizzazione dei media.

Fra i partecipanti vi sono anche il Cnr e l’Istituto Italiano di Tecnologia (IIT): massima attenzione verrà posta anche alla formazione, collaborando con alcune scuole di eccellenza nell’ambito dell’intelligenza artificiale come quella di Catania.

Smart NationNasce il Laboratorio Nazionale di Intelligenza Artificiale e Sistemi Intelligenti
Vai all'articolo

LAMPO, il sistema innovativo per la previsione dei temporali

No comments

A breve sarà possibile ottenere una previsione a basso costo e a brevissimo termine dei fenomeni temporaleschi mitigando quindi l’impatto delle possibili conseguenze come le esondazioni e i dissesti idrogeologici.

Tutto questo sarà possibile grazie a LAMPO, il progetto finanziato da Fondazione Cariplo e che vede come capofila il laboratorio di Geomatica e Osservazione della Terra GEOlab del Politecnico di Milano insieme ad ARPA Lombardia, allo spin-off del Politecnico GReD e infine alla Fondazione Politecnico di Milano.

LAMPO, acronimo per Lombardy-based Advanced Meteorological Predictions and Observations, consiste in un sistema di antenne e sensori che raccolgono dati da processare attraverso un modello in grado di stimare il contenuto di vapore acqueo nell’atmosfera la cui concentrazione permette di prevedere nel brevissimo termine la formazione di eventi temporaleschi.

LAMPO attivo in Lombardia nella zona del Seveso

La rete di antenne e sensori, contenute in apposite stazioni GPS/GNSS realizzate dalla collaborazione tra GEOlab e lo spin off GReD, verrà dislocata sul territorio lombardo entro i prossimi mesi nell’area test compresa tra Milano, Como e Monza Brianza: in particolare si vuole sfruttare la zona attraversata dal fiume Seveso che è stata teatro di esondazioni che sono costate danni ingenti alla popolazione.

Il progetto LAMPO è il primo in Italia ad affrontare la possibilità di prevedere fenomeni temporaleschi tramite la creazione di reti dense di monitoraggio del vapore acqueo.
Questo è stato possibile anche grazie al supporto di ARPA Lombardia, l’Agenzia Regionale per la Protezione dell’Ambiente che collaborerà alla definizione, progettazione ed installazione della nuova rete di stazioni GNSS low-cost, nello sviluppo dei servizi operativi e nella disseminazione dei dati in modalità open.

Smart NationLAMPO, il sistema innovativo per la previsione dei temporali
Vai all'articolo

Google Maps introduce nuove modalità di esplorazione

No comments

Indicazioni sempre più precise e ritagliate su misura dell’utente, così Google intende potenziare il proprio servizio Google Maps al fine di essere davvero l’applicazione più indicata per guidare gli utilizzatori all’esplorazione del territorio.

L’esperienza della scoperta sta molto a cuore ai responsabili di Google Maps tanto da voler implementare, a latere delle indicazioni più utili per potersi muovere utilizzando un mezzo privato o il trasporto pubblico, anche una serie di informazioni per la permanenza in un dato luogo.

Google Maps come guida turistica

Con il nuovo aggiornamento annunciato sul blog ufficiale, Google Maps include quindi servizi tipici della guida turistica.

Grazie alla scheda esplora infatti, è possibile scoprire cosa sta succedendo nella zona in cui ci si trova o che si vuole visitare: la lista dei suggerimenti si popolerà quindi delle attività e degli eventi presenti nel luogo prescelto.

Inoltre la presenza della scheda Per te, attualmente attiva in alcuni Paesi del mondo e il cui rilascio in Italia è previsto nelle prossime settimane, consentirà all’utente di Google Maps di ricevere notifiche relative alla presenza di attrazioni o attività allineate ai propri interessi sulla base della profilazione dei gusti dell’utente che avverrà automaticamente e in base alle segnalazioni manuali.

Se quindi l’utilizzatore fosse appassionato di cibo giapponese, Google Maps potrebbe informarlo circa la presenza di determinati ristoranti giapponesi nei dintorni del luogo in cui si trova.

Non solo, l’intelligenza artificiale del sistema sarà in grado di dare una priorità alle possibilità presenti suggerendo la più indicata anche sulla base delle recensioni provenienti dal web.

Smart NationGoogle Maps introduce nuove modalità di esplorazione
Vai all'articolo

Arriva Microsoft News, la piattaforma di Microsoft dedicata alle notizie

No comments

Microsoft rivoluziona il proprio sistema dedicato alla gestione e pubblicazione di notizie e propone la nuova piattaforma Microsoft News.

Microsoft, da 23 anni attiva nel settore dell’informazione attraverso MSN, scende in campo per contrastare le mosse di Google e Apple lanciando il proprio nuovo motore dedicato alle notizie: si tratta a tutti gli effetti di un aggregatore da fonti giornalistiche personalizzabile e disponibile su varie piattaforme come Skype, Xbox, Outlook oltre che Windows 10.

Il nuovo Microsoft News offre anche un’app, disponibile per dispositivi iOS e Android, completamente ridisegnata e in grado di garantire agli utenti un’esperienza innovativa e facile nella fruizione di contenuti informativi.

Tali contenuti possono essere personalizzati ad esempio selezionando gli interessi da seguire nel flusso di notizie come Mondo, Sport, Finanza Personale, Fitness oltre alla possibilità di leggere le news preferite comprese le notizie locali provenienti dalle principali città.

Microsoft News, una soluzione multipiattaforma

Microsoft News offre gratuitamente, in 140 Paesi e 28 lingue, le migliori e più attuali notizie su varie piattaforme come Microsoft Edge, l’app News di Windows 10, Skype, Xbox e Outlook.com grazie alla collaborazione con oltre mille publisher premium e 3.000 brand.

Smart NationArriva Microsoft News, la piattaforma di Microsoft dedicata alle notizie
Vai all'articolo

TechCamp@POLIMI, un’educazione scientifica su temi tecnologici

No comments

I ragazzi del terzultimo e penultimo anno delle superiori hanno una nuova opportunità per approfondire alcuni tra i temi di maggiore attualità in ambito tecnologico come la programmazione, la robotica e l’intelligenza artificiale.

Parte infatti il giorno 11 giugno TechCamp@POLIMI, un percorso formativo, organizzato da Fondazione Politecnico di Milano in collaborazione con il Politecnico di Milano, incentrato su queste tematiche che verranno affrontate tanto dal punto di vista teorico quanto dal punto di vista pratico attraverso attività progettuali che vanno dalla progettazione di un’applicazione al controllo di un robot.

TechCamp, studenti delle superiori che diventano studenti universitari

Le lezioni di TechCamp@POLIMI si terranno presso il campus del Politecnico a Milano Città Studi e consentiranno agli studenti di respirare la vita universitaria.
TechCamp@POLIMI prevede due corsi a scelta:

  1. Programmazione: linguaggi per farsi largo tra le idee
  2. Il robot: nemico o amico da istruire

Ciascun corso dura una settimana e si svolge dal 11 al 15 giugno e dal 18 al 22 giugno: la partecipazione può avvenire per entrambi o per uno di questi.

Smart NationTechCamp@POLIMI, un’educazione scientifica su temi tecnologici
Vai all'articolo

Think Milano, la trasformazione digitale vista da IBM

No comments

IBM riunisce esperti nazionali e internazionali, manager, imprenditori e il mondo accademico in quella che è a tutti gli effetti una settimana dedicata all’innovazione.

Si tratta di Think Milano, una manifestazione ricca di eventi dedicata alla trasformazione digitale che si tiene a Milano dal 5 al 12 di giugno presso il Pavilion di piazza Gae Aulenti: si alterneranno sessioni di business, di networking, showcase esperienziali, demo, hackathon e momenti di formazione e intrattenimento.

Il programma è ricco di eventi e presenta speaker di assoluto rilievo: durante questi appuntamenti sarà possibile vedere imprese, sviluppatori, studenti e il pubblico confrontarsi sugli argomenti della trasformazione digitale come cybersecurity, cloud e intelligenza artificiale.

Think Milano e il premiu Thinker Award

L’Agorà del 6 giugno, in programma dalle 10 alle 11.30, darà ufficialmente il via all’agenda di appuntamenti dedicati all’innovazione e alla tecnologia.
Dopo l’avvio dell’Agorà è prevista anche la prima edizione del Thinker Award, un premio dedicato agli innovatori e ai thinker, ossia i pensatori, che si sono distinti nel corso del 2017 per sfide raggiunte nell’ambito dell’innovazione tecnologica.

Smart NationThink Milano, la trasformazione digitale vista da IBM
Vai all'articolo