Interland, il libro di Google per promuovere l’uso consapevole della rete

No comments

Interland avventure digitali è il titolo del libro creato da Google con il patrocinio della Polizia di Stato, della Fondazione Mondo Digitale e di Altro Consumo per promuovere l’uso consapevole della rete.

Presentato sul canale Youtube de La Feltrinelli e reso disponibile in 80 scuole italiane con la possibilità di scaricarlo anche online, si tratta di un’opera che aiuta a comprendere meglio l’importanza di internet come strumento di inclusione sociale ma anche come mezzo per formarsi tramite, per esempio, la didattica a distanza e incrementare le proprie informazioni.

Il protagonista del libro è Nonno Agenore che, insieme ai nipoti Davide e Matilde, aiuta bambini e ragazzi, insieme a genitori e docenti, a diventare utenti responsabili della rete.

La collaborazione con la Polizia postale sottolinea l’importanza dell’educazione digitale come aspetto prioritario per la piena realizzazione della cittadinanza digitale evitando rischi e incrementando le competenze per riconoscere le insidie nascoste nei meandri della rete.

L’iniziativa si inserisce all’interno del programma Vivi Internet, al meglio lanciato da Google nel 2018.

Maggiori informazioni nel comunicato stampa di Fondazione Mondo Digitale.

Smart NationInterland, il libro di Google per promuovere l’uso consapevole della rete
Vai all'articolo

Chrome integra la funzione di trascrizione automatica

No comments

Google ha lanciato per il proprio celebre browser Google Chrome un’interessante e innovativa funzione che permette di ottenere automaticamente la trascrizione automatica dei contenuti.

Live Caption, questo il nome della funzionalità, consente infatti di visualizzare i sottotitoli di un video in tempo reale: un aiuto concreto soprattutto per le persone non udenti.

Per attivare la funzione occorre, dopo aver installato l’ultima versione di Google Chrome, recarsi nelle impostazioni e abilitare, nella sezione dedicata all’accessibilità, i sottotitoli dal vivo.

A quel punto Chrome effettuerà un download per il motore di conversione audio-testo.

I sottotitoli, erogati da parte del motore di conversione audio-testo, appaiono in una piccola finestra pop-up nella parte inferiore di un video con la possibilità di ingrandirne la porzione visualizzata.

Live Caption rileva e trascrive esclusivamente in lingua inglese ma in futuro dovrebbero aggiungersi anche le altre lingue: il funzionamento è garantito con qualsiasi filmato anche ad audio disattivato.

Maggiori informazioni nel blog ufficiale di Google dedicato a Google Chrome.

Smart NationChrome integra la funzione di trascrizione automatica
Vai all'articolo

ISTAT, un terzo delle famiglie italiane non dispone di un accesso ad internet domestico

No comments

L’ISTAT ha pubblicato l’ottava edizione del Rapporto Bes, il Rapporto dedicato al benessere equo e sostenibile in Italia, che offre un quadro integrato dei principali fenomeni economici, sociali e ambientali che interessano il Paese sulla base di alcuni indicatori di riferimento.

Dall’analisi emerge una problematica significativa: un terzo delle famiglie italiane non dispone di un accesso ad internet da casa e di almeno un computer.

Rispetto all’anno passato, la situazione è migliorata solo di un +1,6% e solo grazie all’incremento delle famiglie con un accesso ad internet che arrivano al 79,6% rispetto al precedente 76,1%: non si registrano variazioni significative per quanto riguarda la disponibilità di un pc.

Al contrario il Rapporto Bes evidenzia un miglioramento generale della trasformazione digitale dell’Italia nell’ultimo decennio con un aumento della percentuale di famiglie con accesso alla banda larga che ha raggiunto la quota del 88,9% nel 2019 partendo dal 10% del 2011.

Maggiori informazioni all’interno del Rapporto Bes 2020.

Smart NationISTAT, un terzo delle famiglie italiane non dispone di un accesso ad internet domestico
Vai all'articolo

Il terzo rapporto Auditel-Censis evidenzia le lacune nella digitalizzazione delle famiglie italiane

No comments

Con la presentazione del terzo rapporto Auditel-Censis si assiste ad una fotografia piuttosto particolare della nuova normalità digitale delle famiglie italiane: durante l’ultimo periodo, a causa dell’epidemia da COVID-19, i dispositivi tecnologici hanno assunto un’importanza rilevante nella vita quotidiana.

Secondo gli ultimi dati però, quasi tre milioni e mezzo di famiglie italiane non dispongono di collegamento ad internet e quindi sono impossibilitate a svolgere qualsiasi tipo di attività da remoto.

L’analisi Auditel-Censis pone l’accento sugli squilibri socio-economici che determinano il grado di carente digitalizzazione delle famiglie italiane ma che, a loro volta, innescano dinamiche per cui l’assenza di adeguati strumenti tecnologici limita le possibilità formative e occupazionali delle persone coinvolte.

Il collegamento ad internet è disponibile nell’85,9% delle case italiane, media fra il 98,1% di quelle di livello socio-economico elevato e il 59,5% di quelle di chi ha un livello socio-economico basso. 

Sono invece quasi 6 milioni le famiglie che si collegano al web solamente utilizzando uno smartphone e che quindi non possono beneficiare dei vantaggi della banda ultra larga garantita da connessioni in fibra ottica.

Smart NationIl terzo rapporto Auditel-Censis evidenzia le lacune nella digitalizzazione delle famiglie italiane
Vai all'articolo

Online il nuovo sito dedicato al piano BUL

No comments

Il piano BUL è un programma ambizioso, avviato nel 2015, ideato per pianificare e semplificare il processo di ammodernamento dell’infrastruttura di rete italiana in modo da consentire a cittadini e imprese di poter finalmente accedere ad Internet ad alta velocità anche nelle aree più remote del Paese.

Per poter consentire questo difficile processo di evoluzione, Infratel Italia ha indetto tre bandi di gara che sono stati aggiudicati a Open Fiber, azienda che ha preso in carico l’effettiva esecuzione della posa della nuova infrastruttura di rete veloce impegnandosi soprattutto nel coprire le aree bianche ossia le zone a fallimento di mercato da sempre evitate per evidenti mancanze di profittabilità degli interventi di collegamento.

La rete realizzata da Open Fiber nelle aree bianche, interamente FTTH, è di proprietà dello Stato ma resterà in concessione alla società appaltante per 20 anni: entro il 2025 si punta a coprire tutte le unità immobiliari con almeno 100Mbps elevata a 1Gbps per scuole ed edifici pubblici.

In considerazione della progressività della copertura e dei tempi necessari per realizzare l’infrastruttura, ha debuttato il nuovo sito del piano BUL che consente di offrire ai cittadini le stesse informazioni in tempo reale sullo stato di avanzamento dei lavori e sull’avanzamento del progetto fornite dalla concessionaria Open Fiber a Infratel.

La nuova piattaforma nasce all’insegna della massima trasparenza fornendo, nella misura più granulare possibile, i dati della connettività a banda larga e ultralarga disponibile o pianificata per qualunque numero civico d’Italia.

Smart NationOnline il nuovo sito dedicato al piano BUL
Vai all'articolo

In aumento gli italiani che trascorrono il proprio tempo online

No comments

L’Italia vanta quasi 50 milioni di accessi ad internet su base giornaliera di cui 45 milioni da dispositivi mobile come smartphone e tablet: questo è uno dei dati che emergono dalla nona edizione della ricerca “Digital 2020“, l’analisi realizzata da We Are Social in collaborazione con Hootsuite.

Non solo, gli utenti italiani trascorrono in media 6 ore al giorno di cui, in media, 1 ora e 57 minuti vengono impiegati per l’utilizzo di social network.

Internet è il luogo primario dove reperire informazioni ma uno dei motivi principali per cui le persone si collegano è l’intrattenimento: il 92% degli utenti guarda contenuti video, il 34% vlog, il 57% ascolta musica in streaming, il 39% web radio e il 23% podcast.

Fra i campi applicativi in emersione c’è l’uso dei servizi controllati con la voce, tipicamente gli assistenti vocali: il 35% degli utenti ne utilizza almeno uno.

Anche i dispositivi indossabili riscuotono un significativo successo: il 15% degli utenti possiede uno smartwatch o un altro wearable triplicando così i numeri che risalgono all’anno scorso.

Il 94% degli italiani ha uno smartphone che viene impiegato soprattutto app di messaggistica (92%), per l’intrattenimento e la fruizione di contenuti video (73%) quindi per l’ascolto di musica (52%) e per lo shopping (68%) e il gaming (43%).

Circa le piattaforme utilizzate, la più frequentata è YouTube seguita dalle app appartenenti alla famiglia di Facebook anche se è in rapido aumento TikTok, la piattaforma social che globalmente ha con 800 milioni di utenti attivi al mese di cui 300milioni fuori dalla Cina.

Smart NationIn aumento gli italiani che trascorrono il proprio tempo online
Vai all'articolo

Pisa, inaugurata la nuova sede dell’anagrafe dei domini italiani

No comments

L’anagrafe digitale degli oltre 3 milioni di domini nazionali gestita dall’Iit-Cnr ha trovato una nuova casa: è stata infatti inaugurata, presso l’Area della Ricerca di Pisa del Cnr, la struttura che ospita uno degli snodi nevralgici dell’Internet italiana.

L’edificio è stato pensato per essere tecnologicamente avanzato, eco sostenibile e attento ai consumi energetici in modo da poter essere il luogo ideale dove crescere la Rete del futuro.

Per rispettare i criteri di eco sostenibilità si è puntato sulla particolare tecnica costruttiva in legno (X-Lam) e sul largo utilizzo di tecnologie domotiche riducendo il consumo di suolo e aumentando l’efficienza energetica grazie ad ampio ricorso a fonti solari fotovoltaiche e termiche.

Grazie ad un sofisticato apparato di monitoraggio della CO2, al controllo delle fonti di illuminazione naturale ed artificiale e alle innovative tecniche di costruzioni, è stato possibile raggiungere la classificazione di “Edificio ad Energia Quasi Zero” cioè una struttura ad altissima prestazione energetica.

Smart NationPisa, inaugurata la nuova sede dell’anagrafe dei domini italiani
Vai all'articolo

Il Comune di Bertinoro porta online le cartografie urbanistiche

No comments

Il Comune di Bertinoro grazie al supporto del SIT dell’Unione dei Comuni ha lanciato una piattaforma tecnologica, accessibile online, che consente ai cittadini consultare i piani urbanistici e i dati cartografici del territorio comunale.

Si tratta di un’importante innovazione che permette, fra le altre cose, di accedere alla cartografia del Regolamento Urbanistico Comunale, al Piano Strutturale Comunale PSC e consultare gli altri vincoli sovraordinati tra cui la fascia di rispetto degli corsi d’acqua vincolati, il vincolo idrogeologico e le zonizzazioni dell’Autorità di Bacino.

Il cittadino può anche consultare i dati catastali, il database topografico regionale e le ortofoto: tutti gli elementi organizzati a layer sovrapposti possono essere attivati e disattivati singolarmente per un totale di 6 livelli vettoriali.

La piattaforma si inserisce nell’ambito del percorso di digitalizzazione del Comune che ha nel sito internet comunale il punto privilegiato di accesso attraverso, nel caso specifico, la sezione Urbanistica.

L’obiettivo dell’Amministrazione è quello di costruire un Sistema informativo territoriale interattivo e dinamico in un orizzonte temporale di altri 6-7 anni.

Maggiori informazioni sono disponibili nell’apposita sezione del sito internet del Comune.

Smart NationIl Comune di Bertinoro porta online le cartografie urbanistiche
Vai all'articolo

Il Comune di Giugliano sigla l’accordo con Open Fiber per la nuova rete in fibra ottica

No comments

Nel Comune di Giugliano Open Fiber è pronta ad accelerare la connettività dei cittadini e delle aziende del territorio grazie alla convenzione siglata con l’Amministrazione che porterà ad attivare l’infrastruttura di rete in fibra ottica FTTH in circa 30mila unità immobiliari.

Complessivamente la nuova rete in fibra ottica si estenderà per 190 chilometri in quello che risulta essere il Comune non capoluogo di provincia più popoloso di tutta Italia: l’obiettivo è gettare le basi per rendere Giugliano una vera e propria smart city iniziando dalla struttura di telecontrollo per migliorare la sicurezza urbana.

Entro 18 mesi dall’avvio dei cantieri tutte le aree della città interessate dal progetto saranno cablate: dei 190 chilometri previsti ben 134 saranno realizzati attraverso il riuso di reti già presenti in città privilegiando metodologie innovative di scavo a basso impatto ambientale.

Insieme alla sicurezza urbana la piattaforma di connettività di Open Fiber offrirà nuove opportunità nell’ambito della telemedicina, del telelavoro, dell’educazione a distanza ma anche dell’IoT e per il mondo produttivo in generale.

Maggiori informazioni nel comunicato stampa.

Smart NationIl Comune di Giugliano sigla l’accordo con Open Fiber per la nuova rete in fibra ottica
Vai all'articolo

A Perugia tornano la Festa della Rete e i Macchianera Internet Awards

No comments

Connessi e sostenibili, è questo il tema all’insegna del quale Perugia trascorrerà i prossimi giorni, fino a domenica: è infatti il tempo di rivedere in città l’evento dedicato al digitale che l’anno scorso ha raggiunto un incredibile successo.

Si tratta del connubio fra la Festa della Rete e i Macchianera Internet Awards, una fra le manifestazioni più importanti del mondo della Rete nella quale si affronteranno diverse tematiche fra cui fake news, odio in rete, privacy online ma anche cambiamento climatico e ambiente.

Le giornate, alimentate da dibattiti, workshop e panel, culmineranno nella cerimonia di premiazione dei riconoscimenti assegnati direttamente dal pubblico sul sito dei Macchianera Internet Awards, alle celebrità della Rete.

Il programma completo della manifestazione è disponibile nell’apposita sezione del sito internet ufficiale.

Smart NationA Perugia tornano la Festa della Rete e i Macchianera Internet Awards
Vai all'articolo