MLOL, aumentano i lettori digitali

No comments

I numeri di lettori digitali all’interno della piattaforma MLOL nell’ultimo semestre è aumentato sensibilmente: le statistiche dimostrano un marcato aumento di coloro che hanno iniziato ad utilizzare la piattaforma MediaLibraryOnLine per prendere in prestito ebook, audiolibri, musica, quotidiani e periodici ma anche film.

MLOL collega 6.500 biblioteche pubbliche, scolastiche o universitarie in tutta Italia e serve 1.350.000 utilizzatori su scala nazionale: può accedere a MLOL soltanto chi possiede la tessera di una biblioteca e, grazie a questa iscrizione, prendere in prestito virtuale per 14 giorni un libro o una delle altre risorse, anche open, disponibili sul catalogo.

Durante questo periodo di crisi sanitaria è raddoppiata la consultazione di contenuti digitali aperti come libri antichi, manoscritti, spartiti musicali e altro con picchi di utilizzatori nella fascia d’età tra i 25 e i 65 anni, soprattutto tra i 40 e i 50 anni.

Smart NationMLOL, aumentano i lettori digitali
Vai all'articolo

MLOL, la Regione Marche rivoluziona il sistema bibliotecario regionale

No comments

La Regione Marche punta sul digitale per estendere le opportunità culturali tramite un nuovo sistema bibliotecario.

In collaborazione con il network nazionale MLOL (Media Library On Line) è stata infatti lanciata una piattaforma digitale che consente di consultare, leggere ma anche prendere in prestito attraverso pc o smartphone, oltre 1,2 milioni di libri e circa 103mila tra giornali e riviste di tutto il mondo e in ogni lingua grazie alla fornitissima emeroteca digitale.

Tra i contenuti anche circa 34mila e-book di vario genere che possono essere scaricati o presi in prestito e perfino la musica attraverso portali dedicati oltre alla scontistica per la programmazione teatrale marchigiana inerente agli spettacoli organizzati dall’AMAT.

La Regione Marche, tramite l’Assessorato alla Cultura e al Turismo, ha contribuito fisicamente per creare l’iniziativa che riguarda i cinque Comuni capoluogo di provincia (Ancona, Pesaro, Macerata, Ascoli Piceno e Fermo) attraverso il portale marche.medialibrary.it che rappresenta il punto di accesso all’offerta culturale regionale.

Si tratta infatti di una vera e propria biblioteca digitale accessibile tramite una speciale carta, la Marche Cultura Card, richiedibile recandosi in una delle 300 biblioteche della Regione.

La scelta è stata imposta da una riorganizzazione del sistema bibliotecario precedentemente incardinato in 4 poli di differenti dimensioni e con servizi non del tutto omologhi: con la nuova struttura invece il Sistema Bibliotecario Regionale si presenta con condizioni omogenee di accesso e livello qualitativo per tutti i cittadini attraverso due poli territoriali, Bibliomarchenord e Bibliomarchesud.

La riuscita del progetto, che ha coinvolto anche le Università di Macerata e Urbino, permette ora agli utenti di ricevere automaticamente libri e quotidiani tramite mail o app e ricevere assistenza da parte del personale bibliotecario sulle funzioni da impiegare.

Maggiori dettagli nel comunicato stampa della Regione Marche.

Smart NationMLOL, la Regione Marche rivoluziona il sistema bibliotecario regionale
Vai all'articolo

La biblioteca di Varese aderisce a MLOL

No comments

Da oggi tutti gli utenti abilitati al Sistema Bibliotecario Urbano di Varese possono finalmente prendere in prestito, oltre alla normale offerta formata da libri, periodici e dvd, anche gli eBook.

La biblioteca di Varese infatti entra ufficialmente in MLOL, acronimo per MediaLibrary On Line, che rappresenta la piattaforma digitale interbibliotecaria che permette agli utenti delle biblioteche aderenti di poter fruire di servizi di prestito evoluto.

L’operazione è stata resa possibile grazie ad un confinanziamento del MIBACT che è stato ottenuto dal Comune di Varese e che ha reso possibile, al momento per un anno, che gli utenti del sistema bibliotecario cittadino potessero fruire di questa nuova opportunità.

Ben diecimila utenti, quelli che hanno interagito con il sistema bibliotecario del Comune di Varese, sono stati automaticamente abilitati al nuovo circuito accessibile tramite il link varese.medialibrary.it.

Una volta effettuato l’accesso, nelle modalità previste, è possibile scegliere tra circa 4.000 titoli fra cui anche ultimissime novità.

La biblioteca mette a disposizione 5 copie per ogni titolo, è necessario pertanto attendere la restituzione di un altro utente per poterne fare uso, esattamente come avviene per i libri cartacei: ogni utente può scaricare due titoli al mese con una durata massima di prestito pari a due settimane.Per coloro che non sono ancora registrati occorre recarsi di persona presso la Biblioteca Civica in via Sacco 9 e richiedere l’iscrizione che risulta essere immediata.

Smart NationLa biblioteca di Varese aderisce a MLOL
Vai all'articolo

La rete digitale di EmiLib si estende

No comments

La rete digitale di EmiLib, il portale di risorse digitali accessibile a tutti gli utenti delle province emiliane, si allarga includendo il polo bibliotecario di Modena e Ferrara.

Sale così ad oltre 600 il numero di biblioteche, su base regionale, che possono fruire del servizio del portale di EmiLib realizzato in collaborazione con l’IBC (Istituto per i beni artistici, culturali e naturali della Regione Emilia-Romagna) e disponibile ad un bacino totale di oltre 3.300.000 utenti.

Nel solo 2018 sono stati 3.575 i nuovi utenti delle biblioteche di Modena che hanno avuto accesso a EmiLib rendendo la provincia di Modena il polo bibliotecario con maggior numero di nuovi utenti attivati che hanno generato nell’anno passato quasi 21.000 prestiti digitali di ebook che, nel solo mese di gennaio, hanno superato quota 2.000.

I numeri sono in costante aumento basti pensare che in due mesi viene effettuato lo stesso numero di prestiti digitali che erano realizzati nell’intero anno 2016.

Oltre ai prestiti digitali, un altro servizio fondamentale accessibile dal portale EmiLib è la consultazione dell’emeroteca digitale ovvero dell’archivio di quotidiani locali e nazionali e riviste: basti pensare che nel 2018 le consultazioni per la provincia di Modena sono state circa 274 mila su poco meno di 1 milione duecento mila realizzate in tutto il portale EmiLib.

L’accesso ad EmiLib è gratuito per gli utenti, è sufficiente essere in possesso di un abbonamento attivo al sistema bibliotecario o le credenziali MLOL o dell’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia.

Smart NationLa rete digitale di EmiLib si estende
Vai all'articolo

La biblioteca digitale metropolitana di Bologna aderisce a EmiLib

No comments

Il sistema bibliotecario digitale di Bologna si aggiunge a quelli di Modena, Reggio, Parma e Piacenza e confluisce in EmiLib.

EmiLib è un circuito bibliotecario di caratura regionale voluto dai Comuni capoluogo di Modena, Reggio, Parma e Piacenza che hanno sottoscritto un accordo di collaborazione per realizzare l’omonimo portale.

Grazie al sostegno economico e progettuale dell’Istituto beni culturali della Regione Emilia-Romagna, EmiLib vanta un archivio digitale di oltre 21.000 ebook, più di 5.800 testate tra quotidiani e periodici in oltre 80 lingue e 158 quotidiani e periodici in sola lingua italiana ma anche oltre 60.000 tracce musicali, 165 audiolibri e più di 560.000 risorse disponibili tra cui app, banche dati, immagini, spartiti musicali e video giochi.

EmiLib diventa regionale

Bologna si aggiunge oggi al nuovo circuito bibliotecario digitale portando in dote i propri 21mila iscritti e soprattutto altri 30mila eBook e 6.600 quotidiani.

Il funzionamento è semplice: tutti i contenuti sono consultabili e tutte le operazioni sono effettuabili in ogni momento dal computer o da smartphone.
Per accedere a EmiLib è sufficiente iscriversi o essere iscritti in una delle biblioteche della propria provincia e seguire l’apposita guida.

Nel solo 2017 ci sono state 470mila consultazioni, 40mila eBook prestati (raddoppiati dal 2016) oltre a quasi 10mila nuovi iscritti.

Maggiori informazioni qui.

Smart NationLa biblioteca digitale metropolitana di Bologna aderisce a EmiLib
Vai all'articolo