SPID, Lepida spinge sulla sottoscrizione elettronica dei documenti

No comments

Lepida, la società ICT in-house dell’Emilia-Romagna, spinge sulla firma elettronica tramite SPID e attiva, prima di tutti gli altri identity provider, la propria soluzione.

In questo modo chiunque abbia un’identità digitale può effettuare la sottoscrizione elettronica dei documenti secondo l’ex art. 20 del CAD, il Codice dell’Amministrazione Digitale: è sufficiente autenticarsi con lo SPID e firmare i documenti garantendo l’assolvimento dei requisiti della forma scritta e dell’efficacia prevista dall’articolo 2702 del Codice Civile anche in più punti del documento stesso in un’unica sessione di autenticazione.

Utenti distinti possono inoltre sottoscrivere il medesimo documento in tempi e con sessioni di autenticazione SPID diverse.

La procedura è molto semplice: l’utente troverà un pulsante “firma con SPID” che predispone il documento con un proprio sigillo elettronico e lo sottopone al cittadino che può vidimarlo elettronicamente con un semplice clic.

Lepida sta compiendo gli ultimi adeguamenti per consentire alle PA di utilizzare il Gateway FedERa per integrare il servizio di firma digitale tramite SPID con minimo sforzo da parte degli Enti pubblici che vorranno addottarla.

Gli Enti interessati possono contattare Lepida (piattaformecittadini@lepida.it) per approfondimenti.

Smart NationSPID, Lepida spinge sulla sottoscrizione elettronica dei documenti
Vai all'articolo

SPID, Lepida accelera la conversione delle identità digitali

No comments

Lepida, società partecipata di Regione Emilia-Romagna incaricata della gestione dei processi di trasformazione digitale regionale, sta spingendo sull’acceleratore per consentire ai cittadini di essere pienamente in grado di accedere a tutti i servizi digitali regionali.

Il cittadino che vuole impiegare il proprio smartphone, tablet o personal computer per accedere ai servizi digitali offerti dalla Pubblica Amministrazione, sia essa comunale, regionale o nazionale, deve necessariamente dotarsi di un’identità digitale SPID che sostituisce le vecchie modalità di accesso tramite CRS o credenziali erogate dai singoli servizi.

Partendo dal presupposto che molti utenti avevano già accesso al Fascicolo Sanitario Elettronico, per accelerare la transizione e minimizzare il disagio per i cittadini, Lepida ha intrapreso un percorso di conversione delle credenziali di accesso al Fascicolo Sanitario Elettronico in identità digitali LepidaID pienamente compatibili con SPID.

Sono 400.000 i cittadini in possesso di tali credenziali che hanno ricevuto un avviso per effettuare la conversione in modo semplice e gratuito.

L’adesione è stata massiccia: nella prima settimana si sono registrate all’incirca il 20% di adesione al processo di conversione che porta gli utenti a dotarsi di credenziali più complete idonee ad accedere a tutti i servizi digitali della PA.

Lepida continuerà nelle prossime settimane a semplificare il processo di passaggio che può avvenire anche attraverso ai numerosi sportelli, oltre 150, aperti sul territorio per effettuare l’adesione a LepidaID.

Smart NationSPID, Lepida accelera la conversione delle identità digitali
Vai all'articolo