Realizzata la mappatura digitale degli ordigni bellici caduti a Bolzano

No comments

Il Curatorio per i Beni Tecnici Culturali ha consegnato alla città di Bolzano la mappatura digitalizzata degli ordigni bellici risalenti alla Seconda Guerra Mondiale che sono caduti sul territorio comunale.

La città infatti ha conosciuto, tra il 2 settembre 1943 e il 28 febbraio 1945, ben 13 bombardamenti che hanno interessato prevalentemente la zona della stazione ferroviaria e che erano stati catalogati e archiviati presso l’Abbazia di Muri Gries divenuta, al tempo, sede del comando locale della Polizia di sicurezza, della Protezione antiaerea e del comando locale della Wehrmacht: il materiale cartografico originale, composto da nove mappe, indica la localizzazione degli ordigni bellici sulla mappa catastale di Bolzano.

Le carte sono quindi state digitalizzate e trasferite al Comune di Bolzano e alla Provincia, tramite una celebrazione ufficiale, per essere rese disponibili alla cittadinanza.

Maggiori dettagli nel comunicato della Provincia di Bolzano.

Smart NationRealizzata la mappatura digitale degli ordigni bellici caduti a Bolzano
Vai all'articolo