Audipress, in aumento i lettori digitali

No comments

Sono in aumento i lettori digitali, almeno secondo i nuovi dati Audipress 2020/I appena rilasciati che vedono una crescita del 9,1% nei lettori che utilizzano il mezzo digitale per leggere i principali titoli di stampa.

L’incremento è sicuramente influenzato positivamente anche dalla situazione legata alla crisi pandemica da COVID-19 che ha avvicinato i lettori alle opportunità offerte dal digitale .

I dati presentano un trend chiaro di incremento della quota di lettori digitali che cresce in maniera trasversale per sesso, nelle diverse fasce di età e classi socioeconomiche, specialmente nel segmento dei quotidiani che presentano un incremento del 11,8%.

Proprio i quotidiani raccolgono una quota di lettori pari al 28,1% degli italiani, ossia 14.906.000 individui.

I dati Audipress 2020/I sono frutto dell’indagine ufficiale per la lettura della stampa quotidiana e periodica in Italia inerente alle abitudini di lettura e alla fruizione delle più importanti testate italiane.

I dati Audipress sono rinvenibili qui.

Smart NationAudipress, in aumento i lettori digitali
Vai all'articolo

Google mette a disposizione un fondo di emergenza dedicato all’informazione locale

No comments

Google interviene a supporto dell’informazione digitale territoriale mettendo a disposizione delle testate locali con una presenza online uno speciale fondo di emergenza destinato a supportare coloro i quali si impegnano nell’offrire notizie, tramite l’uso del digitale, per le piccole comunità locali.

L’iniziativa nasce nel perimetro del pogetto Google News Initiative (GNI) ed è uno strumento speciale avviato in occorrenza dell’emergenza sanitaria COVID-19: il fondo creato è accessibile a organizzazioni giornalistiche locali che hanno una redazione composta fra i 2 e i 100 giornalisti e che hanno interesse locale.

Da oggi 15 aprile e fino al prossimo 29 aprile è possibile presentare le domande, direttamente online, tramite un’apposita procedura.

Si tratta di un importante riconoscimento da parte di Google circa il lavoro informativo svolto dalle piccole testate locali che quotidianamente si impegnano ad offrire un giornalismo puntuale e qualitativo.

Produrre notizie originali per comunità locali specifiche è infatti in grado di fare la differenza quando si tratta di informare i cittadini e, al contempo, permette di contrastare la nascita di fake news che spesso si nascondono in eventi del tutto inventati a dimensione territoriale.

Smart NationGoogle mette a disposizione un fondo di emergenza dedicato all’informazione locale
Vai all'articolo

A Seravezza le notizie comunali approdano su smartphone

No comments

Anche le Amministrazioni più piccole possono utilizzare con successo la tecnologia per migliorare i servizi per i propri cittadini e i turisti.

Si tratta di quanto sta succedendo a Seravezza dove il Comune, in collaborazione con la Fondazione Terre Medicee, ha introdotto un nuovo servizio gratuito per la notifica di notizie relative al territorio.

Il servizio, chiamato WhatsApp Comune di Seravezza, permette agli utenti interessati di conoscere gli eventi, culturali e non, organizzati e sostenuti dal Comune di Seravezza e dalla Fondazione Terre Medicee.

Chiunque, salvando nella rubrica del proprio smartphone il numero 335 5381441 e digitando tramite WhatsApp la parola iscrivimi, potrà velocemente essere iscritto in una lista di distribuzione digitale che consente di ricevere automaticamente dal Comune i contenuti più interessanti della calendarizzazione eventi.

Inizialmente gli aggiornamenti saranno a cadenza settimanale con il riepilogo degli appuntamenti e relativo link di approfondimento: oltre alle informazioni testuali è previsto l’eventuale invio di foto e video a corredo.

Il servizio è curato dall’ufficio stampa del Comune di Seravezza con il supporto della segreteria della Fondazione Terre Medicee insieme all’ufficio staff del Sindaco.

In ogni momento è possibile disiscriversi dal servizio semplicemente inviando un messaggio con scritto cancellami.

Smart NationA Seravezza le notizie comunali approdano su smartphone
Vai all'articolo

Subscribe with Google, il servizio che facilita l’abbonamento ai siti editoriali

No comments

Il mondo dell’editoria si prepara ad una nuova piccola rivoluzione grazie ad una nuova iniziativa targata Google che è stata annunciata sul blog ufficiale dell’azienda.

Per semplificare le modalità di accesso ai siti di notizie, ovvero eliminando la digitazione di nome, indirizzo e-mail o addirittura la necessità di una registrazione con username e password a cui associare una carta di credito, da oggi è possibile utilizzare il nuovo servizio Subscribe with Google.

Si tratta di un sistema universale per gestire gli abbonamenti a pagamento dei propri giornali e riviste preferiti che, sulla carta, dovrebbe essere il modo più semplice per abbonarsi a un sito di notizie.

Subscribe with Google, l’editoria premium accessibile tramite l’account di Google

Nella pratica permette di utilizzare il proprio account Google per effettuare il login e da qui gestire tutto il processo di sottoscrizione all’abbonamento prescelto: nella logica di centralizzazione di Google, il medesimo account consentirà di selezionare il tipo di offerta editoriale pagando in modo sicuro con la carta di credito già associata.

Tra i giornali che possono essere sottoscritti dall’utente, vi sono per ora la Repubblica, Les Échos, Le Figaro, Financial Times, La Nación, New York Times, Le Parisien, Reforma, The Telegraph e il Washington Post.

Effettuato l’abbonamento i contenuti acquistati saranno a disposizione dell’utente molto più facilmente accessibile rispetto a prima e anche le notizie della fonte prescelta verranno evidenziate attraverso un modulo specifico nel search del motore di ricerca.

Smart NationSubscribe with Google, il servizio che facilita l’abbonamento ai siti editoriali
Vai all'articolo