Il Comune di Giugliano sigla l’accordo con Open Fiber per la nuova rete in fibra ottica

No comments

Nel Comune di Giugliano Open Fiber è pronta ad accelerare la connettività dei cittadini e delle aziende del territorio grazie alla convenzione siglata con l’Amministrazione che porterà ad attivare l’infrastruttura di rete in fibra ottica FTTH in circa 30mila unità immobiliari.

Complessivamente la nuova rete in fibra ottica si estenderà per 190 chilometri in quello che risulta essere il Comune non capoluogo di provincia più popoloso di tutta Italia: l’obiettivo è gettare le basi per rendere Giugliano una vera e propria smart city iniziando dalla struttura di telecontrollo per migliorare la sicurezza urbana.

Entro 18 mesi dall’avvio dei cantieri tutte le aree della città interessate dal progetto saranno cablate: dei 190 chilometri previsti ben 134 saranno realizzati attraverso il riuso di reti già presenti in città privilegiando metodologie innovative di scavo a basso impatto ambientale.

Insieme alla sicurezza urbana la piattaforma di connettività di Open Fiber offrirà nuove opportunità nell’ambito della telemedicina, del telelavoro, dell’educazione a distanza ma anche dell’IoT e per il mondo produttivo in generale.

Maggiori informazioni nel comunicato stampa.

Smart NationIl Comune di Giugliano sigla l’accordo con Open Fiber per la nuova rete in fibra ottica
Vai all'articolo

A Perugia tornano la Festa della Rete e i Macchianera Internet Awards

No comments

Connessi e sostenibili, è questo il tema all’insegna del quale Perugia trascorrerà i prossimi giorni, fino a domenica: è infatti il tempo di rivedere in città l’evento dedicato al digitale che l’anno scorso ha raggiunto un incredibile successo.

Si tratta del connubio fra la Festa della Rete e i Macchianera Internet Awards, una fra le manifestazioni più importanti del mondo della Rete nella quale si affronteranno diverse tematiche fra cui fake news, odio in rete, privacy online ma anche cambiamento climatico e ambiente.

Le giornate, alimentate da dibattiti, workshop e panel, culmineranno nella cerimonia di premiazione dei riconoscimenti assegnati direttamente dal pubblico sul sito dei Macchianera Internet Awards, alle celebrità della Rete.

Il programma completo della manifestazione è disponibile nell’apposita sezione del sito internet ufficiale.

Smart NationA Perugia tornano la Festa della Rete e i Macchianera Internet Awards
Vai all'articolo

DECODE Symposium, a Torino l’evento dedicato al controllo dei dati online

No comments

La società può e deve riprendere il controllo sulle tecnologie digitali: è questa la filosofia di DECODE, il programma europeo che si occupa di controllo dei dati e democrazia digitale che arriva in Italia per un evento dedicato alla promozione di una gestione più trasparente delle informazioni online.

Il progetto DECODE è nato dalla collaborazione tra quattordici partner europei per riflettere sul modo in cui viene utilizzato Internet e soprattutto come vengono gestiti i dati personali.

La gestione dei dati delle persone infatti è uno degli aspetti più critici del mondo di Internet soprattutto perché le informazioni sono considerate alla stregua del petrolio per profittabilità e strategicità: nella due giorni del DECODE Symposium 2019, che si terrà il 5 e il 6 novembre presso il Nuvola Lavazza di Torino, si parlerà delle opportunità di sviluppare una nuova etica sovranità digitale con speaker internazionali coordinati da Fondazione NESTA Italia.

Il confronto avverrà con esperti di tecnologia e decisori che possano influenzare positivamente il ruolo dell’agenda politica al fine di ripristinare la sovranità economica e tecnologica dei cittadini.

L’agenda completa dell’evento è disponibile qui.

Smart NationDECODE Symposium, a Torino l’evento dedicato al controllo dei dati online
Vai all'articolo

La rete Wi-Fi di Poste Italiane entra nel progetto Piazza Wifi Italia

No comments

Grazie ad un accordo fra il MISE e Poste Italiane la rete Wi-Fi di Poste Italiane diventa federata alla rete Wi-Fi pubblica nazionale del progetto Piazza Wifi Italia.

Piazza Wifi Italia è un’iniziativa, di cui avevamo già parlato, che punta a creare un’unica grande rete Wi-Fi su tutto il territorio nazionale federando diverse reti, pubbliche e private, che si uniscano per coprire tutto il territorio consentendo ai cittadini di muoversi liberamente sotto copertura della medesima connessione Wi-Fi.

L’adesione di Poste Italiane rappresenta un importante traguardo ovviamente perché gli uffici postali sono estremamente capillari sul territorio nazionale e quindi permettono di coprire velocemente aree piuttosto vaste di territorio.

Ad oggi la rete Wi-Fi pubblica nazionale di Piazza Wifi Italia conta 2.574 Comuni di cui 1.048 con popolazione inferiore a 2.000 abitanti ma è prevista una decisa accelerazione con il 2020.

Per maggiori informazioni si rimanda al comunicato stampa sul sito del MISE.

Smart NationLa rete Wi-Fi di Poste Italiane entra nel progetto Piazza Wifi Italia
Vai all'articolo

TIM porta il 5G a Rimini

No comments

In occasione del 40mo Meeting per l’Amicizia fra i Popoli, TIM effettua una dimostrazione della nuova tecnologia di trasmissione grazie ad alcuni esempi applicativi che sfruttano il connubio fra digitale e 5G: a tale proposito è stata attrezzata un’area dedicata alla nuova tecnologia presso la Hall Centrale di Rimini Fiera dove si possono effettuare diverse esperienze.

La prima esperienza è relativa alla possibilità di effettuare visite immersive da remoto tramite la realtà virtuale a musei e luoghi storici di tutta Italia con la possibilità di dialogare virtualmente con una guida turistica collegata in remoto.

La seconda possibilità riguarda la visualizzazione su schermo di dati raccolti tramite sensori connessi alla rete mobile di TIM che simulano la gestione intelligente di una città evoluta: dai sistemi di monitoraggio del traffico al comando dell’illuminazione stradale o al monitoraggio ambientale utilizzando i mezzi pubblici che si trasformano in vere e proprie centraline di controllo della qualità dell’aria. (Bus As a Sensor).

Seguono la possibilità di sperimentare la panchina intelligente, dotata di collegamenti wi-fi e interfacce USB per ricarica cellulare come anche tutto il mondo dell’entertainment digitale relativo ai giochi o alla riproduzione di musica e video ad altissima definizione.

TIM ha già lanciato il 5G a Roma, Torino e Napoli ed entro la fine dell’anno sarà disponibile anche a Milano, Bologna, Verona, Firenze, Matera e Bari con la copertura di 30 destinazioni turistiche, 50 distretti industriali e 30 progetti specifici per le grandi imprese raggiunte a velocità fino a 2 Gigabit al secondo.

Entro il 2021 saranno coperte 120 città.

Smart NationTIM porta il 5G a Rimini
Vai all'articolo

Il Comune di Jesolo amplia la rete Wi-Fi pubblica

No comments

Grazie alla partecipazione al progetto WiFi4EU avviato dalla Commissione europea per supportare gli enti locali nella realizzazione e mantenimento delle reti Wi-Fi pubbliche, il Comune di Jesolo è riuscito, insieme ad altri Comuni italiani, ad aggiudicarsi le risorse economiche per la creazione di nuovi hotspot gratuiti in grado di estendere la connessione Wi-Fi pubblica e gratuita sul territorio cittadino.

In questo modo l’Amministrazione sta ultimando i lavori di collegamento delle aree di Piazza Kennedy, del Parco Ca’ Silis nel centro storico e del Parco Grifone al Lido di Jesolo: queste zone saranno presto coperte da una connettività a banda larga che consente non solo a cittadini e turisti di potersi collegare gratuitamente ad Internet ma anche di meglio integrare i servizi pubblici presenti negli spazi portati sotto copertura.

Jesolo è già oggi una delle prime località balneari ad offrire una connessione Wi-Fi gratuita in fibra ottica a 1 Gbps tramite la piattaforma Jesolo Connected su tutta la spiaggia e gran parte del territorio comunale che verrà ulteriormente esteso grazie ai nuovi lavori.

Maggiori informazioni sul sito del Comune di Jesolo.

Smart NationIl Comune di Jesolo amplia la rete Wi-Fi pubblica
Vai all'articolo

Genova Pass diventa digitale

No comments

Il Comune di Genova sta progressivamente realizzando nuovi servizi digitali e nel contempo trasformando quelli che non sono ancora arricchiti dalle opportunità offerte dalla tecnologia.

In questo contesto la controllata Genova Parcheggi ha sviluppato la componente digitale che consente di rinnovare i permessi di parcheggio direttamente online senza quindi dover passare attraverso gli uffici preposti.

La procedura è accessibile per tutti coloro che hanno ottenuto la vetrofania da applicare sul parabrezza dell’auto denominata Genova Pass: a questo punto l’utente potrà effettuare ogni rinnovo direttamente da remoto tramite il proprio pc o lo smartphone.

L’unica operazione richiesta è l’iscrizione dal portale di Genova Parcheggi: il sistema è molto semplice con la possibilità di visualizzare comunque un video tutorial per perfezionare e concludere tutte le operazioni legate al rinnovo oltre ad un pieghevole che è stato distribuito in città.

L’accesso al servizio è scaglionato e in attivazione: ad oggi i primi utenti a poterne fruire sono quelli di Albaro (zone L e M) e di San Fruttuoso (zona R) le cui autorizzazioni scadranno il 31 maggio.

Subito dopo seguiranno le altre zone del territorio: Centro (G) 31 luglio, Alture (H) e Carignano (D ed E) 30 novembre, Bassa Val Bisagno (C) 30 gennaio, Bassa Val Bisagno (T) 15 febbraio, Foce (A e B) 28 febbraio e Centro (F) 31 marzo.

Maggiori informazioni nel comunicato stampa.

smartnationGenova Pass diventa digitale
Vai all'articolo

Genova, il monitoraggio del territorio è il primo banco di prova del 5G

No comments

A Genova hanno preso il via i primi test di servizi tecnologici basati sul protocollo di comunicazione 5G e l’impiego di droni e veicoli rover per il monitoraggio del territorio.

La sperimentazione ha avuto luogo dall’area del Great Campus agli Erzelli, dove ha sede il Digital Lab 5G, avvalendosi di una centrale operativa in cloud realizzata da TIM per il controllo remoto automatico dei droni e dei rover.

I droni di Liguria Digitale che hanno sorvolato i parchi di Nervi appartengono al partner tecnologico Seikey mentre il rover che ha esplorato le aree del Great Campus appartiene a Ericsson.

L’iniziativa è il frutto della collaborazione fra Regione Liguria, Comune di Genova, Liguria Digitale, Ericsson e TIM nel perimetro dei test per rendere disponibili nuove innovative applicazioni dedicate a cittadini, imprese e pubblica amministrazione attraverso la rete mobile 5G.

La piattaforma di monitoraggio del territorio utilizzata per i test può essere utilizzata per consentire nuove soluzioni per la pubblica sicurezza, per il monitoraggio di infrastrutture critiche ma anche per il trasporto di farmaci di prima necessità oppure di organi per i trapianti.

Smart NationGenova, il monitoraggio del territorio è il primo banco di prova del 5G
Vai all'articolo

Agcom, crescono gli accessi FTTC e FTTH

No comments

I dati dell’Osservatorio sulle Comunicazioni diffusi dall’Agcom tracciano uno scenario rassicurante per la diffusione degli accessi a banda larga che è in crescita in tutto il Paese.

Questo è dovuto soprattutto all’opera di cablaggio delle città a cura di Open Fiber ma anche per la diffusione delle nuove tecnologie di comunicazione mobile: a riprova della preferenza accordata all’uso di connettività mobile, a fine 2018 gli accessi complessivi alla rete fissa si sono ridotti di 180mila unità rispetto al trimestre precedente.

Basti pensare che sulla rete mobile si registra annualmente un aumento complessivo di circa 3,5 milioni di SIM che comprendono sia quelle M2M (machine to machine) che quelle dedicate alle persone (in modalità traffico solo voce o voce e dati).

Cumulativamente, rispetto a 5 anni fai, il totale degli accessi in rame è sceso al 58% rispetto al quasi 94% del 2014 con un complessivo di 7,5 milioni di linee che sono state rimpiazzate da quasi altrettanti accessi con tecnologie più veloci: si è infatti assistito ad un aumento di connettività FTTC (+5,9 milioni di unità), FTTH (+540 mila) e FWA (+700 mila).

Ormai le linee con velocità inferiore ai 10 Mbit/s sono meno del 25% delle linee a banda larga mentre quelle con velocità pari o maggiore di 30 Mbit/s sono il 45,1%.

Fra gli operatori, TIM guida la classifica con il 43,9% delle attivazioni seguita da Vodafone (15,8%) e poi Fastweb e Wind/Tre con quote di mercato comprese tra il 14 ed il 15%.

La classifica, per quanto riguarda il mercato mobile vede TIM guidare la classifica con il 30,7% del mercato, seguita da Wind Tre e Vodafone con una quota simile pari al 29,2% e infine Iliad con il 2,7%.

Maggiori dettagli sul blog ufficiale.

Smart NationAgcom, crescono gli accessi FTTC e FTTH
Vai all'articolo

Internet, in 10 anni raddoppiati i domini italiani

No comments

I domini italiani, ossia quelli che rispondono all’estensione TLD .it e registrati all’anagrafe di Registro.it, superano quota 3 milioni e risultano raddoppiati nel giro di 10 anni.

Il significativo traguardo è stato riferito durante l’evento che ha fatto il punto sull’ultimo decennio visto secondo la prospettiva del Registro: dal 2008 in particolare lo sviluppo della richiesta di domini ha portato a far crescere l’organico dell’Istituto di informatica e telematica del Cnr dove ha sede ed opera il Registro.

Sul sito di Registro.it, che nel corso del tempo è diventato un vero e proprio cruscotto ideato per diffondere le potenzialità offerte da Internet, è presente un grafico che mostra l’andamento nel tempo della crescita del numero di registrazioni dei domini .it.

Durante l’occasione è stata inoltre presentata la serie video web Digitali per caso: condotta da Patrizio Roversi e prodotta dal Registro.it, la serie attraversa l’Italia in dieci puntate per raccontare storie di imprese che, grazie all’uso del digitale, sono riusciti a raggiungere significativi obiettivi aumentando le vendite.

I settori delle imprese raccontate in Digitali per caso sono prettamente quelli caratteristici della produzione italiana, ossia il vinicolo, l’agro alimentare e il turistico.

Smart NationInternet, in 10 anni raddoppiati i domini italiani
Vai all'articolo