Trenord introduce il monitoraggio del livello di passeggeri

No comments

Trenord lancia una nuova funzione nella propria applicazione per comunicare ai viaggiatori un dato molto importante che riguarda il livello di saturazione delle carrozze in termini di numero di passeggeri accolti.

Si tratta di una funzione molto importante che permette all’azienda di trasporti lombarda di indicare il livello di occupazione dei convogli tramite una scala cromatica che varia in funzione dei posti presenti a bordo.

L’app infatti indicherà rispettivamente con i colori rosso, giallo e verde se il treno è congestionato, mediamente trafficato o sostanzialmente libero: le informazioni rese sono in tempo reale e riflettono il possibile rischio di affollamento sulle banchine oltre a notificare dettagli sulla circolazione segnalando eventuali disagi.

Questa possibilità è garantita dai treni dotati del sistema di Automatic People Counting che è installato sul 30% della flotta in uso a Trenord: per gli altri treni invece il livello di saturazione sarà stimato tramite un apposito algoritmo sulla base dei dati di frequentazione dei giorni immediatamente precedenti.

Il servizio è già attivo per oltre il 90% delle corse e il monitoraggio integrale verrà raggiunto entro la fine del mese.

Smart NationTrenord introduce il monitoraggio del livello di passeggeri
Vai all'articolo

Monopattini elettrici, al via la libera circolazione

No comments

L’inizio del nuovo anno è una data importante anche per la mobilità innovativa dettata dall’adozione di strumenti alternativi a quelli tradizionali come i monopattini elettrici: da oggi primo gennaio 2020 infatti termina la sperimentazione e prende il via la libera circolazione dei monopattini elettrici che viene gestita dal Codice della Strada.

In virtù della pubblicazione sulla G.U. della L. 27 dicembre 2019 n. 160, i monopattini elettrici vengono equiparati ai velocipedi, ovvero alle biciclette, diventando agli effetti di legge dei veicoli cui si applica il CdS: rimangono esclusi gli altri mezzi elettrici quali gli hoverboard e i monoruota.

Per essere considerati monopattini elettrici, i mezzi devono avere velocità massima di 20 km/h e potenza del motore non superiore a 500 watt oltre ad una completa dotazione di luci anteriori e posteriori, la presenza del marchio CE e l’emissione di un segnale acustico: il casco non è invece obbligatorio.

Si tratta di un’innovazione importante relativamente alla micromobilità che alimenta la mobilità sostenibile e condivisa: la circolazione dei mezzi elettrici è consentita nelle sole aree urbane secondo le regole comunali e la segnaletica riferibile.

I monopattini elettrici possono circolare nelle aree pedonali a velocità inferiore ai 6 km/h, oppure a velocità superiore entro i 20 km/h su piste ciclabili o nelle strade con limite di velocità di 30 km/h: in tal caso sarà necessario indossare un giubbotto o delle bretelle retroriflettenti. verde, potranno essere utilizzati anche all’interno delle piste ciclo-pedonali presenti nei parchi e nei giardini.

Le zone sempre interdette sono generalmente quelle non idonee alla circolazione di questi mezzi come le vie pavimentate in pietra di fiume, le corsie preferenziali vicine ai binari del tram, i parcheggi a fondo cieco e le gallerie pedonali.

Smart NationMonopattini elettrici, al via la libera circolazione
Vai all'articolo

In Emilia-Romagna prende il via la rivoluzione digitale del trasporto pubblico

No comments

La rivoluzione digitale del trasporto pubblico locale dell’Emilia-Romagna è iniziata e viagga grazie a smartphone e smartcard.

Con l’avvio di quattro progetti dedicati alla mobilità intelligente pendolari, turisti e cittadini saranno facilitati nell’utilizzo di treni e bus, sosta urbana e pianificazione dei viaggi su ferro e gomma.

Quattro progetti digitali per la mobilità urbana

La rivoluzione inzia con Roger, l’assistente virtuale che aiuta gli utenti nelle fasi di programmazione del viaggio e acquisto dei biglietti ma che è anche utile per consultare orari e pagare il parcheggio.
Roger è fruibile tramite app, scaricabile gratuitamente da Google Play e Apple Store, e consente di acquistare con carta di credito tutti i biglietti per i bus e i treni oltre a saldare la sosta sulle strisce blu, senza alcun sovrapprezzo e solo per il periodo effettivamente utilizzato.

Iter invece è il il borsellino elettronico che integra le tessere Mi Muovo e permette di acquistare e validare i biglietti dell’autobus e dei treni regionali anche direttamente sul mezzo scelto: il lancio è previsto per marzo 2019.

Chiamatreno invece è fruibile via web e tramite app disponibile gratuitamente per iOS e Android: si tratta di una piattaforma, testata con l’associazione dei pendolari, che informa in tempo reale sugli orari e le variazioni di servizio dei treni Tper con la pubblicazione delle informazioni sulle variazioni del servizio.

Infine entro marzo Google Maps fornirà tutti gli orari di bus e treni dell’Emilia-Romagna in tempo reale.

I servizi digitali interessano molte città emiliane fra cui Bologna, Cesena, Forlì, Modena e Ravenna.

Smart NationIn Emilia-Romagna prende il via la rivoluzione digitale del trasporto pubblico
Vai all'articolo

Il Comune di Catania digitalizza la sosta urbana

No comments

Il Comune di Catania ha annunciato l’introduzione di nuove opportunità rivolte ai cittadini che intendono fruire della sosta veicolare in città.

Grazie ad un accordo tra la partecipata comunale Sostare e i numerosi servizi di dematerializzazione del ticketing per le strisce blu, a Catania si può finalmente pagare la sosta attraverso piattaforme digitali che consentono di risparmiare tempo e denaro.

Tra le novità figura anche l’introduzione di diverse offerte di ricariche prepagate.

I servizi di pagamento proposti dall’Amministrazione e alternativi al parcometro comprendono otto sistemi differenti: Neospark, Easypark, Dopticket, Telepasspay, Phonzie, MyCicero, PaybyPhone, MyTicketStore.

App e card prepagate per la sosta urbana

Attraverso una rete di rivenditori autorizzati sono disponibili anche le schede con microchip, prepagate a scalare, per l’acquisto della sosta tramite parcometri: si tratta di una forma ibrida pensata per disincentivare l’uso di monete al punto da offrire agli utenti un credito precaricato maggiore rispetto a quanto dovranno pagare per l’acquisto delle carte stesse.

Per esempio le schede con credito precaricato di 10 euro costano 9 euro all’utente mentre quella da 15 euro è in vendita a 13.

Nelle prossime settimane verranno inoltre attivati speciali parcometri per consentire il pagamento direttamente tramite carta di credito contactless.

Smart NationIl Comune di Catania digitalizza la sosta urbana
Vai all'articolo

A Nuoro l’innovazione trasforma la mobilità urbana

No comments

Il capoluogo barbaricino è pronto a trasformarsi in una città intelligente, almeno per quanto riguardo il fronte della mobilità urbana: la vecchia rete del trasporto pubblico cittadino infatti passa all’era digitale.

Da lunedì infatti nel Comune di Nuoro è prevista l’attivazione dell’app My Cicero per permettere ai nuoresi di trovare il parcheggio a pagamento più vicino e pagarlo direttamente dallo smartphone solo per l’effettiva durata della sosta.

La trasformazione digitale passa anche dalla rivisitazione delle linee di trasporto

Non solo, la rivoluzione passa anche attraverso la rivisitazione delle linee, ridisegnate sulla base di 36 indicatori che hanno tenuto conto sopratutto della nuova geografia urbana della città nell’ottica dell’efficienza e dell’efficacia.

La nuova rete del trasporto urbano è studiata per privilegiare le estremità della città, penalizzando invece i quartieri contigui, facilmente raggiungibili anche a piedi: massima attenzione anche i poli di interesse, ossia aree urbane e servizi di utilità, come i centri commerciali o l’ospedale, che saranno serviti da linee il più possibile dirette e brevi.

Verranno inoltre installati dieci nuovi parcometri dove sarà possibile pagare con bancomat o carta di credito e le innovative pensiline elettroniche che forniranno indicazioni in tempo reale ai viaggiatori in attesa alle fermate dei bus.

Smart NationA Nuoro l’innovazione trasforma la mobilità urbana
Vai all'articolo